Thor: Ragnarok, la recensione senza spoiler

Thor Ragnarok poster recensione
Ti guardi attorno, sconvolto e leggermente depresso. Un'intera sala che ride in modo sguaiato dopo una battuta. A meno di trenta secondi dalla battuta precedente e a massimo un minuto, un minuto e mezzo dalla successiva. E avanti così, per oltre due ore di film. Tutti ridono, AHAHAHA, sputando popcorn e dandosi di gomito. Credevi di essere pronto al tipo di film sfornato dal neozelandese Taika Waititi, ma no, non eri pronto manco per niente. Perché non immaginavi che Thor: Ragnarok fosse un film in cui eroi e villanzoni inanellano figure dimmerda e gag idiote per 130 minuti. Non eri pronto, insomma, a un film Marvel di Pio e Amedeo nello spazio [...]

I trailer avevano reso ben chiaro che no, Thor: Ragnarok non sarebbe stato neanche lontanamente una pellicola epica sul crespuscolo degli dei norreni, qualcosa di maestoso e imponente come i vari cicli narrativi dei fumetti del Dio del Tuono dedicati all'argomento. Ti promettevano, quei trailer lì, un carrozzone coloratissimo, un'avventura spaziale con le dinamiche di ridere e le musichine al synth in cui infilare, accanto ai compagnoni Thor e Hulk e a una Valchiria di colore (Asgard sempre più colma di persone di colore, grazie alle politiche della Boldrini e dei suoi amici), quella roba della distruzione e palingenesi di Asgard. Surtur, Fenris, Hela la dea della morte e delle caramellissime Elah. Solo che Thor: Ragnarok va, appunto, molto oltre. Molto molto oltre.
La Valchiria venuta da Westworld
e il commando ultrà dei fan alieni di Hulk (really)
Bastano i primissimi minuti, quello scambio di battute tra Thor e Surtur (no, cioè: SURTUR) per far capire che andazzo prenderà tutta la faccenda, una commedia che non si prende sul serio neanche per mezzo secondo, neppure dopo un massacro. Un incubo per chi ha trovato fuori luogo le scenette del secondo Thor, la gag della metro o dell'appendiabiti, visto che ora ci hanno costruito attorno tutto un cacchio di film. Ma anche la conferma per chi temeva (eccolo!) che il successo dei due Guardiani della Galassia portasse a una guardianidellagalassizzazione coatta anche di altri film che avrebbero meritato un tono ben diverso. Perché, per quanto possa sembrare incredibile, in Thor: Ragnarok mancano perfino quei due, tre momenti un attimo più seri o romantici che nei due Guardiani spezzavano la sequela di gag. Qui ci sono solo lo Zio del Tuono (giuri) e le battute sul pene di Hulk (no, sul serio). Qui c'è solo paura e disperazione mentre la gente attorno sputa il popcorn perché questi Pio e Amedeo del cosmo sono troppo forti, minchia, oh, ahahaha.
Sì, volendo si potrebbe prendere il tutto per quello che è, una commedia fracassona, e provare a farsi due risate dinnanzi all'ennesima figura di palta del figlio di Odino e dei suoi compagni di merende e bevute di idromele. Ma "volendo" nel senso di "riuscendo ad accettare la cosa", e tu non hai la benché minima intenzione di farlo. Per il semplice fatto che Thor non è Ant-Man o Star-Lord, ma il fot*uto Dio del Tuono. Non il fratello del padre di, proprio il Dio del Tuono. Hai patito l'assenza di epicità nel primo film, hai mal digerito l'approccio del secondo, ti ritrovi con le braccia cascate a terra (e non solo quelle) di fronte a quello che mezza Internet ha impiegato molto meno di un istante a etichettare come un Natale a Sakaar.  
Con Gianni e Hulkotto, che gran quarantotto
Puoi capire che a chi è a digiuno di fumetti Marvel e Thor l'abbia visto al massimo in un paio di altri film freghi zero, abbia del popcorn da sputare con le battute cretine, per cui gli vada bene tutto. Che critichi, fatti i fatti tuoi, minchia oh, ahahaha. Ma tu hai vissuto il tutto con la stessa sensazione straniante di quando vedi uno fare una figuraccia e hai pena per lui. Thor Fantozzi, dei conti se ne occupa lo ziu del tuono Antunellu. Una farsa in cui, con la scusa del famolo di ridere, t'hanno sminchiato Surtur, Hela e pure tutta la fighissima storia di Planet Hulk, di suo meritevole di un film spaccaossa e pianeti, e non di esser derubricata al rango di sottotrama di ridere. Due ore di battute per un finale che di epico non ha niente, visto che ci sono le gag pure lì. Durante le mazzate con Fenris, mentre Asgard va incontro al suo destino, pure dopo.
Hai aspettato per tanti anni l'avvento dei film Marvel sul grande schermo, hai gioito di fronte a questa serializzazione che riempiva le stagioni al cinematografò di nuovi capitoli e nuovi eroi, e hai respinto più volte le accuse frettolose di chi sosteneva che la Disney avrebbe trasformato tutto in una serie di commedie per famiglie. Perché il secondo Capitan America (ma anche il terzo, via) e Doctor Strange, scherzone del mantello a parte, non sono i Guardiani o Ant-Man. Pensavi che, al netto di qualche gag, si potesse modulare il tono dell'ormai canonica formula "film Marvel", quella in base alla quale il regista non conta spesso un'infiocchettatissima, in base a personaggi e ambientazioni. Thor: Ragnarok è l'antitesi di tutto questo. È fare commedia con un pantheon scalciaculi e un personaggio che dovrebbe essere altezzoso e serio come una divinità piovuta dal cielo, più o meno letteralmente.
Te ieri in sala (ma meno figo)
Ma poi, almeno le gag facessero ridere: hai trovato "di livello Shrek" su una scala da zero a film di Veronesi almeno tre quarti dei numeri comici del film. Sei arrivato ai titoli di coda prosciugato da 130 minuti di Zii Thor e battute scrause, fuori posto come un tonno sul Monte Grappa. Qualcuno dirà che è divertente e che non puoi prendere sul serio un tizio biondo che vola aggrappato a un martello. Che, sostanzialmente, meglio così che com'è andata con i due Thor precedenti, nel senso che meglio prenderla a ridere, se serio non viene bene. Te vorresti poco umilmente controbattere che a quel punto allora manco i tizi vestiti come una bandiera, i miliardari misantropi con la fissa per i chirotteri, il fantasy in generale. Se l'inverosimile potesse essere declinato solo in farsa, giusto perché è inverosimile, allora niente, sarebbe tutto finito. A quel punto fanculo i Batman di Nolan e Burton, allora, ci tenevamo solo il telefilm con Adam West.
Ecco, facciamo solo i docufilm su Jimmy il pescatore di merluzzi. Magari le sue battute fanno ridere davvero, anche e soprattutto senza peni di Hulk. Ma tanto, alla fine, ai Marvel Studios sai che frega di sminchiarti Ragnarok e il suo protagonista: sale piene, tutti felici, bella zio. Del Tuono. 







Thor: Ragnarok
Recensito da: DocManhattan DocManhattan Data: Oct 26 2017
Voto: 2,5

Commenti

  1. Immaginavo fosse una cretinata "epica" ma sarei andata lo stesso a vederlo domenica.
    Dopo aver letto "zio del tuono" (cosa sarebbe, la traduzione di Thunderdude? No, davvero, non è una battuta, voglio saperlo seriamente. Sono curiosa.) però mi è passata talmente la voglia che nemmeno la simpatia che provo per Waititi riuscirà a farmela tornare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In inglese non so, ma la gag (ah ah ah) è dovuta solo ad un misunderstanding che poi ti tirano davanti per tutto il film.

      Elimina
  2. Mi aspettavo molte meno presidentesse dopo una recensione del genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Copio e incollo da FB, dove ho appena risposto a un'osservazione simile:

      "Non vi fissate ogni volta sui voti, per cortesia. È un 5, insufficiente. Per te un film da 5 com'è? Che vale i soldi spesi per vederlo? Per me no. Poi magari ai fan dei Guardiani a cui non frega niente di Thor fa pure fare due risate. A me, per i motivi descritti, per niente".

      Se un film è insufficiente, è insufficiente. Che prenda un 4 scolastico o un 5, sempre una sòla resta. Detto questo, i voti non solo solo 0 e 10 come ci ha insegnato l'Internet. Ci sono quelli in mezzo, mi piace usarli.

      Elimina
    2. Doc, suggerisco di passare ad una scala che vada da 1 a 4 Presidentesse.

      Elimina
    3. Non era una critica eh sia chiaro, è solo che fatico a trovare nel testo il minimo punto a favore, mi sarei aspettato al massimo una presidentessa se non mezza, poi se è da 5 e non da due come pensavo tanto meglio visto che lo vedrò comunque!

      Elimina
    4. Anch'io mi aspettavo un voto più basso, tipo una Presidentessa e mezza. Nella recensione ho avvertito chiaramente la tua sofferenza nel vederlo.

      Elimina
  3. E quindi un film blasfemio come manco un veneto all'osteria ! Ma il bambino me lo chiede: per lo meno si menano ? Il fanciullo ha bisogno di escatologiche risse, di brutali legnate da wrestling blockbuster, senza troppe pretese. Thor e Hulk menano almeno come nei film di Bud Spencer e Terence Hill o sparano vaccate tutto il tempo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto ieri sera e devo dire che hai descritto perfettamente il tipo di film... Vai tranquillo! ;)

      Elimina
  4. il secondo batman di tim burton era abbastanza farzoso anche lui eh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farzoso nel senso di fatto da perzone falze? :)
      (niente a questo livello. Questo è più comico dei film dei Guardiani, per rendersi conto. Tolto Heimdall, non c'è alcun altro personaggio privo di gag, Hela compresa).

      Elimina
    2. E pure lì... Heimdall dio norreno che arriva dritto dritto dalla Blaxploitation non lo digerirò mai. Capisco che Idris Elba abbia il mutuo da pagare il mutuo come tutti noi... ma Heimdall nero, proprio no....

      E ai voglia a "spiegarci" che gli asgardiani del MCU sono alieni...

      Elimina
    3. @Fabrizio Spinelli:
      non solo ti do ragione completa, ma rilancio dicendo che anche la valchiria di colore è una caxxata pazzesca. Non è per il discorso raziale, è proprio che è una caxxata. A sto punto potevano fare pure Black Panther cinese...

      Elimina
    4. la questione della quota razziale politiamente corretta ad Asgard ha fatto ridere i sassi fin dal primo film. Arriveremo al punto da proporre una torcia umana di colore e... ecco , mi zittisco e tiro avanti l' orologio dell' apocalisse di un buon quarto d'ora.

      Elimina
    5. @Lo Zione Lardass: che poi anche nel caso di T'challa... È bene ricordare che il personaggio deve più il suo nome per via del movimento americano che non per il più noto felino, che è molto raro in Africa e più comune in Asia. Quindi forse un Black Panther cinese o "pilippino" ci stava pure!😂

      Elimina
  5. NATALE A SAAKAR

    D'accordo al 100%

    RispondiElimina
  6. Mi immaginavo un film epico spezzato da qualche battuta. Peccato, come al solito.

    Sempre più spesso mi immagino la Disney che produce film scrivendo le sceneggiature utilizzando grafici a torta sulle preferenze del pubblico, tutto supervisionato dal team del politicamente corretto che killa tutto ciò che potrebbe lontanamente essere ritenuto offensivo dal primo Napalm51 che passa.

    Vai che sotto i ferri arriva EP8.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Non solo la Disney: vogliamo parlare delle ultime due stagioni del Trono di Spade, una fanfiction da 10 milioni di Talleri a episodio?

      Elimina
    3. Il Trono l'ho droppato finita la prima stagione.
      Il problema attuale del Trono è che hanno finito le idee ma non vogliono far finire la serie. Come tanti carrozzoni di quel tipo, superata una certa massa critica, la gente continua a guardarlo anche se non gli piace per vedere come va a finire.

      Elimina
    4. Non hanno finito le idee. La colpa è di Martin che in sei anni non ha cacciato fuori un cacchio di libro su cui basarsi.

      Elimina
    5. In questo caso, come dici tu, è proprio palese che non hanno idee.
      Non avere un libro da cui prendere le sceneggiature per me è non avere idee. Martin non va avanti a scrivere per vari motivi tra cui, immagino ci sia, il non avere delle idee valide per andare avanti. Un non avere idee al quadrato :P

      Elimina
    6. La colpa infatti è solo in minima parte degli sceneggiatori. Finché c'era Martin su cui basarsi andava bene finito il materiale hanno dovuto improvvisare

      Elimina
    7. Eh, ma c'è modo e modo per "improvvisare": fare tutti i buoni bad ass, trasformare i cattivi carismatici in buoni e segare tutti i malvagi non è scrivere una sceneggiatura ma accontentare i fan più doddoloni

      Elimina
  7. Ho tentato fino alla fine di avere un minimo di fede, ci volevo fortissimamente credervicisiti ma quando hai scritto "natale a sakaar" la scimmia ha azionato una delle trappole suicide di Vile Coyote.
    Una cosa è far ridere, un'altra è essere presi di petto dal treno (Brigitte Bardot) del ridicolo.
    Speravo al più in una roba caciara alla Flash Gordon che da qualche parte aveva anche un poco di fantasy epico.
    Un'occasione sprecata che butta parecchio giù. Inizio a dubitare che la scimmia si ripresenti per il resto del MCU(lo).
    Boh non so nemmeno se sperare che abbiano un buon riscontro di pubblico per le eventuali conseguenze.

    RispondiElimina
  8. Visto ieri sera e devo dire che sono rimasto deluso anche io. Mi aspettavo un film epico, dato che si parla di divinità e i presupposti per sviluppare una signora trama c'erano tutti, ed invece sembrava di guardare Scary Movie o qualche film del genere. Avere un villain come Hela ed una attrice bravissima ad interpretarla e "sprecarla" mi ha ricordato molto il Mandarino di Iron Man 3. Ho trovato particolarmente di cattivo gusto il voler ridicolizzare ogni personaggio con gaffe che sul momento mi hanno fatto ridere, ma che subito dopo mi hanno fatto vergognare per gli attori stessi che le hanno interpretate...
    Menzione di disonore per Dottor Strane. Io avrei evitato di inserirlo in quel modo, tanto fondamentalmente non apporta nulla alla trama, anzi...

    RispondiElimina
  9. Il problema secondo me è sempre lo stesso: ci dimentichiamo che il pubblico principale di questi film non siamo noi nerdoni appassionati di fumetti, a noi ci hanno già in pugno.
    Il pubblico principale sono o i bambini e i ragazzini da trasformare in nerdoni che spendono pacchi di soldi con le action figures o gli adulti che i fumetti di Thor non li hanno mai letti, per cui comunque il concetto di supereroe è già di per sé un concetto infantile o comunque "poco serio".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quindi Winter Soldier o Civil War (che di action figure e merchandising ne ha venduto a pacchi) li ho visti solo io. Qui non si tratta del problema solito "film Marvel per famiglie". Qui si tratta di capire se una storia di Thor può diventare più comica dei Guardiani della Galassia.

      Elimina
    2. Secondo me è una reazione ai primi due. Il primo cercava l'epicità con tutto il feeling del fumetto originale: Asgard con architetture assurde, full Kirby costumes, Thor arrogante giovane guappo... ma con il pubblico non ha cliccato un po' per come hanno gestito la storia.

      Il secondo lo volevano bello dark e peso, ma hanno decisamente cannato i nemici e... boh, ancora devo capire quale sia il vero problema del secondo.

      con il terzo, dato che serviva anche da collegamento tra MCU terrestre e MCu cosmico si saranno detti: Ma sì, facciamo un casotto in stile GotG e facciamo tutti contenti.

      Solo che, come dice il doc, non hanno dosato la cosa.

      Cheers

      Elimina
    3. I prodromi per un film di Thor pieno raso di gag c'erano tutti già dal primo film. Thor non l'hanno MAI presentato come il Dio del Tuono dei fumetti. E' sempre stato uno ragazzone che alla fine smette di fare lo sborone e fa la cosa giusta.
      Da qui a farci un film comico il passo è stato breve. Per quanto mi riguarda è il Thor filmico ad essere scritto in modo diverso.
      Già Cap ha un altro spessore e quindi gli hanno cucito addosso dei film seri come il 2° e il 3°.

      Detto questo smichiare i personaggi per renderli più godibile a fasce più ampie di pubblico per me è blasfemia ma oggi è la regola. Vedi quello che hanno fatto con i vampiri in Twilight. Per me un vampiro è Alucard di Hellsing non quella roba lì.

      Elimina
    4. Non ho ancora visto il film ma do fede e... no, Thor a me, vecchio lettore dei suoi fumetti manco di striscio mi ha mai fatto pensare a gag, non c'era proprio verso, anzi io avrei scelto un attore a impersonarlo con la faccia molto più di pietra e più grosso e tontone pur epico, Thor cazzo se appena avesse fiutato una mezza gag avrebbe sterminato tutti gli astanti, e io avrei applaudito, persino Hulk era meno serio, perché Thor sarebbe comunque un Dio, neh!
      Poi ok, magari dandogli una dimensione supeseria e epica un paio di gag ce le buttavi pure dentro, e proprio per quello. Confidando, anzi sperando, nel perdono di Thor.
      Il problema è che questi sono tempi di ironia e sarcasmo e risata un tanto al chilo e d'obbligo, che tutti ci seppellirà.

      Elimina
    5. Per come hanno presentato Thor nel MCU: sì può diventare più comica dei Guardiani della Galassia.

      Elimina
    6. Il fatto che il pubblico non è composto da noi nerdoni spiega anche cretinate colossali come i tre film di Star Trek di J.J. Abrams e il nuovo deludentissimo Star Trek Discovery. Tanto per passare dal fumetto alla fantascienza.

      Elimina
  10. Ahia... speravo in un dosaggio ragionato della cosa... leggero nei momenti giusti e, quando serve, via i sorrisi e mano alle mani strette a pugno, ma...

    Disney baby.

    Peccato... se capita una domenica di pioggia ci faccio un salto, altrimenti meglio un giro in montagna.

    Cheers

    RispondiElimina
  11. Oddio....livello Vanzina, ti maledico Disney....

    RispondiElimina
  12. Andato ieri sera, ho riso per non piangere. Io e il mio compà, che a casa ha un mijlionir riprodotto fedelmente ed ora siamo tutti in grande difficoltà. Io incredulo e lui inconsolabile. Ancora devo digerire sta delusione.

    RispondiElimina
  13. Per fortuna Infinity War è in mano ai fratelli Russo, e il "tuo" Pantera Nera dal trailer sembra tutta un'altra cosa. Il mix giusto fra umorismo e azione si ha nel primo Avengers, da quello che ho capito qui hanno sbracato completamente...

    RispondiElimina
  14. D'accordissimo...
    Tutti che ridono e io che penso.. ma che m. di film hanno fatto?
    Spero almeno la DC sia più seria nei prossimi film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Justice League non ci spererei troppo :)

      Elimina
    2. Con Whedon (sopravvalutatissimo mestierante imho) che ha rimaneggiato e tagliato a più non posso?
      Seeee, campa cavallo...
      A sto punto mi tengo Snyder e la sua mestizia, almeno lui i fumetti li legge e un suo stile ce l'ha, per quanto certi suoi detrattori seriali non lo ammetteranno mai.

      Elimina
    3. Snyder i fumetti li legge, sicuro.
      "In the Frank Miller comic book that I reference, he [Batman] kills all the time"
      Ceeeeeerto, come no! XD

      Elimina
    4. +MisterZoro
      E allora? un'iperbole può scappare a tutti, ciò non toglie che sia un regista che ha sempre cercato di rispettare il soggetto originale da cui prendere ispirazione per i suoi cinecomics. Basta guardare il film su Watchmen per rendersene conto.
      Oppure alcune inquadrature e linee di dialogo in MoS che rimandano inevitabilmente all' All-Star Superman di Morrison.
      Sempre meglio quello piuttosto che fregarsene totalmente come ha fatto sto taikavattelappesca con Thor.

      Elimina
    5. @Kon, per chiarire: io sarei un estimatore di Snyder, ho apprezzato tantissimo il remake di Zombi e amo tuttora Watchmen (i suoi punti più alti), mi è piaciuto 300 e anche Man of Steel, ebbene si, a me Man of Steel era piaciuto un frappo, e bada bene che io ODIO Superman...
      Ma quello che Titikaka o come cacchio si chiama l'hawaiiano ha fatto con Thor è la stessa cosa che Snyder ha fatto con Batman, perché rendere il vigilante di Gotham un assassino come il Punitore non è "un'iperbole" e non può scappare, perché così si ridefinisce il personaggio in toto.
      Uno ha reso Batman un assassino e Thor un bifolco cazzone che spara battute, dove sta la differenza?
      Poi oh, che la cosa dia fastidio o meno è un'altra storia, ma questi sono i fatti

      Elimina
    6. Che Snyder abbia voluto il "suo" Batman in BvS non ci piove.
      Ma, a pensarci bene, dobbiamo fargliene una colpa? Il problema, se proprio dobbiamo definirlo tale, è che per il "suo" Batman si sia ispirato *anche* ad Holy Terror, oltre al solito The Dark Knight Returns.
      Però il casino è stato fatto a monte proprio dallo stesso Miller, che si era messo in testa di trasformare il pipistrellone in un omicida pazzo che faceva saltare le moschee a colpi di lanciarazzi in HT...
      Snyder sarà rimasto impressionato (non so in che modo e sinceramente nemmeno voglio saperlo) e avrà fatto ammazzare qualche manigoldo dal "suo" Batman.
      La differenza c'è eccome alla fine, ed è sempre quella: Snyder le sue belle ricerche le fa, cerca di estrapolare cosa va e cosa non va da una vignetta al grande schermo. Che poi possa non piacere è legettimo.
      In Thor 3 non succede nulla di tutto questo: si sacrifica tutto sull'altare della grassa risata e buonanotte.

      Elimina
    7. Beh Whedon i fumetti li scrive....

      Elimina
  15. Doc credo che la risposta stia nell'importanza di questo film. Gli serviva un film "riempitivo" che collegasse Thor alla Infinity War. Lo hanno fatto con una scena dopo i titoli di coda. Punto. Il resto del film era pura carta bianca per il regista per prendere tempo fino al prossimo film.

    RispondiElimina
  16. Purtroppo ho avuto sentore di m*rda già prima di qualsiasi trailer, non appena lessi il nome del regista: sto Taikavattelappesca, che in vita sua ha diretto soltanto commedie "brillanti" (così amano illudersi i sedicenti critici di cinema che lo apprezzano) valeva per me come un enorme cartello ambulante con su scritto "Thor è fo**uto"
    E siccome non sono affatto presuntuoso mi quoto pure da solo:
    [img]https://i.imgur.com/Xxp3GgP.png[/img]
    Non preparo nemmeno la canna da pesca...

    RispondiElimina
  17. Sono completamente d'accordo con te a metà.
    Sì, il trailer era abbastanza mimmo per dirmi che non avrei dovuto spendere delle cocuzze al cinema per di più in "anteprima a pagamento" (esistono anteprime gratis? Illuminatemi).
    No, non è comico quanto Guardiani della Galassia (il primo). Lì le battute erano più "serie", qui ti casca la mascella.
    Per concludere, la chicca del filmato finale finale che è cacca allo stato puro. Il primo non lo avevo capito dato che ho visto dopo il trailer di Infinity War.

    RispondiElimina
  18. Sto sentendo pareri discordanti su questo film. C'è chi lo ama, c'è chi lo adora. Penso che la recensione migliore sia la tua Doc, che è nel mezzo.

    RispondiElimina
  19. Questa recensione ha ammazzato la mia scimmia. Già nutrivo forti dubbi visto come mi hanno ammazzato Planet Hulk, ma sapere che tutto il film è la versione marvel di una puntata di Emigratis mi devasta emotivamente. Nada cinema questo giro, se un giorno vorrò farmi del male, troverò il modo di vederlo.

    RispondiElimina
  20. Doc capisco la delusione soprattutto perche il dio del tuono merita un altro trattamento. Il problema non é thor ma la direzione. Hemsworth é un ottimo comico e le battute lo risaltano. Hulk apprezzatissimo in avengers dove era la spalla comica ha floppato nei film piu drammatici. In vista di avengers 4 thor é il collegamento tra la terra e i guardiani quindi il suo film deve essere a tema. Estetica colorata e battutame.
    Non é che la Disney non possa fare film epici e drammatici. Semplicemente ha scelto per thor....per vari motivi il tono farsa.
    Ci sta che non piaccia. Ci sta che il film sia da 5. Ma tant è

    RispondiElimina
  21. Va bene tutto quanto, ma chi diamine sono Pio e Amedeo?

    RispondiElimina
  22. Ma vedi che ho ragione a non andare con gli amici a vedere il film della disnei Sabato?
    Che poi, che razza di amici sono quelli che ti portano a vedere un film così, dico io...

    RispondiElimina
  23. io ho cominciato a leggere i fumetti marvel partendo da thor , ed erano storie molto belle e prevalentemente drammatiche . ho paura per questo film ma ho paura più che altro che per accontentare bambini e finti nerd , mandino tutta la baracca in vacca


    lo vedrò comunque per stare insieme agli amici ma sono un po deluso .

    RispondiElimina
  24. Aspettavo con ansia che tu recensissi per poter commentare e sfogarmi dello schifo che ho visto ieri sera...
    Ma no nulla,hai detto tutto tu,TUTTO,non si può aggiungere altro alla recensione di un vero True Believer a cui hanno distrutto un dio.
    Posso solo dire che è il PEGGIOR film Marvel mai fatto,Thor the Dark World era solo brutto e noioso,ma Ragnarok è SBAGLIATO,semplicemente sbagliato per il personaggio e la sua ambientazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, mi permetto di ricordarti Ghost Rider e Ghost Rider 2. Se è peggio di quelli devo andarlo a vedere per forza.

      Elimina
    2. Si ma quando parlo di film Marvel mi riferisco a quelli Marvel Studios non a quelli paralleli.

      Elimina
  25. Doc sei così contrariato da questo film che la canonica quota di blackwashing holliwoodiano ‘sto giro l’hai notata anche tu... allora non è materiale esclusivo / appannaggio di “veneti stanchi leghisti razzisti fascisti uronazisti”! :D

    Scherzi a parte, esco ora dalla sala: forse il film MCU che ho apprezzato di meno in assoluto. Con un paio di scoregge / tette in più era un nuovo capitolo di American Pie in salsa fantasy / space comedy. Tristissimo.

    RispondiElimina
  26. Visto martedì sera.Preso come film in sé e per sé (facendo finta che non sia Thor) è molto divertente.Ma ricordandosi improvvisamente che è un film di Thor allora capisci che siamo di fronte ad una parodia.Ed è una cosa sbagliatissima considerando l'epicita' di storia e personaggio.La domanda è: si può fare con Thor un film alla Guardiani della galassia ma ancora più scemo ?.Risposta : NO
    Vogliamo parlare della gag del teatrino (con quei camei...) e sulla virilità di Hulk ?

    RispondiElimina
  27. Mi unisco al coro...
    Una parodia sulla falsariga dei Guardiani.
    Colpi di scena ampiamente anticipati da anteprime e trailer, abuso di quote etniche, comicità con giochi di parole da peggior film francese...
    Thor completamente avulso dal suo background, dovrebbe essere un eroe "fuori dal tempo" ma si comporta da showman alla Zelig.
    Anche i nuovi comprimari non hanno specificità, siano alieni o asgardiani.

    RispondiElimina
  28. mannaggia io ci speravo che Taika facesse qualcosa di origniale e carino, ma certo non e' un regista da blockbusteroni e beh, l'epicita' non fa proprio parte del suo stile. Peccato, davvero.

    RispondiElimina
  29. Lo senti questo rumore? E' la Disney Doc, e tu (purtroppo) non puoi farci niente.

    RispondiElimina
  30. scusate, visto che sono all'estero, visto che sono un fan di thor e sta versione surfista californiano mi sta in culo... qualcuno mi spoilere la storia dei fulmini senza martello e se alla fine del film li caccia ancora o é solo un power-up temporaneo? grassie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. - spoilerino -




      Quella parte del film è il classico "l'eroe scopre che il potere è sempre stato dentro di lui e non nel gadget che ha perso" .
      Si era visto anche nei comics anni 90 quando Thor aveva sostituito il babbo sul trono, e temo che a meno che non si inventino una bancarella di souvenir in uru lungo la strada per infinity war continuerà così.

      Elimina
    2. merci molto gentile.
      vabbe dai alla fine é come nei fumetti, che a senconda dell'interpretazione mjolnir passa dall'essere fonte del potere a mezzo per direzionarlo(preferisco quando i fulmini li comanda anche senza)

      Elimina
    3. In realtà è piuttosto probabile che Mjolnir torni, visto che

      SPOILER SUL CASTING DI INFINITY WAR

      I rumors sostengono che Peter Dinklage sia stato preso per interpretare il Nano Fabbro di Nidavellir che ha creato il Guanto dell'Infinito (e, forse, pure Mjolnir stesso) in una sequenza di IW. Facile-facile che Thor si faccia forgiare un nuovo martellozzo in questa occasione.

      Elimina
  31. Non è per godere delle disgrazie altrui, ma dato che io i fumetti non li mai seguiti tanto (ho però mantenuto gli studi del figlio di Bonelli), non mi colpisce nel profondo. Sono schifato ovviamente perché è una mancanza di rispetto ma loro la giustificano con i soldi incassati.
    Dicevo, ora capisci come noi fan di Star Trek abbiamo sofferto di fronte ai film di James. Di fronte a personaggi snaturati e alla totale mancanza di rispetto di 50 anni di storie rinnegate. Di fronte a un regista che prende milioni di dollari per fare un film e non perde tempo a guardare il materiale da cui quel film nasce.
    Da fan a fan, avete tutta la mia comprensione.

    RispondiElimina
  32. Volevo scrivere JJ ma il correttore si è rifiutato

    RispondiElimina
  33. Voi che leggete i fumetti Marvel, per piacere potreste dirmi...

    SPOILER

    ...a chi appartiene la mega astronave che gli asgardiani incontrano nella la prima sequenza durante i titoli di coda?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SPOILER

      è la Sanctuary, la nave di Thanos

      Elimina
  34. anni 2000,Thor appena tornato dall'heroes reborn è a new york in mezzo alla solita distruzione ed allora un poliziotto esclama "dice di essere di un dio".Thor si gira e con uno sguardo sprezzante di lato che neanche in treno quando le persone passavano in rassegna le suonerie nella sua maestosità esclama:DICE DI ESSERE? be ciao thor ti ricorderò così maestoso imponente ed epico

    RispondiElimina
  35. e vorrei aggiungere che tutto questo mi ricorda della rece a fumetti di iron man 3 del buon vecchio Leo Ortolani dove l'imperatore walt darth sidious dettava "DEVE FAR RIDERE"ad ogni scelta...

    RispondiElimina
  36. È la prima volta che mi trovo in totale disaccordo con te, a me il film è piaciuto molto, ignorante come fare le penne col motorino in piazza per due ore! È vero l epicità è andata ad escort quasi completamente, ma io non sono un fan del Thor a fumetti e quindi probabilmente non ho termini di paragone, però ho trovato la pellicola curata e l idea di mischiare draghi, cavalli alati guerrieri fantasy ed astronavi per me è un sogno che si realizza... Comunque recensione efficace come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che su Thor (a fumetti) da sempre si mischiano Draghi con astronavi (vedi già il primo episodio) e anche con robba urbana e politica. Ma alla fine, anche nelle prime storie, Thor è un eroe e questo traspare su ogni storia, comprese quelle brutte. Alla fine Thor alza il suo cavolo di martello e vince il male! Questo film fa sembrare "Thor e Hulk, gli invincibili" degli anni 80/90 un capolavoro degli action movie epici!

      Elimina
  37. Hanno definitivamente trasformato il Dio del tuono in Marthorfello: sarà il primo film dei Marvel Studios che non vedrò al cine e, quasi sicuramente, nemmeno in home video, relegandolo alla valle di lacrime in cui pascolano Elektra, Fantastic 4, Catwoman, Batman & Robin, Spawn, Green Lantern, etc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. rido da dieci minuti su marthorfello

      Elimina
  38. ...che voglia di risentire la sigla di Gianni e Pinotto, eseguita dagli "Alfa"....

    RispondiElimina
  39. Il problema è la "guardianizzazione" dei prossimi prodotti Marvel.
    Il primo Guardiani è, secondo me, il peggior film mai realizzato dopo i Fantastici 4 e il nuovo Ghostbusters.
    Non ho ancora avuto il coraggio di vedere il secondo, ma il fatto che sia stato un successo al botteghino mi fa tremare al pensiero che, dopo questo Cinepanetthor, anche i prossimi abbiano la stessa impronta.
    Spero in Pantera Nera e soprattutto i due Infinity War, una delle mie saghe cartacee preferite.

    Avendo visto recentemente Wonder Woman mi sono reso conto di una cosa; quando vedo un film DC vedo un film di Supereroi, quando vedo uno degli ultimi film Marvel, vedo un filmettino per famiglie.
    Per ora salvo solo Winter Soldier, Civil War e Doctor Strange.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io ho schifato i Guardiani!

      Elimina
    2. Se il primo non ti è piaciuto non guardare il secondo perché contiene più battute stupide dell'altro (però il villain è molto meglio!)
      Personalmente a me i Guardiani non dispiacciono affatto, però il loro stile deve appartenere ai loro film; io non voglio vedere "Thor della Galassia Vol.3"
      io voglio vedere "Thor: RAGNAROK", e Ragnarok vuol dire fine del mondo, c***o!
      P.S. Non salvi neanche il primo Iron Man?

      Elimina
    3. Vedrò il secondo Guardiani giusto per la Continuity in vista di Infinity War....anche se ne farei volentieri a meno!
      Il problema non sono i Guardiani in sé, hanno il loro stile e possono piacere o meno.
      La loro popolarità però ha già contagiato almeno un film, come se di gag non ce ne fossero già abbastanza nei film Marvel.
      Mi toccherà vedere anche Thor Ragnarok, sempre per il discorso di cui sopra, ma ciò che mi spaventa è proprio quello che dici tu; il trovarsi davanti uno pseudo clone dei Guardiani, con le battutine, le astronavi, la musica fighetta e un'impronta più Pop.

      Il primo Iron Man sì, dai, si salva.
      E anche il primo Cap a pensarci bene.

      Elimina
    4. A me sono piaciuti i 2 film sui Guardiani, ma se non ti piace il primo, evita il secondo, non mi sembra neanche tanto rilevante per la storia generale, a parte la scenetta dopo i titoli di coda.

      Elimina
  40. Secondo il mio modestissimo parere personale non è un male la deriva pseudo-comica che ha preso la serie di film dedicata al Dio del Tuono. Anche io, come te, sarei stato un purista e avrei puntato sull'epicità del personaggio. Ma questa strada è stata sperimentata già nei primi due film che non hanno avuto grande successo (almeno tra i fan), quindi si doveva per forza cambiare qualcosa. Probabilmente sarà Black Panther (almeno spero) quello più serioso della cumpa, mentre Thor e Hulk, novello duo comico, saranno i simpatici cialtroni del MCU.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di epicità non ne ho vista molta nemmeno nei primi due.

      Cioé, proprio non ricordo una sola scena epica.

      I primi due Thor sono secondo me privi di una vera identità. Ci sono tanti elementi (la storia d'amore, le crisi familiari, qualche accenno all'essere un leader... Poi, certo, le botte!) ma quasi messi a forza, senza sapere bene cosa farci.

      Elimina
    2. Sì, hai ragione, mi sono espresso male. Volevo dire che hanno provato nei primi due film a inserire qualche spunto (o "sputo") di epicità, nel grande pastiche di generi senza anima, esattamente come sostieni tu. Per questo motivo hanno invece deciso di cambiare completamente rotta e rendere il tutto stile commedia americana degli anni '80... Certo, con il personaggio di Thor non ci azzecca una beneamata, però almeno un'identità l'hanno trovata!! ;)

      Elimina
  41. Doc, quel tuo "bella zio. del Tuono" niente, mi ha steso, nel senso che non ho la forza di alzarmi per andare a vederlo al cinema (cosa che comunque non avevo fatto già con gli altri due, e con dr strange). Detto questo, giro i pollici fino all' uscita di black panther

    RispondiElimina
  42. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  43. A me un pò di umorismo nei miei supereroi non dispiace ma questo Thor... no, proprio no.

    RispondiElimina
  44. Partiamo (con tutta la buona volontà) dal presupposto che il Thor disneyano non è quello dei fumetti.

    Anche così, è secondo me un peccato che un personaggio dalle potenzialità di Thor sia stato ridotto ad una macchietta.

    Insomma, forse a casa di Topolino hanno preferito allontanarsi dalle ombre del Superman messianico di recente memoria.

    Però è un peccato, a me Thor è sempre sembrata una via di mezzo tra Superman, Conan il barbaro e qualche elemento di Highlander, per via dell'immortalità. Che nella sua identità segreta fosse un medico zoppo, era un ulteriore aspetto interessante.

    Di spunti a cui attingere ce n'erano tantissimi, quindi peccato, anche se sono sicuro che incasserà bene lo stesso.

    Gira e rigira, forse i migliori film sui supertizi rimangono il primo Superman ed il primo Batman.

    Forse non a caso, ancora una volta sono stati rappresentativi di toni e tematiche diverse (si rideva pure in Superman, tanto per dire)rimanendo però maggiormente fedeli all'essenza dei personaggi.

    RispondiElimina
  45. Ciao Doc!

    Ti ringrazio perchè hai descritto con le parole perfette cosa penso di Thor:
    "Qualcuno dirà che è divertente e che non puoi prendere sul serio un tizio biondo che vola aggrappato a un martello."
    Ecco, esatto: non sono mai riuscito a prenderlo sul serio. E per me è diverso da "il fantasy in generale" (e la anche dalla fantascienza, già che ci siamo).

    Posso credere ad un mondo dove i maghetti volano sulle scope, posso credere ad un mondo dove un miliardario fa il guardiano notturno, posso credere a dei robottoni che ci salvano dagli alieni, a dei gargoyles che si animano di notte... posso crederci perchè mi appaiono "coerenti". Devo sospendere l'incredulità solo una volta, all'inizio del film/fumetto... non all'inizio di ogni scena/vignetta.
    Per questo non riesco proprio a credere all'attualizzazione degli dei olimpici/nordici: nei fumetti Marvel mi sembrano completamente non-credibili, incoerenti, fuori posto come la maionese sui mandarini.
    (Non solo perchè Thor è un personaggio Marvel che dev'essere difeso a prescindere.)

    La coerenza del mondo Marvel è il problema che mi ha sempre lasciato perplesso: combattono insieme uno morso da un ragno, quattro irradiati da radiazioni cosmiche, un'altro da radiazioni verdi, un ricco, un dio nordico, un umano col supersiero in circolo, una strega rossa ecc... tutte genesi diverse e che mi suonano male. Gli Xmen risolvevano la questione alla base con gene x, ma poi sono stati sempre più messi da parte (sia al cinema che nei fumetti), peccato.
    (Il discorso vale anche per Battlestar Galactica: le citazioni di Atena e compagnia olimpica mi suonano pretestuose ogni volta, e ogni volta mi fanno rabbrividire.)

    Quindi: a me Thor non sembra MAI epico (rispetto a Wolverine, ad esempio, non c'è paragone), nemmeno quando vuole esserlo, e, anzi, mi fa l'effetto comico involontario (cioè, pena).
    Se questa volta han puntato sul comico volontario, magari il film mi piace.

    Detto questo, capisco perfettamente le tue motivazioni e amo come le argomenti. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perché ? Sono fumetti alla fine.... nell'universo Dc convivono un tipo che vede al buio e l'Ira di Dio nella stessa stanza....

      Elimina
  46. Zio del tuono? "Fortunatamente" io l'ho visto in lingua originale dove dicevano "Lord of Thunder".
    Ma sì Doc ti capisco benissimo, che ieri sera a vederlo qualche fila più in basso sentivo qualcuno ridere sguaiatamente a qualunque battuta ed io pensavo:"beata te che ti stai divertendo, almeno non rimpiangi il prezzo del biglietto e le ore perse a vedere questa cosa.". Davvero Winter Soldier era stato un ottimo esempio che un film Marvel poteva essere anche più serio e non solo una carrellata continua di battute e no, niente. Hanno pensato che fare un Guardiani della Galassia ma con Thor funzionasse perfettamente. E dire che Cate Blanchett mi piace come attrice e mi dava qualche speranza in più almeno sul personaggio di Hela, ma niente da fare. Pure Jeff Goldblum con la sua stramberia è stato abbastanza. Se qualcuno mi chiedesse come descrivere questo film risponderei qualcosa tipo "Prendi i colori sgargianti di Guardiani della Galassia ma senza il loro carisma, metti musica sintetica stile anni '80 più un brano dei Led Zeppelin ripetuto a non finire perché hanno pagato i diritti e quindi vogliono giustificare la spesa ed un videogioco picchiaduro tipo Marvel vs Capcom ed eccoti Thor Ragnarok.", però dire Natale a Sakaar, come hai quotato, è più sintetico e da ancora meglio l'idea.


    SPOILER


    Non so se sia spoiler, ma non voglio rischiare. Tutte quelle volte che dicono "anus Devil" (o Anus qualcosa) mi riportava mentalmente alla parodia di Leo con il Signore Oscuro che dice "e metteve tante battute con ANO che a me fanno tanto ridere OH!OH!OH!"

    Perdonami e perdonatemi il testo logorroico e lo sfogo Doc ed Antristi, ma davvero questo è veramente uno dei perggiori film Marvel che abbia mai visto con la trama totalmente sbagliata per i personaggi in essi.

    RispondiElimina
  47. Valchiria nera, mi viene da vomitare, le solite quote nere di Hollywood! D'altronde dopo che Heimdall, detto il "Dio Bianco" lo hanno fatto interpretare da Idris Elba, quota nera per eccellenza infilato pure nella Torre Nera... A sto punto per par condicio avrebbero dovuto fare tutti i personaggi del Wakanda bianchi no? Bah

    RispondiElimina
  48. Terribile. Penso davvero il primo film Marvel che ho trovato deludente. E stavolta niente scuse. Stavolta cazziatoni e muti. Non si tirano in ballo citazioni o momenti. Zero tolerance

    RispondiElimina
  49. Posso dire che Thor: Ragnarock si avvicina alla definizione di "cagata pazzesca"?
    Si, l'ho detto.

    RispondiElimina
  50. Prevedibilissimo vedendo il trailer e i titolono fluo 1980. L'unica cosa buona (o meglio bona) del trailer era la Blanchett ma giusto per una mera questione estetica

    RispondiElimina
  51. "Ma tu hai vissuto il tutto con la stessa sensazione straniante di quando vedi uno fare una figuraccia e hai pena per lui."

    Doc i tedeschi usano una sola parola per esprimere quello che hai vissuto: Fremdscham. Forse per il loro mercato lo chiameranno proprio Thor: Fremdscham

    RispondiElimina
  52. Il trailer di sicuro non ne faceva mistero, per questo non potrò assolutamente rimanerci male: mi hanno detto chiaramente che si tratta di una minchiata sborona messa in piedi per farmi due risate, trattandosi di un personaggio che non mi ha mai fatto impazzire (nonostante abbia letto per anni il suo mensile) e che già dal primo capitolo è stato tratteggiato molto diversamente dalla sua controparte cartaceo-seriosa, so cosa aspettarmi, andrò a vedermelo al cinema a cuor leggero, vado a farmi due risate in salsa action-fantasy, non mi aspetto di più.
    L'MCU non è una scheda elettorale o una raccolta punti, non è davvero obbligatorio vederli tutti, motivo per il quale non flaggherò la casellina Black Panther, perché peggio di "non dirmi molto" c'è il "mi è completamente indifferente".
    Ma lì son gusti, il solito, ecc.
    In ogni caso ti capisco, so cosa vuol dire quando ti snaturano un personaggio che ami, hai tutta la mia comprensione ;)

    RispondiElimina
  53. No. Non è vero. Vi state sbagliando. Thor: Ragnarok il film non lo hanno ancora girato. Stanno aspettando che Gisele Bündchen si faccia la mastoplastica additiva per potere interpretare Valkiria! Doc non prendermi per il "ciulo" e scrivimi che tutto quello che ho letto fino a qui è uno scherzo in anticipo su ALLOUIN.... Ti prego....

    RispondiElimina
  54. Che pena, non l'ho ancora visto, andrò in settimana, ma mi è bastata una clip promo pubblicata dalla pagina ufficiale di fb per farmi passare la voglia di andarlo a vedere, e anche di andare a vedere i prossimi film marvel in programma (grande mossa di marketing). Imbarazzo totale per gli attori che stavano recitando.
    Penso seriamente che andrò a vedere questo giusto per appurare l'effettiva qualità e poi con il marvel cinematic universe chiudo. Son stufo di andare al cinema carichissimo di aspettative per poi vergognarmi di essere seduto li in mezzo a bambini, adulti ritardati e portoricani che ridono sguaiatamente e sbraitano come ad un incontro di wrestling.
    Il fatto che buttano tutto in farsa, in pagliacciata, mi fa troppo male, il pensiero che la gente preferisce cosi perche non puoi prendere sul serio un tipo col mantello rosso, o con le mutande sopra ai calzoni o che diventa verde,mi da troppo fastidio, come hai detto te Doc, allora se non possiamo prendere sul serio una cosa in quanto fantastica, allora basta, tutto il nostro mondo finisce qua.
    Mi dispiace, ma per me i supereroi sono un'altra cosa, di ben più spessore, non una cazzata da riderci su.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che Justice League dimostri che i super possono essere cosa bella seria e ben fatta.
      E che con Black Panther si ritorni al badassismo carismatico, quello BELLO

      Elimina
  55. Di Thor non me ne è mai fregato nulla e quindi non lo vedrò, dispiace solo che abbiano sprecato una come Cate Blanchett che è una attrice straordinaria e una f%%% mondiale

    RispondiElimina
  56. Purtroppamente condivido ogni parola che hai detto Doc!! Vorrei aggiungere un'altro paio di cose che mi hanno infastidito parecchio.......
    Attenzione Rovinatore, possibili spoiler...

    Gli effetti speciali erano altalenanti, si passava da un Surtur fatto benissimo ad una Hela durante il combattimento contro l'esercito di Asgard che mi ricordava Neo contro i mille mila agenti Smith nel secondo Matrix.
    Seconda cosa fastidiosa, le parolacce, mi spiego in un film che come sottolineavi anche il tono è sempre semiserio non ci azzeccava niente quel "dimmi a chi devo rompere il chiulo", frase che se ad esempio la diceva Schwarznegger in Conan il barbaro sarebbe sembrata addirittura epica e invece qui sa proprio di volgare.
    Ecco mi sono sfogato! ;)
    Peccato veramente, se non fosse per la presenza di Hulk non sarebbe stato niente di che.

    RispondiElimina
  57. Domanda spoiler: le scene post titoli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le scene sono 2 e sono le più telefonate e meno divertenti di tutte quelle viste finora.

      Elimina
  58. Personalmente credo che una trasposizione fedele dei fumetti di Thor al cinema sia infattibile ed anzi deletera per la Marvel. Mi va bene così, tanto è l'ultimo film stand alone di Thor. O almeno di questo Thor... La trilogia di Thor è indubbiamente la peggiore e non per questo film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, si diceva lo stesso di Wonder Woman è il risultato è stato più che buono.... diciamo che hanno sbagliato fin da subito.

      Elimina
    2. Oh bè ... Non è che WW sia un capolavoro.

      Elimina
    3. Per il genere lo è XD O perlomeno è un film interessante, molto di più di molti film Marvel

      Elimina
    4. Non sono d'accordo. WW ha il peggiore "nemico" della storia dei cinecomics... peggio pure dell'Elfo DoctorWho del 2° Thor. WW inizia bene, prosegue bene e poi è totalmente anticlimatico. Poi oh ... la Marvel di Film ne ha fatti 14 o giù di lì, la DC ha fatto Lanterna Verde, ha fatto BvS, quindi non credo possa insegnare davvero nulla a nessuno. Ne devono mangiare di erba.

      Elimina
    5. Mah, peggiore è una parola grossa, di certo da la pista parecchi cattivi da film Marvel. Mi dispiace che tu abbia trovato il film anticlimatico quando rispecchia perfettamente il personaggio e la sua storia.

      Elimina
    6. WW è il migliore film del DCMU, indubbiamente, ma perché gli altri fanno davvero una pena profonda.
      Questo Thor, tornando in topic, non è un capolavoro, ma è un film onesto che rispecchia quello che hanno voluto fare. Bisogna ricordarsi gli altri due Thor che non sono stati nè migliori nè peggiori di questo.
      Sicuramente i cinecomics stanno iniziando a venire a noia ai più, io continuo a vederli con piacere (alla fine uno va al cinema per staccare un po' dalla vita di tutti i giorni, per passare una serata in compagnia e divertirsi in modo sano e intelligente) e continuerò a farlo.
      p.s.
      Ho letto più in basso un continuo denigrare "il doppiaggio", qui si confondo "doppiaggio" con "adattamento". Certo, i film in OL sono più corretti, ma l'adattamento ed il doppiaggio non sono da buttare. Evitiamo di buttare il bambino e l'acqua sporca.

      Elimina
  59. visto ieri, in inglese. Doc a mio avviso dovresti smetterla di “giudicare” i film doppiati in quanto perdono in molti casi (come questo) il 70% del loro senso (anche comico). comunque non sono un fan di thor (comic) , non mi aspettavo un film epico (ma avete visto il trailer cristo?), mi aspettavo una cazzata stile guardiani ed è arrivata. in inglese devo dire che a me ha fatto ridere, certo è irriverente nei confronti dei protagonisti (e co-protagonist) e questo puó non piacere ai fedelissimi... ma il trailer era chiarissimo, quindi mi chiedo come persone intelligenti potessero aspettarsi un film epico. per me un film su supereroi assurdi (come thor) si presta troppo bene a diventare una commediola divertente... e trovo strano che su questo canale non si noti come starwars sia messo anche peggio.

    il target marvel-dinsey è chiaro e avremo pochi, pochissimi “logan”, perchè nonostante siano fantastico: NON VENDONO. Ragnarok a mio avviso ha una orgia dicolori e di suoni interessante e le gag sono divertenti (se non prendi sul serio un tizio ch lancia un martello per volare). purtroppo penso che il film sia penalizzato a morte nell’adattamento italiano: lo zio del tuono in inglese è lord of thunder, e se permettete è abbastanza diverso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "dovresti smetterla di “giudicare” i film doppiati in quanto perdono in molti casi"

      Se mi vieni a prendere tu la prossima volta e mi porti in elicottero in una sala in cui lo danno in originale, più che volentieri.

      "mi chiedo come persone intelligenti potessero aspettarsi un film epico". Aspettarsi un film epico ≠ da aspettarsi una farsa piena di battute per 130 minuti più di Guardiani della Galassia, eh. Giusto perché stai dando poco velatamente del cretino a un sacco di gente.

      Di Marvel Disney come Logan non ne avremo, perché non è un film Disney. Ma sul "non vendono", occhio. Logan ha incassato 616 milioni di dollari, nonostante fosse un film con rating R. Seicentosedici.

      Elimina
  60. DOC, va detto però che buona parte dei commenti in giro sono sulla falsariga di " non è epico, non adatta bene il ragnarok a fumetti ": direi che il trailer lo indicasse chiaramente che di serietà ce ne sarebbe stata poca, insomma, pure tu nel commentare il trailer eri stato esplicito nell'indicare un altissimo rischio di vaccata intenzionale. Se uno insiste nell'andare a vedere un film venduto come vaccata e si aspetta un dramma o un film d'essai, qualità e appropriatezza o meno della comicità, e se ne lamenta, la colpa è pure sua( non parlo di te e di altri critici, ma, ripeto, di chi nonostante una data linea di marketing si aspetta altro, tipo i tizi che lasciano le recensioni scrause sui tuoi libri di amazon perché comprano aspettandosi tutt'altro fregandosene delle descrizioni. Che poi un film epico di Thor sarebbe stupendo e realizzato in altro modo e con altro cast è un altro discorso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il trailer aveva Hulk che vuole prendere a pugni Surtur. E quella poteva essere una scena epica, tanto per dirne una. E invece era un'altra gag.
      Che fosse improntato sull'ironia lo sapevano tutti? Sì. Che fosse completamente privo di momenti seri (presenti perfino nei Guardiani)? No, non era mica scritto.
      Ma soprattutto, a me il 99% delle gag non ha fatto ridere neanche per niente. Leggo che le battute erano improvvisate, per lo più, per tenere sciolto il rapporto tra gli attori. Questo spiega tante cose.

      Elimina
  61. l’intenzione non era di dare del deficiente a tutti, raffolus l’ha espresso in toni più pacati. il fatto è che almeno secondo me non c’era modo di aspettarsi un film serio o epico.

    per il tema inglese: purtroppo hai ragione ma al tempo stesso quando nelle poche sale che ci sono dove fanno film in lingua originale: non ci va nessuno. e molti con cui parlo si lamentano perchè non capiscono nulla e vogiono i sottotitoli. è l’effetto della gratificazione istantanea. invene le li gue bisogna assorbirle con un po’ di tempo. quando uscirà in digitale prova a riguardarlo in inglese e poi rileggi questa recensione, sono abbastsanza certo rivedrai in parte il giudizio.

    per gli incassi hai ragione ma guardians DUE ha fatto 816, strange 677, senza scomodare deadpool. quindi vero Logan è un rischio andato bene, ma ci vogliono le palle per rifarlo (e anche fortuna).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto a Raffolus, che l'ha espresso in toni più pacati, sì, c'è una bella differenza tra film serio e film pieno di gag cretine per 130 minuti e assolutamente privo di un minimo momento non di ridere.

      Sull'abbastanza certo vedremo. Ma il discorso sulla gratificazione istantanea non mi riguarda: potessi, i film li vedrei tutti in lingua originale. Ma il cinema che li dà in eng più vicino è a 400 km: ribadisco, mettici te l'elicottero, la prossima volta, e siamo tutti felici. Parola.

      Elimina
    2. Questo è il problema dei film,che fa credere a gente IGNORANTE (nel senso che ignora) di poter parlare di cose che non sanno.
      IGNORANTE per il fatto di non conoscere la materia prima da cui i film sono tratti,e quindi non avere un metro di giudizio per confrontare e capire appieno il film.
      Ed IGNORANTE nel non sapere neppure che i film Marvel Studios non c'entrano nulla coi film Marvel degli X-Men e Deadpool,che sono due case completamente differenti che fanno film slegati tra di loro anche se ispirati a personaggi dello stesso universo.
      E mi dispiace per il tono ma la gente che non sa una mazza e parla a sproposito facendo il figo perchè i film li vede in inglese mi fan partire i flame.

      Elimina
    3. Buono, Itlas.
      Non c'è bisogno di offendere nessuno. Ignorante che ignora, se lo scrivi così, cinquanta volte, non è un complimento.

      Elimina
  62. DOC,certo, la totale assenza di momenti seri è una pecca estremamente grave, ed è ovvio che sarebbe stato possibile trovare un equilibrio migliore. Purtroppo, la linea autoriale disney/Marvel preclude ogni possibile forma di film impegnato, e la recezione negativa all'alternarsi dei momenti seri e comici dei primi due film mi ha fatto pensare da subito, correttamente, che sarebbero degenerati nell'autoparodia. Purtroppo non riesco a biasimarli, perché Thor avrebbe dovuto essere gestito in maniera diversa da subito, mentre già inizialmente i semi della futura macchietta erano presenti. La speranza è che i personaggi esordienti del mcu vengano azzeccati subito perché oramai è chiaro che la trump card della Marvel per i franchise dubbi è il baraccone carnascialesco. Insomma, speriamo che a black panther diano un tono diverso, senza momenti scherzoni a tradimento. In questo, waititi dichiara di voler fare una commedia sulla vedova nera. Per un personaggio già rovinato posso soprassedere o assecondare la marea, ma questo no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non capisco perché si dia la colpa alla Disney della "leggerezza" di alcuni prodotti. La MIRAMAX quando produceva Tarantino era della Disney! E poi prodotti come WINTER SOLDIER e CIVIL WAR sono tutt'altro che commedie. Non è la Disney ha dettare legge; secondo me, ma il mercato. Per fare un film alla LOGAN e incassare ci vuole tanto lavoro e si rischia tanto, forse i MARVEL STUDIOS vogliono giocarsi la carta "epica" solo per alcuni titoli. Chissà.

      Elimina
  63. Boh, i gusti sono gusti e non sono tutti alla fragola. A me ha fatto ridere di gusto.
    Temo che le battute sceme siano ancora più sceme a causa della traduzione in italiano. Perché "lord of thunder" è tutt'altra cosa che "zio del tuono"

    RispondiElimina
  64. Non ho capito chi dei due protagonisti fa Cristian De Sica e chi Boldi?

    Mi immagino le scene
    Thor: Aho, pijate 'sta martellata tiè!
    Hulk: Me Hulk, me rompe...rompe li cojoni tsk tsk!

    Natale tra i menhir. Nei cinema.

    RispondiElimina
  65. dico la verità, a me il film è piaciuto molto ma mi sono dovuto scollegare completamente dalla realtà fumettistica ed anche da film più ca@#ti del MCU(tipo winter soldier che rimane il migliore ad oggi, secondo me). Nonostante sia uscito dalla sala divertito e soddisfatto, non ho gradito nemmeno io la troppa continuità di gag, molte eccessive e davvero trasfigurano l'immagine di Thor e Hulk, e mi riferisco alle caratteristiche dei personaggi cinematografici, non sono riusciti a resistere e pur di creare un enorme commedia hanno stravolto l'identità dei protagonisti rispetto ai precedenti film e non capisco preché. Con meno gag e più epicità ormai gli incassi li avrebbero comunque fatti. Proprio non capisco.

    RispondiElimina
  66. Le numerose e condivisibili critiche alla mancanza di equilibrio nella gestione da parte della Marvel dei profili dei propri personaggi non può però prescindere da un film recentissimo che rappresenta, a mio parere, l'esempio di come la Casa delle Idee sia capace di realizzare un prodotto divertente senza snaturare e/o umiliare il personaggio: Spiderman Homecoming è da questo punto di vista il più riuscito dei film Marvel e, se è vero che Peter si presta alla commedia venata di eroismo tragico, i cinque film Spiderman precedenti sono lì a dimostrare quanto l'alchimia sia in realtà difficilissima da ottenere.

    RispondiElimina
  67. Tarantino sotto Miramax non doveva rispondere ad un piano aziendale predefinito per generare un universo narrativo; i suoi film non erano diretti alle famiglie( e infatti mica viene fatto rientrare nel materiale disneyano, cosa che non si può dire della Marvel); infine, a differenza di altri, mica ho detto che la disney sia il demonio, ma quali siano le teste che prendono le decisioni è ovvio. Per Logan... A parte il fatto che per arrivarci ci sono voluti due aborti di prequel, la disney ( si, perché organizzano e pagano loro il tutto, non fanno solo da produttori e distributori) palesemente non è interessata a rivolgersi ad un'audience più matura.

    RispondiElimina
  68. Non sono d'accordo, il piano era già ben definito dai primi 2 iron man, il primo Thor e il secondo Hulk, la commedizzazione estrema è arrivata dopo guardiani della galassia e comunque il tuo ragionamento non torna soprattutto se si pensa a prodotti quali WINTER SOLDIER e CIVIL WAR, praticamente film incomprensibili per ragazzini e con trame complesse e ben costruite.

    RispondiElimina
  69. Mi tocca aspettare la JUSTICE LEAGUE per ritrovare epicità & badassica serietà in un film di supereroi. Ma vafangù, Disney!

    RispondiElimina
  70. Mah, convinto tu... Hai citato iron man 2, che non si salvava manco come commedia, il primo Thor, che universalmente è ritenuto ne carne ne pesce, il secondo Hulk che è stato un floppone, e risalgono ad una decade fa. Il mio ragionamento non fila così tanto che tws e CW sono gli unici film seriosi in mezzo ad una quindicina per famiglie. Poi sul perché ragnarok sia in caso estremo l'ho già motivato( poi sempre i miei due cent sono), ma a quanto pare vuoi che ti dia ragione, fai tu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Citavo i primi due IRON MAN, THOR e il secondo HULK perché pur non essendo ancora sotto marchio Disney erano già improntati sulla via del comedy, non in maniera esagerata ma la strada si capiva. Il successo dei GUARDIANI DELLA GALASSIA ha fatto il resto, poi c'è chi ha dosato bene humour, azione e trama e chi ha esagerato qua o là. in ogni caso la Disney non ha assolutamente modificato niente. DAREDEVIL(la serie) non mi sembra per niente "per famiglie" così come JESSICA JONES. Dire che i MARVEL STUDIOS sbagliano qui o lì può avere senso, delegare tutte le colpe al "mostro" Disney, ormai è solo moda. In linea generale quindi condivido i tuoi pensieri tranne la demonizzazione del colosso(perché tutte le decisioni sul MCU sono indipendenti finché funziona, così come per tutte le altre proprietà Disney)

      Elimina
  71. Battute improvvisate? Per tenere sciolto il rapporto tra gli attori? Allucinante. Recentemente mi sono “ripassato” qualche horror / sci-fi / action anni 80 di quelli seri. Walter Hill e John Carpenter per capirci. Registi in grado di mettere in piedi con quattro soldi pellicole solidissime, colme di RITMO, registi capaci di dirigere attori spesso non protagonisti o alle prime armi alla perfezione, creando sequenze leggendarie. 90 minuti o poco più di proiezione che volano in un e rivedresti 100 volte.

    Questo tizio invece mette insieme un carrozzone infinito gonfio di colori fluo e... battute improvvisate. Che non rivedrei neanche se mi pagassero. Thor: Ragnarok fa sembrare l’onesto e godibile Captain America: the first avenger un capolavoro senza tempo.

    RispondiElimina
  72. Pessimo e irritante, ci sono due mezze scene di sollievo senza battute da simpacretino, e sono scene di mazzate in cui non parla nessuno, ed è questa l'unica ragione.
    Hulk poi è un mezzo imbecille.

    Da tempo non uscivo dal cinema con le palle così girate.

    RispondiElimina
  73. Non saprei. Sarà che sono molto più piccola dell'utente medio di questo blog, sarà che apprezzando moltissimo i lavori di Taika Waititi sono entrata in sala consapevole del tipo di umorismo che mi sarei trovata davanti, sarà che il Thor dei fumetti non mi è mai stato troppo simpatico...ma a me questo film ha divertito un sacco. Il primo Thor era insignificante, il secondo talmente noioso che avevo passato la maggior parte del tempo a sperare che finisse il più in fretta possibile. Credo che Waititi sia stato in grado di riportare in vita (o chiudere col botto, considerando che probabilmente non ci saranno più film standalone di Thor) quello che, in mia opinione, è stato per anni il franchise peggiore del Marvel Cinematic Universe.
    Detto questo, capisco anche che il Thor e l'Hulk simpaticoni possano dare fastidio ai die-hard fan delle rispettive controparti fumettistiche, quindi non mi esprimerò oltre :'D

    RispondiElimina
  74. Sono d'accordo completamente con Giuseppe: questa storia dei malvagi della Disney è una leggenda del tipo che si propaga sui vari twitter/facebook piena di non sequitur (inserire una battuta sul pene di Hulk fa incassare di più perché il film viene visto da più bambini?) e confutabile con una valanga di controesempi (il tuo sulla Miramax è solo uno di mille).
    Per quanto mi riguarda: è il primo film del MCU che non mi piace in generale, ma comunque vorrei sottolineare la differenza che c'è tra la sottotrama su Sakaar del duo comico Thor/Banner davvero fuori asse rispetto ai personaggi (dei film, non dei fumetti, ma ovviamente a maggior ragione) e la trama principale su Asgard, la quale, se presa da sola, costituisce un degno seguito ed un film coerente con gli altri del MCU.
    Appena potrò farò la prova di rivedere il film senza Sakaar (che non voglio vedere mai più! xD).

    RispondiElimina
  75. Giuseppe, le serie TV non contano perché sono gestite da un team diverso da quello dei prodotti per il cinema; poi io non demonizzo la disney, e neppure la Marvel: ma sonoa stessa società, per cui parlando di una parli dell'altra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quindi in base a cosa i capoccia Disney, che a tuo giudizio sono i responsabili della linea di questo e altri film, decidono di imporsi su alcuni prodotti invece che su altri? Anche nel MCU perché agire in maniera diversa sui vari film? Se fosse vera la tua interpretazione non avrebbe senso no?

      Elimina
  76. Anche a me ha dato fastidio la dose eccessiva di cazzate, soprattutto nel primo atto.

    Un'altra cosa. La valchiria beve un sacco ma non fa nemmeno un rutto on-screen. Peccato.

    RispondiElimina
  77. Ma fai sul serio? Come per tutte le cose, indagini di mercato. Davvero, cosa vuoi che ti dica, che io sono stupido e che hai ragione? No, non hai ragione. Due film due non fanno si che una linea cinematografica per famiglie con merchandise per famiglie sia una linea adulta, il fatto che i produttori decidano a quali registi dare più o meno corda non vuol dire che ognuno faccia quello che vuole, e dire che solo perché Miramax produceva tarantino la disney non sia coinvolta nel processo produttivo della Marvel( che consta di proprietà intellettuali disney, sai com'è, a differenza della roba solo distribuita) mi fa solo ridere. Poi, visto che vuoi questo: " il mio signore Giuseppe ha ragione, come ho pensato di dargli torto ahimè ".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raffolus e Giuseppe, anche basta.
      A parte che non siete stati capaci di usare un cavolo di thread, sparpagliando risposte dove capita, siete arrivati alla lite sottile da forum, e non va bene.
      Che ognuno pensi quel cavolo che gli pare, ma le gare a chi c'ha ragggggione da un'altra parte, grazie.

      Elimina
  78. Stesse identiche reazioni che ho avuto io in sala.
    Identiche.
    Siamo a livello "Scary Movie 32", nel senso che non faceva neanche ridere.
    Non discuto la battutina che vabbe', sono americani, ci può stare di tanto in tanto. Ma dal Dio del Tuono pretendo epicità. Da Hulk pretendo rabbia ingestibile, non capricci. Da Loki pretendo astuzia e inganno, non la spalla Bombolo nei film del Monnezza.
    Che quelli almeno facevano ridere.
    Tothor Lokkino e la Malafemmena.
    Che scempio infinito

    RispondiElimina
  79. DOC, da cellulare non mi fa rispondere convenzionalmente e risponde come commento autonomo. Onestamente non mi sentivo di accendere il PC per quisquilie.

    RispondiElimina
  80. Il film sembra avere molto successo si vede che al pubblico piace il film comico Marvel

    RispondiElimina
  81. Visto l'altro ieri: pesante l'Hulk bambinone piccioso ma soprattutto pesanti le musichette anni '79-'83 piazzate per tutto il film!

    Non capisco se voleva essere una marchetta per i 40-50enni che hanno nostalgia dei tempi andati ma: un conto sono il Muppet Show, Goldrake e l'Ovomaltina, un conto quelle musichette dimmè che facevano schifo già allora!

    RispondiElimina
  82. P.S. SPOILER
    -
    -
    -
    -
    -
    -
    --
    -
    -
    -
    -
    -
    -
    -

    -
    -
    -
    -

    -

    ...però vedere finalmente Hulk preso a calci in culo come dovrebbe essere, dato che canonicamente è più debole di Thor e di tanti altri, è stato un piacere!

    RispondiElimina
  83. Visto oggi... 2 ore di battutine, ottimo per passare 2 ore a non pensare e nulla più. mai amato Thornton ma ridurre cosa il Dio del Tuono no

    RispondiElimina
  84. Onestamente non ho trovato il film così terribile come si dice in giro. Non il miglior film del genere, ma nemmeno il peggiore. E della trilogia e’ di gran lunga il migliore. Poi certo, si potevano evitare tutte quelle musichette e lucine colorate, Il gran maestro e korg sono eccessivamente stereotipati e Thor/Loki dovrebbero essere un po’ meno ... gioviali. La verità e’ che non ci si può lamentare dei toni troppo cupi di certi film (senza fare nomi : BvS) e poi storcere il naso su qualcuno piu “umoristico”

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, ma, personalmente, non mi è piaciuta la parte su Sakaar non perché troppo divertente, ma perché poco: a me non fa ridere la battuta migliore del mondo messa in bocca al personaggio sbagliato. Mi diverte Thor in metropolitana, non mi diverte Thor che fa lo zimbello (a meno che non si tratti di una parodia, chiaro). Altro esempio: umoristico vedere Thor che cerca goffamente di spiegare a Coulson cosa sono i pentapalmi (:D), meno vederlo piagnucolare per non farsi tagliare i capelli, seppure da un grande barbiere ;).

      Elimina
  85. Io sono appena uscito dal cinema e mi pare proprio un film stonato. Sicuramente visivamente riuscito. Battute che fanno ogni tanto anche ridere. Ma è un film che è stonato. L'unico personaggio che mi è sembrato inaspettatamente "centrato" (nell'economia del film) è il Gran Maestro. Adesso, non sono un lettore di fumetti, Thor lo conosco dalla serie animata che guardavo da bambino, ma davvero sembra più un cinepanettone che un film dell'MCU, che comunque apprezzo e seguo. Devo dire che sono piuttosto deluso e rimpiango i soldi del biglietto. Letta la tua recensione doc, mi ci ritrovo in pieno.

    RispondiElimina
  86. Io l'ho visto e mi ha divertito per quello che è: una cazzaronata fatta e finita.
    Ho il sospetto che sia figlia di un ragionamento Marvel del tipo: "Dopo una serie di film fatti in un certo modo (Guardiani Della Galassia a parte) per stavolta cambiamo TOTALMENTE registro e liberi tutti."
    La fregatura è che mettendo battute letteralmente ogni tre secondi hanno rischiato di trasformarlo in un "Natale Ad Asgard", e ai fan più affezionati (ma anche a quelli meno) può a buon diritto non piacere.
    Ma bastava poco per evitare il problema, tipo non mettere battute in momenti come...
    .
    .
    .
    [SPOILER]
    .
    .
    .
    ...La distruzione di Asgard. Quella fa l'effetto delle unghie sulla lavagna, e l'ho trovata una mancanza di rispetto.
    .
    .
    .
    [FINE SPOILER]

    RispondiElimina
  87. Sono a digiuno di fumetti Marvel e Thor l'ho visto in un paio di altri film che mi sono anche piaciuti (il secondo meno del primo, ma è ininfluente), e mi aspettavo grandi cose da questo terzo film. Mi aspettavo una storia maestosa, pathos robe anche un po' cupe e due o tre battute per farti respirare ogni tanto.
    Avevo in programma di andarlo a vedere stasera, in lingua originale, ma credo che resterò sul divano.
    Non fanno che arrivarmi recensioni in cui si dice che è una commediola di ridere. Già al trailer ho cominciato ad avere moltissima paura, a nutrire tantissimi dubbi... adesso mi è proprio scesa la catena. Del tutto. Che delusione.

    RispondiElimina
  88. SPOILER


    Quindi d’ora in poi il Thor dell’MCU sarà cieco da un occhio con benda a mò di piattino da caffè e privo di martello? Se non fosse così spiritoso potrebbe farsi chiamare Snake Plissken!

    RispondiElimina
  89. Non so se Thor:Ragnarock sia il peggior film MCU che abbia visto finora... I peggiori film Marvel in assoluto rimangono il recente F4( quello SENZA il cameo di Stan Lee,ricordiamocelo) ed Elektra, secondo me. Ma questo "film" è di certo quello che mi ha fatto incazzare di più. Perchè mi ha fatto INCAZZARE, oltre a farmi arrivare il latte ben oltre le ginocchia, a profondità abissali che Aquaman ( pardòn, volevo dire Namor) lèvati. Uhm. C'era tutto il materiale per farne un film coi controcosiddetti. Dinamiche familiari contorte,fratelli con relazione amore-odio fluida e multisfaccettata, un villain che aveva tutto il potenziale per essere ai livelli di Ego , se non di Uomo Porpora (Tennant, dico), attori bravi e ad ottimi livelli recitativi... Ed in cabina di regia ( e di sceneggiatura) che si fa? Si trasforma Thor in un giuggiolone a tratti fantozziano, Hulk in un espediente narrativo, rovinando una delle più belle storylines del Golia Verde, e , tra buchi di trama, deus ex -machina e sospensioni dell'incredulità si arriva ad un finale che ti dovrebbe toccare le corde più profonde dell'anima nerd e invece ti fa restare "Meh..."Le storie dei personaggi sono buttate là un po' a minchia,sono buttate nel calderone del tutto fa brodo, come Strange che appare in un momento che poteva essere topico e invece... No, dico : il primo incontro nell'MCU di due mostri di bravura come Hiddleston e Cumberbatch ,che poteva essere uno scontro/incontro tra maghi potentissimi, e me lo sminchiano così? Il resto non migliora. Scene, che potevano portare il climax a livelli di epicità degni dei personaggi Asgardiani, interrotte sul più bello dalla gag comica di ‘sto cavolo. Thor e compagnia che duplicano la glacialità di Leia, Luke e Han in ep.VI di SW di fronte a genocidi ed ecatombi. Solo che in Star Wars ci stava, era un prototipo diventato un cult. Qui no. Questo è il gradino più basso di una rovinosa caduta di stile. Se il Thor di Branagh si salvava per estetica e perle recitative, Thor The Dark World mi perplimeva per le supercazzole continue e il cattivo grottesco, Thor Ragnarock mi fa incazzare a livelli Hulk. Perché, actually, le storie norrene Marvel sono le mie preferite. E nell’MCU invece: WTF…

    RispondiElimina
  90. Vieto oggi un po in ritardo! Mi leggo sempre le recensioni dopo per non farmi condizionare neanche di un 1% nel giudizio.
    Che dire, me la sono goduta in realtá. Anche altri l'hanno detto, ma sicuramente la lingua originale aiuta. Alcune battute erano un po troppo, ma nel flow del film giravano molto bene. Poi mettici che ci sono belle scene d'azione e tanti design fichi (uè le armature dei soldati di grandmaster sono di king kirby), e alla fine il risultato lo porta a casa. Devo dire mi è garbato, molto piu di un guardiani 2 (telefonato, e con battute che veramente non facevano ridere [drax facce ridere pure a noi oh!]) O un doc strange che a parte gli effetti speciali è un film insulso (honest trailer perfetto).
    Devo anche dire che di thor so pochino (quando leggevo roba marvel era morto\scomparso), quindi non ho visto il personaggio stuprato nelle sue caratteristiche per semplice ignoranza. Posso capire peró che dia molto fastidio.

    SPOILER (ma anche no se si ha visto il trailer).

    Ora che mjolnir è distrutto sarebbe fico un film di beta ray bill!! ( Si vede il suo faccione sul palazzo di grandmaster).

    RispondiElimina
  91. Condivido ogni virgola, e sono in disaccordo in un solo punto, 2.5 presidentesse sono troppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che come ha scritto qualcuno in alto il problema siano le aspettative.

      Elimina
    2. Dunque, visto finalmente adesso. Dico "finalmente" perchè ho recuperato solo ora Guardiani della Galassia volume 2 e mi sto rimettendo in pari in vista di infinity war.

      Ora, premesso che l'effetto "guardiani della galassia" era facile prevederlo , perchè è stata oggettivamente una scommessa vinta in termini di denaro, per quanto a me non abbia fatto impazzire, non so ancora come definire questo Thor.
      premetto: non sono totalmente d'accordo che a causa dei personaggi dei GoG bisogna gettare tutto in commedia fracassona, perchè alla fine tutto dipende dall'approccio, quindi si poteva anche creare un modo molto più serio di presentare Groot, RR e Peter Quill. Magari quell'approccio avrebbe fallito, e ok.
      Ma questi film non li fanno per far contenti i fan, li fanno per far fare soldi; lo stesso vale per il quasi esordiente regista del prossimo Tomb Raider (anzi, dovrebbe essere già uscito) su cui nessuno scommette un euro bucato da Rocket.
      Sono film che vengono presentati come un "franchise", linee guida e si manda avanti chicchessia basta si attenga alle disposizioni.
      In questo T3R purtroppo sicuramente hanno sbagliato l'approccio di cui accennavo prima, ma credo dipenda che i precedenti film non hanno mai riscosso il giusto successo, non hanno mai imbroccato la formula giusta e, forse nessuno ci pensa, si sono trovati un problema bello grosso da gestire, ossia Loki.
      Quello che era il villain del primo film per me MOLTO più riuscito di quanto lo si veda, al netto di buona parte della storia sulla Terra, perchè è un film di crescita del giovane Thor, non ancora Il Grande e Possente, ora è il villain della saga cinematografica. E' difficile crerare qualcosa senza snaturare un personaggio che è il "simpatico s****o della combriccola" che piace alle donne ed ai bambini. Ed è questa deriva, secondo me, che ha portato a questo film. Anche in Avengers 1, c'erano alcune gag fuori luogo (Loki pestato da Hulk ha fatto scuola e qui viene riproposta UGUALE a discapito di Thor), e quindi quando hai un personaggio "ingombrante" come quello di Hiddlestone... paghi dazio credo già a monte.

      Elimina

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.