martedì 2 luglio 2013

78

Tartarughe Ninja alla Riscossa, episodio 1 (La prima puntata non si scord… eh?!?)

Il casinista Michelangelo e, a sinistra, l'odioso PDF Leonardo
Sono verdi, obbediscono agli ordini di un topo e vogliono cacciare una banda di stranieri, ma non sono degli esaltati della lega. Nuovo appuntamento per la rubrica La prima puntata non si scord... eh?!?, pronta a raccontare questa volta scena per scena l'episodio numero 1 di Tartarughe Ninja alla Riscossa, il primo, storico cartone delle Turtles. Un episodio questo ("Le insolite tartarughe", 14 dicembre 1987 negli USA, 1988 in Italia) che ci spiega un sacco di cose: come sono nate le Turtles, perché il loro capo è una pantegana e soprattutto perché April aveva quell'aria così da porca. Andiamo? Cowabungandiamo! [...]

New York City. La Grande Mela, la città che non dorme mai, la brulicante metropoli con i grattacieli a mazzarella tutti uguali.
Dei delinquenti si avvicinano a un veicolo fantascienzo, pronti a vandalizzarlo perché irritati dalle sue ruote piccolissime.
Armati di corde della tapparella e con i loro occhialini che ce l'ha prestati l'Uomo Talpa, i membri della gang sono pronti a sfogare la loro violenza
O forse è solo che i videogiochi fanno davvero male alla gente e a questi ci piaceva troppo il bonus stage di Street Fighter II. Ma comunque. Dall'auto si alza come prevedibile un gran polverone di farina
Poi il polverone cresce, non si vede più niente
e quando si torna a vedere qualcosa c'è che quelli si sono fot*uti tutto quanto. Dopo averlo scassato prima a martellate. Il genio criminale.
Il crimine dilaga ovunque. Bande di delinquenti con gambe di legno
e gravi problemi ortodontici imbrattano tutto con le bombolette spray (negli USA di fine anni 80 crimine considerato giusto un pelo meno grave del genocidio). Delinquenti! Debosciati! Dentoni dimmerda!
La popolazione è inerme, e resta lì a prendere tutto in faccia, lo spray e il resto
E noi tutto questo lo sappiamo perché ce lo racconta la giornalista bona April O'Neil da un fornetto. Poi April, che sta presentando in studio il TG, legge una notizia dell'ultim'ora. Tre aziende che producono attrezzature scientifiche sono state rapinate. Perché? Chi è stato?
April cede la linea a se stessa, e quindi la vediamo domandare al titolare di una delle aziende colpite il motivo dei furti. Ma l'uomo non lo sa e ha comunque altro a cui pensare
Tipo far smettere la sua famiglia di accoppiarsi tra consanguinei come fanno ormai da trecento anni.
April, intanto, telefona al network: "Presento il TG, faccio l'inviata", dice inviperita la giornalista al suo presidente, "e monto pure i video. Avete mai visto una presentatrice del telegiornale che si passa la linea da sola? Che altro devo fare? Mi devo mettere una scopa nel coolo così vi ramazzo lo studio?"
I furti, secondo il noto esperto Egidio Cepparelli, sarebbero stati eseguiti impiegando "una spada da samurai"
L'esimio professore continua la sua indagine sulla scena del crimine, concludendo che il tutto è opera dei "ninja, un antico gruppo di guerrieri giapponesi". Il luminare se ne sbatte della povera guardia giurata,
e se ne sbatte anche April, sempre bona anche se si pettina col tagliaerbe e si veste da meccanica della Renault. Indefessa lavoratrice ma agguerrita paladina dei diritti sindacali, ha risposto alle pressanti richieste del suo network precipitandosi a girare un altro servizio. Con una Pippo nuova nel portabagagli. Intanto l'occhio esperto di ogni appassionato delle Turtles e, più in generale, dell'animazione statunitense, non si sarà lasciato sfuggire un piccolo particolare. E chiamalo piccolo: ammazza che bocce.
Il regista sul camioncino della TV, però, uomo dal pippone incredibile, le dice che si è fatta una certa e deve tornarsene a casa
April cerca di convincere il cameraman e un altro tizio col berretto da venditore di biglietti del circo a restare. "DAI, CHÉ CI DIVERTIAMO!", dice tutta eccitata. Quelli sarebbero pure tentati, giusto perché ce l'ha chiesto la giornalista con l'aria più da p0rnodiva più professionale dell'emittente. Ma il tecnico le ricorda che la loro attrezzatura "vale MILIONI DI DOLLARI" e non possono rischiare di perderla
Intanto un uomo misterioso, sintonizzato su TeleTispio, vede e ascolta tutto, e se la ride. Ha un guanto pieno di spuntoni. Dice: è Batman? No.
April e gli altri vengono raggiunti dalla banda di delinquenti-scienziati che distruggono i pezzi delle auto prima di rubarli. Con sprezzo del pericolo, gli impavidi colleghi della signorina O'Neil la piantano lì e fuggono, urlando "TENETEVELA!"
April viene minacciata dall'energumeno con le dita tutte uguali e il capello ossigenato, che le consiglia di occuparsi d'ora in avanti della moda. Ma non è così che si spaventa una vera giornalista d'assalto! Nossignore! Non è così che si mette a tacere la verità!
Basta molto meno. "OK, OK!", risponde April. "Non è colpa mia, io è una vita che desidero parlare solo di cazzate come Studio Aperto! Sfondate una porta aperta!". Ma quelli fraintendono DI BRUTTO le ultime parole e fanno per aggredirla. April scivola così nelle fogne da una feritoia di scolo alta dodici centimetri e fugge via, provando a mimetizzarsi nelle tenebre grazie alla sua tuta giallo fluo da avvistamento alpino.
La banda la insegue calandosi in un tombino. "Scendi, muoviti", dice uno. "E oh, minchia, e non spingere! Ché è alto e ci facciamo male!", risponde l'altro.
April è braccata! Affannata per la corsa, si ferma ad ansimare in un angolo.
Solo che farti trovare lì a formula 1 che ansimi non è esattamente il massimo, quando hai alle calcagna una banda di energumeni infoiatissimi.
Ma dall'oscurità emergono quattro figure tozze che menano i delinquenti, partendo da Antongiulio Summers.
Tutti urlano e fuggono e cadono sotto i colpi dei quattro misteriosi salvatori, mentre il piccolo minorato Jimmy studia quel che resta del suo bastone mozzato. Sua madre e suo padre gli hanno sempre detto che… Boh, non lo ricorda. Sua madre e suo padre c'hanno il vizio che parlano sempre assieme, col fatto che sono gemelli.
Volano cinquine, coppini, ginocchiate nelle palle e colpi uattà, e i malviventi finiscono ammucchiati nella grande dogpile dell'amore. Ma chi sono gli eroi che hanno salvato April?
Quattro tartarughe giganti con una fascetta colorata sugli occhi e la fibbia tamarra con l'iniziale. Stupita da quelle strane creature e non sapendo bene che fare, April segue l'istinto
E si rimette a formula 1.
Intanto, mentre Raffaello fissa intensamente il culo della giornalista, la misteriosa mente criminale dietro tutto questo segue la scena su TeleTiSpio. Ha speso sette miliardi di dollari in telecamere e schermi giganti, ma oh. Ha un mantello viola. Dice: è Magneto? No.
April si risveglia nel covo delle tartarughe ninja. Per tranquillizzarla, hanno mandato a parlarle il loro capo
Una pantegana di un metro e sessanta.
April risviene in una delle sue pose da porca. Un quarto di puntata, e le menti dei giovani spettatori sono già traviate per sempre.
Provano allora a farle mangiare delle tartine con la droga dentro.
Mentre loro si sfondano di pizza. "Perché vi piace tanto la pizza?", chiede April. "Provaci te a mangiare per una vita solo quei gamberetti secchi dimmerda, scienzià", le rispondono quelli. Come i tamarri, solo dopo aver mangiato possono finalmente presentarsi e raccontarsi a Vicenza le proprie storie.
La pantegana racconta di un villaggio del lontano Giappone, le cui strade erano state deformate, in virtù del noto principio fisico del montarozzo di Charlie Brown, dalla presenza di un bambino stupido chiamato Holly
In quel villaggio, mentre le vecchie cappottavano a bordo strada, viveva Hamato Yoshi, capo del clan ninja chiamato il Piede. Perché la Mano c'era già e "Clan della Uallera" non suonava bene.
Yoshi, racconta la pantegana, era un uomo tranquillo, amante dell'arte e dei giornaletti zozzi interracial.
Ma un allievo di Yoshi, Oroku Saki, lo tradì durante la visita di un altro maestro e dei suoi sgherri, sguainando un coltello…
e piantando lo yukata di Yoshi al muro, per impedirgli di inchinarsi
Quelli si incazzarono come bisce e si ripresero i pasticcini e la pianta di ficus benjamin che avevano portato.
Il gran maestro Cucuzzella ordinò la cacciata di Yoshi dal Piede. Hamato, da quelle parti, non lo hamava più nessuno. Fuggì così in America, dove prese a vivere nelle fogne, facendo amicizia coi topi. Un uomo disperato.
Un giorno, però, un bambino impedito di nome Ermenegildo che portava a spasso le sue tartarughine nella boccia, giusto perché l'esperimento di portare il canarino al guinzaglio si era rivelato fallimentare, inciampò, fracassando al suolo se stesso e la boccia, e perdendo gli animaletti
E PORCA DI QUELLA PUT*ANA PIANTATELA DI PISCIARE IN QUEL TOMBINO!, urlò dabbasso il maestro Yoshi, con la sua calma zen. Ma a cadergli sulla testa questa volta erano state quattro tartarughe
E mentre in Giappone il Clan del Piede diventava una banda di tagliagole vestiti malissimo che rapinavano la gente, peggio degli ausiliari del traffico di alcuni comuni calabresi,
nelle fogne di New York Yoshi cresceva le sue quattro tartarughe assieme ai suoi topi. Per essere felice gli mancava solo un bell'alligatore albino
Ma un giorno trovò le tartarughine a sguazzare nello shampoo di Barbie. "No!", gridò il vecchio maestro. "Allontanatevi da lì! Quello è il MALE!". Ma non era lo shampoo di Barbie. Era un potente "liquido mutogeno", che  faceva assumere i tratti dell'ultimo essere toccato. Le tartarughe divennero così umanoidi, perché accarezzate da Yoshi.
Mentre Yoshi si trasformò in un topo gigante, perché la sera prima era andato a zoccole (questa magari la capiscono solo in Campania, ma vabbè). Il maestro provò a far presente che aveva appena visto una puntata di Manimal e quindi tecnicamente gli sarebbe andata bene una pantera, ma non ci fu niente da fare. Hamato Yoshi divenne così Splinter, nome scelto dalle tartarughe perché faceva rima con "zitella". Per ricambiare la cortesia, Splinter insegnò loro il ninjutsu e scelse i nomi di quattro pittori del Rinascimento italiano a lui cari.
Picasso, Rembrandt, Guttuso e Velázquez. Ché i giapponesi con l'arte europea fanno sempre casino. Poi qualcuno gli fece notare l'errore, e allora virò su Donatello, Michelangelo, Raffaello e Leonardo.
"Fu grazie ai miei insegnamenti che divennero le tartarughe mutanti ninja!", conclude il suo racconto Splinter, ma April è perplessa.
"Sì, ho capito, ma chi vi ha versato 'sto liquido mutogeno?", chiede la giornalista. Ma quelli non lo sanno, fanno i vaghi, e allora April gli dice "Guardate là che bella tartaruga con la quinta!", e fugge.
Donatello le sbarra però la strada con il suo bo, l'arma dei ninja che non sanno una mazza. Le Tartarughe le dicono che non possono permetterle di diffondere quanto ha scoperto e che quindi deve restare lì con loro. Sarebbe rapimento di persona, ma nel magico mondo dei cartoni è un modo come un altro per fare amicizia.
A Channel 6, intanto, il direttore, anche lui membro della loggia nasonica, si chiede che diavolo di fine abbia fatto April, ché lo studio è ancora tutto pieno di carte per terra, quella debosciata.
Ma April non può muoversi, perché tenuta prigioniera sotto LA MINACCIA DELLE ARMI. Alla fine, però, la ragazza decide di collaborare con i suoi rapitori (sindrome di Stoccolma)
e Leonardo suggella il patto palpandole il culo.
Altrove, i malviventi cercano di scusarsi con il loro capo, Shredder (cioè Oroku Saki), il quale li chiama mezze seghe.
E non si limita a dirlo, eh: mima proprio il concetto.
April e le quattro tartarughe ninja tornano sul luogo dello scontro per cercare qualche indizio,
e infatti trovano i cerini della Pizzeria Ninja. April vuole andare a controllare,
ma Donatello le ricorda il bastone.
Lo strano quintetto raggiunge la superficie, terrorizzando un'anziana parente della Famiglia Mezil...
...armata di fucile mitragliatore. È un mondo violento.
April capisce che c'è bisogno di un travestimento per quei quattro tizi verdi
che assumono così l'area rispettabilissima di quattro maniaci con l'impermeabile
Dopo aver terrorizzato un onesto mariuolo col banchetto delle tre carte, Donatello e gli altri si imbattono nel classico venditore di occhiali e baffi finti notturno vestito in modo ridicolo. Seguono domande filosofiche sugli esseri umani alle quali April, che ancora non ha imparato a riconoscere quei quattro nonostante il codice colore delle mascherine e l'iniziale sulla fibbia, non sa rispondere. "Scusa, ma te come l'hai superato l'esame da giornalista se non sai niente?", le chiedono le tartarughe. "Ho preso un ottimo voto all'orale", risponde lei, arrossendo.
La pizzeria Ninja sembra una normalissima pizzeria, gestita da dementi frutto di generazioni di matrimoni fra consanguinei come tante in quella città, ma April crede che ci sia qualcosa di sospetto. Qualcuno, intanto, la spia
È Shredder che… EHI! LEVA QUELLA MANO DA LÍ SOTTO! 
La cumpa delle Turtles ha ordinato "una pizza ai ravioli e tre alla panna montata", e tutti magnano fregandosene del motivo per cui sono lì. O di dove sia finita April. Già, dov'è finita April?
È andata a ficcanasare in un grattacielo lì vicino, sede del "Servizio di vigilanza Manhattan". Dice: perché? Che c'è di strano? Silenzio, fatevi i fatti vostri.
Una mostruosa receptionist presidia l'ingresso, e parla con i ninja del Piede, che stanno organizzando un altro colpo
April trova allora un telefono pubblico con i tasti tutti sminchiati e chiama la sua rete,
ma viene immobilizzata dai ninjamaniaci, che la portano via.
Solo dopo aver finito di mangiare come maiali, le tartarughe si decidono a cercare la loro amicaprigioniera. Si mettono sulle tracce della scomparsa perché trovano il suo borsellino, il tesserino da giornalista, una cicca di chewing gum al melone e un cartello con su scritto "Quando vi decidete a darvi una cacchio di mossa? Grazie".
Trovano April legata su un tetto, e hanno come il LEGGERISSIMO sospetto che possa trattarsi di una trappola
Sospetto acuito dalla presenza di una cinquantina di ninja del Piede. Ma le tartarughe scoprono che sono solo dei robot, e allora è ok se li fanno a pezzi con la viulenza
Parapiglia, scatta il gioco della battaglia, e li fanno esplodere quasi tutti e corrono a liberare April
Partendo ovviamente dalle zinne ipnotiche. Poi inseguono i robot superstiti fin nel covo di Shredder, che dice alle sue guardie di proteggere il Tecnodromo. Dice: che è? Boh, 'na discoteca tamarra.
E siccome le sue guardie robot Shredder le aveva comprate al Lidl col 7X2, quelle hanno la felice pensata di allagare tutto il palazzo. Una grande, geniale trovata quando i tuoi avversari sono delle tartarughe d'acqua.
Le tartarughe e April si salvano, mentre il grattacielo esplode e Shredder si prende a martellate sui maroni.
Ritornati alla base, Raffaello e i suoi compagni mostrano a Splinter uno dei vestiti indossati dai ninja robot, ma il maestro capisce male e risponde: "Questi stracci vecchi glieli regalate a vostra sorella".
"Io mi tengo le mutande che c'ho addosso da quando stavo ancora in Giappone e il mio yukata coi cazzetti".


NELLE PUNTATE PRECEDENTI:

78 commenti:

  1. Perdi i colpi, doc. Quando hai nominato Antongiulio Summers ti sei scordato di citare quel coglione di suo cuGGino. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non perdo colpi, ho perso il conto.

      (più infinito! Ah!)

      Elimina
  2. Ecco che per tutto il giorno mi parte il ritornello "O-ooo, o-ooo o, il gruppo dei ninja"...
    Sono morto al piscio in testa a Splinter!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. OT: Doc hai letto che forse faranno un film su Pantera Nera?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E capirai, sono anni che lo dicono, lo vorrebbe fare Wesley Sbipes, mal momento sta al gabbio per non aver pagato le tasse(quei comunisti degli americani)

      Elimina
    2. Stavolta però l'ha detto Stan Lee...

      Elimina
    3. Il Doc già si è espresso. PRIMA. :D

      Elimina
  5. perchè non fai un post sul cartone dell' uomo ragno datato 1967 o quello del 1981?

    RispondiElimina
  6. È da quando vidi per la prima volta questo cartone che non guardo più una tuta da meccanico gialla con gli stessi occhi...

    RispondiElimina
  7. Mi hai fatto appassionare a qualcosa di cui avevo la considerazione istessa della pizza con la panna montata.
    Grazie per questa emozione antimeridiana, anche se secondo me per scrivere ti aiuti molto con la tua macchina dei fighetto.

    RispondiElimina
  8. quello intervistato da April per il furto delle attrezzature scientifiche visto nella seconda foto potrebbe essere imparentato con Beavis di "beavis and butthead"

    RispondiElimina
  9. Questa rubrica mi mancava tantissimo!

    Parlando di tartarughe erano uno dei miei cartoni animati preferiti, prima o poi tiro fuori dal box qualche residuato della mia giovinezza.

    PS: logicamente sapete tutti che per fare April nel nuovo film delle tartarughe hanno preso quella super gnocca di Megan Fox.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una donna dai pollici orribili, ricordiamolo! Vergogna!!1!

      Elimina
    2. Mi sono andato a cercare "pollici megan fox" e che dire.... ci sono rimasto malissimo!!!
      C'è qualche tuo articolo sull'argomento che a quanto pare mi sono perso ?

      Elimina
    3. Qualche anno fa, si parlava qui sull'Antro di Megan Fox (per Transformers 3? Boh, può essere) e qualcuno interruppe la serie di quant'è bona con un "Ma li avete visti i pollici?". Tra il faceto e il faceto, divenne un nuovo tormentone: la Fox cessa perché con due pollici orribili.

      Elimina
  10. Ecco finalmente spiegato l'aspetto orribile e poco intelligente dei tipici sgherri: incesto. Era semplice, in fondo.

    Devo dire che a me questa serie e' sempre sembrata assai misera anche all'epoca. Animazioni risicate (Duck Tales era su un altro pianeta), storie generalmente mediocri, e una assenza quasi totale di combattimenti. Io mi aspettavo una storia piu' cupa e d'azione dopo aver visto il gioco Konami, e rimasi deluso. In pratica mi aspettavo il fumetto originale!
    Della serie salvo giusto un paio di storie (tipo quella delle pizze surgelate con dentro il mostro che, scaldata la pizza al microonde, la mangia e cresce) e la sigla animata originale, opportunamente sostituita da noi con la solita fiera del videocollage pezzente e l'inno alla tristezza nella canzone. Per fortuna non cantava Cristina d'Avena...

    Spenderei due parole per Shredder. Per rimanere riconoscibile al pubblico infantile doveva sempre indossare quella corazza di lame, che peraltro non gli serviva a nulla perche' non combatteva mai! Almeno nel coin op alla fine si puo' affrontarlo )e ti fa un culo come un paiolo).

    RispondiElimina
  11. Bellissimi ricordi mi legano alle Tartarughe Ninja e anche al bellissimo Coin Op che all' epoca fagocitava le mie paghette in un nonnulla.
    M' immedesimavo in Raffaello per ovvi motivi anagrafici. :-p

    RispondiElimina
  12. Favoloso! XD
    Inoltre bello notare come in 23786 episodi April non si cambia mai una volta quella tutina gialla da meccanico.

    RispondiElimina
  13. Le tartarughe mi sono rimaste nel cuore per tutta la vita, ma a ripensarci oggi il cartone originale era veramente pezzente. È che invecchiando anche le cose pezzenti ci sembrano più belle... poi arriva Doc e ti ci mette pure la Lega in mezzo :(

    Per chi sente la mancanza delle Turtles, consiglio di dare un'occhiata al bellissimo fumetto serioso della IDW (ci lavora il creatore originale) e alla recentissima serie in computer graphic prodotta dalla Nickelodeon, semplicemente deliziosa.

    RispondiElimina
  14. Grande Doc! Mi hai regalato un "momento di genuina emozione"! Da bambino ero sotto delle Tartarughe Ninja (non come April O'Neal, quella zozza tettona). Anzi, per la precisione, tutti noi fanciulli nati nell'86 eravamo in pieno delirio per 'sti quattro tartarugoni. Giocare "alle tartarughe ninja" era sempre un buon modo simpatico per tirarsi delle sberle fortissime. Piango.

    RispondiElimina
  15. Mi mancava questa rassegna, di solito anche istruttiva. Ad esempio oggi ho imparato che zoccola è una parola dai molteplici e interessanti significati.

    Molto meno mi manca e mi mancherà questo cartoon, sicuramente il più infantile dedicato alle tartarughe. L'avranno capito sin dall'inizio anche i suoi produttori, e infatti ci hanno infilato p0rno April per tenere alto...boh...qualcosa. Di certo non la qualità generale.

    RispondiElimina
  16. Hai un servizio di viglianza, Doc? Con strane connessioni con il Clan del Piede? Dicci qualcosa in più...

    RispondiElimina
  17. Ma gli sgherri di shredder non avevano anche loro sembianza animali? Ricordo un maiale e un rinoceronte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per tutte le curiosità sulle Turtles (compresi Bebop e Rocksteady, di cui parla qui sopra Abacuc), si rimanda a questo post qui:

      20 cose che forse non sapevate sulle Turtles

      Elimina
    2. Nella puntata si vedono Bebop e Rocksteady non ancora mutati: lo sgherro con la cresta e quello con i capelli ossigenati.

      Elimina
  18. Il cartone non mi piaceva molto, solo adesso e grazie al post noto che quella era una città popolata da mostri col nasone, per quello passavano inosservate delle tartarughe con l'impermeabile.

    RispondiElimina
  19. Ehi, non è giusto, avevi promesso Sailor Moon!

    Ma dato che io stravedo per le Turtles, non mi lamento u.u

    RispondiElimina
  20. Come avrebbe detto la Gialappa's: più che una città un Lombrosario... ;)

    RispondiElimina
  21. Da napoletano la battuta sulla zoccola era priceless, doc!

    RispondiElimina
  22. il bello è che comunque le 5 puntate pilot hanno un livello di violenza e di animazione che le successive 6 stagioni non avranno, per la celebre legge che "il meglio mettiamolo all'inizio"! Anche perchè è stata prodotta dal licenziatario dei giocattoli, mentre le altre stagioni dalle tv che volevano proprio un cartone da sabato mattina!

    Per il resto, vedetevi la serie 2003 che resta la migliore di tutte e fedele (nei limiti) al fumetto originale! la nuova di Nickelodeon è una via di mezzo tra le prime 2...

    @Elisabetta: veramente nelle 3 stagioni finali (8-9-10) c'è un cambio totale di look, di nemici e di temi (anche se non cambia di molto il prodotto: sempre infantile rimane) e anche April si adegua cambiando vestiti.

    RispondiElimina
  23. Mi ricordo che all'epoca usci' anche il fumetto originale, in fumetteria, la cosa piu' interessante a parte il fatto che erano meravigliosamente violente è che Shreder appare giusto solo nel primo numero per poi venire letteralmente fatto a pezzi dalle non proprio politically correct turtles.
    p.s.
    April O'Neal ovviamente non c'enera manco l'ombra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è April, solo che la conoscono nel numero 2 in quanto assistente di Baxter Stockman ;)

      Elimina
  24. sul maestro splinter che va a zoccole mi è scappata una risata ebete... possibile che sono l'unico campano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono pugliese e "zoccole" lo usiamo anche noi per indicare i toponi abnormi.

      Elimina
    2. coso2 (la vendetta)3 luglio 2013 11:44

      qui da noi si usa anche per indicare le prostitute... ecco il perché della risata ebete

      Elimina
  25. Lo Yukata coi cazzetti è un must have

    RispondiElimina
  26. Doc io aspetto e spero in una puntata sui Biker Mice da tempo immemore.
    Per tamarragine sono i successori spirituali delle tartarughe, please!

    RispondiElimina
  27. da bambina (classe '83) li guardavo sempre e il mio preferito era Michelangelo.
    e sapevate che le tartarughe sanno anche suonare gli strumenti. Infatti hanno realizzato una tournee intitolata Uscendo dai loro gusci.
    Se vi sembra strano quello che vi dico, guardate lo speciale: http://www.youtube.com/watch?v=hgQtjdzOMDQ

    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. Quindi Hamato Yoshi lo han cacciato SOLO perchè non si è inchinato? Ellamadonna, che gente drastica: se invece gli scappava da sternutire che gli facevano, gli tagliavano le mani? XDXD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in verità: non si è inchinato, poi quando ha staccato il pugnale quell'intelligentone del maestro palla da biliardo ha pensato che volesse ucciderlo...

      Doc, però hai saltato la scena più lol sulle indagini all'inizio, che manda in pensione ogni CSI mai fatto: "è stato sicuramente un clan ninja del giappone!"
      "e come l'ha capito?"
      "non vede questa corda? c'è scritto MADE IN JAPAN!"

      Elimina
    2. Il gran maestro Cucuzzella era inflessibile.

      Elimina
    3. Devi farci anche "Mila e Shiro"...
      L'ho vista di recente con la piccolina e si presterebbe davvero bene! XD

      Elimina
    4. @Andrea87
      Ah capisco, grazie. No perchè, va bene che come cartone è stato lavato nella trielina per renderlo il più infanti... il meno cruento possibile, ma un esilio solo per un inchino mancato suonava davvero oltre XD
      Meno male che poi hanno fatto la serie del 2003

      Elimina
  30. per chi vuole approfondire il pilot intero vi consiglio la recensione di Nostalgia Critic:

    http://www.youtube.com/watch?v=1wOOoASqWww

    RispondiElimina
  31. Secondo me Megane Fox, per quanto gnocca ha troppe poche zinne per fare April O'Neal. Poi ci avrei visto meglio Kate Mara (per la quale darei volentieri via un rene, qualche costola e un paio di dita...)

    Ma i Rocksteady dei vari Arkahm City / Asylum hanno preso il nome ghgh? (scherzo, lo so che è un genere musicale)

    Comunque finalmente si è scoperto da dove è nata la corrente artistica del "sacchettismo"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ci vedrei meglio Gia Genevieve.
      googlare per credere ^^

      Elimina
  32. Pag 1: http://joelnickel.files.wordpress.com/2011/04/michelangelo1.jpg

    Pag 2: http://joelnickel.files.wordpress.com/2011/04/michelangelo2.jpg?w=614

    Ciao!

    RispondiElimina
  33. Andrea8702

    Doc, però hai saltato la scena più lol sulle indagini all'inizio, che manda in pensione ogni CSI mai fatto: "è stato sicuramente un clan ninja del giappone!"
    "e come l'ha capito?"
    "non vede questa corda? c'è scritto MADE IN JAPAN!"

    santissimo Pelor,è una delle migliori cose del primo episodio,razzista fino al midollo

    doc questo post è fantastico

    RispondiElimina
  34. Qualcuno sa come mai mentre nel cartoon Splinter e' lo stesso Hamato Yoshi, nei pezzenterrimi film e' il ratto domestico di Yoshi? Ricordo con orrore la scena del film in cui si vedeva il topo che dalla sua gabbietta si allenava imitando le mosse del padrone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. inseriresti in un cartone per bambini del sabato mattina un morto ammazzato per un fatto di donne? con conseguente vendetta incrociata tra Shredder (che uccide Hamato Yoshi per vendicare il fratello) e le Tartarughe che uccidono Shredder per vendicare il maestro del proprio maestro?

      Tanto che nel fumetto verso la fine del vol. I le stesse tartarughe entrano in crisi esistenziale perchè non sanno se il loro amato Splinter li abbia addestrati solo per vendetta...

      Elimina
  35. Che spettacolo.
    Come altri mille-mila bambini dell'epoca, questo cartone (assieme ai film con Gamera) mi spinse a comprare delle tartarughine d'acqua!!
    Delle bestione totalmente prive di istinto di conservazione e che ora staranno probabilmente cibandosi di alligatori nelle cloache romane XD

    RispondiElimina
  36. Il Convitato di Pietra2 luglio 2013 16:19

    A giudicare dall'aspetto dei suoi abitanti più che New York pare la Innsmouth lovecraftiana.

    RispondiElimina
  37. Non so per quale motivo, ma mio cugino di un anno più grande mi aveva raccontato che April era la fidanzata di Splinter e gli rimaneva vicino aspettando che ritrovasse la forma umana. fino ad oggi ne ero ancora convinta!

    RispondiElimina
  38. Fantastiche tartarughe, e i loro veicoli col prefisso tipo batman, TARTA-DIRIGIBILE TARTA-FURGONE

    RispondiElimina
  39. La ricordo ancora benissimo. Così come ricordo ancora benissimo la mia perplessità relativa al barbatrucco scemo con cui Shredder faceva cacciare Splinter dal Clan. All'anima dei permalosi!!!

    RispondiElimina
  40. Io all' epoca ero un fanboy delle TMNT, tanto che ho ancora i pupazzi originali dei 4 rettili vicino al PC.
    Poi presi anche il VG per SNES,parecchio bello, se non fosse che lo finivi alla seconda partita.
    E il fumetto originale di cui Granata Press lanciò solo 4 numeri.
    E pure quello della DeA e della Edigamma.
    E ora vado di ristampa della 001 edizioni.
    E' un tunnel da cui non si esce più.

    RispondiElimina
  41. Maròòòò
    Non l'avevo mai vista la prima puntata
    Però...Bebop e Rocksteady sono meglio trasformati

    RispondiElimina
  42. Giusto per stare in tema, hai letto il primo numero del nuovo fumetto delle Tartarughe Ninja?

    RispondiElimina
  43. Neanche una menzione di Ciclope ?

    RispondiElimina
  44. Mitico come sempre Doc! Le citazioni ad Elio e le Storie Tese poi,sono qualcosa di stupefacente!

    RispondiElimina
  45. Dio santo Doc sto crepando ahahahahahahahaha

    RispondiElimina
  46. uno dei cartoni della mia infanzia preferiti, nonostante la pezzenteria ci certe animazioni che non reggeva il confronto manco con le produzioni dell'epoca aveva un certo nono so che e alcune storie erano veramente belle e poi era un continuo citare film o serie dell'epoca, come ad esempio "la mosca"

    però c'è una cosa che mi perseguita da anni, visto che il liquido mutogeno combinava l'ultimo dna toccato, perchè yoshi si trasforma in topo visto che l'ultima creatura toccata erano le tartarughe (che si sono trasformate in uomo perchè hanno toccato yoshi)?

    RispondiElimina
  47. Non so perché ma da piccola lo adoravo, questo cartone. XD

    RispondiElimina
  48. In effetti questo cartone è da ricordare per una delle protagoniste più pheeghe agli occhi di un bambino (direi anche ora).
    Ora aspetto fiducioso il ritorno di qualche prima puntata dei vecchi anime da rete locale d'annata però, eh!:D

    RispondiElimina
  49. doc ma quando ci fai un post sugli street sharks?

    o meglio ancora uno sui gargoyles,che a mio parere è una delle migliori serie animate di sempre

    RispondiElimina
  50. Ginny Hermione8 ottobre 2013 10:03

    Io sono napoletana come Balotelli è svedese, ma ormai lo sappiamo anche in Padania che "zoccola" a Napoli ha un doppio significato ;-)

    RispondiElimina
  51. Ginny Hermione29 ottobre 2013 11:14

    Ricordo una puntata in cui le tartarughe aprono i cartoni della pizza su cui c'è scritto "Weird pizza" (che significa "pizza pazza" ma in italiano suona molto meglio che in inglese), e ricordo anche che la loro esclamazione preferita era "Mondo pizza!", decisamente da mettere sullo scaffale delle esclamazioni fumettistiche accanto al "Per tutti i puffi!" del Grande Puffo o al "Giuda ballerino!" di Dylan Dog. Sui nomi di pittori vorrei segnalare che Matisse, il micino pittore degli Aristogatti, aveva questo nome in Italia, ma nell'originale si chiamava Toulouse, come Toulouse-Lautrec (e suo fratello musicista si chiamava Berlioz invece di Bizet). Quanto ad April vestita da meccanico della Renault, vorrei ricordare che in quegli anni gli outfit da elettrauto erano di gran moda, ne avevo anch'io uno tutto blu da perfetta operaia della Fiat (e Miguel Bosè cantava "You can't stay the night" vestito da meccanico della Ferrari).

    RispondiElimina
  52. è bello..è bello..sei divertente. se non fosse che tutto è straimperniato di sessismo sarebbe meglio ma...è divertente.

    RispondiElimina
  53. Non ce l'ho fatta a finire di leggere...mi sono ammazzato dalle risate prima XD Bravissimo!!!

    RispondiElimina
  54. Oddio mi sto scompisciando X'D
    Fantastico XD

    RispondiElimina
  55. April era proprio gnocca...molto anni 80, vmq gli scontri tra Splintere Shredder erano fantastici.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails