martedì 24 gennaio 2017

60

Universo DC Rinascita, gli albi italiani

Il DC Rebirth, o DC Universe Rebirth, è questa inversione a U in autostrada, con tanto di derapata col freno a mano, dell'Universo DC partita negli USA la scorsa primavera. Geoff Johns, Jim Lee e Dan DiDio si sono resi conto che il reboot del 2011 (New 52) non era servito in definitiva a un'infiocchettatissima e le vendite erano tornate a deprimersi, e così si è deciso di tornare alla continuity precedente, quella storica post-Crisis, riannodando i personaggi (ora tutti ringiovaniti e dai background semplificati) al proprio passato storico. Bene, tutto questo è arrivato in Italia solo ora, con una serie di nuove testate - tutte quindicinali, nientedimeno - lanciate da Lion. Non hai affatto voglia di metterti a seguire altri spillatini, ché ne hai pieni una casa e mezzo, ma nell'ultimo salto in fumetteria hai preso comunque tutto quello che c'era con la testata bianca su campo nerazzurro Universo DC Rinascita. Venti carte per sei albi (e un album di figu), per farti un'idea di quale tra queste nuove serie possa essere nelle tue corde, e poi magari seguirla in originale. Magari in volume, appunto, ché gli spillatini ti danno solo noia. E dunque: che te n'è parso di questi numeri 1 di Batman, Superman, Flash, Wonder Woman e Green Lantern? E dell'albo di Rinascita, da cui tutto inizia? Andiamo un po' a scoprirlo e a presidentessizzare il tutto in questa puntata monotematica di Microletture [...]  

Universo DC Rinascita - 72 pagine, 3,50 lampi
Come fai a tornare alla vecchia continuity senza rinnegare i cinque anni di eventi del New 52? La storia orchestrata da Geoff Johns (e disegnata da Gary Frank, Ethan Van Sciver, Ivan Reis e Phil Jimenez) svela che una certa entità - non dici chi è per non rovinare la sorpresa a chiunque non abbia letto la cosa su Internet, dove è girata la scorsa primavera come una trottola, ai livelli del Cap Hail Hydra - ha giocato con l'universo DC dopo i fatti della saga Flashpoint, modificandolo a suo piacimento e quindi cancellando anni, eventi, persone. Non è un'idea nuova, perché sostanzialmente è lo stesso concept dietro a Heroes Reborn - le serie Marvel affidate a Jim Lee e Rob Liefeld nel '96 e ambientate in un universo creato da Franklin Richards - ma funziona. Il tutto è raccontato attraverso la figura tragica di Wally West, desaparecido ectoplasmatico che non appartiene a questo nuovo universo e che cerca in tutti i modi di interfacciarsi con le persone e gli eroi che conosceva. 
È una storia drammatica, con un momento che hai trovato commovente per gli standard del fumetto di gente in tutina che si mena, ed è perfettamente godibile anche per chi della DC non ha mai letto una well-loved. Consigliato perciò senza riserve.
Batman #1 - 72 pagine, 3,50 pipistrelli
Dopo aver letto il primo volume di Visione, ed esser rimasto a bocca aperta per i testi incredibili di Tom King, il suo Batman era e resta la cosa che ti interessa di più in questo nuovovecchio Universo DC. E infatti il suo Batman #1 contenuto in questo albo (disegni di David Finch) è una storia fighissima, che cattura in poche pagine l'essenza di Batman e il carattere di Alfred. Non puoi dire però lo stesso, ahitè, delle altre due storie. La prima, da Batman Rebirth #1 (scritta dallo stesso King e da Scott Snyder, e disegnata da Mikel Janin), ha alcuni bei momenti e un soggetto interessante, ma l'hai trovata priva di mordente. L'ultima (da Detective Comics #934, di James Tynion IV ed Eddy Barrows), sull'addestramento di una squadra di eroi a Gotham da parte di Batman e Batwoman, ben disegnata ma troppo old school nell'animo.
Tirando le somme, una storia molto bella e due così così. Quanto fa, sette? Sette meno? Settete? Il primo volume USA del Batman di King è già in giro, a quattordici dollari. Aggiudicato. 
Flash #1 - 72 pagine, 3,95 frecce e totani
Di tutti questi nuovi quindicinali, Flash è probabilmente quello con l'offerta migliore. Nel senso che tutte e tre le serie proposte in questo numero 1 non sono affatto malvagie. Il Flash di Joshua Williamson è ovviamente collegato a filo doppio con la storia di Rinascita (oltre che disegnato benissimo da Carmine Di Giandomenico). Green Arrow di Benjamin Perci e Otto Schmidt gioca con i temi classici di Freccia Verde, come la contraddizione del suo essere un liberal fricchettone e al contempo un miliardario, e sul suo rapporto con Black Canary, visto che nel New 52 i due (una coppia storica dell'Universo DC) a stento si conoscevano. Aquaman (di Dan Abnett, Scott Eaton e Oscar Jimènez), infine, affronta il modo in cui il re di Atlantide viene percepito dai terrestri e dai suoi sudditi, buttando nel calderone il terrorismo, la sua nemesi storica e sì, anche quella bufala del fatto che lui parli coi pesci. Non lo fa.  
Bell'albo, con tre storie che affrontano tre icone DC classiche, ma lo fanno con piglio moderno. Seguirai in originale qualcuna di queste serie? Boh. Forse Flash, personaggio che hai letto sempre troppo poco - tranne, fortunatamente, nel periodo Waid - e la cosa ti è sempre dispiaciuta un frappo, e pure un po' un lampo. Quella cosa delle pizze, accennata nell'albo Universo DC Rinascita e ripresa qui, è bellissima.  
Lanterna Verde #1 - 48 pagine, 2,95 anelli del potere
Perché la Lanterna Verde Kyle Rayner sia stato il tuo personaggio DC preferito di sempre l'hai spiegato più volte. Poi è tornato Hal, poi sono arrivate altre Lanterne terrestri, poi sono apparsi il Sinestro Corps, le lanterne rosse, arancioni, bianche, celestino rosapallido, verde melvato, blu melvino, tortora, verdarancio, fucsia. E ti sei perso. I due albi di questo numero 1, Hal Jordan and the Green Lantern Corps (di Robert Venditti ed Ethan Van Sciver) e Green Lantern Rebirth (di Geoff Johns, Sam Humphries, Ethan Van Sciver ed Ed Benes), sono un riassuntone di tutto l'ambaradan.
Ora hai chiaro tutto il quadro, ma interesse per quello che succede lassù, tra le stelle del vecchionuovo DCU, zero. 
Superman #1 - 72 pagine, 3,75 mantelli
Ehr. Il Superman giovine del New 52 non se la passa benone, diremo. Però in giro c'è un altro Superman, quello storico, da pre-Flashpoint, sposato con Lois Lane e padre di un rEgazzino. Premessa intrigante e ben sviluppata nelle prime due storie dell'albo, Superman Rebirth #1 (di Peter J. Tomasi e Patrick Gleason) e Action Comics #957 (di Dan Jurgens e Patrick Zircher. Sì, i numeri di Action Comics e Detective Comics sono tornati quelli storici perché si sta tirando la volata verso il mille). Tra l'altro la presenza di Jurgens non è l'unico collegamento con la saga della Morte di Superman, per un tuffone nei ricordi appuntito come gli spuntoni di Doomsday, villanzone con un problema d'acne gravissimo. Peccato per la terza storia, quella di un giovane Super-Man (col trattino) cinese, un bulletto di Shanghai trasformato di proposito in un super-essere. Testi di Gene Luen Yang, disegni di Viktor Bogdanovic, sbadigli tuoi.
Due su tre, non sarebbe comunque male. Non fosse che Superman, il personaggio, non ti ha mai detto granché anche quando lo seguivi. Passi. 
Wonder Woman #1 - 48 pagine, 2,95 lazo della verità
E a proposito di sbadigli. Greg Rucka e tutta una serie di disegnatori che ti scoccia elencare cercano di fare un po' di chiarezza nella storia, più volte rimaneggiata, di Wonder Woman. Il risultato sono una ventina di pagine leggere quanto una zavorra. La testata comprimaria è Poison Ivy: Cycle of Life and Death. La storia (di Amy Chu) è leggermente più digeribile anche senza la citrosodina, i disegni (di Clay Mann) una carrellata di pin-up della dottoressa Isley e della sua amichetta Harley Quinn. Flower power e martelloni giganti.  
È stato un piacere (solo che non lo è stato).
In tutti questi numeri 1, oltre a un poster "componibile", ci sono degli adesivi. In omaggio con la pila di fumetti hai avuto infatti questo Sticker Album. Il fatto è che per completarlo dovresti continuare a seguire questi quindicinali e gli altri che arriveranno tipo per sei mesi. E anche no. Il dilemma è ora se incollare o meno gli adesivi di questi primi numeri. Del valore collezionistico (LOL) degli albi ti frega zero, è il fatto di avere un album di figu completo solo in minima parte, a macchia di leopardo, a metterti tristezza. Lo fai o non lo fai? (lo fai).

Hai iniziato anche l'antologia di racconti di Ted Chiang, che include quello da cui è stato tratto il film Arrival, ma di quello parliamo in un prossimo Microletture. Voialtri cosa avete letto/state leggendo di bello in questi giorni?

60 commenti:

  1. Sono d'accordo su tutto ad eccezione delle presidentesse su Batman che non mi è garbato e su Wonder Woman. Il pippone di Rucka mi è piaciuto parecchio. Penso che comunque per il momento continuerò a leggerle tutte!

    RispondiElimina
  2. Ciao Doc, io sono uno di quelli che non ha mai letto nulla delle storie DC (anche di Marvel a dire il vero...) e mi piacerebbe iniziare...per motivi videoludici e filmici adoro Batman quindi iniziare con la Rinascita di Batman potrebbe essere buna come cosa? Non ho capito se il numero dedicato a tutto l'universo DC è un numero unico o avrà una sua continuity? Grazie.

    RispondiElimina
  3. Nulla sul fronte fumetti, ma sto leggendo The Years of Rice and Salt, di Kim Stanley Robinson.

    una ucronia che, grazie alla Dea, non prende come punto di rottura con la storia ufficiale nè la Seconda Guerra Mondiale nè la Guerra Civile Americana, ma la grande epidemia di peste in Europa in tempi medievali.

    Una versione della peste che ha letteralmente spazzato via l'occidente e gli occidentali, lasciando il campo libero alla colonizzazione del mondo da parte di cinesi, mongoli, giapponesi e chi più ne ha più ne metta.

    Per ora molto interessante e Robinson è uno che sa costruire mondi come pochi.

    Cheers

    RispondiElimina
  4. Io sto seguendo in originale Batman e Suicide Squad, il primo per ora non male, il secondo...alti e bassi

    RispondiElimina
  5. "The Fox and the Hound" di Daniel P. Mannix, opera nata nel 1967 e che per qualche ragione conosciuta solo agli Dei della Maria Cannalonga, ha ispirato ESTREMAMENTE alla lontana l'omonimo film di animazione Disney da noi noto come "Red e Toby nemiciamici". Talmente alla lontana che a parte i nomi dei due protagonisti e di un cane comprimario il libro ha un taglio fra J.O. Curwood e Richard Adams, con una naturalistica crudeltà che manco National Geographic lo manderebbe in onda.

    RispondiElimina
  6. Salve!
    Il bello dello spillato "Rebirth (oltre il fatto che, se ami i velocisti, è una storia da 50 presidentesse) è che è una storia così bella e fine a sé stessa che, dopo averla letta, si può felicemente dire ciao a tutte le altre storie dc per i prossimi 5 anni :)
    A parte questo, su Batman mi è piaciuta molto assai la oneshot su Calendarman, per il resto boh. Le lanterne le ho riprese ora dopo 2 anni e forse forse le seguirò. Per gli altri ancora non so che fare, che qui tutti sti soldi non ci sono...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. seguili in lingua inglese allora,conviene.

      Elimina
  7. Ho cominciato da poco a leggere Dragonero e mi pento e mi dolgo di non aver iniziato prima. Sto recuperando dei vecchi Dylan, ho letto l'ultima storia di PK pubblicata sul topo e si continua con Doctor Strange e Daredevil.

    Chiedo info: dove posso reperire informazioni su dove, come e quando verranno pubblicati i volumi dei personaggi DC del nuovo reboot? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetterai (e spererai) a lungo, con la Lion. Forse tra un anno si potrà anche iniziare a parlare dei TP di Batman, se continua con la pubblicazione quindicinale e se venderà abbastanza.

      Elimina
  8. Letto soltanto Asterix e il Regno degli dei. Seconda storia del personaggio che leggo e... niente, bellissima, mi ha sorpreso davvero. Trama con svolte inaspettate, mi ha fatto ridere un sacco, e inoltre molti temi sociopolitici toccati! Una cinquantina di pagine ottimamente impiegate.

    RispondiElimina
  9. Al momento leggo RAT-MAN GIGANTE (continuo a ribadire che questo formato e' l'ideale, per leggere le storie del nostro ratto preferito) ed il seguito (a fumetti) di GROSSO GUAIO A CHINATOWN. Divertente.
    In biblio ho recuperato un volume di MAGICOVENTO e uno con le prime storie di LUPO ALBERTO, tra cui quella dove Enrico La Talpa decide di diventare gay: un CAPOLAVORO ASSOLUTO DELLA STORIA DEL FUMETTO, italiano e non. Diciamo chel'avevo letta da bambino e mi era piaciuta un sacco, poi l'ho riletta da adolescente, dopo essermi informato sul '68 e dintorni, e l'ho apprezzata ancora di piu'. Lo ripeto: CAPOLAVORO, senza se e senza ma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, su Grosso Guaio..., siccome il fumetto di "Fuga da New York", pur essendo carino, non mi aveva fatto impazzire, mi consigli di comprarlo? Sono indeciso visto che sono anche 3 volumi e costano più di 6 carte cad...

      Elimina
  10. Graziegrazissimo Doc per questa (da me) attesa recensione. Qua gli albetti Rebirth non sono ancora arrivati e non ho avuto la possibilità di leggerli (anche se in me lo spoiler è stato grande per questo evento). Essendo un grande fan DC penso che prenderò tutto quello che mi rifilano.

    In questo momento sto leggendo il secondo volume dell'ottimo Omega Man, una delle poche cose che si salvano di "DC You" l'ultimo disperato tentativo della DC di risollevare le testate della linea "New 52". Molto consigliato soprattutto per i chiari riferimenti alla piaga del terrorismo che stiamo vivendo adesso.

    Sempre Lion, ma in campo giapponese (quindi GOEN) è finalmente uscito il primo volume di Horobi che aspettavo con la "candeletta" dal momento che è stato annunciato, vale a dire un'anno fa. Il volume costicchia, ma è una bella mattonella, praticamente un libro, e i disegni sono rimasterizzati e rendono benissimo, meglio per i fan dell'opera che fino ad ora potevano contare solo nella versione carta ingiallita degli anni 90 della granata press. I volumi sono 2 in tutto, credo che il 2 uscirà il ventordici di quaglio (tanto per citare).

    In campo Marvel continuo con quella che mi sembra la migliore proposta del momento, il dr Strange, anche se penso che gli ultimi giorni della magia, saranno anche gli ultimi numeri che prendo per quella storia degli spillati che non trovano più lo spazio in casa. Menzione speciale per Antman, per me la migliore serie Marvel attuale. Veramente sembra di leggere le storie di Giffen negli anni ottanta, da paura.

    Consiglio di leggere anche The Noise, per la Cosmo. Un storia horror vecchio stile come non se ne leggono da un pezzo. Sappiate che è uscito il fumetto di Grosso Guaio a Cinatown, sapevatelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zione è uscito anche il 3° numero di Drifters. Ho letto che ti piace l'anime quindi sapevatelo.

      Per ora mi sono fermato a leggere del mondo DC la collezione Eaglemoss di volumoni che ricalcolono pedissequamente l'edizione UK e da noi per forza di cose è rimarchiata Lion RW (giustamenti i diritti DC sono loro).

      Quel volume Cosmo vediamo un attimo.

      Elimina
    2. Grazie mille Drak, sai che non sapevo fosse stato pubblicato ^_^

      Elimina
    3. Per "The Noise" della Cosmo, guarda, ho conosciuto Gandolfi (lo sceneggiatore) ue anni fa a Lucca (eravamo vestiti uguali e mi ha notato subito) ed è veramente un'appassionato del genere horror e si vede tutto nel modo in cui scrive. The Noise mi ha piacevolmente sorpreso, anche perchè mi ricorda non poco quelle atmosfere horror inizio anni '90 che vivevo da ragazzino, ma il fumetto di suo è bellissimo e disegnato bene

      Elimina
  11. mi sto dando alla letteratura più che altro : jack frusciante è uscito dal gruppo di brizzi ( bellissimo) e cent anni di solitudine di marquez ( sono sulla sessantina di pagine , fino a qui molto bello )


    fumetti ho letto solo il numero 1 di gintama e ho comprato lanterna verde rinascita e il nuovo color tex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jack Frusciante lo lessi da adolescente, adorato... quanti anni hai?

      Elimina
  12. Pensa che la serie di WW è una di quelle più apprezzate in NewTrumpLandia. Personalmente Rucka mi ispira fiducia, ma non avendo mai seguito la distinta concorrenza, non credo comprerò nulla, forse giusto lo one-shot Universo DC.
    Altra cosa, come consideri i prezzi della Lion, in rapporto qualità prezzo?

    RispondiElimina
  13. Stesso e identico mood, solo che per fprtuna del mio portafogli ho preso lo specialone e ho messo in casella Flash.
    Ho recupertato molto materiale vecchio sia cartaceo che (coff coff) no del velocista scarlatto e ho quasi tutto fino a crisis. ;-D

    RispondiElimina
  14. Io lo sto leggendo in originale da un annetto e devo dire che è realizzato benissimo.
    Questo miscuglio di nuovo e vecchio per me è il massimo,sono riusciti a prendere la modernizzazione di new 52 ma senza tradire i personaggi e le loro storie.
    In più il mistero dietro Flashpoint è molto interessante.
    Gli albi secondo me più interessanti al momento sono:Tutti quelli di Batman (epica quella personale,molto importante per la continuity Detective Comics),tutti quelli di Superman(Devo essere sincero pensavo che avrei odiato il superman con famiglia ma invece è molto adatto al suo personaggio),Justice League,Suicide Squad,Teen Titans,Hal Jordan & the GL Corp (perchè parla delle VERE lanterne verdi,non quei due idioti politicamente corretti che stanno nella League ora)
    Flash invece devo dire così e così,non ci sono vere idee al momento e lo stile statico di carmine di Giandomenico è completamente inadatto al personaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suicide Squad la ritieni valida? Ho letto che potrebbe essere la peggior testata di questo Rinascita assieme ad Harley Quinn.
      E sono contentissimo se mi dici che i Titani siano tornati ai vecchi splendori, la loro testata New-52 era un insulto ai vecchi fan.

      P.S. Deathstroke com'è? In America dicono sia una delle più belle.

      Elimina
    2. Quelle due Lanterne terrestri nuove mi sembrano dei personaggi poco convincenti. Ma "politicamente corretti" cosa vorrebbe dire, scusa? Che uno è donna e l'altro musulmano? Cioè, nel corpo delle LV ci sono scoiattoli antropomorfi e alieni di ogni tipo e il problema non è la caratterizzazione del personaggio (l'unica cosa che a un lettore dovrebbe interessare davvero), ma il sesso e la religione?

      Elimina
    3. Elia,vero mi ero dimenticato Deathstroke,molto valida anch'essa e consigliatissima.
      Teen Titans è carina,se sei un fan dei Titani pre-crisis di Perez storcerai parecchio il naso,soprattutto per manga-Raven,ma nel complesso la serie con l'introduzione di Damian Wayne risulta apprezzabile.

      Elimina
    4. Bhe, forse Itlas intendeva che in quei casi il sesso e la religione erano "la caratterizzazione" del personaggio. John Stewart all'inizio aveva la stessa esigenza, quella di creare una Lanterna di colore (non verde, però....ehr), ma ha saputo sviluppare una sua identità ben precisa. Questi all'inizio no (poi non saprei, ho interrotto tempo fa)

      Elimina
    5. Doc,di donne nelle Lanterne Verdi ce ne sono sempre state,basti pensare ad Arisia Rrab e Katma Tui.
      Entrambe molto più interessanti come personaggi delle due nuove lanterne terrestri.
      No le due nuove lanterne sono politicamente corrette solo perchè servono a barrare la quota diversità nella Justice League.
      La loro unica funzione è quella di essere un musulmano e una latina.
      Un personaggio è esclusivamente politicamente corretto quando cambiando la sua etnia esso perde di significato,cambiando l'etnia di questi due personaggi essi non avrebbero sigificato e si perderebbero in un mare di altre GL perchè si è deciso di puntare tutto sulla loro etnicità per caratterizzarli.

      Elimina
    6. Non so, Baz c'ha una sua storia. Il personaggio non mi dice niente e la roba della pistola mi sembra fuori posto, ma il fatto di avere quella fede e quel background ha comportato che sia finito in un posto bruttissimo senza meritarlo e che i vicini di casa gli diano del terrorista, a prescindere. Sono temi interessanti e contemporanei. Poi magari non sono stati sfruttati per niente bene, non saprei, ma ci sono. Personaggi di ogni religione ed etnia nei fumetti di super-eroi ci sono - grazie al cielo - da almeno quarant'anni, e nonostante quello che scrivono degli esagitati dell'Internet (di quelli che qui, grazie al cielo 2, non si sono mai visti) continueranno ad esserci. Perché il mondo là fuori è un melting pot culturale, per attrarre lettori che non siano wasp, perché aiuta ad affrontare altri temi.

      Su una cosa penso però di concordare Quando la caratterizzazione non wasp viene utilizzata SOLO per pubblicizzare il personaggio. C'è della paraculaggine ovviamente nel dire Toh, ti do una LV musulmana, perché se ne sfrutta la peculiarità a scopo promozionale. Ma in questo business lo si è sempre fatto. Stan volle ripescare Coal Tiger e lanciarlo come Black Panther perché era storicamente il momento giusto.

      Il punto, una volta che la curiosità l'hai suscitata, è vedere - appunto - se quel personaggio ha una sua caratterizzazione che vada al di là della tonalità della sua pelle o di quello che studia al catechismo.

      Quando venne presentato il nuovo Spider-Man Ultimate, Miles Morales, si ironizzò molto su questo personaggio un po' di colore e un po' ispanico, e invece Bendis ne ha cavato un personaggio interessante, che anche per quel contesto familiare era molto diverso dal Peter Ultimate. La nuova Ms. Marvel mi sembra un altro esempio molto calzante.

      Elimina
    7. Personalmente Baz era partito malissimo,ammetto di non aver letto le sue avventure new 52 ma già il costume secondo me è offensivo.
      Ok ti faccio la GL musulmana...e giustamente gli dò la pistola,utilissima quando si ha un anello del potere e soprattutto aiuta a liberarsi dello stereotipo del musulmano armato e pericoloso (sarcasmo).
      Poi siccome vogliamo la GL politicamente corretta ma non vogliamo che i lettori vedano una faccia dai tratti mediorentali in copertina gli mettiamo un bel passamontagna integrale in modo che i lettori non si lascino intimorire dai suoi tratti somatici.
      Per me è un personaggio pensato male e uscito peggio.
      La Marvel sembra cavarsela meglio,oltre ai tuoi esempi mi ricordo anche di Sooraya degli X-Men,un personaggio musulmano realizzato davvero bene.

      Mentre la Ragazza è stata interessante solo finchè era attaccata all'anello parassita di Voltoom di Terra 3,appena è diventata una GL ufficiale ha perso di interesse e significato.

      Fosse per me visto che ora esistono corpi di altri colori cambierei i loro due anelli con Rosso (rabbia) lui e Giallo (paura) lei.

      Elimina
    8. Io non leggo le lanterne da molto (fine ciclo di Johns), ma, per riavvicinarsi al corpo, questo mi è sembrato un buon numero. Non so perchè Sinestro versi in quelle condizioni, non so perchè Hal sembra essere l'unica lanterna rimasta in giro, ma sicuramente la prima storia mi ha solleticato quel tanto che basta per continuare. Sulla seconda storia poco da dire: non conosco le 2 lanterne (fin dove avevo letto io, Baz non aveva compiuto chissà quali gesta), ma anche questa storia non mi è dispiaciuta. Accorpiamoli e facciamoli lavorare insieme: è il primo issue di nuovi story arcs, se l'idea è buona e sviluppata bene, benvenga! (Che poi la pistola di Baz l'ho sempre inconsciamente accostata all'americano medio che ha bisogno di sentirsi armato .__. )

      Elimina
    9. A me non dispiacciono le due nuove lanterne verdi; per qualche ragione la legacy in LV funziona sempre molto bene (forse perchè sono tutti più interessanti del povero Hal).

      Elimina
    10. In realtà ho come l'impressione che Baz e quell'altra nella Justice League sostituiscano i falchi (hawkman & hawkwoman), quelli fantascienzi degli anni 60 però. Vedremo se sapranno fare la loro parte

      Elimina
  15. La serie con il Superman cinese è molto apprezzata negli USA, magari ingrana più avanti.
    Per il resto, il prima possibile mi prendo lo one-shot Rinascita e comincerò qualche testata, presumibilmente Flash ma non per la serie del velocista scarlatto in sè, bensì per Aquaman, il mio supereroe preferito DC, la cui serie pare avere convinto tutti, e per Green Arrow, che su molti siti americani viene messo sul podio di molte top 10.
    Valuterò se cominciare anche Superman perchè la serie dell'azzurrone è la più bella, pare, e le molte lodi al Sup China potrebbero invogliarmi all'acquisto.
    Non leggerò, almeno per il momento, Batman perchè negli ultimi anni la DC aveva assunto una politica bat-centrica che mi fece detestare il personaggio. Passeranno mesi o anni prima che ricominci col crociato di Gotham.
    Poi sto aspettando le uscite italiane dei Titani, dita incrociate perchè sia quantomeno decente, e di Deathstroke di cui ne parlano benissimo, ma proprio TANTO.
    Sulle due serie sulle Lanterne Verdi i giudizi sono molto contrastanti, ciò non mi invoglia all'acquisto purtroppo.
    Mentre sto aspettando da mesi che lancino anche una testata dedicata a Capitan Marvel (continuerò a chiamarlo così per sempre, vaffanculo), perchè il buon Billy una sua serie regolare curata da Dio se la merita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Finalmente qualcun'altro che Apprezza il Capitan Marvel DC ex Fawcett.
      Mi piacerebbe vedere una sua testata ma penso che il buon capitano ormai sia troppo vecchio stampo per trovarsi bene nel mondo fumettistico moderno.
      Preferisco leggere le sue avventure pre-Crisi,quando ancora aveva un significato.

      Delle testate di LANTERNA VERDE butta pure quella dei rimpiazzi e prendi Hal Jordan che è un inno alla gioia per chi lo considera la vera Lanterna Verde ed ama il Corpo.

      Elimina
    2. Qualcuno sa per caso se Deathstroke verrà pubblicata in uno degli spillati italiani tipo flash o avrà una pubblicazione personale?
      E' già stato confermato in Lion?

      Elimina
    3. Per Itlas, Capitan Marvel è portatore degli stessi valori di cui è portatore Superman, dire che una sua testata ora non avrebbe senso è come dire che l'azzurrone non dovrebbe più comparire in nessuna serie.

      Per MisterZoro, non ne ho idea perchè la pubblicazione di Deathstroke in Italia è stata molto discontinua, è successo che venisse pubblicato da solo anche nel nostro paese, ma poi in certi periodi faceva parte di un'aggiunta ad altre serie, quindi non si sa.

      Elimina
    4. Ho visto adesso come pubblicherà la Lion Deathstroke, mi vien da vomitare.
      Sarà nella collana dedicata a Suicide Squad assieme ad Harley Quinn, puttana vacca.
      Ma dico io, metterla nella collana dei Teen Titans, visto il passato di Slade Wilson, no?

      Elimina
    5. @Elia c'avrei scommesso che una delle serie più interessanti l'avrebbero messa a puntello di quella che (a detta di chi la sta seguendo da un anno) pare sia la più debole del lotto...
      Mi sa che recupererò in volume, troppi spillati, non sono più abituato XD

      Elimina
    6. Ti ricordo che stiamo parlando della Lion, auguri per l'attesa!

      Elimina
  16. Stavo aspettando una puntata di Microletture per linkare questa cosa senza andare OT. Purtroppo stavolta è stato un Microletture DC-centrico e quindi un po' OT mi tocca andarci lo stesso. Spero che il DOC mi possa perdonare (fra l'altro, posso ripetere questa cosa quando ci sarà il prossimo Microletture "generico"? Fammi sapere.), visto che riguarda un autore ed un albo vivamente consigliato da lui stesso... (vedasi http://docmanhattan.blogspot.it/2016/11/la-piu-bella-storia-di-rat-man-di-sempre.html)

    Ho esagerato con i preamboli. Sorry.

    Volevo semplicemente ricordare che il 20 gennaio è uscito "Volt - Che vita di Mecha #1 - C'era una volta la fumetteria", fumetto comico italiano di Stefano "TheSparker" Conte con al centro il robottino Volt che vuole fare il fumettista, ma si trova costretto a lavorare in un negozio di fumetti come commesso. I clienti più strampalati, nerd o meno, gliene faranno passare delle belle.

    La pubblicazione sarà bimestrale... in edicola, fumetteria e store online di SaldaPress.

    L'anteprima delle prime pagine è disponibile qui:
    https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1403782156312239.1073741852.262766457080487&type=3

    Avendo letto quanto precedentemente pubblicato da Stefano, non posso fare a meno che consigliare la lettura di Volt!

    RispondiElimina
  17. Io sto continuando la serie antologica Fanucci dei racconti di Dick, sono arrivato al periodo 55'-63'.
    C'è poco da dire, gli amanti della fantascienza che fa riflettere e dei mondi distopici non possono farseli scappare, visto anche che ogni singolo volume costa meno di dieci carte alla Feltrinelli o da Giunti: accattatavillo.

    Menzione speciale per la stupida litigata che ho avuto con un amico su chi fosse l'assoluto maestro della fantascienza dello scorso secolo: Asimov Vs Dick.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'altro giorno ho fatto un salto in libreria e sono stato fortemente tentato di prendere tutto il blocco dei volumi di Dick, anche se ho buona parte di quei racconti in vecchie edizioni. Averli tutti ordinati cronologicamente è una figata, il costo dei volumi è ragionevole. Poi mi sono ricordato di alcune esternazioni recenti poco simpatiche dell'editore e mi è passata un po' la voglia. Sono fortemente combattuto, mumble mumble.

      Elimina
    2. Doc, stai girando in cerchio con le mani dietro la schiena e scavando un solco sul pavimento?

      Elimina
    3. Ma a che esternazioni ti riferisci? Ho cercato un po' in internet ma non trovo niente

      Elimina
    4. scott: :D

      astrogonza: questo trafiletto, ripescato ora su Twitter ma di cui avevo letto ai tempi su repubblica, in cui dichiarava senza remore di non aver "pagato più nessuno" per rimettere in piedi la sua azienda: https://pbs.twimg.com/media/CTtOS29WIAA340d.jpg:large

      Elimina
    5. Ho qui in mano l'ultimo acquistato, stampa del 2012: brossatura, inchiostro e carta che non si disintegrano nonostante il modo barbaro in cui io tratto i libri, prefazione breve ma fatta bene e, soprattutto, un'ottima traduzione, tutto questo a 5 euro.

      Antologie migliori non ne conosco, però, a questo punto, non comprerò l'ultimo volume, purtroppo conosco di persona cosa sia la bestia del lavoro non retribuito.

      Elimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Mi piacerebbe iniziare Flash, ma non reggo un mensile figuriamoci un quindicinnale. E poi la RW/Lion... T_T Sto ancora aspettando da novembre DKIII: L'ultima crociata in fumetteria...
    Letto e consiglio la nuova tastata della Vedova Nera di Waid & Samnee: il primo numero è un concentrato di action purissimo sorretto dai disegni fantastici di Samnee. Avrei dovuto seguire la loro run su Daredevil. E' bimestrale, a febbraio uscirà il n°3. E il 2 devo ancora leggerlo, però. ^_-

    RispondiElimina
  20. Visto che ultimamente faccio l'eremita, hanno già pubblicato in italiano la versione rinascita dell'Uomo? Il fighettino col trucco fluorescente ("L'hai notato? Non ride mai! Ha il... come si dice il contrario del senso dell'umorismo?" "Il senso di rompere i coglioni!") non era tollerabile, come le vendite a picco di Lobo devono aver fatto alla fine capire alla DC.

    RispondiElimina
  21. X lo Zione Lardass:
    Infatti hai toccato il tasto dolente.
    Il prezzo e'un po' altino, l'ho comprato giusto per togliermi uno sfizio e perche' mi ballavano quei 6 e euri in tasca, ma...c'e' sicuramente di meglio, in giro.

    RispondiElimina
  22. Sarei interessato a cogliere l'occasione per iniziare a leggere qualcosa della DC.
    Quello che mi trattiene è l'idea di buttarmi in un'altra testata edita da RW Edizioni

    RispondiElimina
  23. Un amico che li segue in originale mi ha parlato molto bene di alcune testate e aspettavo solo che uscissero in italiano per provare a darci un'occhiata.
    Il one-shot Rinascita mi ha colpito molto, mi sono fiondato a leggere Flash e si, ho deciso di dargli una chance per il prosieguo, idem per Batman.
    Gli altri sono in attesa, ma per ora l'impressione è molto buona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio anche Superman,le sue testate sono davvero ben realizzate ed avvincenti.

      Elimina
    2. Devo essere sincero, Superman non mi è mai piaciuto e non l'ho mai seguito, anche se leggendo Batman mi è capitato spesso d'imbattermici.
      Ho apprezzato Superman Terra Uno e di sicuro proverò questo nuovo inizio, è già lì nella pila insieme agli altri =)
      Magari sarà la volta buona

      Elimina
  24. Ma quanto è stato bravo Geoff Johns su Rinascita? Bella storia (non originalissima, concordo), ma anche un amore per i personaggi che traspare ad ogni pagina :) Delle serie Rinascita, come sempre nei reboot, ci sono alti e bassi ma in generale mi sembra un' operazione più solida di New 52 o come si chiamava il precedente reboot. Io nel frattempo aspetto Multiversity Too e il prossimo volume della bella serie Wonder Woman Earth One.

    RispondiElimina
  25. Ho preso tutti gli albi tranne Wonder Woman, concordo nel dire che il volume su Wally mi ha intrippato e non poco, per il resto bello batman e bello il viaggio nei ricordi con Superman, sarà ma la saga dalla sua morte al suo ritorno rimane una delle mie preferite! non ho ancora letto Green Lantern ma anche io non ho voglia di rimettermi a comprare spillati anche se ho mollato da poco Spidey/miliardario. Quindi sono in dubbio se continuare con qualcuno di questi titoli.

    RispondiElimina
  26. Ho letto solo Batman, sono rimasto molto soddisfatto

    RispondiElimina
  27. Letto solo ora Rebirth:l'abbraccio tra i due mi ha fatto piangere, mannaggia a me e all'essere un vecchio sentimentale!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails