lunedì 6 marzo 2017

41

X-Men, il primo film, 17 anni dopo

"Problé?"
Se il 2034 non vi sembra esattamente dietro l'angolo è perché diciassette anni sono tanti. Eppure, guardando un attimo più indietro della propria nuca, il 2000 sembra ieri. Sembra ieri che eri lì, a guardare questo film degli X-Men atteso per anni e anni e finalmente al cinema. Poi in un attimo gli X-film sono diventati DIECI, e 17 anni dopo il Wolverine del grande schermo, gli X-Men che ha attorno e anche il modo stesso di concepire un film sui mutanti (e più in generale sui super-eroi) sono cambiati. Riguardando il primo X-Men - e ieri l'hai fatto - ad esempio, ti accorgi che... [...]

La cosa che più balza all'occhio, ovviamente, è quanto diverso fosse Hugh Jackman, finito a fare Wolverine, si diceva nei commenti alla recensione di Logan - The Wolverine, perché l'attore scelto per la parte, Dougray Scott, aveva dovuto salutare tutti all'ultimo secondo perché impegnato sul set di Mission: Impossible 2. Questo supplente australiano suggerito a Singer da Russell Crowe, lo sconosciuto Jackman, aveva trentadue anni
ed era MOLTO meno muscoloso. Già fisicato, per carità, ma 
l'uomojacko di Logan potrebbe fargli da custodia. Anche considerata la mole dell'attore, oggi molto meno Wolverine dei fumetti e più, uh, Wolverine dei fumetti però disegnato da Mark Texeira. Non è ovviamente tutto. 
Se Logan nell'ultimo film si limita a comprare un paio di sigari, quello di quasi vent'anni fa ne fumava un botto. 
Gli Studios di Hollywoo hanno dato via via sempre più retta negli ultimi lustri ai movimenti antitabacco, e sigari e sigarette sono quasi scomparsi dalla circolazione nei film PG e PG-13. 
Ma il primo Wolvie aveva anche i capelli più a punta - ci hanno provato per un po', poi sembrava un pirla e hanno frenato con la lacca - il che, insieme alle basettone più folte e allo sguardo severo alla Clint Eastwood, faceva un po' bullo da flipper anni 80,
un po' Pasquale Ametrano. 
Va', uguale. 
 Naturalmente, erano parecchio più giovani anche tutti gli altri.
Patrick Stewart aveva 59 anni quando hanno girato X-Men, oggi va per i 77.
Ditto per il pressoché coetaneo Ian McKellen (classe 1939), abbastanza vecchio da aver vissuto davvero ai tempi in cui il giovane Magneto scassava cancelli nel campo di concentramento. 
X-Men, dicevi, è un film diverso da quelli su mutanti e squadre di super-eroi odierni. Dura pochissimo per gli standard attuali, un'oretta e mezza, tanto per iniziare; non ha scene post-titoli di coda; i protagonisti sono pochi, e per questo mediamente ben sviluppati. Sì, ci sono Rogue, Uomo Ghiaccio, Jubilee e gli altri giovincelli della scuola per giovani siffredi, 
ma gli X-Men veri e propri sono solo quattro, più il professore (Wolvie, Tempesta, Jean Grey e Ciclocchio), e pure la squadra di nemici è a ranghi ristretti: Magneto, Toad, Mystica e Sabretooth.
Alcuni di quei personaggi sarebbero presto spariti dalla scena o quasi. Vale per Toad, tornato 14 anni dopo in X-Men - Giorni di un futuro passato con un'altra faccia (Evan Jonigkeit e non più Ray Park),
ma vale soprattutto per Sabretooth. La nemesi per antonoippotommasia di Wolverine, interpretato dal bressler della WCW Nitro (Tyler Mane) e ridotto a fare il pupazzone ringhiante.
Però con gli occhi da cucciolone. In compenso, nove anni dopo il personaggio sarebbe stato riesumato, anche lì con un altro tizio, per fare l'antagonista principale in X-Men le origini - Wolverine e... vabbè, lasciamo perdere. Pucci pucci, Sabretù, oggi saresti materiale da supermeme. 
Torniamo alle robe pheeghe, come il Blackbird - in fondo era una roba semplice da trasporre, visto che l'aereo degli X-Men era ispirato al vero Blackbird, il Lockheed SR-71, ma vederlo sullo schermo per una qualche ragione ti stese - 
e soprattutto come la quantità allucinante di pheega vera e propria. Pochi X-Men, ma tanta roba, ecco. 
La Jean Grey di Famke Janssen era fuori scala,
 ma cosa volevi dire alla Ororo di Halle Berry
 o alla Mystica di Rebecca Romijin? 
Niente, tranne che il tizio che doveva dipingerla ogni giorno di blu faceva un lavoro belliFFimo. 
Anna Paquin, invece, aveva all'epoca tipo diciassette anni, ma già aveva fatto i capelli bianchi. E dice che i vampiri non invecchiano. 
Passando oltre. Il casco di Magneto non era solo bruttissimo, era umiliante per McKellen. Hai un attore reduce da una nomination all'Oscar e gli metti una mutanda bordò in testa? Eddai, su.
I costumi neri in pelle, da motociclisti aggressivi, invece, avevano senso. 
Erano figli di quegli anni, erano una soluzione efficace al problema del trasporre le tutine variopinte dei fumetti
(oggetto di una celeberrima gag nel film, oltre che materia di uno dei pochi STACCE™ che quello standingdick, cioè quella minchiallerta di Ciclope abbia mai rifilato a qualcuno in vita sua che non fosse il povero fratello). Poi però pure lì si è andati avanti, 
sono arrivate le tutine in materiale tecnico, sono arrivati i colori e sì, è arrivato pure un casco decente per Magneto, santocielo. Eghe. 
Ma hai forse nominato Ciclocchio, poc'anzi? Eccolo, in un riuscito tentativo di mescolarsi tra la folla di una stazione - che di lì a poco distruggerà, rischiando di uccidere tutti - suggeritogli dall'unico neurone funzionante in quella testa di cippa
E qui, per quanto ti costi, devi ammettere però che il Ciclope del primo X-Men era invecIL SOLITO COGLIONE. Boom, settemilacinquecentosei! (cit.)
"Vieni, Gigino, lascia stare il signore. Che è un coglione". 

41 commenti:

  1. sabato ho visto Logan,l ho trovato bello a mio parere,però che malinconia...17 anni fa...

    RispondiElimina
  2. Leggendo questi post ti viene quella sensazione da tipica persona anziana che pensa "Ah sì, figo il primo film degli X-Men. È roba recente e OPPORCAPALETTASONOPASSATIDICIASSETTEANNI!"

    RispondiElimina
  3. Tra l'altro notare che Jackman essendo alto, appunto, stava spesso incurvato in avanti per non tradire troppo la sua controparte cartacea e probabilmente in tutte le scene a mezzo busto gli altri stanno su di uno scalino.

    Un giorno comunque, Doc, ti sgameranno in una fiera con indosso la maglietta di Ciclope e gli occhiali, non potrai nasconderti per sempre :P

    RispondiElimina
  4. Pensa che questo film fu il primo che vidi in dvd con un amico che s'era comprato il lettore e il dolby.
    Comunque, aveva senso all'epoca, oggi non so se sia invecchiato così bene.
    Di certo ha preceduto anche il MCU, però ora, dopo Logan, sarebbe giusto se i diritti dei Mutanti ripassassero alla Marvel così da includere gli X-Men (con altre facce, of course) nel suo universo-
    Tanto qui è già stato detto tutto...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io spero vivamente di no.

      X-Men, X2, Giorni di un Futuro Passato, immagino questo qui (lo vedrò domani!) non li cambierei per alcun cross over con nessun "bimboragno".
      Anzi i Marvel-Marvel li trovo mediamente mosci e realizzati con lo stampino, senza anima... Xavier & co. devono rimanere sotto la mano di Singer!

      Elimina
    2. Oddio, non è stato tutto-tutto oro, che Conflitto Finale e Wolverine L'Immortale sono roba talmente vergognosa da tifargli contro per principio.
      Ma non si può negare che X2 e Logan siano delle vere perle, First Class, il primo X-Men di Singer e Giorni di un futuro passato (e si, anche Deadpool) sono notevoli, quindi al netto di robetta insulsa come Apocalypse gli X-Men della Fox sono effettivamente l'unica realtà fumettistica Marvel in grado di funzionare lontano dalla Casa Madre.

      E fanno cassa, @MikiMoz, funzionano, per quanto come universo narrativo sia caotico e discontinuo, i mutanti Fox funzionano e fanno cassa, non esiste né in cielo né in terra che i Volponi restituiscano i diritti della loro gallina dalle uova d'oro alla Marvel.
      Magari può dispiacere, da fan, non poter vedere X-Men e Vendicatori insieme o gli uni contro gli altri, ma la realtà dei fatti è questa, tant'è vero che oltre a portare avanti il proprio universo narrativo (ancora Singer, ancora Saga di Fenice Nera) hanno iniziato a portare gli uomini X pure in tv.

      Chissà se e come la Fox saprà incassare il pesante contraccolpo dell'abbandono di Jackman...

      Elimina
    3. Ecco, appunto dico.
      Siccome ormai i loro film hanno fatto il loro tempo (alcuni sono invecchiati male) e Logan si discosta da tutti questi, come stile... direi che è una FINE della saga.
      Possono rivedere la questione facendo recuperare gli X-Men alla Marvel/Disney mantenendone i diritti... rebootando una saga che comunque ha già raccontato tutto tra alti e bassi :)

      Moz-

      Elimina
    4. A me piacerebbe che i diritti tornassero alla Marvel solo perchè così la smettono di pompare i mutanti di serie b alias gli inumani.

      Elimina
    5. @Miki non fraintendermi, capisco benissimo quello che dici e sicuramente anche il perché lo dici, è un desiderio che avrei anch'io da (ex) fumettaro Marvel, vedere tutto l'universo coeso, ma all'atto pratico non succederà, non per i prossimi anni almeno, e dobbiamo farcene una ragione.
      Gli Inumani sono sempre stati interessanti, ovviamente non come gli Uomini X, ma la Marvel ci punta molto, e finora devo dire che non hanno mai deluso con personaggi di secondo piano, anzi: hanno più spazio di manovra, più possibilità di sperimentare, e sinceramente sono molto curioso di cosa tireranno fuori dalla loro serie dedicata.
      Tanto vale aspettare, alla Fox non li mollano comunque (non mollano neanche i F4 che per loro sono stati un bagno di sangue), magari torneranno a casa in tempo per un futuro reboottone totale del MCU, chissà...e ci porteremo i nostri figli ;)

      Elimina
  5. Ma grande, allora non sono l'unico!! Sabato sera ho visto Logan e l'ho trovato semplicemente meraviglioso, la chiusura di un cerchio a livello artistico. Ho covato da subito il desiderio di rivedere il primo X-Men, per godere appieno dell'evoluzione del tutto e ieri l'ho riguardato... Concordo in pieno con la tua analisi Doc, e ho notato anche quanto male siano invecchiati gli effetti speciali, soprattutto in cgi, già X-2 è di un altro pianeta, pur di soli 3 anni più vecchio

    RispondiElimina
  6. Logan, rifatti la foto... che sei peggiorato...

    RispondiElimina
  7. Me lo ricordo il primo X-Men!

    Non fosse altro che fu il primo film che vidi la sera stessa che mio padre attivò il nostro primo abbonamento alla paytv (parliamo di Tele+ e della primavera del 2002)... cioè davvero sono passati 17 anni? *eek*
    Una roba che mi scimmiò tantissimo, sebbene, a mente fredda, sembrava più un pilot di una serie tv che un film vero e proprio!

    Il botto Singer lo fece con X2 ovviamente (ancora oggi IMHO miglior film di sempre sui supereroi insieme a Spidey 2), ma questo film, assieme al coevo Blade, fece tornare la febbre dei cinecomic alle major dopo la mazzata di "Batman & Robin" che sembrava aver posto la parola fine alla prima generazione di supereroi cinematografici (cominciata con Superman). Anzi, se non mi sbaglio, questo primo X-Men e il primo Blade nemmeno avevano il logo Marvel all'inizio dei titoli di testa perchè avevano paura di tradire l'origine fumettata! Solo coi sequel apparve...

    RispondiElimina
  8. Nel mio lavoro serio c'è una signora che riceve dai colleghi numerosi pigiami di saliva, e grazie a questo articolo mi rendo conto che somiglia un casino a Famke Janssen. Si impara qualcosa di nuovo ogni giorno vèh.

    La crescita muscolare di Wolverine, già segnalata a suo tempo da Zeman, è stata usata nelle pubblicità di truffe piramidali che vendevano pillole di estratto di Açai.

    RispondiElimina
  9. Praticamente l'evoluzione della specie! :) Quanti anni passati e quanti film mammamia! Concordo pienamente nel dire che la Janssen era una Jean tremendamente pheeega e che Rebecca Romijin era due spanne sopra l'attuale Mistica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplicemente perche Rebbecca Romijin Stamos era ed è una patonza pazzesca, l'attuale mistica è la "miticizzata" jennifer lawrence che, intendiamoci, mica è brutta (quella è rooney mara :D), ma non è proprio manco lontanamente avvicinabile.
      Hanno trasformato una ragazzona contadinotta in bomba sexy tramite uno scandalo sissuale, ma oh a me sembra che giochino in diverse categorie.

      Famke invece...boh mai piaciuta troppo ossuta e lontanissima dalla mia idea di Jean (che oggi non se la passa tanto meglio interpretata dall'altra ragazzona campagnola Sansa Boy jeorgia), sempre preferita la collega Ororo, notevolissima in qualsiasi formato :)

      Elimina
    2. Ma difatti, ho visto delle foto in costume della Lawrence e tra le due c'è non dico un abisso, dico tutti i piani e semipiani di Planescape.

      Su Ororo niente da dire, ed anche come attrice mi è sempre sembrata abbastanza sopra la media del blockbuster ( difatti vinse pure on Oscar.. ma anche un Razzie), peccato averle lasciato così poco spazio.

      Elimina
    3. @wargarv: mi sa che ti confondi con Kate!

      Elimina
    4. @amuro Hai ragione! Ma vabbè anche la sorella parliamo di mediamente insignificante rispetto alla Rebecca di cui sopra o che so a una Charlize Theron a caso :D

      Elimina
  10. Il primo X-Men fu il primo film che vidi al cinema da solo, avevo 12 anni. Fu anche il primo film che comprai in VHS coi soldi miei (porca paletta quant'ho odiato quell'intro di Titan A.E. che durava venti minuti).
    Credo sia il film di supereroi che ho visto di più in vita mia, ed uno dei pochi film che possiedo in ogni formato fisico disponibile (VHS, DVD, DVD 1.5, Blu Ray).
    Due anni prima c'era stato il primo Blade, e due anni dopo avremmo avuto il primo Spider-Man, ma l'impatto di quel film su di me fu devastante, forse sono io che non riesco a togliere il velo di Maya della nostalgia, ma lo considero ancora come uno dei migliori film di supereroi in assoluto.
    I Marvel intrattengono meglio, sicuramente, ma ai mutanti Fox e alle loro scorribande ci si affeziona di più, e viene più facile perdonargli cose come Origins o Apocalisse. Mi mancherà Jackman.

    Trivia 1: in Logan X-23 è doppiata da Ginevra Pucci, figlia di Fabrizio Pucci (doppiatore di Logan), hanno involontariamente(?) ricreato il motivo padre-figlia del film.

    Trivia 2: questo l'ho segnalato al Doc in privato; tra le scene tagliate di Apocalisse c'è il tour completo dei giovani mutanti al centro commerciale.
    In un negozio di dischi, Ciclope prende un disco di Boy Geore e dice a Sans...ehm, Jean "Ti hanno mai detto che gli somigli?" prendendosi una cinquina verbale dalla rossa.
    Ciclope ha rubato la battuta al Dr Manhattan!

    RispondiElimina
  11. Doc, per dare un tocco di vecchiaia, ricordo che noleggiai il DVD solo per vedere questo... e stiamo parlando prima di Raimi, Maguire, MCU.


    https://www.youtube.com/watch?v=6N6H9CRftDU

    RispondiElimina
  12. l' ho visto poco fa con il bambino; film invecchiato molto bene, molto meglio di tante schifezze uscite dopo. UN pò scarso di scene d'azione, forse, ma quelle che si sono rimangono memorabili e ben caratterizzate.

    E poi, ragazzi , scusatemi ma Famke Janssen proprio mi fa un effetto uscita artigli di wolverine da un' altra parte.

    RispondiElimina
  13. stanislao zicarelli6 marzo 2017 18:00

    ma il minollo d oro che fine ha fatto? :)

    RispondiElimina
  14. Mii, sono gia' passati DICIASSETTE ANNI...
    Visto al cinema, hype non proprio a mille (discorso diverso per SPIDER-MAN), piu'che altro mi chiedevo come avrebbero fatto a caratterizzare decentemente tutti quei personaggi.
    E infatti.
    Purtroppo un compromesso doloroso ma obbligatorio: nel secondo film gia' sapevi chi era chi, e hanno potuto concentrarsi sulla trama. Difatti era mooolto meglio del primo (del resto, la storia di Claremont e' un capolavoro).

    RispondiElimina
  15. Guardando il film Logan ad un certo punto un anziano ha esultato, poi mi sono reso conto che l'anziano ero io.

    Poco prima del primo X-Men era uscito Episodio 1 di Star Wars. Credo che senza di quelli, probabilmente questo nuovo filone fantastico/supereroistico che munge milioni di nerd nel mondo non avrebbe attecchito, Hollywoo non avrebbe fiutato l'affare e oggi non avremmo i vari DC e Marvel cinematic universe. Pensate ad un mondo senza le serie di Daredevil (orrore).

    RispondiElimina
  16. Di questo film ha anche il merito di ribadire che la testicolaggine di Ciclocchio non è un'opinione puramente antristica ma un dato oggettivo:

    https://youtu.be/ZkYPTiINCIw

    RispondiElimina
  17. Intanto caro Doc. un salutone perchè è proprio tanto che non commmentavo! Post fuori scala per il tasso di lacrime napulitante, quando è uscito questo film andavo alle superiori (e gli X-man ce li filavamo in 4) e ieri che ho compiuto 32 anni sono andata a vedere Logan! Componente affettiva a parte, questo e il secondo li riguardo sempre volentieri e li reputo ancora bei film :) .

    RispondiElimina
  18. Ma in teoria Sabretooth sarebbe lo stesso personaggio di Victor di "le origini: wolverine"? Che fra l'altro ho un vuoto, non mi ricordo che fine faccia alla fine di quel film...
    Ma in tal caso, come mai qui è solo un povero mentecatto?

    RispondiElimina
  19. Mamma mia... ma Patrick Stewart davvero ha fatto qualche patto con il demonio... quell'uomo non invecchia come la gente normale.

    Cheers

    RispondiElimina
  20. Ricordo che andai a vederlo a Messina con altri due amici fan sfegatati dei mutanti dei comics, questo perché i furgoni gestori di cinema a Reggio Calabria lo ritenevano un b-Movie e l'avrebbero messo in cartellone un mese dopo. Ricordo che passammo tutto il viaggio di ritorno (venti minuti di aliscafo, mica tanti) a parlare del film che avevamo appena visto.
    I miei due amici erano entusiasti, io invece ero stato colpito solo da quattro cose: la serietà del contesto, distante anni luce dai cinecomics più recenti allora (e passi per "Batman & Robin"... ma c'era già stato pure il primo Blade); Stewart come Xavier; McKellen (che allora conoscevo poco) come Magneto; e infine Jackman, di gran lunga la "cosa" migliore del film, perlomeno nelle scene girate verosimilmente per ultime (la gabbia, lo scontro nel bosco, la scena sulla statua, alcuni botta/risposta con gli altri).
    Per il resto, però, lo trovai assai approssimativo: non aveva gli effetti di Matrix, i personaggi, anche principali, erano realizzati un po' a tirar via (Tempesta e Jean si rivolgono la parola una sola volta, Tempesta é l'unica oltre Logan e Bobby ad avere dialoghi con Rogue...e menomale che vivono tutti assieme!), insomma mi sembro un film mediamente buono se si fosse trattato del Pilot di una serie, ma il Vero Cinema dei Supereroi per me sarebbe (ri)nato più avanti, con lo Spider-Man di Raimi e proprio con X2 di Singer.
    Non mi convinse anche se, visti certi episodi successivi della saga, l'ho rivalutato nel tempo. Ma non é un buon modo, sembrare migliori perché c'é chi fa peggio.
    Menomale che, perlomeno, quel film ci ha dato Jackman.

    RispondiElimina
  21. Degli X-Men ho amato la serie animata degli anni '90. I film non mi hanno mai detto nulla. Trame troppo compresse per ricreare il fascino degli archi narrativi di Chris Claremont, attori fuori parte, zero ironia, e un vomitevole look di cuoio nero alla Matrix. Sorry Singer, no spandex no party. (IMHO, s'intende ;) )

    RispondiElimina
  22. in biblioteca a Saronno hanno una versione X-Men 1.5; l'avevo anche preso in prestito ma non ho avuto tempo di vederlo e ho dovuto riconsegnarlo intonso (l'originale mi era piaciucchitato ma senza farmi impazzire). Qualcuno sa se vale la pena riprenderlo?
    Mi sono sempre chiesto cosa si fossero fumati per scegliere Liev Schreiber (che tra l'altro ho rivisto in film come Spotlight o Motel Woodstock e che stiomo molto) come Sabretooth

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dvd 1.5 offre ulteriori contenuti extra e documentari/reportage vari, oltre che un'inquadratura nella quale Rebecca Romjin, senza trucco, lecca per scherzo l'obiettivo della telecamera (vero!). Il film quello é e quello resta. Schrieber fu scelto come Sabretooth da Jackman stesso, produttore del film e marito di una cugina di Schrieber...

      Elimina
    2. grazie, capitano, gli darò un' altra chance, se non altro per la scena della Stamos (anche se temo sarà senza trucco ma vestita;-p).
      Ps: sono ancora in cerca del numero di Max con un ancora semisconosciuta Connie Nielsen. Se lo trovo sarai il primo a saperlo!

      Elimina
    3. E a proposito di Max, all'indomani (o era l'andiieri?) dell'uscita del primo X-Men pubblicò un ghiottissimo articolo sulla bella Rebecca! Ricordo una foto in bianco e nero in piedi scalza e boccoli al vento che, sarà stato il formato che aveva Max ai tempi, sarà stata lei per quanto é stanga oltre che pheega, beh sembrava più alta di me, che pure non sono piccolino. Alla luce di detto miracolo della tecnica fotogra(n)fica, da allora lei é per me la "Madonna di Berkeley"...

      Elimina
  23. Poi in un attimo gli X-film sono diventati DIECI

    Ehhh?! ECC (e che c...), una non si può distrarre un attimo che... °_°
    Lo confesso, io finora ho visto solo i primi due, cioè questo e il suo sequel (avrei anche il dvd di "Conflitto finale", comprato in stock da un amico che svuotava casa, ma ancora non l'ho guardato). Mi sa che sono rimasta un po' indietro... ^^;
    Che poi tra l'altro so che sono partite linee temporali diverse, e per guardarmi quelli nuovi mi toccherebbe usare la mappetta concettuale e... no, niente, io so' allergica a 'ste cose, uff! -__- Comunque, magari, prima o poi mi ci metto...
    (Oh, si capisce che non sono un'attenta Marvel-fan? XD)

    Tornando al primo "X-men", accompagnai un'amica a vederlo al cinema e globalmente mi piacque molto, tanto che poi mi comprai la VHS (VHS!). Più di tutto, mi piacque Hugh Jackman, che ai tempi non conosceva nessuno, ma che come Logan (soprattutto quand'era senza maglietta...) faceva la sua porca figura! XD
    Anche il secondo film mi piacque (altra VHS), ma un po' l'effetto novità si era dissolto, e mi segnò meno, ricordo.
    Da non-fan dei fumetti, io apprezzai l'assenza di spandex e, globalmente, il mood visivo scuro e realistico (beh, più o meno) scelto dagli autori. Mi aiutava a prendere sul serio il tutto (coi film di supereroi mica succedeva sempre, allora :P).
    E poi volete mettere il confronto fra due vecchi volponi dello schermo come Stewart e McKellen, che roba super-ultra-cool era?! ^__^

    RispondiElimina
  24. Io aspetto da anni una recensione antristica della serie animata Insuperabili X-Men.

    RispondiElimina
  25. Ho avuto modo di rividerlo ultimamente e continua a piacermi, alcuni FX risentono del tempo però a mio personalissimo avviso resta un film ben fatto.
    Giovedì tocca a Logan e vediamo...

    RispondiElimina
  26. Jean Gray, Storm e Mystica: la meraviglia della donna in 3 versioni diverse

    RispondiElimina
  27. Ricordo molto bene il primo X-Men... Ricordo che mi sorprese un casino, che mi ri-attizzò la scimmia verso i mutanti.
    Giusto l'utilizzo di Sabretooth lo trovai fatto con il coolo!

    RispondiElimina
  28. avevo 6 anni, ma cavolo, x men e spiderman di raimi a bestia quegli anni, ne andavo fissatissimo

    RispondiElimina
  29. Questo l'ho visto al cinema a 15 anni...che nostalgia. Onestamente ho paura di vederlo per il bel ricordo (anche con tutti i difetti che aveva già al tempo)

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails