giovedì 5 settembre 2013

80

L'Uomo-Ragno e i suoi fantastici amici, episodio 1 (La prima puntata non si scord… eh?!?)

Riprendiamo, ché dopo due mesi era pure ora, eghe, la rubrica più volte vincitrice dell'Internet, La prima puntata non si scord... eh?!?, e lo facciamo con il primo episodio del cartone L'Uomo Ragno e i suoi fantastici amici. Quello che era sostanzialmente identico all'altro cartone dell'Uomo-Ragno del 1981 (in America le due serie andarono in onda in contemporanea, ma su reti diverse), ma c'aveva in più perlappuntamente i due fantastici amici del titolo: l'Uomo Ghiaccio e Stella di Fuoco. Due alleati i cui poteri si annullavano a Vicenza. Bella mossa, Spidey. Complimenti [...]

È una notte come le altre a Manhattan. Mentre i prototipi vintaggi della Lancia sfrecciano sulle strade allagate dalla pioggia,
l'Uomo-Ragno è lì su un tetto a beccarsi l'acquazzone da ore. Tanto che a un certo punto si è fatto una uallera così. E si vede.
Peter entra in azione: quell'auto gialla ha qualcosa che non va...
E no, non è il berretto di Luigi di uno dei due tizi a bordo. Trattasi infatti di due pericolosi malandrini in fuga. Ma cosa possono due semplici rapinatori contro lo STUPEFACENTE Uomo-Ragno? Beh, per esempio possono prendere una curva ai 120 e lasciarlo volare via, dritto a spatafascio contro i bidoni della munnezza.
 Teh, stupefacente 'sta cippa.
"Ho fatto proprio la figura del babbeo", ammette Peter, dandosi per sicurezza una ravanata ai maroni.
 Ma dal nulla arriva l'Uomo Ghiaccio, Bobby Drake. Così, per sfotterlo
 "Pezzente"
"Stai tranquillo, l'Uomo Ghiaccio viene a salvare la tua reputazione!", gli dice poi Bobby, producendosi per una qualche ragione in una serie di disturbanti movimenti pelvici.
Poi ci fa il giro della morte hot wheels e quelli si schiantano contro un palo, così l'Uomo-Ragno può andare a prenderli e a farsi il grande di culo. Il tempo di restituire i gioielli rubati a due poliziotti,
uno dei quali è chiaramente il fratello gemello del rapinatore biondo, e i due eroi possono andare via. Dice: uno sul suo scivolo di ghiaccio e l'altro con le ragnatele? NO.
Perché l'Uomo-Ragno non ha ben capito come funziona quella cosa chiamata attrito e sullo scivolo di ghiaccio cerca di correrci sopra. In salita. Giusto perché è una delle menti più brillanti della città, eh. Figurati gli altri.
Intanto, in mezzo ai lampi dell'acquazzone, un piccolo aereo da turismo guidato da un tifoso dell'Olanda trasporta Norman Osborn in vestaglia.
Osborn ha appena lasciato l'ospedale. "Sono guarito!", dice tutto felice per i suoi guanti da portiere nuovi. Per fargli dimenticare i suoi trascorsi come GREEN Goblin, nel reparto di psichiatria gli hanno dato criminalmente una vestaglia e un pantalone verdi.
Ma l'aeroplanino  viene centrato da un fulmine, e siccome il pilota non ha mai sentito parlare della gabbia di Faraday, la dichiara morta lì e annuncia al passeggero che l'aereo sta precipitando. Prego notare, per dare il giusto spessore drammatico alla scena, che la voce di Osborn è quella di Flip il grillo dell'Ape Maia, mentre quella del pilota dello stesso doppiatore di Peter Parker, ma con abile camuffaggio da sforzo grosso simulato.
E così Osborn si lancia col suo paracadute, tutto verde come a un raduno di leghisti,
e appena atterra ci diventa verde pure la faccia, tutto abbinato, bravoappapà.
Stacco. Facciamo la conoscenza dell'odioso, immancabile personaggetto mascotte della cippa, il cagnolino Miss Lion (in seguito nei Pet Avengers con Lockjaw, Throg e altri animali. No, davvero). Ma… quella non è la DONNA RAGNO? No, è Stella di Fuoco/Angelica Jones, che per sembrare ancora più bona si è travestita da Donna Ragno per un ballo in maschera.
Con lei ci sono quell'insopportabile flagello dell'umanità noto come Zia May e Moira, un'amica bionda che si è travestita da Medusa per far ingrifare il povero Peter, la subdola. Zia May, nel suo grembiulino che ce l'hanno regalato le poste, se la ride.
 Arrivano intanto i ragazzi: Bobby si è vestito da Capitan America,

 Peter da Uomo-Ragno pezzente con la maschera comprata all'Upim.
 La festa in maschera è un successone. Per tutti e quindici i presenti.
I costumi dell'Uomo-Ragno dell'Upim, in compenso, sono andati fortissimo: è tutto un tale tripudio di Uomini-Ragno che manco nella saga del Clone.
Peter, in quanto eroe protagonista del cartone, resta terrorizzato da due Goblin appesi al soffitto. Sono finti,
ma qualcosa non lo convince: glielo dicono il suo senso di ragno e gli occhi luminosi fatti con la bomboletta spray.
Viene però avvicinato da un donnone alto due metri. Nella migliore delle ipotesi. Ad Angelica girano così giusto un attimo le balle,
e mentre l'Arrampicamuri decide coraggiosamente di darsi alla fuga, (tre) gambe in spalla,
Stella di Fuoco genera una palla di vapore e a quella ci fa colare tutto il rimmel. Il donnone che forse è un uomo si allontana triste, canticchiando Don't Go Breaking My Hart di RuPaul.
 "Provaci un'altra volta e ti do fuoco, stronza"
Versatosi un secchiello pieno di ghiaccio nel costume, Peter va a controllare i laboratori di Osborn, che per qualche ragione sono all'interno dell'Università, sicuro di trovarci il vero Goblin. Ma appena entra viene circondato da una scarica di energia verde immobilizzante!
 Goblin è tornato! Più crudele! Più spietato!
 Più educato! "Teh, siediti, ché ti viene il mal di schiena"
Parte il flashback spiegone nell'occhio, e vediamo la nascita della formula che ha tramutato Osborn in un maniaco omicida con la fissa per Halloween. Era lì, che stava a travasare per ore lo stesso liquido verde in due fialette, come un ragazzino di 9 anni con il piccolo chimico, quando un'esplosione gli diede dei poteri sovrumani.
Ma grazie al suo casco ricavato da una preziosa insalatiera fantascienza, Goblin è anche in grado di vedere il futuro.
Un futuro in cui tutti i newyorchesi diventeranno verdi e strazzati come quelli che vivono nel New Jersey.
Un futuro in cui pure il suo costume sarà tutto verde scolorito, ché già il cappuccio è andato. Ma i fantastici amici di Peter? Saranno preoccupati per la sua sparizione?
PREOCCUPATISSIMI. Moira, scopriamo, è la nipote di Osborn.
Per un qualche motivo non meglio precisato, Angelica decide di cercare Peter proprio nei laboratori di Osborn ed esattamente mentre Osborn stava parlando con se stesso della nipote Moira. Serendipity! Goblin, che ovviamente dalla voce riconosce subito Angelica, la chiama per nome e sa che è la ragazza dell'Uomo-Ragno (don't ask), vuole tenderle una trappola con l'azoto liquido. E perciò fa tutta una dimostrazione delle sue proprietà, tipo rappresentante della stanhome.
Il trappolone è quindi pronto: quando Angelica aprirà la porta, verrà investita dall'azoto liquido e morirà. Goblin, che due secondi prima ha detto "la tua amica Angelica farà per me un lavoretto", se n'è già dimenticato e ha tagliato la corda. No, non questa, nel senso che se n'è andato. Parte la musichetta di tensione riciclata dall'altro cartone dell'Uomo-Ragno: paraparaparaparapà-parapà-paraparapà.
Ma Stella di Fuoco ci fa uno scudo di fiamme specchioriflesso senza ritorno, mentre il suo calore smorza casualmente il raggio paralizzante, così l'Uomo-Ragno può alzare il culo da quella sedia e darsi un attimo da fare, visto che sarebbe sempre il protagonista del dannato cartone
Un'intensa inquadratura delle zinne di Angelica più tardi, i due vanno a cercare Moira
proprio mentre Bobby sta cercando di portarla verso la sua macchina, dove ha già pronta la cassettina con Sexual Healing di Marvin Gaye e Physical di Olivia Newton-John
L'Uomo Ghiaccio, essendo anche lui un tipo sveglio, è convinto che quel Goblin arrivato a rapire la ragazza sia solo un altro tizio in costume. Anche se Moira urla e quello se la porta via con un cacchio di aliante. "Quel tipo ci sa fare con le donne", dice. Lui e Peter, assieme, proprio due geni da congresso Solvay.
Il trio di eroi è finalmente riunito. A Bobby viene recapitato un messaggio con un Quinjet. È Capitan America che gli dice: "NON TI PERMETTERE MAI PIÙ".
Altra intensa, drammaticissima inquadratura delle bocce di Angelica, poi via a caccia di Goblin. Dice: Peter avrà imparato a usare in modo ortodosso le ragnatele per spostarsi, no?
 NO.
"Goblin vuole trasformare tutti in esseri mostruosi di colore verde! Amici dell'Uomo-Ragno in azione!", urla Peter. "Al massimo Stella di Fuoco e due fantastiche pippe", dice Angelica. "Vaffanc*lo un po'", dice Hulk.
In un suo laboratorio segreto, ricavato in una casa terremotata, Goblin sta scaldando una provetta con mezzi di fortuna,
DOPO AVER SFILATO COSTUME E MAGLIETTA ALLA NIPOTE. Era guarito, eh. Guaritissimo. Poi, quando tenta di far bere la formula alla povera ragazza, utilizzandola come cavia, arriva Peter.
 Dal camino come Babbo Natale. Non guardate da questa parte.
Nel covo di fortuna dove è costretto a usare le candele, Osborn ha in compenso un ENORME SISTEMA DI SORVEGLIANZA con schermo piatto da 40 pollici che individua immediatamente Spidey, il quale educatamente sta mettendo a posto un soprammobile caduto a terra.
Ma, attenzione, non è un oggetto qualsiasi! È il casco che fa vedere il futuro, lasciato saggiamente da Goblin a terra, vicino a quel secchio rovesciato. Non sentendosi degno di tale portento, Peter si inginocchia.
Un secondo dopo viene rinchiuso tra pareti di cemento all'interno delle quali viene proiettata la faccia di Goblin Gianni Morandi in diretta e che diventano incandescenti o ricoperte di olio all'occorrenza. Non sembra, ma i soldi per quel covo minchia se ce li ha spesi Osborn. Peter riesce però a fuggire e si precipita a salvare la sua amica
 Sempre un passettino alla volta, lesto come un bradipo in coma.
Poi fa irruzione nella stanza, resiste alla tentazione di bersi l'intruglio dal bel colore melvato invitante e libera Moira
Goblin decolla con il suo aliante: Peter gli si appende dietro e, dopo averlo raggiunto,
lo bacia appassionatamente. Pur lusingato, Goblin lo getta di sotto, e tocca un'ALTRA volta all'Uomo Ghiaccio salvargli il posteriore
 Letteralmente.
 Il tempo di essere raccattato da un cespuglio
e di beccarsi una multa per atti osceni in luogo pubblico, e l'Uomo-Ragno è pronto a tornare in azione.
Goblin sta versando la sua formula nell'acquedotto della città, giusto a dieci metri da lì. 
Un veloce balletto propiziatorio, e Peter corre ad affrontarlo,
mentre Bobby congela l'acquedotto e si dà al pattinaggio artistico. E Stella di Fuoco? Boh, si rifà il trucco.
"Amici amici, amici il ca…!", urla Peter, ma le sue parole sono coperte dal botto che fa Goblin spatafasciandosi contro i cavi dell'alta tensione. Questa serie è così meravigliosamente scema che ti andrebbe quasi di commentarne tutte e 24 le puntate. Ma hai scritto quasi. Ma magari facciamo solo quella con Sole Ardente. Ma andiamo avanti.
Goblin non c'è più: gli è scomparso tutto il verde di dosso, ora è solo un uomo disturbato con la biancheria di Occhio di Falco. Intanto i due fantastici amici hanno separato la formula dall'acqua e versato tutto nelle fogne. Beccandosi un vaffancuore pure dalle Tartarughe Ninja.
E tutto è bene quel che finisce bene: i ragazzi possono tornare dalla vecchia rompiballe e dal loro cagnolino. Moira è rimasta in canottiera, ma vabbè, so' cose moderne.
Cioè, guarda come diavolo è vestito Peter: quel completo dolcevita gialla e giacca celeste melvino fa schifo ai cani.
"Wof!"
Appunto.

NELLE PUNTATE PRECEDENTI:
Tartarughe Ninja alla Riscossa, episodio 1

80 commenti:

  1. Questi cartoni, quand'ero ragazzino...pardon, rEgazzino sono stati il mio primo approccio all'universo Marvel...col senno di poi se Steve Ditko mi prendesse a pugni, nessuno griderebbe allo scandalo. Solo per curiosità, non mi pare che Stella di Fuoco avesse un corrispettivo nei fumetti, o sbaglio? Faccio molta fatica a ricordarmela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà stella di fuoco o Firestar nacque effettivamente in questo show, poi successivamente fu riciclata come mutante nell storie degli x-men.
      P.s.
      Un impressione mia o Angelica de facto è una versione super di M.J..

      Elimina
  2. Era un personaggio inedito. Ma nel 1985 è apparsa in un albo degli X-Men, entrando ufficialmente a far parte del Marvel Universe. Da allora ha avuto una sua miniserie ed è stata in vari gruppi, compresi i Vendicatori.
    Per saperne di più:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Firestar

    RispondiElimina
  3. Lo vedevo ma era abbastanza pezze te rispetto alla serie dell' ommeragne in solitaria, e pure quella rispetto alla prima, quella dove per risparmiare la ragnatela era solo sulla maschera, era peggio.
    comunque stella di fuoco sì, ha due belle zinne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pezze te era pezzente, correttore del ciufolo!

      Elimina
  4. Aahahahaha. Al congresso Solvay sono cascato dalla sedia visto che abito a Rosignano Solvay. Ora mi spiego quei loschi figuri mascherati che girano nello stabilimento, appunto, Solvay. ahahah

    RispondiElimina
  5. Il potere mutante secodario di Angelica dev'essere la capacità di mutare forma alle zinne!Una forma diversa ad ogni inquadratura!

    RispondiElimina
  6. Con la foto di Spidey e l'Uomo Ghiaccio al congresso Solvay hai scritto una grande pagina della storia dell'Internetto...grande Doc!

    RispondiElimina
  7. Non per fare il PdF,ma qui si parla di NORMAN Osborn,non di Harry,giusto?
    Che se non ricordo male Harry poi compariva nella serie,col suo pratico abbigliamento bicromatico vedre e viola dolcevita a collo alto e il tipico fisique durol da insetto stecco...

    RispondiElimina
  8. Auahaha! Sì ti prego, altre puntate del Ragno e soci. Oltre a quella di sole ardente ci vuole quella contro Magneto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E Videoman. Non dimentichiamo Videoman. Prodotto del perfido, malvagio mondo dei videogiuochi.

      Elimina
    2. videoman hahahaha uno dei supereroi più piatti della storia (e non parlo solo dell'aspetto)

      con il suo straordinario superpotere di lanciare quadrati sparaflesciosi che non facevano alcun danno asd

      Elimina
  9. Piango... non so se per la nostalgia o per la pezzenteria, ma piango

    RispondiElimina
  10. uddiu, quanti ricordi, c'era un canale locale che li trasmetteva a rotazione per tot ore al giorno e non potevo fare a meno di riguardarli ogni volta, l'avrò rivisto tutto una dozzina di volte


    a dir poco pezzente e ,sono sicuro, pieno di cialtronate (non seguo molto l'universo marvel) ma faceva parte del suo fascino



    ps: ancora mi chiedo come cappero facesse stella di fuoco a cambiarsi d'abito con quel lampo di luce asd

    RispondiElimina
  11. Francis Byte ...oddio, ridordo perfettamente la sua entrata in scena.

    RispondiElimina
  12. Questa serie, ricordo che la guardavo spesso, inniziata che facevo le elementari-medie (forse), e rimandata in replica quasi in continuo fino alle mie superiori... ricordo però che non mi piaceva, preferivo forte la serie spiderman, quella successiva (quella con la sigla a chitarra elettrica e la voce distorta che continuava a ripetere "spiderman")...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. auto pdf: iniziata, non "inniziata"

      Elimina
    2. Okkay... era spiderman TAS (the animated series), ora giuro che non rompo più...

      Elimina
    3. Yep, la serie del '94. In Italia è andata in onda sulla RAI a partire dal '95.

      Elimina
    4. quella serie è un capolavoro! Presenta tutti i personaggi del ragno verso nelle prime puntate, poi sviluppa trame incrociate e sottotrame, tutte carine che si formano con molta naturalezza e consecuenzialità, spesso modificando le storie originali in favore di una narrazione unitaria, pure la psicologia dei personaggi era ben realizzata se vista con un ottica da reagazzino, senza contare la presenza di mezzo universo marvel. Questo cartone invece era totalmente assurdo ma da piccolo mi pareva spettaccolare, ho ancora un paio di cassette (tra cui questa puntata) con i nastri consumati dalle visioni! Parapà-paraparapà-paraparapà! (poi ragnatele dinamiche grazie)

      Elimina
  13. Serie molto pezzente ma con il suo fascino nascosto, nascosto bene bene bene.
    Ricordo una puntata con Dracula ed una con Capitan America a cui avevano fatto il lavaggio del cervello. C'è anche la puntata dove incontrano gli X-Men.

    OT
    la maratona di Evagelion è stata una figata pazzesca, Doc per il 25 devi trovare un cinema dove fanno il 3° film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ormai mi è passata la voglia. Rivedrò tutto in discoblu e buonanotte.
      #MondoIngrato

      Elimina
    2. Ohi Drakkan, anche io ieri maratonavo! I nuovi film non li avevo ancora visti, la grafica era pura magia e la storia sempre ottima! Che ne pensi del secondo film? A me personalmente è piaciuto molto, anche se ciò che si vede differisce dall'anime il senso rimane identico in tutte le su parti no? Poi vedere lo 01 correre come un dannato e sventrare angeli di rara bellezza su un megaschermo cinematografico regalla grandi emozioni!

      Elimina
    3. I film mi sono piaciuti entrambi, dovendo scegliere il secondo film mi è piaciuto più del primo. Alcune variazioni sulla trama dell'anime non mi hanno entusiasmato come l'apparizione di Asuka (a cui preferivo la scena della portaerei) e l'uccisione dell'angelo a forma di cubo. Molto bella la parte con l’EVA 05 e la nuova pilota completamente fuori di brocca. Comunque la nuova trama rispetta lo spirito dell’opera originaria e segue un filo maggiormente coerente.
      La grafica è superlativa e le scene di combattimento sono veramente strepitose ed effettivamente al cinema sono molto più godibili. La preview alla fine del film con la musica delle preview alla fine di ogni puntata dell’anime e la voce narrante del maggiore Katsuragi è stata un tocco di classe assai gradito.
      Piccolo inciso: sono un fan di lunga data del maggiore Katsuragi che ritengo la tipa dei fumetti / cartoni / anime più affascinante di sempre tanto che mia Moglie per i vari anni di fidanzamento ha manifestato quasi gelosia per un poster che avevo in camera e a cui mi rivolgevo con l’appellativo “La mia Misato”. Adesso devo verificare dove è finito quel poster.
      http://i.ebayimg.com/t/ep0086-Japan-Original-Movie-Poster-B2-Neon-Genesis-Evangelion-Misato-Katsuragi-/00/s/MTYwMFgxMTM4/z/RtIAAMXQgfZRCK28/$(KGrHqN,!jcFC2trJkD7BRCK28KP9Q~~60_57.JPG

      Elimina
    4. Il link è questo: http://www.ebay.com/itm/ep0086-Japan-Original-Movie-Poster-B2-Neon-Genesis-Evangelion-Misato-Katsuragi-/321075303337?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item4ac19453a9

      Elimina
    5. Eh la Katsuragi...
      Concordo pienamente con tutto quello che hai scritto.
      Bella maratona. Un pò pizzosetto il primo film (riprende pari pari i primi episodi dell'anime senza aggiungere praticamente nulla). Sarà che ho rivisto la serie di recente e la ricordavo bene, ma il rpimo film non mi ha fatto impazzire per quanto fosse per sempre Eva!
      Il secondo è strepitoso.
      La parte finale poi... wow...
      Presente il 25 settembre! Milano! Bicocca, Skyline o giù di li!

      Elimina
    6. Maratona Evangelion?! Dove?! Come?!

      Elimina
    7. In attesa dell'uscita del terzo film della Rebuild di Evangelion, alcune sale in Italia, hanno proposto la "maratona" dei primi due film.
      Tre ore e mezza (e poco più) di pipponi mentali, robottoni, sangue e tutto il resto.
      Mica male.
      Il 25 settembre proietteranno il terzo capitolo 8su quattro).

      Elimina
    8. Nuuuooooo lo davano anche qui a Rovigo: nuuuuuuuuoooooooooooooooo!!!!!!!

      Elimina
    9. Dai, i prim due film sono in giro da un pezzo (br o dvd). Il terzo esce tra poco. Non so di preciso quando, forse in concomitanza con la proiezione in sala.
      Comunque è roba recuperabile.

      Elimina
    10. Misato è una superficafotonica e il poster va trovato! Nell secondo film (anche secondo me è il migliore) la pilota dello 05 nel finale porta lo 02 in modalità "beast mode" significa abbasare il controllo umano in favore di un maggior istinto naturale/brutale dell'eva? Tipo berserker volontario? Mi pare che nell'anime questa modalità non era presenete o sbaglio?

      Elimina
    11. Il beast mode non l'avevo mai sentito, non c'era nell'anime e nel manga.
      Nel trailer del terzo film dicono che è l'epilogo ma è solo il terzo film della tetralogia, ma?!

      Elimina
    12. Forse il quarto film è un mega trip in flusso di coscienza come le ultime puntante, aggiungendo dettagli su adam, lilith, seela e pergamene (volendo può allungare pure la realtà alternatva/possibile che mi trasmette sempre una profondissima e infinitissima quiete che manco Leopardi), cmq non so te ma finito il secondo film me partita una scimmia talmente putiente che se proiettavano subito il terzo si trasformava in un gibbone!

      Elimina
  14. Non me lo ricordavo così demenziale... comunque appoggio il commento a tutti gli episodi!

    RispondiElimina
  15. Fantastico. Un po' meno avvincente della serie classica, ma più comica. E poi hanno fatto bene a inventare Firestar :-)

    Ma doc, il melvino esiste veramente?
    Credevo fosse un colore specifico, ma forse è un attributo della tinta: Hai citato blu, verde, celeste, lilla melvino... lo usi a caso? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sei stato purtroppamente attento, Massimo. Il verde è melvato, il celeste è melvino. Quest'ultimo nelle sfumature che vanno dall'infrarosso all'ultravioletto.
      In fondo, come noto, il melvino è soprattutto un colore interiore.

      Elimina
    2. Faccio un po' di confusione in effetti.
      Ma in Saint Seiya esiste anche il verde melvino:
      http://docmanhattan.blogspot.it/2012/06/saint-seiya-omega-episodio-10.html
      http://docmanhattan.blogspot.it/2012/07/saint-seiya-omega-episodio-14-cuore-in.html

      Elimina
    3. Quella è una sfumatura supersegreta giapponese. Qui non esiste. ;)

      Elimina
  16. Ricordo ancora la puntata in cui l'Uomo Ghiaccio si sente a disagio per i proprio poteri e poi tipo li usa per salvare una festa, del tipo che il frigo non produceva più i cubetti di ghiaccio e quindi c'ha pensato lui, e tutti ad osannarlo perché senza ghiaccio la festa stava diventando un mortorio.
    O forse era solo a casa di una ragazza, boh non mi ricordo.

    RispondiElimina
  17. Diccelo sempre hai tuoi follower, che la tua è un'irriverente linea ad interpretazione personale, e che quasi tutte le volte commenti cose che ami/hai amato. Che poi la gente segue senza fiatare, e pensa veramente che questi cartoni rapportati ai tempi fosser 'nmmerd (non è vero! Se sei -giustamente- irriverente, puoi riscire a mettere alla berlina tutto :D). Amici dell'Uomo Ragno era bellissimo (lo amo ancora), era ben disegnato rispetto a quello cui ci abituava la Marvel, e avere silhoutte così (i disegni erano gli stessi della serie di Spidey in assolo) era già una grossa conquista nella TV di più di 30 anni fa! O_O

    http://images2.wikia.nocookie.net/__cb20110727164945/marveldatabase/images/8/8d/Spider-Man_(1981_series).png

    Direi:
    Viene però avvicinato da un donnone alto due metri. Nella migliore delle ipotesi.

    Goblin vuole trasformare tutti in esseri mostruosi di colore verde! Amici dell'Uomo-Ragno in azione!", urla Peter. "Al massimo Stella di Fuoco e due fantastiche pippe", dice Angelica. "Vaffanc*lo un po'", dice Hulk.

    E abbastanza soprattuttamente:

    Il trio di eroi è finalmente riunito. A Bobby viene recapitato un messaggio con un Quinjet. È Capitan America che gli dice: "NON TI PERMETTERE MAI PIÙ". :DD

    Ho sempre avuto l'impressione che "Amici dell'Uomo Ragno" ricalcasse la formula di Marvel Team-Up, non solo per la presenza fissa di 2 superprotagonisti assieme al Ragno, ma anche per la mole di supereroi Marvel e criminali, che spuntavano nella serie (fino anche a secondarissimi, solo perchè facevano ella coppia con Stella di Fuoco... Come Sole ardente :DD). Un qualcosa d'inedito rispetto alle quintalate di personaggi ex-novo ed insulsi delle serie TV superoistiche, creati giustappunto per la serie.

    Ho sempre trovato carine le distinzioni tra personaggi esteticamente uguali per poteri: Torcia Umana, Sole Ardente, Stella di Fuoco
    La torcia è puro fuoco (da l'impressione che per alcuni tratti si trasformi pure in fuoco, poichè riesce a volare diventando leggero come il fuoco... sempre mistero perchè i supereroi che s'infiammano volino :/ io da piccolo pensavo sempre che riuscissero a sviluppare in coda, tipo reattore di jet :))

    Sole Ardente è un mutante che sviluppa il "fuoco nucleare" (fissione? fusione atomica?)... e guarda caso è giapponese

    Firestar - Stella di Fuoco invece, comanda le microonde, quelle proprio dei forni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ma dai, si sa. In questa serie di post si è parlato anche del Capitano e dell'Uomo Tigre. Miei eroi dell'infanzia, per quanto l'industria cinematografica giapponese stia cercando di distruggermeli in un doppio, malvagio attacco combinato.
      Quanto al resto, Firestar, l'eroina che comanda le microonde, l'hanno tirata dentro nella cumpa anche per questo. Due minuti e popcorn per tutti.

      Elimina
    2. Cmq Doc, la serie andò sulla Ra1 nel 94 , ma era già andata in onda su Italia 1 almeno 10 anni prima con il doppiaggio milanese e la canzone " Spiderman, tu sei l' Uomo Ragno ...."
      Infatti all' epoca comprarono tutte e tre le serie dell' Ommoragno con un doppiaggio ex novo ( perché la prima serie , quella dove il Rango ha la tela del costume disegnata solo sulla maschera, guanti e stivali era già stata doppiata qualche anno prima dalla Rai).
      Adesso appartengono tutte a Disney che ha fatto ridoppiare parte della prima serie lasciando in alcune puntate il doppiaggio Mediaset.

      Elimina
    3. Sam, nella risposta a The Kaz parlavo della serie del '94, non di quella dell'81.

      Elimina
  18. Queste "prime puntate" sono una fucina di comicità! Mi hai fatto scoprire chicche che a una (recente) visione distratta mi erano sfuggite.

    Annullarsi a Vicenza! Nostalgia canalis. Lo disse Mondonico, vero?.
    Complimenti a Bobby per l'aria davvero sveglia quando è vestito da Cap :-)

    RispondiElimina
  19. Anche per me questa serie e la sua contemporanea sono state il primo approccio con la Casa delle Idee (riciclate).

    Credo di ricordare a memoria tutti gli episodi, ma volendo citarne uno a caso, direi quello delle api rese senzienti dal misterufo alieno, che trasformano tutti in api umane bramose di lavorare per "la comunità dell'alveare".
    In quegli anni, la dipendenza da miele era presa molto, molto seriamente.

    RispondiElimina
  20. Post spassosissimo e serie persa in una nebbia di lontanissime rimembranze fatte di merende, nonne, tinelli e tv ancora in bianco e nero.
    Ricordo che mi piaceva tantissimo (come il corrispettivo cartone in solitaria del ragno), per cui mi terrò per sempre quella bella sensazione e non mi rovinerò quei pochi ricordi constatandone la pezzentaggine.

    RispondiElimina
  21. La ricordo eccome questa serie.Niente da dire,pezzente era e pezzente rimane anche se mi hai fatto ridere di gusto :D

    Se ben ricordo questo era il tentativo della Marvel di competere con quell'altro monumento alla pezzenteria che era Superfriends.

    RispondiElimina
  22. Grandi risate come sempre. In questa collana di post tiri sempre fuori una verve tremenda, Doc. Ora vogliamo i Super-Amici! Eddai eddai eddai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quoto. Nelle "prime puntate non si scord..." emerge una vis comica più pUtente del solito

      Elimina
    2. Beh, è normale: qui c'è spazio e modo. Se la cosa va in porto, presto vedrete una roba analoga molto più tanto di ridere. Stay tonnati.

      Elimina
  23. Io ricordo la puntata "Sette piccoli supereroi" che faceva il verso a "Dieci piccoli indiani" di Agatha Christie.
    C'erano Capitan America, il Dr. Strange e poi... boh! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me la ricordo anch'io quella puntata...
      Gli altri due erano Shanna e Namor!

      Elimina
  24. Mannaggia a te Doc, sono in ufficio e mi son provocato 4 emoraggie interne a forza di trattenere le risate.
    Spero che la compressione addominale non...*PROOooOOooT*

    RispondiElimina
  25. Ma poi c'era il tipico moralismo yankee , ad esempio sui videogiochi, che venivano mostrati come macchinette diaboliche che distraevano i giovani dallo studio e blablabla....

    RispondiElimina
  26. E a proposito Doc, se ci riesci, procurati la puntata pilota del cartone degli X-men ( quella con Magneto e l'arrivo di Kitty Pride, da cui Konami ha tratto il coin-op: hai presente, vero ?)in ITALIANO, disponibile su vhs Stardust.
    Il doppiagio è veramente fenomenale, in senso negativo, ovviamente: a Ciclope, hanno dato una voce di un tizio di 50 anni preso per la strada che legge le battute con lo stesso trasporto con cui mia madre legge la lista della spese.
    Anche Nightcrawler non scherza, visto che sembra Torakiki di Hello Spank....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://www.youtube.com/watch?v=m4K5UqXn_Ys

      Invece in originale, per Pryde of the X-Men, si erano pure sbattuti a dare l'accento tedesco a Nightcrawler (e mi sembra russo a Colosso). E il VHS originale conteneva, ovviamente, la puntata di Spider-man and his amazing friends in cui apparivano gli X-Men :D (inedita in Italia)

      http://images4.wikia.nocookie.net/__cb20110526121703/marvelanimated/images/2/21/47.jpg

      Naturalmente nel coin-up, spaccavo natiche con Ciclope! :D

      Elimina
    2. Phantom Dusclops'925 settembre 2013 20:55

      Inedita? Io l'ho vista in Italiano più e più volte. Quella con le origini di Stella di Fuoco e con Fenomeno.

      Elimina
    3. No, è un altra antecedente e con più X-Men nel cast. Quando si parlava di questa puntata allegata all'uscita di Pryde of the X-Men, sulle riviste specializzate, questo episodio appunto "La Vendetta di Cyberiad", era presentata come inedito (e ti dico la verità, io non l'avevo mai visto)... Dubbio, ma probabilmente sbagliato, non vorrei che questa serie fosse stata alla fine trasmessa integralmente (anche se già tutta doppiata) solo con l'arrivo di Fox Kid. Perchè io nella precedente grande infornata che ne fecero prima di Fox Kid, cioè sul mitico circuito "Junior TV", questa serie la tampinavo fedelmente, e nessuna di queste puntate mi torna in mente :-(

      Elimina
  27. Io ne voglio sapere di più sul tranvione in lacrime!

    RispondiElimina
  28. bellissimo, credo di aver visto tutta la prima serie. questo è l' unico uomo ragno, insieme ovviamente alla serie one man band. quelli fatti dopo... va be dai

    RispondiElimina
  29. Eppure io questo cartone l'ho adorato ed è stato uno dei miei primi approcci col ragnetto......puntata preferita quella con Kraven!

    RispondiElimina
  30. Ricordo benissimo questa ptima puntata, ho sempre trovato la serie estremamente noiosa.
    Nulla a che vedere, con la serie del 1997!

    RispondiElimina
  31. Io mi ricordo che da PamPino c'avevo la cassetta con l'episodio di Magneto che sabotava la diga . Di quell'episodio mi ricordo solo il dibattito infinito con mio zio (appassionato anche lui di comics) riguardo alla pronuncia di MAGNETO . Che lui diceva "MaGNeto" , io "Mannieto" . C'è mancato poco che non ci pestassimo con dei dinosauri di plastica.

    RispondiElimina
  32. Io sono di Vicenza ma qui non accade mai niente di quello che dice il Doc.
    Purtroppamente.

    RispondiElimina
  33. Serie davvero ignobile, e giustamente hanno inventato Firestar proprio per risollevare...gli ascolti.
    Io ricordo la puntata col suo ex, che era il villain della settimana, con un finale abbastanza lolloso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti riferisci all' episodio dove appare la versione lollosa di sole ardente?

      Elimina
    2. Sì, quello. Dovrebbe essere tra i primi della serie. Comunque io non ricordavo che Firestar uscisse con Peter Parker...mi sa che Goblin era verde soprattutto per alcune sostanze che sniffava :)

      Elimina
  34. Mi mancava proprio "La prima puntanta non scord..eh?!": quando la prossima????????

    RispondiElimina
  35. No, ma lo vogliamo dire che il piano di Norman/Goblin è ESATTAMENTE lo stesso di Lizard/Connors in Amazing Spider-Man di Webb??

    Ho sempre pensato che il soggetto quel film fosse copiato di sana pianta a sforzo zero dallo Spider-Man di Raimi, tranne che per il piano diaboLOLico, adesso so da dove hanno preso il resto. Grazie Doc.

    RispondiElimina
  36. Ti prego commentane altre.

    Non tutte quante magari ma almeno quelle più belle. Videoman su tutte.

    RispondiElimina
  37. Non so se era questa serie o un'altra ma ricordo la casa che si trasformava in qg con tanto di computeroni solo schiacciando un tasto sotto un tavolino (o sbaglio)

    RispondiElimina
  38. Io ricordo una puntata dove gli presentavano gli X-men e tra questi un inedito Wolverine "damerino" con tanto di drink in mano.

    RispondiElimina
  39. siii daiiiii!!!

    commentane altre della serie!!!!

    plisssssss

    RispondiElimina
  40. siii daiiiii!!!

    commentane altre della serie!!!!

    plisssssss

    RispondiElimina
  41. Primo approccio al mondo di Spidey, avevo le VHS (consumate)...bellissimo commento dell'episodio. Adesso rivedendolo ho capito perché son cresciuto con la fissa delle tettone, Angelica se la regnava. Morlum nei fumetti poi li fara fuori.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails