mercoledì 18 luglio 2012

81

5 motivi per cui il Professor Xavier è sempre stato un viscido maniaco bastardo

Diglielo, Kitty!
Nel suo essere un povero, grandissimo coglione, a Ciclope va riconosciuta almeno un'attenuante: non è facile venir su in modo decente quando vieni affidato da ragazzino a un vecchio pedomaniaco maschilista e manipolatore che si diverte a trollarti dalla mattina alla sera, ti cancella dalla mente il ricordo di uno dei pochi parenti stretti che ti sono rimasti e vuole ciularti la ragazza appena ti giri. Perché Charles Francis Xavier, in arte Professor X, è uno dei peggiori e più pericolosi stronzi mai visti a spasso (perlopiù in senso figurato) nel Marvel Universe. La parola all'accusa [...]

Signori giurati, a vedere quest'uomo così, calvo, paralitico e con un gatto appollaiato sulla spalla, è facile farsene una certa idea. Quella di un GENIO DEL MALE DA FILM DI JAMES BOND, di un pazzo furioso che andrebbe gettato in una cella buia e lasciato lì fino alla fine dei suoi giorni per impedirgli di fare altri danni. E viene facile perché è l'idea giusta. Il professore non si sa bene di cosa, che per mestiere ha mandato al massacro per decenni squadre di rEgazzini, è uno spregevole uomo dimmerda. E queste, signori della giuria, sono le prove:
  1) IL PROFESSOR XAVIER È UN F*TTUTO RATTUSO
Si potrebbe pensare che la sua infatuazione per Jean Grey sia una roba moderna. Uno dei tanti tratti oscuri aggiunti al personaggio negli ultimi anni, quando vari autori si sono occupati di metterne in luce la personalità da perfetto serial killer. Non è così. In una delle primissime avventure degli X-Men, Xavier presenta alla squadra la nuova allieva della sua scuola, Jean. E già lì ti parte con un "MOST ATTRACTIVE YOUNG LADY", mentre si sfrega il mento con fare da vecchio pervertito.
Una manciata di numeri, e la maschera viene giù. E' innamorato di lei, ma capisce di non poterlo confessare alla ragazza. Dice: perché lei è una teenager e lui un fottuto vecchio e per queste cose c'è la prigione, con gli altri detenuti che poi fanno la fila davanti alla tua cella per fartela pagare? No, perché è il capo degli X-Men ed è sulla sedia a rotelle. Altrimenti. Al che, visto che Xavier tutti questi mutanti li ha seguiti uno per uno, andando a spiare nelle loro vite per trascinarli con biechi trucchi verso morte certa (vedi sotto), a uno viene da chiedersi da quanto tempo il maniaco fosse invaghito della piccola Jean
  ma, sai, alle volte certe cose è meglio non chiedersele
Questa sua passione per la rossa, però, Xavier se la porta dietro anche quando lei cresce. Tanto che, per tenerla a freno, quando torna a camminare si fa costruire un paio di mutande di latta
 Ma questo non impedisce a Jean di scoprire la verità
O allo stesso bellicapelli di confessarla a Ciclope. "Scott, hai presente tutte quelle volte che mi ubbidivi come un cagnolino? Che ti ho spedito a tradimento in qualche missione suicida? Che ti ho fatto morire un fratello? Ah, è vero: quella non te la ricordi perché te l'ho cancellata dalla mente. Beh, nel frattempo cercavo pure di farmi tua moglie"
  2) IL PROFESSOR XAVIER È UN TROLL
Ma con questi ragazzini riuniti per salvare la razza mutante - con l'unico scopo di provocare una serie inenarrabile di sfighe cosmiche e farne schiattare un frappo, che se li lasciava entrare per i cazzi loro nei Vendicatori o nei Difensori quelli campavano tutti sani e felici - lo stronzo, abituato a leggere i loro pensieri come se nulla fosse, privacy zero, avrà almeno instaurato dall'inizio un rapporto trasparente? Sì, ciao. Su Uncanny X-Men #4, Xavier pianta questa sceneggiata mariomerola da film sul Vietnam. Lasciatemi qui, l'esplosione mi ha danneggiato il cervello, scordatevi di me, gnégné.
Il momento è drammatico. I ragazzi sono sconvolti: dovranno andare avanti senza il loro leader, continuare a combattere senza una figura di rifer...
  No, niente, tranquilli. Era tutto uno scherzone.
3) IL PROFESSOR XAVIER È
UN PERICOLOSISSIMO STRONZO
Quanti ragazzi ha fatto morire per il suo sogno (ingropparsi la rossa, alla fine della fiera) quest'uomo? Tanti, troppi. Prendiamo il povero John Proudstar, il primo Thunderbird. Un povero ragazzotto apache che vive in una riserva, orfano, e ce l'ha con il mondo. Vagli a dare torto. Arriva lui, il Professor Meenchione, e per convincerlo a venirgli a lavare i panni sporchi a Westchester, fa leva sul suo orgoglio: gli dà del vigliacco. John accetta, e il viscido non si chiede se stia tirando troppo la corda con un ragazzo sfortunato. No, si chiede se lui e gli altri nuovi X-Men saranno adeguati o "porteranno il mondo alla rovina". E cioè: se le cose vanno bene, il mondo l'ha salvato lui; se fanno casini, è colpa loro, so' ragazzi. Manco nel PDL. Ma torniamo al povero Thunderbird: gli ha dato del vigliacco, ha fatto leva sul suo orgoglio da nativo americano. Risultato?
Alla sua PRIMA MISSIONE, John si aggrappa all'aereo con cui sta fuggendo il Conte Nefaria e, quando gli altri gli dicono di mollarlo perché sta per esplodere, grida a Xavier che vuole dimostrargli il suo coraggio da guerriero Apache, fargli vedere che non è un vigliacco
E MUORE. Ora: indovina un po' di chi è la colpa, coglione?
Va detto però che Xavier viene scosso dalla morte di Thunderbird, tanto che, appena tornati a casa, decide di ANDARSENE IN VACANZA. Mollando gli X-Men e soprattutto "LA GESTIONE DALLA CASA" a Moira McTaggert. "Moira, tesò, visto che sei una scienziata di fama mondiale, una genetista premio Nobel, ricordati di pulire bene sopra le mensole e di passare l'aspirapolvere due volte al giorno nella stanza di Wolverine, grazie"
Ma Charles Francis Xavier è fatto così. Male. Quando Alfiere, un X-Men proveniente dal futuro, gli parla di un traditore che sfascerà il gruppo, lui gli spiega che nella vita ci sono altre priorità. Come la panza
E quando "spegne telepaticamente" la mente di Magneto, assorbendone la personalità, dà poi vita a Onslaught, UN MOSTRO TERRIFICANTE che costringerà buona parte dei super-eroi Marvel a sacrificarsi, e buona parte dei lettori Marvel a sacrificarsi uguale, con quella meenchiata di Heroes Reborn/La rinascita degli erotfl
 Xavier. Quella bella personcina di Xavier. Che quando scopre che la stanza del pericolo ha una sua personalità, che è in pratica un essere vivente, decide di tenerla segregata per anni senza dire niente a nessuno, lo stronzo. Con l'unico risultato di porre le basi per altri casini da lasciar risolvere agli altri, chiaro. Ragazzi mettete a posto voi, io esco
Senza contare le volte che si mette a pasticciare con la mente degli altri, con una sensibilità da scienziato nazista. Non solo quando si tratta di un cattivo (in questo caso Blob, l'alter-ego mutante di Ghezzi) e c'ha la scusa di salvare il mondo...
 ...ma anche con i suoi ragazzi. Nella mini X-Men Deadly Genesis/Genesi Letale, si scopre infatti non solo che Xavier, prima di Wolverine, Tempesta e gli altri, aveva assemblato e spedito a salvare gli X-Men originali su Krakoa UN'ALTRA SQUADRA, un gruppo di allievi di Moira (da aggiungere ai nuovi mutanti schiattati e a tutta quell'altra gente morta perché il coglione sulla carrozzina era troppo orgoglioso per fare una telefonata ai Vendicatori), ma che in quella squadra c'era Vulcan, il terzo fratello di Ciclope e Havok. Ma perché allora Ciclope non si ricordava di Gabriel Summers, del fratello che si era sacrificato per venire a salvarlo?
Perché Xavier gli aveva CANCELLATO quel ricordo. DECIDENDO che per lui fosse meglio così. Poi era Magneto quello che non conosceva le mezze misure.
Un altro senso di colpa, quello per aver negato a Ciclope il ricordo di suo fratello e del suo sacrificio, che Xavier si è portato dietro a quanto sembra a lungo. Poco tempo dopo la morte di Vulcan e la nascita dei nuovi X-Men (Uncanny X-Men #101), Jean è a letto convalescente, assistita dalla sua compagna di stanza Misty Knight e da Ciclocchio. Arriva il professore, non saluta nessuno, e con tono da colonnello delle Gestapo intima a Scott di seguirlo nel corridoio.
Lì gli ordina di raggiungere gli altri X-Men, alle prese con il Fenomeno in Scozia. Ché a Jean ci pensa, UH, lui. E quando Summers rifiuta, perché vuole rimanere accanto alla sua ragazza finché non sarà fuori pericolo, il viscido ha perfino il coraggio di chiamarlo "BASTARDO INGRATO", dopo "TUTTO QUELLO CHE HA FATTO PER LUI". La faccia come il culo, proprio.
Ma il grande capolavoro di quest'uomo, signori giurati, resta quanto ha fatto al povero Changeling. Mutante mutaforma ed ex avversario degli X-Men, Kevin Sidney (in un'altra dimensione il Morph degli Exiles) viene convinto da Xavier a partecipare a una missione super-segreta della quale non sapranno niente neanche i suoi allievi (Jean esclusa): prendere il suo posto mentre lui, uh, pensa a come contrastare un'invasione aliena, perché non gli va di telefonare neanche ai Fantastici Quattro. Changeling assume così all'insaputa di tutti l'identità di Xavier
 e MUORE al posto suo. Grazie tante, professò. Sei... ghh...
un amico
Credici
4) COME PADRE NON VALE UNA CIPPA
L'altra volta si prendeva per i fondelli Ciclope per il modo in cui ha cresciuto suo figlio Cable, ma anche qui, va detto, l'esempio non era stato dei migliori. Come in ogni altro campo in cui abbia mai messo mano, anche in quello della paternità Charles Xavier ha rischiato di distruggere il pianeta. Anzi no, aspé: L'HA FATTO. In gioventù Xavier ha avuto da una vecchia fiamma, Grabrielle Haller, il figlio David: LEGIONE. Un mutante mentalmente disturbato, con personalità multiple legate a diversi poteri, potentissimo, pericolosissimo. Dice: vabbè, visto che lui è un sedicente esperto della mente umana gli sarà stato vicino, a questo povero figlio sfortunato, no? L'avrà tenuto con sé nella sua scuola, nata appunto per AIUTARE I MUTANTI A CONTROLLARE I PROPRI POTERI, no? No. L'ha mollato alla McTaggert sull'isola di Muir. Ci vediamo, forse, a Natale. Comportati bene. E quel poveretto finisce POSSEDUTO DAL MALVAGIO RE DELLE OMBRE.
Legione, che già benissimo con la testa non ci stava di suo, si imbarca così in una folle missione per aiutare suo padre a realizzare il proprio sogno. Quell'altro. Quello non perseguito dal codice penale. Il povero David decide cioè di ammazzare Magneto, ma sbaglia, accoppa il padre e tutto questo fa a pezzi la realtà sostituendola con l'Era di Apocalisse
Un'intera REALTA' DISTRUTTA perché Xavier come padre faceva talmente schifo che se chiamava tata Lucia, quella appena arrivata si metteva a piangere, gli sputava in faccia e se ne andava
  5) CASTRA LE ASPIRAZIONI DEI SUOI ALLIEVI
E che dire, signori della giuria, di quella volta in cui negò alla piccola Kitty Pryde il diritto di indossare un costume da lei creato e...
 ...no, niente, quella volta c'aveva ragione: quel costume faceva davvero schifo al cesso, Kitty.
 5) IN COMPENSO CON LE DONNE È ANCORA PEGGIO 
Una storia d'amore più disastrosa dell'altra. Manipolatore, maschilista, stronzo come neanche i cattivi di Centovetrine. L'aliena Lilandra si innamora di lui a distanza, come le russe negli anni 90, e sente da subito un "fortissimo legame" con Xavier. È l'uomo della sua vita, il suo compagno perfetto...
 ...ma ci mette comunque due secondi a dargli dell'idiota. Dalle torto.
Oppure, metti, Amelia Voght. Ragazza dai capelli rossi (daglie) di cui il vecchio maniaco si invaghisce prima di fondare gli X-Men. Lei se ne vuole andare, lui con grande delicatezza PROVA A FARLE IL LAVAGGIO DEL CERVELLO con la sua telepatia, lei se ne accorge e ci rifila una bella cinquina. Afammocc.
E chiudiamo con la povera Moira. Lei sta morendo, lui chiede a Jean Grey di organizzare una ciulatina telepatica dell'addio. Le cose a tre mentali con una moribonda. Cioè. Dobbiamo aggiungere altro? Immaginavi.
Ricapitolando: è un coglione manipolatore, non azzecca mai una decisione giusta che sia una, con le donne è uno stronzo maschilista, c'ha sempre quel tono da precisino della fungia di stocattsaw. Oh, ma vuoi vedere che...?

Cioè, Scott sarà davvero figlio di un avventuriero simpatico e caciarone come Corsaro? Naaa...
DUE GOCCE D'ACQUA!

81 commenti:

  1. E' indubbiamente un uomo che si comporta male perchè condizionato dal suo grande handicap: la calvizie.

    Sempre odiato, comunque.

    RispondiElimina
  2. Grandissimo come sempre, Doc.
    Complimenti.

    Solo, avrei un'obiezione (e la rivolgo, più che a te, agli ammerigani che hanno fatto notare la cosa molto tempo fa): Chuck disse (anzi, pensò) che era INNAMORATO di una Jean ben oltre l'età dello sviluppo ... adolescente, è vero, ma bambina proprio no.

    Ora, da qui a farne un pedofilo, imho ce ne corre. Anche se gli ammerigani, si sa, nelle questioni sessuali sono un bel po' quaccheri (e prevenuti: ciavranno mica la coscienza sporca?).

    Sentirsi "innamorato", imho, è un po' differente dall'essere "attratto", o "invaghito", o dal "volersela fare".

    Per quanto riguarda poi "la moglie del figlio putativo" ... non mi risulta che il vecchio laido abbia mai FATTO niente al riguardo, nemmeno la più timida delle avances ...

    Ora, se è vero che "al cuore non si comanda" (e quindi nessuno può decidere di chi innamorarsi e di chi no), in cosa consisterebbe (nel caso specifico) la "laidezza" del vecchio? nell'aver tenuto a freno un sentimento (per nulla ignobile, anzi: è l'amore) che NESSUNO può controllare?

    RispondiElimina
  3. Niente da fare, l'unico in grado di comandare gli uomini X è Wolverine. Cazzo ha più coscienza pulita lui che uccide a palate di un vecchietto in carrozzina.

    RispondiElimina
  4. Quella volta il buon Wolvie avrebbe dovuto "tremolare". Ma ci si mise in mezzo l'insopportabile precisino, chi è causa del suo mal...

    RispondiElimina
  5. Paolo Pugliese18 luglio 2012 09:43

    E quando "spegne telepaticamente" la mente di Magneto, assorbendone la personalità, dà poi vita a Onslaught, UN MOSTRO TERRIFICANTE che costringerà buona parte dei super-eroi Marvel a sacrificarsi, e buona parte dei lettori Marvel a sacrificarsi uguale, con quella meenchiata di Heroes Reborn/La rinascita degli erotfl

    A questa frase PARTE L'OLA DA STADIO, ricordando uno dei tanti motivi per cui lasciai perdere gli X-Men per diversi anni (e non è che le cose son tanto cambiate, vedi quella c@##@t@ cosmica di House of M).
    Comunque, Doc (complimenti per l'articolo), hai ragione su tutti i fronti ma, facendo l'avvocato del diavolo, la colpa non è totalmente sua: come diceva Jessica Rabbit "io non sono cattiva, è che mi disegnano così". E la caratterizzazione bastardissima di Xavier è la summa delle idee pezzenti degli sceneggiatori della Marvel, oppure la loro più grande presa per il culo nei confronti dei lettori: averci rifilato per anni un pezzo di materia organica inerte Dan Brown spacciandocelo per capo saggio e carismatico.

    RispondiElimina
  6. Comecome?!?!? Jean che s'accorge:
    "I've seen that -radiance- before" mentre guarda il vile igropparsi Moira!!!...cos'è che dicevi GIUDA riguardo il trattamento riservato alla moglie del figlio putativo?

    RispondiElimina
  7. per sentirsi rispondere "io non tremo cocco".... bellissimo per altro con una tattica ninja lasciando psilcoook (che ha il potere mutante di farmi dimenticare come si scrive) e jubi lee nella stanza del pericolo monitorate e lui zack raggiunse il professor x in 10 secondi.

    RispondiElimina
  8. e dico di più pure Magneto è migliore di xavier a guidare gli xmen nella versione era di apocalisse raduna e addestra un groppo di xmen senza mai mentire o manipolare nessuno dicendo pane al pane e vino al vino (come quando manda gambit e gli altri in cerca del cristallo m'krann dicendogli proprio vi mando in una missione suicida).
    Pure come fratellastro non vale una cheppa avrebbe potuto aiutare cain a controllare il proprio carattere essendo un telepate ... invece makkè---

    RispondiElimina
  9. asp e mi è pure venuto in mente una cosa recente dopo house of m e logan che dice mi ricordo tutto si viene anche a scoprire che il pelatone aveva pasticciato con la mente di wolverine per fare in modo che si unisse alla propria squadra.
    eh per dire ma che personcina per bene!

    RispondiElimina
  10. che dire doc...ancora più bello de post su scott summers!

    DIGLIELO KYTTY, DIGLIELO!

    (d'ora in poi sarà il mio nuovo grido di guerra)

    RispondiElimina
  11. Ecco... altra pecca dell'universo dei supereroi. C'è una minaccia aliena o una minaccia globale del tipo "se falliamo il mondo è fottuto"... e gli eroi di turno fan tutto da soli. Ora, se io fossi negli altri supereroi lasciati ignari di aver rischiato la cotenna come il resto del mondo, andrei dai "salvatori della Terra" di turno e gli darei una manica di botte. Forti.

    Xavier con Legione mi ricorda un pò quella gente che è così presa ad aiutare gli altri da ignorare le persone a loro vicine.
    Forse gli autori hanno voluto criticare questo.. (maluccio) oppure no, probabilmente Xavier è solo un padre di merda XDXDXD

    RispondiElimina
  12. Su wiki si legge anche che:

    "fu lui [Xavier] a cancellare la memoria di Wolverine, per liberarlo dal controllo di Romulus e farlo unire alla sua squadra. Il reale motivo di questa decisione fu il fatto che Xavier aveva bisogno di un elemento valido nel suo gruppo, non per aiutare Logan." LOL

    RispondiElimina
  13. Non sono mai stato un grande fan degli X-Men, ma la trollata di Xavier che mi è più rimasta impressa è stata quella della sua morte/no tranquilli, in realtà sono rimasto nello scantinato tutto il tempo a farmi i cavoli miei. Una bellissima persona, insomma. Ciclope ha avuto un ottimo maestro di vita...

    RispondiElimina
  14. Post geniale, il "buon" prof ha combinato più nefandezze lui che Sinistro!
    Porco, pelato, falso, antipatico, freddo, 'mbecille... adesso non vorrei dire una belinata ma, se non rammento male, pure a Gabrielle una bottarella telepatica per convincerla a starci gliel'aveva data, eh.
    Comunque adesso mi aspetto anche un bel post su Jean Grey, altro personaggino che mi sta bastantemente sulle balle. Così facciamo l'en plein!

    RispondiElimina
  15. Quotone completo.

    (Ci siamo alzati nivuri,stamane, Dotto'?? Non ti leggevo scurrille e incazzoso cosi' da parecchio)

    RispondiElimina
  16. Paolo Pugliese18 luglio 2012 12:08

    Non per niente, gli X-men l'hanno definitivamente messo da parte

    RispondiElimina
  17. Post meraviglioso (quante volte ho pensato anch' io che Xavier fosse il Gran Visir degli stronzi, leggendo quelle storie...), che cattura in pieno la vera essenza del personaggio: praticamente il re della manipolazione, senza scrupoli e con in più un ingiustificato senso di superiorità morale (sempre pronto a fare la paternale, in fondo, anche quando lui stesso ha pesanti dubbi sulle sue azioni).

    L' hanno già fatto capo delle forze del male in un universo parallelo? Mi sembrerebbe una cosa naturale (con l'aggiunta ironia del fatto che gli basterebbe comportarsi come fà adesso).

    RispondiElimina
  18. Che aXavier son sempre piaciute le ragazzine non è un mistero: qualcuno si ricorda Xmen v.s Micronauti ?
    Ebbene, lì gli Icsmen si contravano con la versione malvagia di Xavier, incarnazione di tutti i suoi brutti pensieri repressi.
    E cosa ti fa sta Entità nel fumetto ?
    Prima si cerca di bombare Kitty Pride ( ma nel suo corpo c'era la mente di Baron Karza) , poi va alla scuola per giovani dotati (che già il nome...) spacciandosi per Xavier e la prima cosa che fa e far venire un orgasmo mentale a Danielle Moonstar ( che tutta sconvolta annuisce di volerne ancora!).
    Vecchio porco!

    RispondiElimina
  19. Nemmeno a me è mai piaciuto Xavier; quando partì per lo spazio profondo lasciando gli X-Men a Magneto fui molto contento (era stato imbarazzante vederlo partecipare alle missioni con quella sua tutina gialla). Ciò non toglie, però, che negli ultimi anni gli autori se la siano presa con lui - ammettiamolo - seguendo questa moda insopportabile di continuare a scovare frammenti dal passato di ogni personaggio (che poi, tanto frammenti non sono, visto che ogni volta te lo rivoltano come un calzino).

    E poi c'è da ricordare una cosa: dietro ogni mente tanto ambiziosa e tanto "idealista" come quella di Xavier c'è sempre, sempre una personalità incoerente, egocentrica e prevaricante.

    RispondiElimina
  20. @ Doc: "è un calvo malaaaato" si deve leggere con la voce di Walter Fontana? XD

    RispondiElimina
  21. "Sai qual è la differenza tra te e Magneto, Chuck? Lui cammina". Frase che il buon Claremont dei tempi belli avrebbe voluto far dire a Logan ma che la Marvel dell'epoca gli censurò.

    Comunque non vale aumentare la stronzaggine del prof. X inserendo situazioni dell'universo Ultimate, a meno che tu non voglia dimostrare che il Xavier è uno stronzo in tutte le dimensioni. XD

    RispondiElimina
  22. @cavalcando: scusa, ma dovresti spiegarti meglio.
    La cena che citi è sicuramente da contare fra le ...ate di Xavier, ma che c'entra con il suo comportamento verso Jean? e tanto più con il suo (illazionato) atteggiamento verso Jean bambina?
    Ripeto, quando mai Xavier si è COMPORTATO (e intendo AZIONI, anche telepatiche) meno che correttamente verso Jean?
    Per lei, ha sempre provato un amore platonico ...

    RispondiElimina
  23. mdqp:
    esatto :)

    Angelo:
    l'Ultimate-Gatto, dici? Fosse quello il problema... :D

    RispondiElimina
  24. Aggiungiamo che in Wolverine - The End si scopre che Carletto ha manipolato (ma và?) la mente di Logan per fargli dimenticare dell'esistenza di un fratello a lui simile, uscendosene fuori con la menata del "ma l'ho fatto per te, per il tuo bene" e Wolvie con diplomazia e pazienza di Giobbe risponde "NO! l'ahi fatto solo perché volevi che mi unissi a te incondizionatamente eccetera". Sto figlio di...

    RispondiElimina
  25. Concordo pienamente!
    Specialmente sullo Xavier rattuso!
    Ma chissà se gli funziona tutto li sotto...
    Sulla sua stronzaggine, vorrei l'ultima parte del capitolo dell'Exinzione... se ne va in giro con una pistola!

    RispondiElimina
  26. Il professorone mi è sempre stato un po' indigesto, il tipico esempio di quello che dice ATTACCHIAMO, AVANZATE!
    Magneto sarebbe indubbiamente un capo migliore degli X-Man.

    RispondiElimina
  27. Mi accodo alla richiesta di post su Jean rossadecaGrey. E poi concluderei (ma solo se al doc sta simpatico) con un post apologia tripudio per Mag-fuckin'-neato. Molto più onesto di Sciarls Csevier.

    RispondiElimina
  28. Devo dire che ho conosciuto gli X-men tramite la serie televisiva animata degli anni 90 e molte delle cose qui descritte non sono neanche accennate. Sì, si avverte un affetto particolare per Jean, una considerazione maggiore per Ciclope però li ho sentiti più come "Voi per me siete stati i primi."

    RispondiElimina
  29. È incredibile come in questo post si rivaluti e riabiliti la figura di Magneto, un uomo che non ha mai nascosto niente a nessuno, un uomo d'onore che che perseguiva i suoi scopi fino alla fine senza preoccuparsi di sé stesso.
    Recentemente sto riguardando X-men The animated series e pure lì Magneto è molto più in gamba del vecchio pelato!
    Alla fine comunque Logan è davvero il miglior leader che gli X-men possano avere, forse dopotutto dobbiamo ringraziare scisma che ha fatto finalmente venire fuori le tensioni tra Precisino Summers e Wolvie e che ha finalmente fatto dire a quest'ultimo "Alla rossa son sempre piaciuto di più io, bafangule!"

    RispondiElimina
  30. Ricordo come fosse ieri il numero di GIXM in cui Onslaught rivela a Jean che Xavier da anni fosse innamorato di lei.

    bello stronzo..

    E a differenza di Ciclope, che almeno con Claremont era un GRAN personaggio (ho letto da poco Uncanny 175, dove da solo sgomina gli X-men posseduti da Mastermind), umano e credibile nelle sue debolezze (quasi commovente il suo INIZIALE rapporto con Madeline), Xavier non ha speranze. Persino con il Claremont che fu era un bello stronzo.

    Magneto Was Right

    RispondiElimina
  31. Non è che Wolvie stia messo poi così bene, come qualche antrista pare credere: vi ricordate si chi girava continuamente con le X-Squinzie più giovani (Kitty e Jubilee) con la scusa dell'"addestramento"... :)

    RispondiElimina
  32. Mi ricordo anche il suo comportamento durante le Guerre Segrete dove visto che cammina vuole mettersi a capo del gruppo...

    RispondiElimina
  33. Precisino on: Doc, il Fenomeno è in IRLANDA :-)

    Out of topic
    I disegni dei primi anni erano molto LOL. Soprattuto Iceman che sembra zucchero filato antropomorfo o un pupazzo di neve ad aprile

    Nell'ultima vignetta della scena "Xavier finge di aver perso i poteri", la Bestia (o comunque quello che dice) "We can't remain leaderless...", sembra uno dei tanti "cloni Kirbeyani" (con tutto il rispetto per l'artista):
    CAP: http://4.bp.blogspot.com/_zVkw-exJFjM/TFrj72YQuGI/AAAAAAAAAKo/E7l7NziGAcc/s400/Captain-America+Kirby.jpg e http://3.bp.blogspot.com/-cIk8Wg0VdGg/T7SGdlUOMFI/AAAAAAAABNI/JfDjZ3po7q4/s1600/kirby_face_front_avengers.jpg
    THOR: http://static.flickr.com/4122/4807562928_23dbfab3b1_b.jpg e http://www.fantasymagazine.it/imgbank/ARTICOLI/thor_kirby.jpg
    ANGEL: http://2.bp.blogspot.com/_3Rc6Tb9etmc/TEMsgkkyYXI/AAAAAAAACJ8/-g5zdbpk91s/s1600/X-Men+%2313+(Kirby).jpg

    E' solo una mia impressione? Secondo voi è solo uno "stile" per disegnare protagonisti maschili?

    Altri esempi:
    Hawkeye http://3.bp.blogspot.com/-xTUwxTMwfOs/T6VsTfbRo1I/AAAAAAAAAP4/DF4jtA3qDX8/s1600/Hawkeye_h189.jpg

    (Gi)Ant Man http://i.ebayimg.com/t/Avengers-28-FNVF-Kirby-Heck-Giacoia-Giant-Man-Goliath-Super-Bright-/00/s/MTYwMFgxMTE0/$(KGrHqZ,!qgE-y+Ppm)yBP0lnKJ,c!~~60_57.JPG e http://4.bp.blogspot.com/_PB-O1yT5EYg/SSzcA9amDRI/AAAAAAAAZY4/ncZyxZQmECI/s1600-h/talesastonish_55_kirby.jpg

    Se vogliamo, anche Silver Surfer http://i455.photobucket.com/albums/qq280/watchmen7/tta93.jpg e Hulk http://www.dialbforblog.com/archives/272/spidey_1a.gif


    Out of topic per out of topic: 2 lollosissimi Hulk vintage http://1.bp.blogspot.com/-UDZPNb9MTTc/T7qfusxKiMI/AAAAAAAABGA/fkqpnfocgzk/s1600/avengers2a.jpg
    http://3.bp.blogspot.com/-9AIc-NN8oGY/TpXRupqlINI/AAAAAAAAAeA/OrkYs7Tl0AU/s1600/avengers-crop.jpg

    RispondiElimina
  34. Sarebbe da considerare anche l'atteggiamento verso Cain (suo fratellastro), e verso Cassandra (sorella gemella) ... per non parlare di tutta la faccenda degli Illuminati ... Doc, c'è spazio per un altro topic, mi sa. :-)

    RispondiElimina
  35. @skull
    Beh ha 200 anni, con chiunque sarebbe pedofilo =)

    RispondiElimina
  36. Logan è stato con TUTTE le donne del Marvel Universe. Almeno un paio di volte. Zia May, probabilmente, inclusa.

    RispondiElimina
  37. Magneto mi dà l'impressione di un brav'uomo gentile e sensibile, mentre il professor X mi dà l'impressione di un tizio un po' inquietante e poco affidabile.

    Insomma il "cattivo" secondo me ha l'aria meno pericolosa del "buono". :P

    RispondiElimina
  38. @ lunsei: Magneto è pur sempre l' Hitler del mondo degli X-men! Si che Xavier è praticamente un dittatore megalomane anch'egli, però adesso non esageriamo! (per l' aspetto fisico, uno è un apparantemente innocuo tizio sulla sedia a rotelle, l'altro indossa un costumino da super-eroe e si atteggia sempre... Sul serio, mai una posa rilassata/naturale, per lui, sempre una prima donna, sembra).

    RispondiElimina
  39. Xavier a quanto pare ha sempre fatto schifo a tutti.
    Se Cyke,aveva dalla sua ammiratori o fan,per Chuck ci sono solo sputi e calci.

    Ho sempre trovato assurdo che un uomo sui 40/50 anni,non riuscisse a capire che provare amore verso un adolescente e' una cosa da carcere.
    E cercare di fottere la moglie a colui che lo reputa come un padre, e' da............................guarda,mi sa nenache Hitler era cosi' merda.

    RispondiElimina
  40. Ma no, ma no: a noi ci piaceva(ci) il Magneto del periodo di Claremont e Lee (Jim). Quello che forse ce n'era con Rogue, quello che era uno Xavier molto, ma molto, molto, molto, molto, molto più cazzuto.
    Non quello di prima o il cagnolino di Ciclope di oggi (lui e Namor a prender ordini da Summers: una TRISTEZZA)

    RispondiElimina
  41. @Doc
    Un girono salterà fuori che Logan chiami Peter e dica " Peter sono tuo padre . Mi sono bombato tua madre quando eravamo nei servizi segreti e tuo padre era creduto morto in una missione. Quando abbiamo scoperto che era vivo, io e tua madre abbiamo deciso di tenere il segreto per non farlo soffrire..... non sapevo che l'avevo messa incinta ... vieni qui e abbaraccia il tuo vecchio, ragazzo"
    Cactus, questo sì che sarebbe un colpo di scena della Marvel-Madonna!
    Ora chiamo la Marvel e gli chiedo se mi assumono come sceneggiatore di Spidey per siluppare questa mia grandissima idea ( che detto seriamente, non è più stupida di questa storia che Ciclope aveva un terzo fratello di cui nessuno ha sentito parlare per anni ) :P

    RispondiElimina
  42. E il bello Doc, che una colpo di scena simile spiegherebbe tante cose, a partire dalla passione di Peter per le rosse ( Tale padre, tale figlio!) :D
    Però non ditelo a voce troppo alta che se ci sentono in quel di Nuova York son veramente capaci di fare una cosa simile ( Quesada sicuramente l'avrebbe fatto)!!

    RispondiElimina
  43. @ Doc (a bit OT)
    Dottore, sono daccordo su tutto, ma a me il PierinoX mi sembra comunque nu principiante!
    Voglio dire... Non potrà mai superare il livello di Giuda universale raggiunto da Giulia in Ken il Guerrirero!!! Cioè questa li manda tutti a morire senza mollarla manco a nessuno dei vari meenkioni che costellano la serie! Ma vi ricordate l'estrema dose di "senso di donna" (stronzaggine) che culmina dicendo a quel figaccione, innamorato di lei fin dalle prime esperienze autoerotiche, di Yuza: "A bello! Vai a prendere quattro pizze da Raoul che così Ken fa in tempo ad arrivà qua al castello" "e possibilmente mori perchè m'annoi chè me stai a ronzà attorno da quando c'ho tre anni e m'allontani i maschioni come Zeta."
    E così per Shin che si beve le meenkiate di Jagi, tutte le forze di Nando che si sacrificano in massa, e Toki segretamente innamorato, e quel pirla di Ken costretto a stimolarsi gli tsubo da solo... e Raoul che se solo Julia gliel'avesse mollata avrebbe colmato il senso di vuoto materno risparmiandoci tutti sti migliaia di morti innocenti... Cioè Giulia è il Male per antonomasia, è la Donna col Ciclo, la Fidanzata: quell'essere mitologico metà mestruo e metà scarpe nuove!!!
    Chiudo l'OT... ma ce lo fai un articolino su sta gran vH?

    RispondiElimina
  44. Xavier non è né buono, né giusto, né più saggio di tanti altri cervelloni del Marvel Universe... è stato semplicemente il primo degli homo superior a dire "Ehi, diamoci una regolata". E' significativo come personaggio storico, come iniziatore di un processo che è più importante dell'uomo che l'ha creato (ossia il sogno di una razza di mutanti, e mettiamoci pure tutti i superereroi, che riesce a darsi delle regole e fondare una società futura promettente) , ma tutti i personaggi storici hanno zone d'ombra.

    In un immaginario libro di storia, verrebbe studiato come lo descrive Doc in tutte le sue contraddizioni.

    Xavier e Magneto, al di là dei tragici fatti di vita che li hanno divisi e resi rivali, sono sostanzialmente due persone uguali: entrambi NON hanno avuto MAESTRI, non hanno avuto una moralità a disciplinarne i poteri, hanno sempre fatto quel che cazzo hanno voluto perché non esisteva nessun proto-Xavier a disciplinarli verso l'ordine o il caos.


    Magneto ha agito secondo gli insegnamenti che poteva trarre dal mondo imperialista e fanatico che lo circondava: se non vuoi farti schiacciare assumi il potere.

    Xavier ha agito come il classico americano dell'alta borghesia convinto di incarnare i sacri principi educativi divini, e ha usato le sue risorse per "evangelizzare" i mutanti visti come versione aggiornata del "selvaggio" da educare.

    Il modo in cui entra in contatto con i vari X-men della seconda genesi è evidente, non cerca dialogo con loro ma semplicemente li colleziona come figurine, ribadendo la sua superiorità antropologica non in quanto mutante, ma in quanto "americano" portatore di cultura e civilizzazione superiori a un'Europa, un'Africa, un Giappone dei primi anni Ottanta descritti come fossero periferie del medioevo... senza contare quanto in precedenza la sua educazione repressiva tramutava gli X-men originali in obbedienti soldatini dando a ciascuno un ruolo ma REPRIMENDO le loro possibilità.

    Sotto Xavier Ciclope era a un decimo delle sue capacità, Iceman non si è mai evoluto perché Xavier stesso non lo cagava e lo relegava a bimbo del gruppo, Jean non ha mai esplorato la portata dei suoi poteri con un allenamento che l'avrebbe potuta aiutare a gestire il contatto con Fenice, Warren è rimasto per troppo tempo un bamboccio ricco che probabilmente Charles spremeva con sostanziose donazioni alla scuola...

    E Hank?
    Ha fatto la cosa migliore di tutti.
    Se n'è andato, ha fatto la sua carriera, è diventato scienziato e vendicatore.
    LONTANO dal repressivo Xavier, rimanendo col quale sarebbe regredito a neanderthaliano.

    Aveva ragione Claremont: per crescere gli Xmen dovevano superare Xavier.

    RispondiElimina
  45. Adesso però che Xavier è in secondo piano e che gli x-men sono diventati qualcosa di diverso sono tornati alla scuola. Per quanto Wolverine e gli X-men sia una bella serie mi sembra un voler ignorare tutto quello successo da M-day in poi.

    RispondiElimina
  46. Certo che tra Xavier e Niles Caulder, il Capo della Doom Patrol, i paralitici non ci fanno una bella figura nei comics supereroistici.
    Entrambi scienziati, entrambi leader di supergruppi reietti(ancora devo capire come si possa considerare tale un gruppo dall'altissima componente di gnocca come gli X-Men)ed entrambi stronzi manipolatori di prim'ordine.
    Mentre per Caulder la rivelazione della sua vera natura è stata evidente e plateale (la conclusione della run di Grant Morrison), il Professor X ha sempre mantenuto un "basso profilo" talmente subdolo nel corso degli anni, da risultare agli occhi dei lettori più distratti sempre come uno dei "buoni".

    L'unica paralitica davvero brava rimasta, Barbara Gordon, poi l'hanno fatta riabilitare col reboot...ma magari è stata lei che temeva di essere associata a certa gentaglia.

    RispondiElimina
  47. A me invece Wolverine e gli X-men piaciucchia: intanto è ispirata a New X-men di Morrison a cui sono dedicati palesi omaggi, e poi ci pone un personaggio stanco e iper-sfruttato come Wolverine in un nuovo ruolo una volta tanto DAVVERO inedito e ricco di possibilità, dando nuovo impulso al discorso "crescita dei personaggi" che sembra tanto dimenticato nei mutanti di oggi (e no, rinnegarne le basi spingendosi a isolarsi e a distruggere l'idea di base non mi sembra un'evoluzione ma un modo strumentale per perpetuarne la giocattolosità eterna).

    Più che altro la mia lamentela è che sembra una cosa leggera, incapace di andare troppo oltre qualche scena divertente e ben disegnata, almeno per i numeri che ho letto finora.

    Per gli sviluppi dell'M-Day, che considero orripilanti, c'è l'altra testata fatta apposta.

    RispondiElimina
  48. @mdqp

    Non paragoniamo Magneto ad Hitler! E' ovvio che gli autori fanno una volutissima associazione fra i due (non a caso, Magneto è, ironicamente, un ebreo), ma è altrettanto ovvio che Magneto non vuol essere un Hitler dei supereroi.

    Magneto vuole la pace, non la guerra: la pace del genere mutante. E' presentato come un vecchio saggio, dedito alla meditazione ed alla riflessione, ed è presentato come una persona capace di una grande sensibilità.

    Che, poi, certo, allo stesso tempo è anche un tipo così follemente egoista nei suoi ideali, che è capace di fare un genocidio di persone pur di ottenere i suoi obiettivi. Che poi è un tipo talmente aggressivo e fanatico che anche i suoi stessi figli gli stanno alla larga.

    Ma è quello il bello; è un personaggio potenzialmente molto complesso.

    Di sicuro la citazione ad Hitler è solo una piccola parte del personaggio di Magneto. Se Magneto fosse come Hitler non sarebbe un personaggio carismatico e, a volte, presentato come protagonista o anti-eroe.

    RispondiElimina
  49. @shoryuken: "Ho sempre trovato assurdo che un uomo sui 40/50 anni,non riuscisse a capire che provare amore verso un adolescente e' una cosa da carcere."
    Forse non hai ben chiaro cosa sia l'amore. FARE SESSO con un'adolescente, è una cosa da carcere, quello sì.
    Ma è una cosa MOLTO diversa.

    Pensa, nel mondo reale, a quanti uomini maturi sposano felicemente una diciottenne: pensi forse che se ne innamorino solo nel giorno del diciottesimo compleanno?

    "E cercare di fottere la moglie a colui che lo reputa come un padre" è una cosa che io sto ancora aspettando che qualcuno mi dimostri che Xavier ha fatto.
    Essere INNAMORATI (in silenzio e in disparte) di quella moglie, è anch'essa una cosa molto diversa.

    In sintesi:
    Is Xavier a jerk? Yes, absolutely.
    Does Xavier molested or unrespcted Jean? NO, absolutely.

    RispondiElimina
  50. @Giuda

    Un appunto fuori luogo, ma... già odio profondamente questa orrenda abitudine di infilare frasi in inglese quando non è assolutamente necessario (siamo ITALIANI), figuriamoci poi quando le frasi non hanno neanche il minimo senso dal punto di vista grammaticale.

    RispondiElimina
  51. Potrei aprire una discussione infuocata denunciando "ha" e "hai" etc usati come preposizioni, "a" e "ai" etc. usati come verbo... ma so che da Juventino non sarei accolto bene come troll :-)

    RispondiElimina
  52. Questo lo dico sempre rispetto alla serie animata quindi non so se è così in versione cartacea.
    Una cosa che mi è sempre piaciuta è il profondo rispetto che c'era tra Magneto e Xavier. Anche se con modalità opposte, perseguivano l'idea di pace solo che il primo desiderava l'integrazione con gli esseri umani non mutanti, mentre l'altro, deluso dalle idee di pace e uguaglianze e memore ancora dell'Olocausto, non crede proprio nell'esistenza di integrazione tanto che alla fine ha pensato all'idea di un piccolo pianeta apposta per i mutanti.
    In giovinezza amici, alla fine rivali, ma sempre con rispetto.
    Secondo me potresti realizzare un post su Magneto.

    RispondiElimina
  53. Sebbene il Magnus buono sia sicuramente affascinante, razionalmente mi schiero con Morrison, che in un intervista lo definiva -al netto dei bei discorsi- un razzista nemico dell'umanità.

    Cosa che a conti fatti è. Quanti morti ha causato negli anni?

    E sono per caso meno morti perchè Magnus è un personaggio affascinante e sfaccettato?

    Noi di Voyager pensiamo di no!

    RispondiElimina
  54. Mah... io considero che Magneto fa parte sia di una etnia che di una razza che sono entrambe fatte oggetto di tentato sterminio, cosa che lui ha provato in pieno sulla propria pelle. Sinceramente mi sentirei in estremo imbarazzo a guardarlo in faccia e dirgli "hai torto a voler obbligare le cose a cambiare". Non sono d'accordissimo con il proposito di Magneto (ci sono soluzioni migliori e meno dispendiose in termini di risorse, almeno dal punto di vista dell'Universo Marvel XDXD) ma se fossi un mutante mi sentirei più tutelato con lui piuttosto che con Xavier.

    RispondiElimina
  55. >Non paragoniamo Magneto ad Hitler!

    Ma cosa ha fatto Magneto nella sua carriera come supercriminale?
    Non era un politico carismatico, era un terrorista E omicida. Se ne fregava altamente delle vite degli homo sapiens coinvolte nella sua devastazione, ha distrutto una cittadina russa, mandato un sommergibile con gente dentro a fondo, nel celebre n. 150 di Uncanny stava praticamente provocando la terza guerra mondiale!
    Posso capire che tutti noi, me compreso, da bambini eravamo sedotti dalla prosa di Claremont, e che l'antieroe che predica la violenza contro la filosofia del buono spesso troppo accomodante possa piacere, ma rendiamoci conto del FATTI.

    Magneto ha ucciso e causato dolore a tanti homo sapiens che non andavano certo a fare roghi contro i mutanti.

    Questo lo rende un nuovo Hitler.



    >Magneto vuole la pace, non la guerra: la pace del genere mutante. E' presentato come un vecchio saggio, dedito alla meditazione ed alla riflessione, ed è presentato come una persona capace di una grande sensibilità.


    No, no, no: cazzate. Vecchio saggio forse, tutti i grandi criminali esibivano pose shakesperiane da saggi meditabondi, ma conta quello che fai, non quello che filosofeggi. Le azioni hanno conseguenze, se Magneto avesse voluto la pace non avrebbe dichiarato GUERRA più volte al genere umano.
    E poi che pace intende? La "pax romana", quella del nemico soggiogato e quindi incapace di nuocere? Ci credo che quella è pace, ma si tratta di pace eterna.

    Magneto è intimamente convinto che l'homo sapiens sia solo in grado di soggiogare e sterilizzare le razze che ritiene pericolose. Nessuno lo convincerà MAI del contrario perché lui ha vissuto sulla pelle ciò di cui gli uomini sono capaci.

    Questo, ironicamente, non ha creato un personaggio saggio e pacifista, ma l'esatto contrario. Uno che è convinto di dover soggiogare l'uomo prima che l'uomo stesso faccia altrettanto.


    >Che, poi, certo, allo stesso >tempo è anche un tipo così follemente egoista nei suoi ideali, che è capace di fare un genocidio di persone pur di ottenere i suoi obiettivi.


    Hai una strana nozione di pacifista, lasciatelo dire.



    >Ma è quello il bello; è un personaggio potenzialmente molto complesso.

    Ma qui nessuno vuole togliergli la sua complessità E' complesso, certo. Ma è anche irrimediabilmente dannato e votato alla tirannia. Forse l'unico che poteva, che lo stava tirando fuori da quella spirale, era Claremont. Ma siamo ormai lontani svariati anni da "quel" modo di concepire gli X-men e il fumetto in generale, ossia una lunga epopea narrata da un solo scrittore che gestisce tutto e fa crescere i personaggi come gli pare.

    Qui siamo ormai all'eterna cristallizzazione dei personaggi, stai sicuro che Magneto si prenderà qualche pausa da "buono" ma tornerà sempre nella ciclica spirale di violenza, per non confondere chi conosce solo le icone, i giocattoli, le versioni cinematografiche e non si sente obbligato a seguire i fumetti, pretendendo di ritrovare i personaggi sempre uguali.

    E un Magneto condannato al ruolo di cattivo per essere giustificato a livello narrativo deve diventare l'invecchiato guerrafondaio nazistoide mirabilmente tratteggiato da Morrison.

    >Di sicuro la citazione ad Hitler >è solo una piccola parte del personaggio di Magneto. Se Magneto fosse come Hitler non sarebbe un personaggio carismatico e, a volte, presentato come protagonista o anti-er

    Se Hitler non fosse stato carismatico, non avrebbe condotto un paese al genocidio. Tutti i più grandi grezzoni della storia sono catalizzatori enormi di consenso, vedi Bossi o Berlusca.
    Ma poi, ripeto: piccola parte?

    I personaggi non sono solo i loro soliloqui, sono anche quello che FANNO.

    Magneto cosa ha fatto? Ogni volta che si mette l'elmetto è o non è un pericolo pubblico tranne qualche rara pausa?

    RispondiElimina
  56. >Mah... io considero che Magneto >fa parte sia di una etnia che di una razza che sono entrambe fatte oggetto di tentato sterminio, cosa che lui ha provato in pieno sulla propria pelle. Sinceramente mi sentirei in estremo imbarazzo a guardarlo in faccia e dirgli "hai torto a voler obbligare le cose a cambiare".


    Cosa???

    Quindi se succedesse qualcosa di tremendo a me e alla mia famiglia avrei ragione automaticamente a predicare morte e violenza?


    Siccome faccio parte di un'etnia che ha subito questo e quest'altro devo andare in giro a punire chi non c'entra... nel caso di Magneto l'intera razza umana non mutante?

    Ma sentirsi in imbarazzo un paio di palle, io lo prendo, lo metto in una prigione che annulla i suoi poteri e poi getto la chiave in un buco nero. Gli devo dire: "Prego, signor Mutante, uccida pura la mia famiglia e faccia esplodere la mia città creando dal nulla un vulcano, lei ha perfettamente ragione, anzi mentre è impegnato a sterminare l'intero quartiere in cui sono nato le porgo umilmente le scuse dell'intera razza umana per quello che Hitler ha fatto agli ebrei".

    Ma per favore, ragazzi, su...


    E se fossi un mutante non mi sentirei tutelato con nessuno di questi due vecchi residuati del secolo degli orrori (Xavier e magneto a pari merito).

    Piuttosto, chiederei a qualche mutante particolarmente in gamba e dotato di raziocinio e capacità di vedere le cose in prospettiva(e ce ne sono molti: Hank mcCoy in primis) di creare una SUA scuola, nella quale mettere i miei figli mutanti e la mia famiglia al sicuro.

    Mandarli in guerra con Xavier o con Magneto è la stessa cosa, ritornerebbero sicuramente in una bara.

    Non è la filosofia di Xavier a essere sbagliata, ma il vecchietto arrogante autonominatosi prof. che per tanti anni l'ha praticata. Mi tengo la filosofia e butto il predicatore.

    Nel caso di Magneto, a essere sbagliata non è l'idea dell'autodifesa, ma il vecchietto ossessionato dal ricordo dei campi di sterminio che la predica. Per cui anche in questo caso butto il predicatore e mi tengo l'esigenza, affidandola a mutanti più adatti a gestire l'ordine pubblico e la politica di gestione umani-mutanti senza tramutarlo in distopia (due nomi tra tutti: l'ottimo poliziotto Alfiere o Kitty Pryde, dotata di potenzialità come politico e mediatore tra umani e mutanti).

    RispondiElimina
  57. Giovani: buonini, su. Non ci scaldiamo, ché già fa caldo.

    Poi, oh: si fa per ridere. Son personaggi dei fumetti

    RispondiElimina
  58. Comunque io credo che tanto odio nei confronti di Ciclope il buon Dottore li abbia perché non l'ha mai visto così:

    http://2.media.dorkly.cvcdn.com/58/47/d00f5947e340ede1782ba1a239429dc7.jpg

    RispondiElimina
  59. >Poi, oh: si fa per ridere. Son personaggi dei fumetti

    Il mio tono è un po' nerdaiolo/concitato, se sembra che mi sono scaldato scusate :D

    RispondiElimina
  60. No, Marco, sei oro! Continua anche in altri post del Doc! :D

    Sembra di vedere i dialoghi ridicoli e assurdi di Clerks!

    "Ti arrivano gli estremisti di Sinistra, e distruggono tutto coi laser!" AHAHAHAH!

    Ci additeranno sempre come grotteschi, e giustamente! AHAHAHAH!

    RispondiElimina
  61. Scusate, ma caldeggio l'atteggiamento di Marco. E' vero che si parla di fumetti, ma qui si parte dal presupposto di parlarne come se fossero veri. In quest'ottica Magneto ha mille ragioni che fanno comprendere perchè si comporta come si comporta, ma nessuna chelo giustifica. A parte la storia del sottomarino russo, in quel caso ha reagito al fatto che gli avevano sparato contro un siluro.
    Quanto alla intrinseca stronzaggine del Professor X, una volta scoperte determinate cose Ciclope lo ha gentilmente mandato a quel paese, dimostrando di non essere la docile marionetta che tanto spesso viene evocata nell'Antro (anche se non mi è mai stato chiaro come hanno fatto a cacciarlo dalla Scuola. Cioè, "fuori da casa tua!"?

    RispondiElimina
  62. Mi associo a Scott (e quindi a Marco).

    RispondiElimina
  63. @ Marco

    Niente da dire, Marco, da grande fan di Magneto mi trovo in realtà d'accordo con tutto quello che hai detto sull'interpretazione del personaggio.

    Ad eccezione, però, di una sola cosa. Tu hai scritto:

    "Magneto ha ucciso e causato dolore a tanti homo sapiens che non andavano certo a fare roghi contro i mutanti.

    Questo lo rende un nuovo Hitler."


    Se così fosse, allora la Storia sarebbe piena zeppa di Hitler in ogni dove. Se ogni volta che un leader fa una sanguinosa guerra per ottenere qualcosa (che sia la libertà, che sia il potere, che sia la ricchezza), diventa automaticamente un nuovo Hitler, allora tutti sono degli Hitler, da Alessandro Magno a Nobunaga Oda.

    Capisci quello che intendo? Dubito proprio che dietro a un pazzo come Hitler ci fossero degli ideali, o anche solo l'idea di voler fare qualcosa di buono.
    Magneto ha degli ideali, e vuole ottenere qualcosa di buono. E lo sai bene anche tu, che hai descritto molto bene il personaggio.

    Magneto = Hitler è una intepretazione del personaggio sbagliata, e a dire il vero, se proprio ci fosse un Hitler nel mondo Marvel ci sono dei candidati che ci si avvicinano molto di più (il dottor Doom per esempio, lui sì che è razzista, sociopatico e del tutto fuori di testa).
    Ma dato che Magneto è ebreo, e dato che predica la superiorità di una razza rispetto ad un'altra, ecco che si fa questa sbagliatissima associazione. Anche gli skrull predicano la superiorità della loro razza (e molto di più di Magneto) e non mi pare che siano mai stati paragonati ai nazisti.

    RispondiElimina
  64. @lunsei: "il dottor Doom per esempio, lui sì che è razzista, sociopatico e del tutto fuori di testa"

    Interessante, questo tuo appunto: posso ricordarti che Victor, in realtà, ha degli ideali e pensa di voler fare qualcosa di buono per il mondo?

    Nella sua idea, Victor Von Doom vuole dominare il mondo, perchè pensa di essere la persona migliore per farlo ... questo fa di lui un Hitler?

    Sì, direi. Ma, sempre per lo stesso motivo, anche Magneto è un Hitler.

    Il ragionamento è delicato e complesso, ma perfino lo stesso Hitler in persona non può essere visto solo come un sociopatico senza ideali ... anche Hitler, nel suo modo distorto e inaccettabile, voleva fare qualcosa per migliorare il mondo, per adeguarlo ai suoi ideali (ricordi? razza ariana, dominazione delle "razze abiette", eccetera eccetera ...)

    Il discorso è quanto mai complesso e delicato, ma quando si va a parlare di ideali, non si può dimenticare che OGNUNO di noi, anche la persona peggiore, in realtà ne ha.

    Esemplare è il caso di una vecchia storia di Warlock, nella quale lui uccideva (con la gemma dell'anima) un crudele e inumano Giudice della Chiesa del Magus, colpevole di eccidi e violenze ... solo per scoprire (con la gemma ne aveva assorbito ricordi e personalità) che perfino quel Giudice riteneva sè stesso un uomo onesto e puro, che faceva quelloche faceva solo in nome di un altissimo Ideale, per migliorare l'Universo intero.

    RispondiElimina
  65. No, no. L'unico ideale di Doom è se stesso.

    Dici:

    "Interessante, questo tuo appunto: posso ricordarti che Victor, in realtà, ha degli ideali e pensa di voler fare qualcosa di buono per il mondo?"


    Sbagliato. Doom ha sempre detto e ripetuto con chiarezza di voler fare solo e soltanto i suoi interessi.
    Doom pensa che se ottenesse il potere assoluto farebbe bene al mondo.... non perché vuole fare del bene al mondo, ma perché pensa di essere la persona migliore del mondo, ergo nessuno è più degno di lui a comandare tutto. Doom non vuole aiutare nessuno, ma è follemente megalomane e quindi pensa che sia giusto che tutto gli spetti e che qualsiasi cosa fatta da lui sia la migliore.

    Ora, poniamolo in contrasto con Magneto. Nonostante i metodi discutibili, e nonostante sotto sotto sia un po' un egoista (proprio come il suo amico/rivale Xavier), Magneto vive in funzione di un ideale da raggiungere, e per questo si circonda di una "setta" di persone che condividono il suo ideale.
    Doom invece non ha altro obiettivo che se stesso: avere più potere per se stesso, più conoscenza per se stesso, etc. Infatti Doom non si circonda di fedeli seguaci che condividono i suoi ideali; bensì di servi soggiogati a lui.

    Il fatto che poi Latveria sia lo Stato più stabile e tranquillo del mondo, ovviamente, serve a dare un senso distorto alle convinzioni di Doom.
    Perchè dipende dal lato in cui guardi la cosa: certo che a Latveria sono tutti apposto ed e tutto sistemato - però sono tutto e tutti sotto il controllo di Doom.

    RispondiElimina
  66. Rainbow Stalin20 luglio 2012 15:58

    Uhm, sul Dottor Destino però non concordo. Il fatto è che la sua caratterizzazione oscilla paurosamente a seconda di chi lo scriva, per esempio Waid in Unthinkable lo mostra come uno che farebbe qualsiasi cosa pur di bagnare il naso a Reed. Byrne, Claremont e in tempi recenti Millar e soprattutto Hickman lo mostrano come un uomo desideroso di controllo su tutto e tutti, ma roso da questo sogno al punto di svuotare sé stesso pur di arrivarci. In Doomwar vediamo che l'unico futuro pacifico possibile per l'umanità è sotto Destino: è sbagliato perché rimane una dittatura, dopodiché la grandezza del personaggio rimane.

    Poi sul razzismo è vero che sostiene la superiorità culturale dell'Europa sugli Stati Uniti (e che Hudlin ad esempio gli fa insultare gli africani), ma in Latveria non ci sono discrimazioni e anzi i gitani sono tutelati. Anzi, su CB&MI13 Cornell gli fa rispondere a Dracula con affermazioni decisamente antirazziste. Fine OT.

    Sulla questione Mags mi schiero con Lunsei, se guardiamo la cosa da una prospettiva in-universe i mutanti sarebbero stati sterminati decenni fa se non ci fossero stati nuclei di resistenza, anche armata.

    RispondiElimina
  67. ok, a questo punto dico la mia su Doom. è vero che si cambia in base all'interpretazione dell'autore, ma non si può trascendere. Waid ha esagerato:per permettergli di sconfiggere Reed gli fa prima sacrificare Valeria, suo primo ed indimenticato amore, e poi mandare all'inferno, in balia dei demoni, il piccolo Franklin. Ecco, Victor, quello che tutti conosciamo, non si comporta così, e non perchè sia un buono, ma perchè è talmente pieno di se stresso che considererebbe priva di significato una vittoria ottenuta così. lui non vuole semplicemente uccidere Red, quello avrebbe potuto farlo in mille modi diversi. vuole dimostrarsi migliore, e per farlo deve giocare non dico pulito, ma almeno evitando simili orrori. esemplare del carattere di Doom è per me la sua uccisione della Susan venuta dal futuro, che lo aveva catturato ed umiliato. successivamente manda anche i fiori al funerale, ma la uccide, semplicemente perchè deve. Così come è esemplare il fatto che aiuti Susan (quella del presente) a partorire, salvando lei e la bimba:uno smacco per Reed incancellabile.

    RispondiElimina
  68. Come padre quello ultimate è anche peggio, è il padre di Proteus...

    RispondiElimina
  69. @lunsei: sei stata un po' dura con Giuda... Alla fine la sua frase nella lingua della perfida Albione era una risposta alla prima vignetta del post (che era in Inglese)

    RispondiElimina
  70. poi, certo, gli proporrei un ripasso delle voci dei verbi...

    RispondiElimina
  71. @amuro

    Sì, è vero, sono stata un po' rompiscatole con Giuda e mi spiace.

    Era stata una brutta giornata, così quando mi sono messa al computer ero nervosa e mi sono espressa in modo troppo aggressivo. Mi scuso!!

    RispondiElimina
  72. La "guerra" di Magneto contro il mondo è basata su motivi razziali.
    L'analogia che faccio con Hitler è ancora più calzante se pensi che in realtà "mutanti" e "umani" non appartengono a razze diverse. La mutazione è un adattamento all'ambiente, non il presupposto di una razza diversa.
    E se di uomini stiamo parlando, senza alcuna retorica, Magneto ha il dovere sociale di lavorare all'integrazione, a prescindere da qualsiasi torto gli sia stato fatto.

    Magneto, nel suo mondo interiore, ha elaborato una sua "soluzione finale" per la felicità suprema.
    Tutti noi, in realtà, creiamo nel nostro cervellino "soluzioni finali" a go go, mentre aspettiamo l'autobus e qualche deficiente ci schizza sgommando in macchina o facendo cagare il cane a pochi metri da noi. Per fortuna appena scesi dall'autobus il delirio passa. Ad alcuni invece non passa mai, e hanno tanto carisma da convincere gli altri delle loro scemenze... perché oltre al carisma non serve nient'altro, ogni essere umano è predisposto per natura a seguire la prima teoria farneticante che gli permette di dispensare violenza.

    Magneto non ha superato Auschwitz... posso solo dire che rispetto il suo dolore e sono consapevole che non potrò mai comprenderlo. Ma non posso giustificarlo, perché socialmente mette in pericolo me e i miei cari. Gli direi di farsi curare e di lasciar perdere "ideali" che partono come presupposto dal terrorismo e dalla "necessaria" uccisione di civili.


    Xavier e i suoi, con tutte le zone d'ombra rilevate, sono comunque "socialmente" più aperti e positivi. Pongono in essere una società del futuro, non un presente di morte.


    Von Doom è un politico che persegue i suoi interessi e che gode COMUNQUE di seguito a Latveria. Buona parte dei Latveriani (non dico tutti, perché non vorrei fare apologia della tirannia, ma è un dato di fatto che i latveriani si pensino come monarchia, non come repubblica, e per tradizione vedano Doom come erede dei vecchi monarchi) vede Doom come un incrocio tra un capo di stato e il loro "personale" Capitan America, incarnazione dei valori della cultura latveriana esattamente come Rogers incarna quelli USA.

    Siamo nel mondo Marvel, un mondo in cui i capi di Stato hanno una maschera da supereroe e Steve Rogers rischiava di diventare presidente.


    Poi nella sua carriera di supercriminale ha più volte perseguito (con un bizzarro senso dell'onore) i propri interessi tentando di appropriarsi di fonti di potere che i supereroi USA ritenevano non adatte all'uomo.

    In questo senso, non lo si può assolvere. Si è macchiato di crimini contro l'umanità e dovrebbe sottoporsi a un'autorità più alta di lui per essere giudicato.

    RispondiElimina
  73. @Marco:condivido quanto dici su Magneto e Xavier. Alla fine l'idea di Magneto dell'asteroide M non era male:per chi interessa, per i mutanti che rinunciano all'integrazione col resto del mondo, c'è posto, non rompiamo le scatole a nessuno, ma a chi le rompe a noi facciamo malissimo (e messa così ne avrebbero pure il diritto). il problema è che devi rinunciare ad una vita nel mondo per rifugiardi su un pezzo di roccia.
    Relativamente a Von Doom, molti Latveriani lo apprezzano anche perchè, rispetto al precedente governo, ugualmente repressivo, lui garantisce un tenore di vita che prima neanche si sognavano (meglio tirannia e povertà o tirannia e benessere? messa così.... quanto all'autorità superiore, Von Doom non ne concepisce.

    RispondiElimina
  74. @Marco:condivido quanto dici su Magneto e Xavier. Alla fine l'idea di Magneto dell'asteroide M non era male:per chi interessa, per i mutanti che rinunciano all'integrazione col resto del mondo, c'è posto, non rompiamo le scatole a nessuno, ma a chi le rompe a noi facciamo malissimo (e messa così ne avrebbero pure il diritto). il problema è che devi rinunciare ad una vita nel mondo per rifugiardi su un pezzo di roccia.
    Relativamente a Von Doom, molti Latveriani lo apprezzano anche perchè, rispetto al precedente governo, ugualmente repressivo, lui garantisce un tenore di vita che prima neanche si sognavano (meglio tirannia e povertà o tirannia e benessere? messa così.... quanto all'autorità superiore, Von Doom non ne concepisce.

    RispondiElimina
  75. Molto interessante, il dibattito che si è sviluppato su Magneto e Destino.

    Certo, entrambi sono "totalitaristi", e ci sono delle differenze sui loro metorid e motivazioni.

    Magari, chissà, prima o poi il buon Doc ci offrirà anche un topic sui Dittatori Marvel ...

    Per intanto, aggiungo che:
    - imho, Magneto è più "hitleriano", perchè si può fare un parallelo fra la "razza mutante" che lui teorizza come "superiore" e i cui interessi difende (fino alla conquista del mondo intero), e la "razza ariana" di Hitler;
    - Destino, tutto sommato, potrebbe essere paragonato più a ... Fidel Castro.

    RispondiElimina
  76. PS: per la questione dell'inglese ... no problem, at all.
    Thanks to amuro, anyway.

    "Lei spikka italiano?" (a chi riconosce la citazione, un no-prize).

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails