mercoledì 9 novembre 2016

78

La terza stagione di Black Mirror e Westworld che ha fatto i compiti

Black Mirror stagione 3 recensione
Stanotte hai seguito questa storia di fantascienza distopica incredibile, di un clown che vuole tornare al carbone e dare più armi ai suoi cittadini, che già si ammazzano tra loro con nonchalance, e viene eletto lo stesso presidente. Ma lasciando stare i mondi irreali del fantastico, oggi nel Circolino dei Telefilm parliamo della fantascienza più terra terra di Westworld, che non sarà una serie perfetta, ma con gli ultimi episodi ha definitivamente calamitato la tua attenzione, schivando per ora il rischio minchiata cosmica o, peggio, fuffa fumosa del temibile trucco "buttaci dentro un altro po' di robe a cui non daremo MAI un senso", altrimenti noto come "metodo Lost". Ma sei particolarmente in scimmia - un po' a sorpresa, devi ammettere, perché all'inizio eri piuttosto freddino - con la terza stagione di Black Mirror. Niente spoiler su niente, tranZilli [...]
WESTWORLD (FINO A S01E06)

Dopo i primi episodi hai temuto fortissimamente, ricorderete, che Westworld s'incartasse sui loop di Dolores e famiglia, continuando a gettare lì misteri su misteri giusto per fare mucchio. E invece ci sono episodi interi senza Dolores (tipo l'ultimo) e tutti i nodi stanno venendo lentamente al pettine. Sì, i punti di domanda sono ancora tanti, ma puntata dopo puntata si va componendo il quadro (che ha fatto Arnold? Che rapporto aveva con Ford? Chi è davvero Wyatt? Che diavolo è il labirinto?) e le sottotrame hanno iniziato a convergere. Non è esattamente la serie più bella degli ultimi anni, e alcune cose sono proprio "robe HBO" buttate lì - l'orgia gigante per far mantenere all'omino HBO i suoi figli che vanno al college, lo sceneggiatore minchione che fa la classica figura dimmerda da telefilm telefonatissima dopo due secondi - ma personaggi come Maeve hanno acquistato uno spessore che non ti aspettavi.
Ti piacciono un sacco i dialoghi di Hopkins, con quel suo accento, il modo in cui guarda di lato e si prende delle pause alla Celentano mentre racconta qualcosa. Così come ti è piaciuta la citazione del film di Crichton del '73 nell'ultima puntata. L'avete beccata, sì? No, non i residenti robot, quella certa figura sullo sfondo quando Bernard scende nei vecchi uffici. Lo spettacolocorridore di Westworld, Jonathan "il fratello di" Nolan, ha spiegato che la serie non è "esattamente un seguito diretto" de Il mondo dei robot/Westworld. Non esattamente, quindi alcuni tratti della pellicola fungono da background per il telefilm e questo parco è in parte lo stesso parco in cui scorazzava Yul Brynner quarant'anni fa...
"Eppure in un'altra vita ricordo di esser stato
un totale coglione con gli occhiali..."

Il problema che hai con Westworld è che ti ha completamente mandato a signorine del Mariposa la sospensione dell'incredulità. Ok, è già incredibile che degli esseri artificiali possano essere così realistici, siamo d'accordo, ma non è quello il punto, visto che è la premessa di tutto il baracchino. È il modo in cui il parco viene gestito ad essere assurdo. Ogni giorno vengono "uccisi" e fatti a pezzi decine e decine di residenti, che vengono poi rattoppati al volo (quando? Di notte? E allora perché si vedono i tizi in tuta al lavoro anche di giorno? Mettono in pausa anche i clienti paganti oltre agli androidi?) nei laboratori sotterranei da, boh, venti impiegati? 

Solo nella città di Pariah ci sono centinaia di automi, e anche i cavalli, i bisonti e gli uccellini sono finti, a quanto sembra. E ogni notte si ripara al volo l'impossibile e lo si rimette al suo posto. Ok, è fantascienza e quello che vuoi, ma l'approccio "realistico" alla faccenda, il ti spieghiamo come facciamo, passo passo, è quello che cozza, più che il fatto in sé. Certe cose improbabili, in altre parole, meno le spieghi e più funzionano, ma è anche vero che il rattoppamento rapido in laboratorio con riavvio della memoria è un elemento essenziale della trama e non se ne poteva fare a meno. Boh.
"Sono un bimbominkia del gamestop"
Al di là di tutto, è chiaro che Westworld, oggi, non è solo un parco a tema per nababbi, ma un'enorme rappresentazione di un mondo open world da videogioco. Come in un GTA (o meglio, un Red Dead Redemption), il pubblico vuole perlopiù andare in giro ad ammazzare e scopare, trattando i residenti come, beh, NPC da videogame. A qualcuno frega veramente della storia, qualcun altro, lo smanettone che il gioco l'ha già finito (Ed Harris), vuole andare alla ricerca di tutti gli easter egg e i segreti nascosti in giro. Funziona, no?
BLACK MIRROR STAGIONE 3 - EPISODI 1-3

Pensavi non fosse possibile raggiungere la qualità delle prime due stagioni di Black Mirror, una delle serie più incredibili di sempre. Una collana di mini-film di stampo più o meno fantascientifico sul tema "gli scherzoni che ci fa la tecnologia". Eppure i primi tre episodi della nuova stagione (Netflix ha rilanciato lo show con due stagioni da sei puntate ciascuna, o una unica divisa in due parti, come preferite) ti hanno convinto. Soprattutto il terzo, che pure poggia sulla trama più banale. Si parte, in Nosedive/Caduta Libera, da una Bryce Dallas Howard più inquartata del solito per interpretare la casalinga disperata attaccata tutto il giorno a Facebook. E anche se qui la dipendenza da like determina il tuo stato sociale, letteralmente, le dinamiche tristi da cacciatori di mi piace e retweet seriali sono le stesse di oggi. È una commedia con una sottile vena amara, che si chiude con la migliore risposta possibile alla fissazione globale per le cazzate da bacheca.

Hai trovato Playtest/Giochi Pericolosi il più fiacco dei tre episodi che hai visto, forse perché parlando di videogiochi, alcune figure - come il guru giapponese a capo della faccenda - ti sono sembrate delle caricature. Però il finale non è malaccio e, oh, non pensavi di vedere tante copertine finte di Edge in una serie TV.

Shut Up and Dance/Zitto e balla è invece Black Mirror allo stato puro. Un tema d'attualità - i tizi che ti adescano su Internet per ricattarti - trasformato in un'odissea di follia chiusa dalla tipica bastardata amara da entertainment britannico. Di quelli che "sei contento di restarci male". Ah, il co-protagonista è Jerome Flynn, il tizio che fa lo sboccatissimo Bronn in Game of Thrones.

La prossima settimana, oltre che dei tre episodi residui di questa nuova stagione di Black Mirror, parliamo anche di The Expanse, serie sci-fi che stai seguendo su Netflix insieme, beh, insieme a un sacco di altra roba. Quella dannata piattaforma ti sta togliendo il sonno. Letteralmente.   

Ok, apriamo il Circolino, gente. Che ne pensate di queste serie? Quali altre serie state seguendo? Come vanno? Niente spoiler su nulla: se dovete scendere nello specifico, usate il tag [ROVINATORE] in test al commento e lasciate qualche rigo vuoto sotto prima di iniziare a scrivere. A chi non rispetta le regole ci facciamo sparare da Dolores, ci. 

78 commenti:

  1. Il miglior Black Mirror è il quarto episodio, San Junipero, confido che mi darai ragione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. Probabilmente anche perché il target medio spettatori ha l'età giusta per il riferimento temporale. In generale BlackMirror sta una spanna sopra a tutto, per me.

      Elimina
    2. Bellissimo e molto fantascienzo (nel piu` nobile senso: spingerci a riflettere).
      Mi `e piaciuto anche il successivo, secondo me attualissimo.

      Elimina
  2. l' incipit che hia fatto è una citazione di Asimov??? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia più Philip Dick. Meno male che non succederà mai.

      Ah, questo è il mondo parallelo in cui è successo già due volte, di cui una in Italia. Chiedo scusa, ogni tanto mi confondo con il multiverso :D.

      Elimina
    2. Dick andava bene se vinceva la Clinton.. con Trump invece è idiocracy ;)
      a parte gli scherzi Asimov iniziava ogni sua antologia di fantascienza della serie " Isaac Asimov presents The Great SF Stories" proprio in questo modo... sovvertendo mondo reale e fantastico. No so se fosse solo una frivolezza stucchevole e professorale oppure una più inquietante coscienza che nel futuro i racconti avrebbero avuto più verosimiglianza del passato.. chissà

      in ogni caso secondo me Asimov rimane un grandissimo antologista

      ah e fine parentesi mi sono abbonato a netflix!

      Elimina
  3. Il miglior Black Mirror è il settimo "Make America Great Again", altro che storie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vota waldo è gia diventata anacronistica intanto

      per gli amanti dei segoni mentali qui teoria su una continuity di black mirror...........attenzione agli SPOILER
      https://www.reddit.com/r/FanTheories/comments/2to32w/black_mirror_all_episodes_share_a_universe_and/

      Elimina
  4. Premetto che seguo Westworld in versione localizzata, quindi potrei essere smentito dall'episodio 6 che non ho ancora visto, ma c'è una teoria abbastanza convincente circa il fatto che la serie mostri due linee temporali diverse e che Willie Simpson sia l'uomo in nero, secondo cui seguendo le avventure di Dolores e il bimbogigi si stia vedendo l'accadere dell'incidente che ha quasi distrutto il parco e la trasformazione del bravo guaglione in un sadico torturatore. Filerebbe, perchè in Contrappasso vediamo L'Uomo in Nero uccidere Lawrence, che rispunta la sera dopo come El Lazo con una nuova personalità stratificata (cosa che ci viene detto, richiede molto tempo).
    Voi che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. ManjiClan, alla teoria delle due linee temporali ci avevo pensato anch'io già in ep. 2 quando William arriva in città e ha verso Dolores degli atteggiamenti molto simili a quelli dell'Uomo in Nero. Seguendo la storyline di Dolores dovremmo arrivare al suo tentativo di distruggere il parco, sventato da William che anni dopo decide di scoprire a cosa conducesse il piano di Arnold.
      Ci sono però (almeno) due punti che apparentemente non combaciano:
      a) quando l'Uomo in Nero in ep. 4 usa Lawrence per liberare Hector, il primo viene accolto dal direttore della prigione come il ricercato n.1 o qualcosa del genere... a rigor di logica anche in questa storyline asseritamente precedente è già El Lazo, quindi...?;
      b) quando in ep. 3 Dolores sta per essere violentata da un bandito, ha una serie di visioni (tra cui appunto uno stupro da parte dell'Uomo in Nero), spara al bandito uscendo dal proprio loop e successivamente incontrando William e Logan... com'è possibile che abbia visioni di un uomo che (ipotizziamo) ancora non esista?

      Elimina
    3. E a questo aggiungici il fatto che Dolores, mentre sta con William e Logan, ha una sorta di ricordo o flashback in cui parla con Ford, il quale è anziano come al solito.
      Questi piccole imprecisioni mi fan pensare che la teoria su William=MiB sia falsa, ma ciò non mi preoccupa perchè ce ne sono MOLTE altre, alcune davvero interessanti.

      Elimina
    4. Elia, le conversazioni di Dolores le ho volutamente lasciate da parte perché se nel gioco del montaggio ti fanno vedere Ford/Bernard che le dicono "va bene così, ora torna dagli ospiti" e nello stacco successivo Dolores si sveglia con William e Logan, tu sei automaticamente indotto a pensare che le due cose siano cronologicamente susseguenti, quando invece potrebbero benissimo non esserlo. Comunque appena ho tempo (leggi: domenica pomeriggio, dannata sosta nazionali) faccio un recap completo.
      Piuttosto, senza eventualmente dilungarti nel dettaglio: quali sono queste altre teorie davvero interessanti?

      Elimina
    5. Ti copio ed incollo alcune teorie formulate da utenti su Reddit (in inglese):
      Arnold is the original creatorArnold uploaded bits of his consciousness in every host. "An artist hides himself in his work."Ford was the first host built by Arnold, and as a "machine learning" type of host, helped build out the parkArnold gave Ford full consciousness as a giftFord resented Arnold for being his master, and killed himNot knowing what to do with his freedom, like the greyhound, Ford created a replica of Arnold and called it Bernard. A, B.The family we just met was the first batch of hosts. The "Father" is the oldest host after Ford.The photo is of (L to R) Ford, "Father", Arnold/Bernard who can't see himself. The little boy's resemblance to Ford isn't based on any real humanFord is discovering that, with his "reveries" update, he is unlocking the bits of Arnold that lives in every host, and he is losing control.

      Altra teoria a parer mio MOLTO INTERESSANTE è questa:
      A Speculation on the History of Westworld

      Arnold and Ford start Westworld.

      Maybe, they have a really close friend (Ed Harris), and they create a character named Teddy after him.

      Arnold and Ford possibly create another character named Dolores after Ed Harris's real life crush.Arnold is interested in understanding consciousness and giving consciousness to AI, and starts an ambitious project.Ford is more interested in power and control and shit. He had a shitty childhood etc. He manages to hack into the westworld systems

      and possibly creates a copy of his character as an android in westworld (überFord)

      and maybe überFord kills FordArnold realizes what Ford is up to and implements a fail safe procedure, but is killed by Ford

      possibly through a mind controlled Dolores. But moments before his death, Arnold manages to create a virtual
      copy of himself in Westworld, like a virus hidden in the servers.The virtual Arnold keeps on working on the consciousness project, while staying under Ford's radar in the Westworld cloud.Many many years later, the Westworld board wants to oust Ford and
      starts secretly gathering data to possibly use against Ford from the
      park. They have no clue of what is actually happening.Because of the data breach, Arnold is able to connect to the outside web and contacts Ed Harris for help.

      Maybe, Arnold doesn't say who he is, and just tells Ed Harris
      something about the Maze. Ed, who is a total Westworld geek, wants to
      get 100% completion and becomes Arnold's pawn.Westworld begins.Ed Harris comes to Westworld and activates Arnold's decades old hidden code in some of the hosts.It's a war with three sides:

      one is clueless (the board);Arnold is a genius but is lacking in power, but he relies on sweet ideals, so he is the good guy; Ford is the bad guy who has been completely aware of Arnold's plans,
      and has been altering Arnold's shit for years to kick Arnold in the
      ballz. Ford will somehow turn Arnold's maze against him.

      Source: J. J. Abrams's Work

      Elimina
    6. Mmm. Quello che non mi convince, in entrambe le teorie, è che in un flashback di Ford (e precisamente quando racconta di Arnold a Bernard) lo vediamo decisamente più giovane, mentre nei loro ricordi gli host vedono sé stessi sempre alla stessa età. Quindi sarei portato a scartare tutta la parte di Ford-host.
      MOLTO interessante, ne convengo, è invece la teoria secondo cui potrebbe esserci una copia virtuale di Arnold in circolazione come un virus.
      Detto questo stasera vedo la 7, eventualmente domani ci si aggiorna qui sotto e vediamo di nerdare un altro po' :D

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    8. Grazie per avermi spoilerato la puntata cinque minuti prima di guardarla, Elia. Ma ci vuole tanto a usare un tag a inizio commento, come ESPRESSAMENTE RICHIESTO?

      Elimina
    9. Come diceva il buon Vasco, "mi son distratto un attimo..."
      @Doc, sono gli inconvenienti di essere un perfetto padrone di casa che legge tutti i commenti :D

      @Elia: non ho fatto in tempo a leggere il tuo commento, se puoi ripostarlo sotto al nuovo circolino dei telefilm del Doc continuiamo la discussione!

      Elimina
  5. Di Black Mirror non leggo nulla perché non voglio giorcarmi alcun spoiler o impressione.


    WestWorld bellissimo, mi sta piacendo un sacco. Il riferimento al film l'ho beccato al volo e per dirla tutta l'avevo già visto su twitter perché seguo Brubaker, che è coinvolto nel progetto, lui l'aveva ritwittato.
    La trama portante di Arnold e il labirinto è sempre più interessante, mi convince un po' meno la trama della prostituta che [SPOILER]


    ottiene l'up-grade


    [FINE SPOILER] senza tanti problemi. Teddy da personaggio insignificante ha guadagnato tanti punti e bisogna un'attimo vedere quando anch'esso sta andando fuori copione. Adesso è saltata fuori anche l'altra trama del consiglio e vedremo come va a finire.
    L'orgia era completamente fuori contesto ma che dobbiamo farci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un'intervista Nolan ha spiegato che, a chi sono venuti dubbi sul comportamento dei "dottori" con Maeve, deve attendere l'episodio 8 che darà delle risposte.

      Elimina
  6. Io ho visto questa serie dove c'era una tizia che veniva definita donna di pace e di correttezza nonostante minacciasse guerra contro la Russia e fosse coinvolta in un pesante scandalo amministrativo.
    Cosa si inventano gli scrittori oggi,pare che la serie sia stata cancellata per bassi ascolti però,vabbè pazienza.

    Parlando di Westworld,a me sta facendo un sacco addormentare,lento e noioso tant'è che guardandolo una volta mi sono addormentato alle 8:30 dopo la puntata,letteralmente.

    Parlando di Black Mirror,la cosa più terrorizzante di questa serie non è quanto essa si avvicini alla realtà,ma quanto la realtà si avvicini sempre più a essa.
    Prendiamo l'episodio 3x1,Freefall,ed il suo sconto agli influencer 4.5 per esempio:
    http://www.pcprofessionale.it/news/uk-assicurazione-premi-facebook/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. riguardo a Black Mirror la penso come te: non è una serie distopica, ma piuttosto una rapresentazione della realtà calata in un contesto solo un po' surrealista.

      Freefall a me ha fatto venire i brividi di orrore: non sono su nessun socialcoso, commento solo notizie sul mondo metal con disquis, ma quella spasmodica ricerca di like ed apprezzamento la vedo ogni giorno nella vita reale di molte delle persone che conosco.

      Elimina
    2. Se con Westworld ti senti così, ti consiglio di mollarla, non lo dico per cattiveria, ma la serie continuerà con questo ritmo, adatto per il tipo di storia che si vuole raccontare, ma indubbiamente non per tutti, lo riconosco.

      Elimina
  7. E'tutto inutile, Doc: per quanto ci si sforzi, la realta' supera qualunque fantasia.
    Credo di cominciare a comprendere la difficolta' di molti sceneggiatori: si fanno scoppiare la testa per tirar fuori un canovaccio decente, poi accendono la tv (tipo stamattina presto) e si chiedono: MA COME FACCIO A TIRARE AVANTI, CON UNA SIMILE CONCORRENZA?! E gettano la spugna.
    Alla prossima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto anch'io sto film lungo nove ore!
      Bellissimo!
      Cioè, le emozioni, capite?
      Ho ancora delle emozioni!
      Dopo le ultime esperienze al cinematografo credevo di no e invece, grazie a questo lungomeetraggio d'autore ho scoperto che sono ancora in grado di esaltarmi per qualcosa.
      Quando fanno il sequel? ^_^

      Elimina
    2. Nemmeno 4 anni, ci sono sequel che aspettano mooooolto di più..
      vedrai, passeranno in un lampo, a meno che qualcuno non provveda prima ad accelerare i tempi (cosa di cui non mi stupirei granché...)

      Elimina
  8. Considerata la struttura del centro di controllo di Westworld, non penso che ci siano solo 20 riparatori, ma molti di più, poi non tutti i robot vengono riparati ogni notte, solo quelli che "muoiono", ma che non penso siano un numero troppo elevato, e quelli che finiscono il loro loop, ma anche in questo caso il loop varia da residente a residente, alcuni possono avere un loop che dura settimane, e a tutto questo aggiungici il fatto che un ospite possa sfruttare un residente per il tempo che vuole, superando i limiti del loop previsto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le puntate con i tappeti di cadaveri da "sparatoria in centro" le ho viste solo io? :)

      E il tempo che richiede quel macchinario per costruire solo un occhio?

      Venti non era un numero da prendere alla lettera, anche se nei giri per i piani dell'officina, nell'ultimo episodio, ho visto comunque pochissimi tizi in giro.

      Ma, ripeto, son pippe mentali mie, è fantascienza, se parti da quella premessa, è forse inevitabile.

      Elimina
    2. Ma da quel che ho capito male io solo costruirli prende un sacco di tempo,a rattopparli e ricondizionarli non ci vuole molto e sicuramente avranno un sacco di pezzi di ricambio per occhi etc.

      A me quello che mi fa davvero mistero è come i visitatori facciano a riconoscersi l'un l'altro senza un segno identificativo.

      Elimina
    3. Nel 6° episiodo c'è un "giro turistico" dei laboratori e non sembrano in molti a lavorare al parco. L'unica teoria valida è che ritirino i cadaveri solo e soltanto nei luoghi dove non ci sono visitatori o dove sono certi che i visitatori si stiano dedicando ad altro. Per rattoparli daranno priorità a quelli delle trame principali e del villaggio iniziale mettendo a post, quando hanno tempo quelli dei luoghi più lontani e meno battuti. Poi ha ragione il Doc, la vedo dura mettere a posto la gente dopo i massacri.

      Elimina
    4. A me quello che poi fa schifo,ma davvero schifo,è quando scrivo a me mi perchè sono ancora rinco di sonno mancato :(

      Elimina
    5. [SPOILER WW]
      I cadaveri vengono sotterrati dal becchino nella città di Sweetwater: il cimitero è un "canale di ritorno" dei vecchi androidi (spiegato nel sito ARG della Delos), dove penso che le riparazioni più banali siano eseguite automaticamente. La sparatoria e recupero "forzato" furono procedure di emergenza per il bugfix sulle reverie.

      Noi stiamo vedendo i casi più estremi (soldati, sgozzature, etc) grazie ad Harris, ma a parte le uccisioni da arma da fuoco fatte per gioco, non penso che la morte sia così frequente per un host. Parliamo di 40K a notte per visitatore. Il parco sarà gigantesco, ma se le "schegge impazzite" (i visitatori) sono 30/40 e non tutti così violenti, la spiegazione regge. Gli host che si uccidono tra di loro si danneggeranno in punti stabiliti in modo da riparare/autoriparare con poca difficoltà. Non ultimo, abbiamo visto 86 piani sotto terra. Storage e uffici mettiamo ne prendano la metà, di 40 rimanenti mettiamo 20 di Ricerca e Sviluppo (come il piano sopra visitato da Maeve, laboratorio di studio per la programmazione), rimangono 20 piani di "ospedale". I conti tornano.

      Comunque, alla fine della fiera moriranno tutti i guest, programmatori e host, tranne due host di ultima generazione, in grado pure di riprodursi: Adam ed Eve... XD

      Elimina
    6. P.s.
      La Wood carina è carina, ma anche la Newton signori miei, alla sua età si difende molto bene :D

      Elimina
    7. Sull'autoriparazione non sarei così d'accordo. Abbiamo visto che gli host hanno bisogno di sangue (o quello che è) per funzionare se no si disattivano e quando vengono feriti comunque il sangue va reintegrato.
      Poi le prostitute abbiamo visto che vanno ispezionate e pulite dopo un po' di uso. Il cimitero aiuta solo nel recupero, imho.

      [SPOILER]
      Abbiamo poi visto che la prostituto è portata comunque a riparare nel 6° episodio anche se viene semplicemente strangolata. Questo cotrasta completamente con l'autoriparazione visto che essendo morta per soffocamente non era manco da riparare.


      PS: la più gnocca per ora è la hostess che accoglie Jimmy, in quel tubino bianco con lo spacco è da applauso.

      Elimina
    8. Si vede che sono cotto e il cervello va per conto suo, ho scritto prostituto e volevo scrivere prostituta.

      Elimina
  9. Continuo a guardare Lethal Weapon e mi piace molto la dinamica tra i due protagonisti, quasi affiatati quanto quelli originali. In più devo iniziare la quarta stagione di Blacklist, che spero si riprenda dopo la deludente terza.

    RispondiElimina
  10. Sarò ignorante, sarò quello che volete, ma sto facendo una fatica del diavolaccio a seguire Westworld. Lezioso e patinato, in alcuni passaggi decisamente noioso. Il difetto più grosso che gli trovo è che gli episodi sono praticamente intercambiabili, si potrebbero guardare in ordine causale senza perdersi granché, costituiti come sono da 80% speculazione psicofilosofica e 20% azione "reale". Episodio di lunedì sera (il numero 6 versione originale) il migliore, finora, dopo la figherrima puntata iniziale. Ho guardato i primi due episodi di The Exorcist, che ho trovato piuttosto loffi. Ripeto: so' tempi de magra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica tanto magra,ci The Young Pope,Class e Gotham che sono molto valide

      Elimina
    2. Per WestWorld effettivamente i primi 3 epidodi sono abbastanza intercambiabili ma questi ultimi sono fortemente concatenati e spostandoli di posto non capiresti una mazza. Specialmente l'ultimo episodio da per scontato che tu sappia di n cose successe in precedenza che se non hai visto non capisci.

      Elimina
    3. Sì, la mia era un'iperbole. Ma effettivamente è capitata nei primi 4 episodi la seguente scena, a casa mia: -Vado a scaricare la lavatrice - Ah, aspetta, metto pausa - Mannò, non ti preoccupare, tanto non succede niente. E infatti.

      Elimina
  11. The expanse l'ho iniziata a vedere con il pilot. Purtroppo ha ricevuto un veto da parte della mia ragazza, per cui lo dovrò guardare ritagliandomi del tempo da solo, il che non è facile.

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Secondo voi, quale potrebbe essere la nuova serie di riferimento ? Quella per cui conti i giorni tra una stagione e l'altra ?

    RispondiElimina
  14. black mirror finito in un weekend (da paura!)
    sto seguendo con piacere The Young Pope, anche se Sorrentino non e' tra i miei preferiti, ma scorre molto meglio del film con cui ha vinto l'Oscar la grande bellezza.
    Segnalo Chance, su Hulu, con Hugh Laurie come protagonista.

    RispondiElimina
  15. Black Mirror ha sicuramente sbancato. Gli episodi di questa stagione hanno tutti un loro perché. Hanno toccato tutti i punti "terrificanti" dell'uso nefasto o estremo della tecnologia. Avete usato la app che riproduce quella del primo episodio ?
    L'ultimo episodio è qualcosa di inarrivabile secondo me, hanno messo tantissima carne al fuoco ed è arrivata tutta perfettamente cotta.

    Sempre grazie a Netflix ho ripreso The Expanse che avevo abbandonato a suo tempo. Godibile, con un po' di impegno potrebbe puntare ad essere una discreta space opera ma verso la fine degli episodi si avverte solo una discreta noia.
    E sempre su Netflix ho apprezzato tantissimo Midnight Diner: Tokyo stories. Mini storie ambientate a Tokyo, sullo sfondo di un piccolo ristorante aperto solo da mezzanotte alle 7 del mattino. Degli spaccati sublimi di storie di vita. Da vedersi rigorosamente in giapponese. Spero fortissimo in future stagioni.
    E si continua sempre ad attendere conferme sui seguiti di Bojack Horseman e Archer.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Midnight Diner ho visto le prime tre o quattro, qualche settimana fa. C'ha il piglio tipico dei dorama giapponesi e si vede che è tutto girato in un unico set, ma non è male.

      Elimina
    2. Non sapendo cosa sono i dorama mi son incuriosito e ora che so di che si tratta sarei curioso di vederne qualcuno. Doc, me ne potresti consigliare 2-3 che hai apprezzato?

      Elimina
    3. Densha Otoko (che è uno dei pochi che ho visto per intero!).

      Elimina
  16. Doc basta accettare l'idea che gli androidi siano duplicabili e che sia possibile l'upload da remoto. D'altra parte abbiamo già visto che per i comandi e l'upload dipende tutto dal livello di autorizzazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E però si vedono rattoppare e portare avanti e indietro gli stessi, non sostituirli con un duplicato. Altrimenti...

      [SPOILER]
      ...
      ...
      ...
      Maeve non avrebbe la cicatrice e non ci sarebbero tutti quegli accenni ai rattoppi e cancellini-per-la-memoria fatti male o di fretta. Gli automi sono sempre gli stessi, riciclati quando una storyline viene cambiata (come successo per Maeve) e ritirati solo quando danno problemi, come il padre di Dolores.

      Elimina
    2. Avevo pensato ad una rotazione però l'obiezione su Maeve è buona

      Elimina
    3. E se invece quello che vediamo fosse molto lontano dall'essere in ordine cronologico?
      Potrebbe essere che ci mostrino gli androidi in officina subito dopo essere stati colpiti anche se in realtà vengono raccolti solo dopo che la vagonati di ospiti ha già levato le tende.
      La teoria "non in ordine cronologico" porta ad un'altra teoria ancora più interessante ed un sacco in voga:
      [SPOILER?]
      ...
      ...
      ...
      William è il Man in Black da giovane.

      Elimina
  17. Black mirror finito un sabato piovoso solo un parola meraviglioso, un paio di episodi fiacchi ma il 1° il 4° una spanna sugli altri, a mio parere.
    Di The Expans la sto seguendo, carina, a volte troppo lenta.
    Sempre su netflix, se vuoi o non lo hai già fatto, consiglio anche ARC, non è una serie ma un film di un'oretta mezza in inglese. Ho appnea finito anche the Crown, fatta da Dio, sopratutto a chi è piaciuto Downton Abbey.

    RispondiElimina
  18. The expanse... conto le ore che ci separano dalla stagione 2...

    RispondiElimina
  19. L'altro grande dubbio su WestWorld (che comunque mi sta piacendo) è su come funziona il fatto della immunità ai colpi. Cioè i guest possono colpire gli host che "muoiono", mentre gli host non possono colpire i guest - fin qui ci siamo - ma come fanno i guest a capire chi sia un host o un altro guest? Se un ospite spara ad un ospite che succede?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo sono chiesto anch'io. In pratica è come se vengano usati due tipi di pallottole, letali e scherzone. Se un residente spara a un ospite, partono le seconde, che ti lasciano solo il segno come i pallini di gomma con le pistolette ad aria compressa, abbiamo visto. Immagino che se un ospite spari a un altro ospite avvenga la stessa cosa.

      Elimina
    2. Io credo che le pallottole siano tutte scherzone invece... Anche perché le pistole devono essere tutte uguali, metti che io umano rubo l'arma ad un androide per sparargli e non succede nulla perché ho l'arma "fake"... sai che brutto.
      Invece forse le pallottole di queste "armi fake" rispondono in un modo diverso a seconda del bersaglio...

      Elimina
    3. Mah, non so. Gli effetti sui corpi dei residenti, chiunque spari, sembrano veri. Se sei in grado di creare un essere identico a uno umano, saprai anche tirar fuori una pistola intelligente, che sa leggere i bersagli, per così dire.

      Ma, ovviamente, le mie son solo supposizioni campate in aria :)

      Portando avanti questo ragionamento, se un ospite ruba una pistola a un altro ospite è in grado di ammazzarlo? Credo di sì. Il parco non è esente da rischi, d'altronde. Se fai incazzare un residente e quello ti dà una botta in testa, può ucciderti anche senza spararti... se non interviene qualche dipendente da remoto a fermarlo in tempo.

      Elimina
    4. L'unica cosa certa che tutte le armi sono monitorate e possono essere bloccate in remoto.
      Relativamente alle armi credo ci sia forse il problema più grosso di sceneggiatura, molto di più per le riparazioni degli host, perché le armi sparano sempre pallottole vere quando vengono puntate verso host o oggetti inanimati. Questo favorirebbe tantissimo incidenti del tipo che un ospite per sbaglio colpisce il supporto che regge qualcosa (un lampadario) e quel qualcosa cade e accoppa un'altro ospite che si trova li a passare. Oppure i proiettili vaganti ma questo sarebbe in parte evitabile depotenziando le armi così da abbassandone di molto la gittata. Questo è molto plausibile perché in questo modo rendo più gestibile il rinculo da parte di chi non ha mai maneggiato un'arma come potrei essere io.
      Per il resto concordo con il Doc, credo proprio che le pistole davanti ad un visitatore sparino un proiettile in gomma.

      SPOILER
      Ed Harris quando fa la strage nel villaggio messicano usa addirittura un proettili apposta per trapassare un muretto quindi la reazione diversa delle munizioni rispetto al bersaglio la scarterei. Un colpo del genere su di una persona gli apre un bel buco.

      Elimina
  20. Seguo in ritardo I Medici (ossia ieri non li ho visti e recupererò a breve), per ora non male, ma non entusiasma. Poi ieri ho visto l'episodio 4 della prima stagione di Black Sails, che invece è una serie che mi sta scimmiando molto (anche se vado lentamente avanti perché la guardo con amici), il quarto episodio fa presagire grandi cose per i seguenti!

    RispondiElimina
  21. Non ho ancora visto Black Mirror, pensavo che il passaggio a yankeeland rendesse il tutto una baracconata e perdesse il bello delle prime serie (vero Torchwood?): mi avete rincuorato

    RispondiElimina
  22. ma vogliamo parlare degli arrangiamenti di Ramin Djawadi sulle canzoni dei radiohead?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andato sul tubo ad ascoltarmele. Sai che non mi hanno fatto impazzire? Buona l'idea di farne delle versioni per piano solista, ma l'esecuzione mi è sembrata un po' "legnosa" (trovo che Mr Yorke sia più bravo a suonare il piano, opinione personale...)

      L'amore dei fratelli Nolan per i Radiohead è di vecchia data (ed è uno dei motivi per cui mi stanno simpatici): già per i titoli di coda di Memento Cristopher ha cercato di mettere Paranoid android ma non gli è stato permesso per questioni di diritti: ha rimediato con The prestige che si chiude sulle note di Analyse di Thom Yorke.

      Elimina
  23. Black Mirror l'ho esaurita come serie (le prime 2) in 2 giorni e questa 3' in 2 sere. Concordo che la puntata dei videogiochi era un po' fiacca ma dal finale, seppur comune, non male. Rimane per me però inarrivabile l'episodio (1' serie credo) del politico "incastrato" sulla tv pubblica

    RispondiElimina
  24. Westworld (bellissimo anche per chi da bimbo vedeva rivedeva Il Mondo dei Robot di Crichton) e Black Mirror sono sicuramente il MUST SEE della stagione, ma sono contento che tu ti sia accorto di THE EXPANSE: vista l'anno scorso (la prima stagione) e fomento vero, con quella fanstascienza sporca a metà tra Alien e Total Recall, e pure un po' Dead Space e Galactica... E anche complicata tutto sommato, con le varie sottotrame politiche/thriller. Una bomba vera

    RispondiElimina
  25. WW più va avanti più mi prende: restano ancora più le domande che le risposte, ma sarà proprio per questo che si rimane lì scimmiati aspettando ogni volta il nuovo episodio.
    Black Mirror sempre più incredibilmente sorprendente... e come altri aspetto settimana prossima per la rece dei restanti 3 episodi, soprattutto per San Junipero (imho, il miglior episodio mai realizzato di questa serie).
    The Expanse: già vista quando uscì, son curioso di sapere che ne pensi

    Visioni di questo periodo:
    - Le varie serie DC, con Arrow che sembra esser ridiventato quanto meno godibile
    - seconda stagione di Lucifer, classico guilty pleasure.. e cmq questa seconda stagione surclassa la prima
    - Aftermath: ossia come voler vedere inceneriti TUTTI i personaggi al suo interno... un'accozzaglia di gente pressoché inutile che passa il tempo ad urlare. Peccato, perché la premessa (un mix di sci-fi, fantzsy e horror) sembrava buona
    - Designated Survivor: carina ma... meh, diciamo che in un genere dove a farla da padrone c'è una certa House of Cards è sempre dura
    - Lethal Weapon, Z Nation, Dirk Gently's Holistic Detective Agency, Hooten and the Lady: classiche serie che stai lì a guardarle perché semplicemente divertenti, senza bisogno di trame cervellotiche o che, anzi con una scrittura che più semplice non si può (ecco.. DGODA forse un po' meno delle altre dai)
    - American Horror Story - Roanoke: dopo 3 stagioni a vuoto Ryan Murphy ce l'ha fatta a renderlo di nuovo interessante
    - TWD: al SETTIMO tentativo ce l'hanno fatta a togliersi dalla palude della noia più soporifera. Era ora!
    - Falling Water: un po' Inception, un po' Sense8.. se riesci a superare il fatto che gli episodi (6 in totale mi sembra) siano piuttosto Lentini (Gianluigi), riesce pure a prenderti.
    The Exorcist: partenza così così, già al quarto episodio accelera, poi arriva il mega-plot twist nel quinto episodio e lì non puoi far altro che seguirla con moooolta più attenzione
    - Tiger Mask W: grazie a te, Doc :D
    - The Young Pope: non sopporto più di tanto Sorrentino, non sopporto il suo modo di fare cinema, di rimando manco il diluirsi del suo stile in una serie tv.. eppure TYP mi piace! Soprattutto per il cinismo spietato di Pio XIII e per un cardinale Voiello interpretato da un Silvio Orlando spettacolare

    RispondiElimina
  26. Di Westworld (sono arrivato alla 5, non ho problemi a leggere spoiler ma per sicurezza altrui metto qui un
    ROVINATORE)
    - la questione pallottole è effettivamente strana. Se scendo dal treno d'ingresso con una pistola carica e sparo a occhi chiusi sei colpi becco tre Host e tre visitatori. Gli Host muoiono ma gli altri visitatori? Barnes nel suo duello si beccava il livido da pallottola di gomma, ma Harris nel 1o ep si becca un caricatore intero addosso del tutto a salve. Non mi è chiaro come funzioni.
    - Sulle riparazioni al volo: devono essercene diversi. Per forza. E avere un esercito di "dottori". La difficoltà maggiore deve essere proprio scegliere quando intervenire senza rompere l'illusione dei visitatori. Es.: uccidono la famiglia di Dolores. Lei va via in stato confusionale e trova Logan e Barnes. Poi la vediamo nell'episodio successivo parlare con Bernard. Quando la rivediamo in compagnia dei suoi compagni, nessuno batte ciglio.
    Aspettano che i visitatori dormano? E riescono a portare gli Host nei laboratori e a riportarli indietro sempre senza farsi accorgere da nessuno?

    RispondiElimina
  27. Purtroppo in questo momento non ho molto tempo da dedicare alle serie TV, ma continuo con:

    Ash vs Evil Dead.
    Strano che non ne parli nessun antrista, perchè la seconda stagione è veramente spettacolare, molto meglio della prima (secondo il mio parere molto arbitrario, ovviamente).
    Abbiamo finalmente Ted Raimi, una bella badilata di citazioni varie e una trama dove il protagonista e i comprimari fanno sempre la scelta sbagliata: praticamente come la prima ma meglio.

    Rimanendo in tema HBO e parrucchini distropici, ho scoperto di recente il Last Week Tonight with John Oliver, e non dirò altro, nella speranza che ci sia prima o poi una sezione sull'Antro chiamata "Comiciinpiedi".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro collega antristico Beppuzzo, non disperare, che solo non sei. ;)

      La prima stagione di Ash vs. Evil Dead l'ho adorata anche io. La seconda e' in cantiere.
      Purtroppo, a causa di gusti diametralmente opposti con la di me moglie, ho messo in pausa Ash, Black Mirror e Luke Cage.

      Ora come ora sto seguendo The Crown, che se piace il genere bio pic, vale la pena guardare. Un po' troppo di parte su 'Elisabeth umile serva della patria e Filippo str0nz0 ingrato' pero' e' una bella serie.

      John Oliver ha studiato con John Stewart e merita il suo Emmy. Degni colleghi sono Bill Maher e Stephen Colbert.

      Elimina
  28. Di Westworld (sono arrivato alla 5, non ho problemi a leggere spoiler ma per sicurezza altrui metto qui un
    ROVINATORE)
    - la questione pallottole è effettivamente strana. Se scendo dal treno d'ingresso con una pistola carica e sparo a occhi chiusi sei colpi becco tre Host e tre visitatori. Gli Host muoiono ma gli altri visitatori? Barnes nel suo duello si beccava il livido da pallottola di gomma, ma Harris nel 1o ep si becca un caricatore intero addosso del tutto a salve. Non mi è chiaro come funzioni.
    - Sulle riparazioni al volo: devono essercene diversi. Per forza. E avere un esercito di "dottori". La difficoltà maggiore deve essere proprio scegliere quando intervenire senza rompere l'illusione dei visitatori. Es.: uccidono la famiglia di Dolores. Lei va via in stato confusionale e trova Logan e Barnes. Poi la vediamo nell'episodio successivo parlare con Bernard. Quando la rivediamo in compagnia dei suoi compagni, nessuno batte ciglio.
    Aspettano che i visitatori dormano? E riescono a portare gli Host nei laboratori e a riportarli indietro sempre senza farsi accorgere da nessuno?

    RispondiElimina
  29. Probabilmente la storia delle copertine di Edge deriva dal fatto che Charlie Brooker ha iniziato la sua carriera come giornalista/recensore videoludico e pertanto sa come giri quel mondo...

    RispondiElimina
  30. Io ancora non mi sono ripreso dal cameo di Yul! Ho fermato il video all'istante per gustarmi il momento! Subito a condividere su Facebook come un fissato da social qualunque (non lo faccio mai...per una volta però non ho resistito).
    Per poi scoprire che oltre a quel fotogramma non c'era altro...che rabbia! Comunque mi piace parecchio la serie. Troppi piselli per un vecchietto come me ma ormai i tempi sono così.

    Che serie posso segnalarvi...l'unica che conoscono pochi! E' cominciata la terza stagione di Yonderland. Non eccezionale ma piacevole con trovate carine e personaggi a volte eccezionali.
    Ripeto non divertentissima se non per certi sketch e un "cattivo" da piegarsi.
    E' una serie fantasy con i pupazzi e gli attori. E una casaligna inglese che si ritrova a salvare un mondo intero...Debeeeee....

    RispondiElimina
  31. Ho guardato San Junipero (voi non l'avete ancora vista) ma non mi detto granchè. specie la cagatona in CGI finale in stile anni 90, A STORIA FELICEMENTE CHIUSA E CONCLUSA ALMENO 5 MINUTI PRIMA (lo dico che si sappia, no spoiler) che si potevano evitare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quale cagatona i CGI scusa?
      imho, rimane il migliore della stagione 3

      Elimina
  32. aggiungo che l'ho già visto 3 volte, anche per la colonna sonora

    RispondiElimina
  33. Bellissimo il paragone con i videogiochi e WW, Ed Harris nel ruolo de "lo smanettone che il gioco l'ha già finito" calza a pennello :D

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails