giovedì 21 marzo 2013

64

Grande Mazinga, episodio 1 (La prima puntata non si scord… eh?!?)

Perché se la chiave del successo di Jeeg Robot d'Acciaio, abbiamo appurato, era tutto quel fucsia, il Grande Mazinga se la giocava con il viola. Segue la cronaca della sua prima puntata - "L'Eroe dei Cieli", 8 settembre 1974, da noi in onda sulle reti locali cinque anni dopo - in cui, anche se magari non lo ricordate, l'eroe dei cieli acchiappava una serie di figure dimmerda ragguardevoli. Parola [...]
È una notte di tempesta sulla costa di Tokyo. Pioggia, turbini di vento, onde altissime
"Chi meenchia è stato il fenomeno che ha deciso di costruire questa base in mezzo al mare, con un ponticello dimmerda per collegarla alla terraferma?", urla il professor Kenzo Kabuto all'interno della Fortezza delle Scienze (qui chiamata della Scienza, ché nel primo episodio ancora non insegnavano Biologia)
Poi qualcuno gli ricorda che il posto l'ha scelto lui. "Ah, sì?", dice. "Tranquilli, mo' passa. Sono giusto due gocce".
Nel frattempo, l'evolutissima tecnologia della Fortezza sforna finti telegrammi dal macchinario Ti voglio Tanto Bene.
Il ragazzo che esamina le macchioline, fingendo di capirci qualcosa, è Tetsuya, giovanotto dal carattere impetuoso, con una basetta che tipo a Beverly Hills 90210 l'avrebbero fatto ras di tutta la cumpa, e con una maglia viola.
Ché il viola, dicevamo all'inizio, nel mondo del Grande Mazinga si porta un casino, come dimostra il tinta su tinta dell'assistente di Kabuto. Ed eccolo, il professor Kenzo, padre di Koji Kabuto e figlio del creatore di Mazinga Z, Juzo Kabuto. Un nepotismo incredibile, l'industria dei robottoni giapponesi come le università italiane. A lungo creduto morto in un incidente, Kenzo è diventato invece un cyborg stilista col baffone da sparviero, e si è dedicato a costruire il suo Mazinga per a) dimostrare al padre di non essere un debosciato e b) ringraziarlo per avergli salvato la vita trasformandolo in un mostro sfregiato. Al nome iniziale della macchina, PAPÀ SOOCA MAZINGA, ha preferito comunque in un secondo momento un più neutro GRANDE MAZINGA.
Tra un bullone e l'altro, Kabuto ha anche addestrato due giovani piloti, Tetsuya Tsurugi e Jun Hono. Tetsuya, dicevamo, è l'ultrà della Fiorentina lì a sinistra, con il collo taurino e l'espressione non troppo convinta
Jun, invece, è la tizia giapponese solo per metà con un pigiama addosso. Trivia: a doppiare l'assistente saputello lì accanto è il telecronista di Holly e Benji. "Dobbiamo provare il Grande Mazinga anche se diluviaED È GOL", dice.
E insomma, siccome non si sa quando questi tizi, i Mikenes, greci debosciati rimasti sottoterra per millenni ad addestrarsi nel sirtaki e a preparare la moussaka, si decideranno ad attaccare, c'è da tenersi pronti. Anche se fuori c'è un tempo dimmerda. Allora Tetsuya corre ai comandi del Grande Mazinga: il che, ovviamente, significa il solito commuting time terrificante da pendolare di periferia. Nella fattispecie, sale su un ascensore tutto in tinta con i suoi vestiti e il suo sciarpone zeffirello...
(la tromba dell'ascensore è tutta decorata a motivi viola anch'essa, ovviamente)
…poi, arrivato al pianterreno, corre verso l'esterno (lì al numero 2 abita la signora Minervini, quella dei gerani, che rompe i coglioni quando c'è da pagare il condominio)
…quindi ha tre decimi di secondo per indossare tuta e casco in tutta calma…
…prima di coricarsi su una sedia a sdraio all'interno di un'incisione di Escher e venir sparato in un tubo di posta pneumatica…
(con una telecamera ad altezza scroto che gli controlla la situazione)
 …fino al Brain Condor. Una cacchio di sudata che non ti dico, e ancora non siamo neanche a metà dell'operazione. 
Il tempo di farsi scendere gli occhialini dal casco, hai visto mai passasse qualche pheega, e Tetsuya è pronto ad ammaccare il pulsantone dell'accensione del Brain Condor. 
Parte ovviamente qui la lunga sequenza obbligatoria del tunnellone lungo più infinito. In questo caso, sobrie paretine ovviamente viola,
tubone trasparente,
rampa in mezzo alle rocce con indicazione della sanzione amministrativa elevata a chi la percorre contromano,
 Grotte di Castellana (BA),
 Grotte di Pertosa (SA),
 Caverna di Platone,
e poi finalmente il decollo. Facendo il pelo a un galeone mezzo affondato, se no era troppo facile. Il tutto a cinquanta metri scarsi dal punto di partenza
"Mazinga fuori!", "Agganciamento!", una botta verticale pazzesca (per questo ogni volta gli controllano gli zebedei) e Tetsuya si va a fare 'sto giro
Boss si è trasferito insieme al Boss Robot (qui chiamato Borot), ai suoi due amici imbracchiati e al giovane cacameenchia Shiro Kabuto in un capannone lì vicino, triste perché la pheega di legno Sayaka se n'è andata. Intanto Kabuto ordina a Tetsuya di portare il Grande Mazinga a quota 50mila piedi
"Tutto bene, Tetsuya?", gli chiede il professore, che con quei due ragazzi è stato un educatore molto severo. C'aveva la mano pesante (ah-ah)
Ma a metà strada il robot inizia a tremare tutto come una Duna lanciata in autostrada oltre i 95:
 alla base è il panicobukkake 
 
Sadico come uno non s'immaginerebbe mai nel guardare un uomo sfregiato con l'aria da gerarca nazista e mezzo corpo di metallo che manda dei giovani orfani a morire per i suoi sogni di gloria e rivalsa, Kabuto ordina quindi una picchiata fino al mare, parlando al regolabarba.
Jun non riesce a guardare e dalla paura le diventano le dita tutte uguali e senza unghie
Due tecnici della Fortezza, che hanno violato il rigido dress code dell'istituto con azzardate cravatte rosse e addirittura pois gialli, vengono intanto cacciati a calci in culo. Sei minuti e non è ancora successo un cacchio. Quando diavolo arrivano i Mikenes?, ti chiedi
e quelli, educatissimi, eccoli. Nella loro base sotterranea con la palla da disco che ci hanno fot*uto a Maurizio Seymandi
I Mikenes, siccome sottoterra dopo un po' si erano rotti di ballare e cucinare, hanno preso da tempo a trasformarsi in cyborg con un sacco di teste supplementari. Questo, per esempio, è uno dei loro ufficiali, il Generale Nero. Che a parlare parla con la bocca inferiore, ok, ma ti sei sempre chiesto per il resto come facesse. Tipo, coi rutti? Son problemi.
Con gli altri ufficiali (li trovate descritti tutti qui) i dubbi erano anche peggiori

Per esempio, il Generale Rigarn non muoveva nessuna delle due bocche per parlare, ché tipo era ventriloquo
Mentre il Generale Ardias era un noto autoerotomane che… Ma lasciamo stare
Per contrastare il nuovo robot vengono scelti il kingokongo pugliese Barbarios (Baru Bari)
(che dalla gioia prova subito a scassare la fortezza Mikeros e ci devono dire Ecchemminchia, e statti fermo n'attimo, aspe')
e il gallinaccio volante Obeleus
Il Granduca Gorgon e il Ministro Argos stanno discutendo nel frattempo delle spie inviate a sorvegliare il nuovo Mazinga:
agenti molto discreti, pronti a mimetizzarsi abilmente grazie ai loro sobri mutandoni viola
Trattandosi di una manica di pistola, naturalmente, stanno spiando il robot sbagliato. Ora, come noto ci si è domandato per molti anni come facesse Boss a guidare il Boss Robot con il volante di un camion
Poi la realtà ha fornito interrogativi molto più inquietanti, e non c'era più tempo per pensare a queste meenchiate giapponesi, senti
Più o meno nello stesso istante, Tetsuya sta sgommando sulla spiaggia in moto in compagnia di Jun (che lui chiama Junette)
 All'improvviso, si alza un'onda anomala alta settecento metri
Tetsuya la surfa da sborone con la sua motopugnett… moto munita di pugni
 mentre Jun viene travolta
 Cavallerescamente, Tetsuya la irride dalla curva Fiesole
poi per consolarla aggiunge: "È meglio se rimani a cucinare nella Fortezza delle Scienze". Un signore.
Offesa, Jun gli rifila un'affettuosa cinquina con quelle mani da giocatrice di basket e lui, visto che è proprio un galantuomo e un paladino della Terra, la sbatte appunto a terra e prova ad abusare di lei
Che se non precipitava lì accanto Boss, la serie prendeva subito una BRUTTISSIMA piega
Boss, a dimenticare quella stronza di Sayaka, ci mette proprio un aiwiosecondo e si innamora all'istante di Jun
Ma Tetsuya, sempre molto sensibile, si intromette: "GUARDATI allo specchio prima di parlare d'amore". Mezza puntata e se l'è già presa con le donne e con gli obesi. Prossimo episodio: pallonate ai soggettoni con gli occhiali e coppini forti sulla nuca ai vecchi delle panchine.
Shiro e gli amichetti di Boss, che hanno appena finito di prenderlo per i fondelli, se ne vanno a fare un giro in moto ma s'imbattono nel primo mostro dei Mikenes.
"Ma 'stu mbracchiato. Ma vafagnisca, va, oi minghiù" [dialetto miceneo]
Gorgon, intanto, non è esattamente felice dell'acume mostrato dagli uomini della sua intelligence. Prova a chiedere a Borot, intervenuto in difesa dei ragazzi, dove sia questo nuovo robot che deve rimpiazzare Mazinga,
ma quello non risponde e allora il testimonial dei formaggini ordina al kingokongo di ingollarsi il piccolo Shiro
Seguono TRE minuti di intensi primi piani e controcampi del professor Kabuto che abbraccia il monitor e non sa che meenchia fare, mentre il piccolo Shiro tra le fauci del mostro e tutto strazzato li invita a non arrendersi. "Capo, cos'è, sei per caso parente di Shiro?" (sic), gli chiede il PERSPICACE Tetsuya. Ma no, sarà un caso che fanno tutti Kabuto di cognome là dentro, che diavolo vai a pensare. Intanto fare qualcosa per salvare quel povero rEgazzino, ché per lanciare il Mazinga ci vogliono due ore, pare brutto.
Fortunatamente, i due piloti decidono di fare di testa propria. Jun sta per inforcare la sua moto, dopo aver indossato i mutandoni delle grandi occasioni
ma poi cambia idea e prende quella coi pugni di Tetsuya. Complimenti per le pere
Mentre il Brain Condor è ancora dalle parti di Castellana, Borot cerca di liberare Shiro. Rifila una testata a Barbarios, che sputa il rEgazzino. Shiro fa un volo di trenta metri e atterra DI MENTO senza farsi nulla. Mister X lo contatta immediatamente per uno stage estivo a Tana delle Tigri.
Il mostro guerriero dei Mikenes, la cui altezza varia continuamente per tutto l'episodio a seconda delle esigenze sceniche, è talmente potente che non solo le prende da Boss, ma viene steso da Jun con UN cazzotto a razzo della motoretta.
All'anima della figura dimmerda, pensa l'omotigro Gorgon, che manda all'attacco l'altro mostro, Obeleos
Jun sfugge al fuoco del mostrillo volante, mentre Borot canta, porta la croce e intrattiene il pubblico con un giro di karaoke, ché il protagonista eponimo del cartone ancora non si vede
Kabuto ha infatti messo in atto tutto un'elaborata procedura per far immergere la Fortezza delle Scienze per non mostrare ai Mikene "da dove parte Mazinga". Cioè, Mazinga emerge dalle acque sempre nello stesso punto, il Brain Condor decolla sempre accanto al galeone dei Goonies, ma la Fortezza in tutto questo resta sott'acqua. UN FOT*UTO GENIO.
Quando mancano quattro minuti alla fine dell'episodio e i due mostri si stanno palleggiando il povero Borot come un Super Tele da venti grammi, vediamo finalmente il Grande Mazinga in azione. Un robot dal potere immenso: e come insegna pietro il parcheggiatore, da grandi poteri…
…derivano grandi figure di melma. Botta di cerchietti rosa del gallinaccio e alè, gambe all'aria
Bel debutto, complimenti.
 Non è finita: Obeleus passa ai missili pelvici
e lo scimmione lo sbatacchia come un pupazzino di gomma. Ci vuole una svolta, per Tetsuya
che finalmente arriva quando il pilota si illumina nel suo mondo interiore tutto di rosa e fucsia come Hiroshi
Mazinga mette mano al Grande Boomerang, Tetsuya mette mano agli attributi e attacca
approfittando sessualmente del mostro volante
 e poi scaricandolo addosso allo scimmione
 Quindi Doppio Fulmine (tsunami di lacrime napulitante)
 dito accusatore da grande PdF,
coltellino da delinquente, e via a far scontrare di nuovo i due poveri mostri piuttosto mimmi,
 che muoiono in una grande esplosione di popcorn al formaggio
Gorgon, a quel punto, si gioca il tutto per tutto e chiama all'attacco anche la Fortezza Mikeros, con le sue faccione che ti dicono LOL
Tetsuya riesce a schivare a stento i raggi della Fortezza e chiede consiglio a Kabuto: "Capo, dimmi in che modo posso attaccare questa cosa gigantesca. Presto, dimmelo!", domanda
 E un attimo! Orientatemi meglio l'antenna!, chiede il professore ai suoi
Poi ci dice che tutta quella parte inferiore della Fortezza? L'unica da cui non spara raggi? Forse è quello il punto debole, sai
E allora Mazinga ci spara un pugno atomico, lancia il boomerang, ci rifila un paio di pernacchie e quelli fanno le facce arrabbiate (x2) e se ne vanno
Insomma, tutto è bene quel che finisce bene. Boss ci ha quasi lasciato le penne per aspettare che quei fighetti si decidessero a darsi una cacchio di mossa,
e il piccolo Shiro continua i suoi studi da bressler, circondato dall'affetto dei suoi amici e dall'affetto del viola. Il bene e il viola hanno vinto ancora una volta, ma Kabuto resta in disparte
Perché non può rivelare ancora al figlio scemo la sua identità? Perché gli hanno stinto il camice con l'ultima lavatrice, trasformandolo in un lilla sbiadito? Non lo sappiamo
Quello che sappiamo è che il Generale Nero è incazzato come una biscia. Sue sono le parole che chiudono questo primo episodio: "Distruggete il Grande Mazinga!", urla ai suoi "O giuro che vi prendo a calci nello stomaco, cioè nei denti, quant'è vero che... Generale Ardias! Fermo con quella mano!".


NELLE PUNTATE PRECEDENTI: 


64 commenti:

  1. il nome Tetsuya mi fa venire in mente il vero nome di Kyashan. E' vero che lo farai?

    RispondiElimina
  2. Bellissimo rivedere come in questa serie (a parte le proporzioni tutte sballate) tutti abbiano dei ciuffi anti-gravità, o utilizzino in massa il gel col Viagra.

    RispondiElimina
  3. stendingovescion da tutto lo studio...

    RispondiElimina
  4. Doc. mi dispiace ma questa volta mi devi una tastiera nuova, dato che arrivato a "Panicobukkake" ho spruzzato il caffè che stavo sorseggiando sulla tastiera! :)

    RispondiElimina
  5. Lord Vetinari21 marzo 2013 09:35

    Non ho più guardato Mazinga dall'età della fanciullezza.
    Ma c'è un'inquadratura che non sia inclinata dal basso o raramente dall'alto? Non me lo ricordavo mica così. A momenti Battlefield Earth ha una regia leggermente più ragionata.

    RispondiElimina
  6. Questo è uno dei post più di ridere da un bel pezzo a questa parte! :-D

    Hai scritto talmente tante genialate che riportarne solo qualcuna non avrebbe senso... ;-)

    Adesso aspettiamo Goldrake per sapere quale sarà il colore vincente dell'estate? Celeste melvino?

    RispondiElimina
  7. "Quindi Doppio Fulmine (tsunami di lacrime napulitante)

    Quantèvvero :')

    RispondiElimina
  8. ma i mikenes non vengono dalla quasi omonima isola greca patria del vizietto?

    RispondiElimina
  9. Pedro:
    Esatto. Ma c'è anche il malvagio verde melvato di Mazinga Z, occhio.

    RispondiElimina
  10. AlmaCattleya:
    prima o poi, sicuro :)

    RispondiElimina
  11. Kyashan, quando sento quel nome mi viene in mente il film... un orrore senza precedenti.

    Leggendo questi post ricordo che devo fare un ripasso generale dei robot nagaiani.

    RispondiElimina
  12. Comunque il Grande Mazinger era in assoluto uno dei miei preferiti, mette in campo una nuova tipologiadi personaggio fino ad allora poco nota: Il pazzo irascibile !! Tetsuya lotta perchè è la sua unica rogione di vita e si vede anche nella versione anime un po più tranquilla...questa tipologia del personaggio spesso confusa con quella del bassista carismatico ha fatto la fortuna di eroi come Fenix o Vegeta!

    RispondiElimina
  13. Il "peggio" arriva progressivamente con gli episodi successivi...

    RispondiElimina
  14. Grande Mazinga, doppio fulmine, infanzia, spensieratezza, nostalgia Canalis!

    RispondiElimina
  15. !!! Il mio cartone dell'infanzia preferito!
    Grande doc! nacrime napulitante copiose + grandi ghignate (macchinario Ti voglio Tanto Bene, sciarpone zeffirello, la palla da disco di Maurizio Seymandi, lo
    stage a Tana delle Tigri) + ghignate culturali (Escher, Caverna di Platone)

    Stavo per alzare il dito pdf e precisare che la navicella si chiamava Brian Condor (se ricordo bene, pronunciavano "Braian"), ma google, wiki e Mazinger Wiki mi contraddicono...

    RispondiElimina
  16. Massimo Sola:
    È proprio così: il nome originale è Brain Condor (perché si aggancia alla capoccia del robot), ma Tetsuya lo chiama BRAIAN Condor per tutto l'episodio.

    RispondiElimina
  17. Sai che capisco solo adesso che le sequenze per le uscite dei robot (e poco più tardi, quelle delle trasformazioni dei medesimi) servivano solo a risparmiare soldi riciclando all'infinito le stesse animazioni in ogni episodio e diminuendo quelle da fare ex novo?

    E dire che ci affascinavano un sacco, da piccoli... pensa alle varie uscite di Goldrake ("dai che oggi prende la 4!", "ehi, lo sai che ieri ha preso quella che passa sotto la lava?" "Nuuooo, me la sono persa!!")

    Ma quante cose ci impara (c) questo blog!

    RispondiElimina
  18. Forse il meglio riuscito dei post sui Primi Episodi Che Non Si Scordano Mai. :D

    E non è nemmeno apparsa Venus Alpha con il corredo di poppe atomiche e missili digitali, altrimenti era festa grande. :D

    Cheers

    RispondiElimina
  19. Skull:
    Io ho iniziato a intuirlo quando - se ne parlava per il primo episodio degli Astrorobot - in quelle scene di fuggi-fuggi generale a fuggire erano continuamente gli stessi tizi :D

    RispondiElimina
  20. Chiaramente Tetsuya si sfoga con un sotomayor sul povero mostro volante mikeneo a causa dell'occasione mancata con la jun(H)onica Jun qualche minuto prima.
    Però me lo ricordavo più sgravo, il Gureto. Si vede che quel gran PdF curnutazzo da Fleed doveva ancora arrivare...
    Comunque non c'è nulla da stupirsi se Boss dimentica Sayaka in un berluscosecondo alla vista di Jun. Dai, la mulattona vince su tutta la linea e già se n'è pure discusso ;)

    RispondiElimina
  21. uno dei tuoi post migliori della serie "il primo episodio ecc", al lavoro mi sono dovuto trattenere:) Comunque la serie l'ho rivista da poco (sto facendo il ripasso di tutte le serie di Nagai, quando arriverai ai Getter Robot da scrivere ne avrai un bel pò... mai vista serie più WTF!) e la caduta di Shiro da 30 metri mi aveva lasciato basito allo stesso modo... c'è però da dire che una cosa del genere avveniva in un episodio di Mazinga Z.. che Shiro sia un cyborg come suo padre? Noi di Vojager crediamo di no!

    RispondiElimina
  22. "il coltellino da delinquente" ... quasi mi soffocavo dalle risate, numero 1 Doc !!!

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  24. Il Grande Mazinga è il mio robot preferito e mi scatena forti emozioni ogni volta che lo vedo.
    La cosa che più ricordo sono la voce di Shiro ( quella di Heidi) che lo faceva apparire un filo ambiguo, e il fatto che spesso si comportava da vero bastardoTM torturando animali, offendendo compagne di classe e balle varie.... poi c'erano episodi che mi impressionarono molto da bambino, come " morire giovani" o "coraggio oltre la morte" ( cercatelo sul tubo e poi ditemi).
    Grande, Grande Mazinga!

    RispondiElimina
  25. A essere precisi, la prima volta che esce, Tetsuya lo chiama "Brai Condor".

    RispondiElimina
  26. Le scene di lancio/agganciamento/trasformazione/whatever/whatelse dei robot erano le mie preferite. Quindi benvenga il riciclo nippogenovese :D

    Del resto molte teNNiche di animazione made in jappo (nel senso inventate proprio li) erano volte al risparmio di disegni&soldo: zoom, scroll, loop, etc...

    RispondiElimina
  27. vedo che ci stiamo acculturando parecchio XD
    Prima ci mostri il mito di Apollo e Dafne tramite Kentozzi e ora nomini pure il mito della caverna di Platone!!!!!!
    Ma ti sei ammattito??????

    RispondiElimina
  28. AlmaCattleya:
    Prossimamente, le MONAdi di Leibniz spiegate dalle sorelle di Occhi di Gatto.

    RispondiElimina
  29. Non avevo mai visto la prima puntata di Mazinga :D
    Adesso ho rimediato

    RispondiElimina
  30. Una piccola aggiunta!
    I due assistenti del Professore si chiamano Ernesto Kabuto e Pierugo Kabuto.

    RispondiElimina
  31. Bellisimo! Doc, al tipo che commentava le partite di Holly e Benji hanno fatto doppiare sempre partite, programmi radio e simili ed ogni volta mi aspettavo"ED è GOL!!" alla fine! :D

    RispondiElimina
  32. o ci spiegheranno cosa sono le MENADI?

    RispondiElimina
  33. Doc, ma allora la DiscoTorrediBabele di Marte in Saint Seiya Omega era tutto un riciclone dai Mikenes del Grande Mazinga?

    Vabbè che c'è crisi, ma cacchio...

    RispondiElimina
  34. Helldorado:
    Sergio Matteucci ha commentato anche le partite vere. Vedi in fondo alla pagina:

    http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/voci/vocismat.htm

    Arno_Bledd:
    Disco DottorInferno.

    RispondiElimina
  35. in effetti ci sono un paio di episodi del Grande Mazinga che mi hanno davvero impressionato da bambino, e anche rivederli mi ha lasciato di sasso... uno era quello con il mostro "strega" che faceva il voodo su Mazinga, con tanto di rituale e spillone; l'altro è quello con l'amico di Jun che viene trasformato dai Mikenes in un mostro, con tanto di processo di trasformazione "psichedelico" e con la testa umana che usciva dal corpo gigantesco, e la conseguente morte del povero tipo a fine puntata. Ecco, quelle due insieme a una puntata del Gaiking (quella con il bimbo robot adorabile che si trasformava in un centauro guerriero e poi schiattava) hanno popolato i miei incubi dell'infanzia per molto tempo :)

    RispondiElimina
  36. Il GLande Mazinga!!! Indubbiamente il robottone preferito della mia infanzia assieme a Daltanious (me la fai la rece del primo episodio di Daltanious? Eh Doc? Eh? Eh?); tra l'altro ricordo che la serie si concludeva lasciando in sospeso il destino del Grande Imperatore Scassamaroni delle Tenebre. Ebbene, me lo sono ritrovato vivo (?) e vegeto poco tempo fa leggendo il manga di Goldrake scritto da Gosaku Ota!!!

    RispondiElimina
  37. Ciao Doc., è il mio primo commento dopo mesi di sola lettura.
    Una sola cosa sei un f......issimo genio!
    Ho letto il post oggi mentre ero davanti alla scuola di mia figlia e ho dovuto trattenere le risate per non passare per scemo...
    Aspetto con trepidazione la rece del mazinga zetto...

    RispondiElimina

  38. "Sadico come uno non s'immaginerebbe mai nel guardare un uomo sfregiato con l'aria da gerarca nazista e mezzo corpo di metallo che manda dei giovani orfani a morire per i suoi sogni di gloria e rivalsa". Niente da dire, Doc, oggi eri in grandissima forma.

    RispondiElimina
  39. @Doc: non lo sapevoED E' GOL!!!

    RispondiElimina
  40. Concordo con gli altri antristi, puntata strepitosa.

    RispondiElimina
  41. @mars
    "l'altro è quello con l'amico di Jun che viene trasformato dai Mikenes in un mostro, con tanto di processo di trasformazione "psichedelico" e con la testa umana che usciva dal corpo gigantesco, e la conseguente morte del povero tipo a fine puntata"


    idem per me,infatti anni fa quando ho recuperato per vie alternative tutte le serie naganiane e robotiche è stata la prima puntata che ho cercato

    Io al grande ho sempre preferito getta robot e mazinga z...alla fine erano meno ripetivi del GM.

    Post comunque memorabile ogni scena c'è da crepare dal ridere grande Doc

    RispondiElimina
  42. Al Doppio Fulmine ho levato gli occhi al cielo, scorgendo il faccione in trasparenza di Mario Merola che annuiva bonario.

    RispondiElimina
  43. Dite, ragà? Boh, non riesco a giudicare le meenchiate che scrivo. L'unica volta in cui ridevo da solo come un cretino per quanto scritto credo sia stato per il fotoracconto in tre parti del film live (in)action del pescatore di merluzzi di Hokuto.

    Parlando di momenti mariomeroli, ricordate a quale personaggio DI UN CERTO LIVELLO ha dato la voce il doppiatore di Tetsuya, sì?

    http://it.wikipedia.org/wiki/Piero_Tiberi

    RispondiElimina
  44. Grande, mi sono sbellicato!

    Del Grande Mazinga ho un unico ricordo indelebile. Il finale dell'episodio in cui Mazinga si scontra con il Generale Nero. L'inquadratura finale con Mazinga contro il tramonto, senza una gamba (e un braccio?), con la spada del generale usata come stampella... pura epica!

    PS odierai tutti quelli che ti danno dei consigli, ma ci provo lo stesso... un primo episodio di potenziale tragico/comico inarrivabile credo sia quello di "Sam ragazzo del west", un concentrato di sadismo con pochi eguali.

    RispondiElimina
  45. @Mars
    L'episodio con l'amico di Jun trasformato in mostro guerriero ( con quel tu-tump stile battito cardiaco in sottofondo) fece venire gli incubi pure a me e infatti è uno degli episodi che ho citato più sopra ( morire giovani).

    RispondiElimina
  46. Momento Mario Merolo pure per me, ma vedendo il resoconto della puntata mi sono reso conto quando fosse misogino non solo il grande Mazinga ma anche molti anime almeno fino alla metà degli anni 80, dove la donna se combatteva alla fine faceva la figura di immelda Marcos, e veniva l'eroe maschio e virile a toglierle le castagne dal fuoco faccendo delle uscite che al confronto Reed RIchards è una suffragetta, l'effetto a guardarlo con gli occhi di oggi e lolloso, e non parlo ovviamente solo degli anime nagaiani, ma anche in Ken il guerriero c'erano situazioni del tipo donna va in cucina e fammi na bistecca.
    Quindi doc, non sarebbe interessante fare un post su questi momenti dove si possono vedere 50 anni lotte civili buttati nel secchio della monezza?
    a me a vederli mi fanno sgignazzare.

    RispondiElimina
  47. Doc, massimo rispetto per Tiberi, ma il doppiatore di Ryo/Koji/Luigi Kabuto/Caputo è Claudio Sorrentino
    ovvero lo stesso di Mel Gibson, e per me vince su tutti, financo su Malaspina.

    RispondiElimina
  48. Onirepap:
    Ci penso. È una roba complessa, ma ci penso.

    Kon:
    Il mio doppiatore dei robottoni preferito è un altro, ma è materia per un altro sondaggismo, mi sa :)

    RispondiElimina
  49. Da applausi!! :-))

    A quando qualche serie più recente?
    Suvvia, un pò di giovanilismo, no?

    RispondiElimina
  50. Sono IscrittoMaNonRicordoLeCredenziali21 marzo 2013 23:46


    Grandissimo Doc!
    Da scompisciare!!! Andrò a dormire soddisfatto!

    ^_____^

    Però Drakkan: il film di Kiashan/Casshern è bellissimo, sia filosoficamente (orientalissimo per occhi a 16:9), che come soluzioni scenografiche/CG per ottimizzare la produzione, che per la trama decisamente rimaneggiata rispetto all'originale ma certamente efficace nel veicolare il messaggio di condanna.

    RispondiElimina
  51. (con una telecamera ad altezza scroto che gli controlla la situazione)

    "Mazinga fuori!", "Agganciamento!", una botta verticale pazzesca (per questo ogni volta gli controllano gli zebedei)


    Sadico come uno non s'immaginerebbe mai nel guardare un uomo sfregiato con l'aria da gerarca nazista e mezzo corpo di metallo che manda dei giovani orfani a morire per i suoi sogni di gloria e rivalsa, Kabuto ordina quindi una picchiata fino al mare, parlando al regolabarba.

    Mentre il Generale Ardias era un noto autoerotomane che… Ma lasciamo stare


    dito accusatore da grande PdF,


    "Distruggete il Grande Mazinga!", urla ai suoi "O giuro che vi prendo a calci nello stomaco, cioè nei denti, quant'è vero che... Generale Ardias! Fermo con quella mano!".



    AHAHAHA!

    Si è riso, simpatia, e mo' tiè un Precisino della Doppia Fungine!

    Brian Condor (leggasi Braian), anche se nella prima è Brai Condor, distorsione di Brain Condor (che in qualche film verra chiamato "Cervello Condor") rimarrà il nome del jet di Tetsuya in tutta la serie, diventandone il nome italiano!

    http://www.encirobot.com/gmaz/gmaz-mec03.asp

    In Italia furono sempre Mikene (Michene) i nemici di Grande Mazinga. Mikenes è il nome originale.


    @Mars
    Il meraviglioso episodio "Morire Giovani", citato da tanti, mostrava una trasformazione psichadelica in mostro guerriero di Mikene. In verità è una visione mediata dal delirio di di Shinikiro, non è effettivamente come avviene la trasformazione di egli in Gerudicas... non fosse altro, che in queste sequenze si vede lui in moto.

    Una curiosità. Ci sono serial e film culto, che spopolarono in Giappone, che fin hanno inciso fortemente sulle opere seventies di Nagai: pensiamo agli Spaghetti Western di Sergio Leone o al serial U.F.O. su Goldrake!
    Un'altra serie culto nel Solevante, arrivatavi nel '66, fu Thunderbirds.

    I classici robot (l'originale Super Robot 28, Giant Robot) uscivano tutti da degli hangar, di botto arriva sopra la tipica apertura hangar, una piscina -sempre bizzarra la sua presenza accanto all'Istituto Fotoatomico-... proprio come per il decollo di Thunderbird-1.
    Se arrivate fino al decollo di Thunderbird-2, scoprirete da dove arriva l'idea di Tetsuya che va al Brian Condor ;)

    http://www.youtube.com/watch?v=X1faTFQ-5LQ

    @Sono IscrittoMaNonRicordoLeCredenziali
    Il mondo de' panza nerd, è bello perchè è vario! ^^

    Sei il primo in anni, e in vencine di commenti vis-a-vis su Chassern movie, che lo commenta senza conati! :D

    RispondiElimina
  52. Concordo con Tommaso sulla puntata contro il Generale Nero!

    Il duello con le spade e la morte del Generale Nero, con Mazinga semidistrutto che gli rende onore sono di un'epicità assurda! Me la registrai pure su VHS per potermela rivedere a nastro!
    Ora invece c'è internet...
    Agevoliamo il momento mariomerolo:
    http://www.youtube.com/watch?v=qT2COmMEzTU

    RispondiElimina
  53. OFF TOPIC:
    Vorrei chiedere lumi ai più esperti perchè ora non ricordo una cosa:

    l'imperatore delle tenebre, quel fiammone giallo nero sempre arrabbiato che si vede nelle puntate successive )e che non si sà poi che fine faccia ha in realtà collegamenti con le serie di DEVILMAN, GOLDRAKE, e GETTER ROBOT, giusto?

    Applausi per l'articolo: il grande Mazinga è sempre stato il mio robot preferito (fino all'arrivo di GETTER) ed il suo pilota è sempre stato il più figo. Applausi al doppiatore italiano che lo ha reso ancora più figo.

    RispondiElimina
  54. ...mi è partito il tasto di pubblicazione prima di modificare il commento.

    Faccio meglio la domanda: è vero che il minimo comune denominatore delle varie serie di Nagai sono i raggi Getter poco considerati nei vecchi cartoni ma fondamentali nei manga? Che hanno costretto tutti icattivoni a scappare sottoterra o cambiare pianeta? Thanx for your answering :)

    RispondiElimina
  55. @MaxRM
    Sinceramente non ricordo la presenza dei Raggi Getter anche negli altri manga nagaiani al di fuori della Getter Saga. X quanto riguarda l'Imperatore delle Tenebre lo ritroviamo nel manga di Goldrake dove cerca di allearsi con i terrestri per evitare la distruzione del suo regno. Si vede anche che in realta' il suo vero aspetto e' quello di un cervello conservato all'interno di una teca. Koji e Actarus si recano cosi' nel regno sotterraneo di Micene x sancire l'alleanza ma Koji fa cadere x errore la teca uccidendo l'Imperatore (potevano pensarci prima). I Micenei restano cosi' senza guida e vengono annientati dalle forze di Vega.

    RispondiElimina
  56. PANICOBUKKAKE! Mascella bloccata.

    RispondiElimina
  57. Sei un fot*uto genio.

    RispondiElimina
  58. Ginny Hermione8 ottobre 2013 10:08

    Oggi la sanguemista Jun sarebbe sponsorizzata da Antonella Clerici; ricordate quando Miss Provadelcuoco incoraggiò tutti ad accoppiarsi con persone di razza diversa perché ne nascevano bambini bellissimi? E mi pare di ricordare che anche Elio e le Storie Tese nella canzone "Pippero" incoraggiassero le unioni miste. Comunque ricordo anche che una delle mie più care amiche diceva sempre che il dottor Kabuto in realtà si chiamava Caputo ed era un napoletano trapiantato in Nippolandia. Erano già anni di fuga di cervelli?

    RispondiElimina
  59. mi fate pisciare sotto dalle risate ahahaha

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails