lunedì 23 novembre 2015

70

Jessica Jones, la nuova serie Marvel di Netflix (7 su 13)


Jessica Jones Netflix recensione poster
Venerdì scorso, 20 novembre, sono sbarcati su Netflix i 13 episodi di Jessica Jones, la seconda serie TV Marvel realizzata per il provider di contenuti on demand in streaming, dopo il grande successo di Daredevil. Avevi la ferma intenzione di sciropparteli tutta questa prima stagione nel week-end, ma sei riuscito a vederne per ora solo 7. E ti sono piaciuti? Sì. E hanno compiuto un piccolo miracolo domestico? Sì. Nessuno spoiler, tranquilli [...]
Il miracolo domestico è che si tratta della prima serie Marvel che sta seguendo anche la signora Manhattan. Perché sì, ci saranno pure supertizi che fanno delle supercose, ma l'atmosfera da thriller metropolitano si presta alla perfezione anche per chi non sopporta Agents of P.I.P.P.E., Arrow, Flash e compagnia mimmante. In senso assoluto, come telefilm in sé, Jessica Jones è una serie molto godibile, per varie ragioni.
Una cattivissima e invecchiatissima Carrie-Ann Moss
è l'avvocato murena Jeri Hogarth
Innanzitutto perché la protagonista, donna dotata di superpoteri che fa l'investigatrice privata, è adorabile. Laddove per adorabile intendi "private eye che si alcolizza, è sboccata e violenta, incazzosissima e dall'attitudine superpunk", chiaro. Krysten Ritter, nota soprattutto come la fidanzata/padrona di casa tossica di Jesse in Breaking Bad, ci mette molto del suo. Con quell'aria incredibilmente trasandata nonostante i capelli e il trucco perfetti: saranno gli occhi un po' all'ingiù, sarà quell'espressione da Fattiicazzituoi, sarà che c'ha la violenza nei pugni e se vuole scassa tutto. Vedi sfuriata con lancio del termosifone.  

Alcuni spunti sono un po' forzati e tutta la tensione si regge in equilibrio precario attorno alla figura della nemesi di Jessica - di cui non diremo niente, per non rovinare la sorpresa a chi ancora non lo sa - ma nel complesso il tutto funziona, essenzialmente perché non c'ha l'aria da telefilm da quattro soldi, girato con tre comparse, come tutte quelle altre robe non netflixe citate poc'anzi. Esattamente come Daredevil, Jessica Jones ha una fotografia, una regia e più in generale un feeling da film. Lo guardi e ti dà l'idea di un'unica pellicola lunga una dozzina di ore. È, in tutte le accezioni positive dell'aggettivo, una serie moderna. Pensata bene e realizzata come si deve, sfruttando la caratteristica delle serie Netflix - il tutto e subito, teh, 13 puntate in una botta - per liberarsi di monster of the week, flashback preconfezionati con effetto sonoro ridicolo, sindrome da Centovetrine per cui tutti incontrano sempre tutti, e le altre minchiate che ti hanno dato la noia terminale negli altri serial con supertipi. Nel parlare di Daredevil sottolineavi come la prima serie Marvel di Netflix alzasse di brutto l'asticella nel settore, pur mirando a un target diverso, e sensibilmente più adulto, di Arrow, Gotham e compagni. Ma quale che sia l'obiettivo prefissato, per te e qualunque altro spettatore over 20 la sostanza non cambia: anche Jessica Jones sembra giocare in un'altra categoria. In senso assoluto, appunto, una serie piacevole, che conosce i propri limiti e tenta in ogni modo di aggirarli (i salti potenziati di Jessica, ad esempio, non sono mostrati mai direttamente, per evitare la sindrome da Donna Bionica). In senso relativo, limitandosi al campetto di pallone dei telefilm sui supertipi, un facile secondo posto, per valori di produzione che gli altri ciao.
La serie è fruibile da tutti anche in italiano, legalmente e a costo zero,
visto che su Netflix il primo mese è aggratise
Il che significa, per chi ha il cuore da vecchio Marvel fan, un'altra gioia, un altro buon motivo per andarsene in giro con un sorriso a 68 denti stampato in faccia. Perché c'è il secondo livello di lettura rappresentato da tutto quello che del Marvel Cinematic Universe e dal background fumettistico del personaggio è stato tirato dentro, e che solo un Marvel Zombie di almeno medio livello su una scala da zero a Uatu non sei nessuno può rilevare. Nei primi sette episodi c'è una fetta importante del mondo di Jessica Jones e di quello che le sta attorno nel Marvel Universe in carne e ossa: c'è lo spirito di questa riluttante non-eroina, creata da Brian Michael Bendis nel 2001; c'è Hell's Kitchen; ci sono Luke, gli Avengers e la loro battaglia di NY,
Trish (LOL quando hai sentito il suo nome per intero). E soprattutto c'è quella nemesi di cui non faremo ancora il nome, anche perché, una volta arrivato alla fine, ti piacerebbe scrivere un post con tutti i riferimenti, gli omaggi e le strizzatine d'occhio al Marvel Universe, come quello fatto per Daredevil. Si trattava di una serie meno facile di Daredevil, se vogliamo, perché da tirar su con personaggi meno iconici (qui non c'era un Kingpin con cui giocarsela, tanto per iniziare) e con molti meno cazzotti. Da allestire attorno a un pericolo che se lo analizzi un attimo rotfl, ma nella finzione son capaci di fartelo percepire come tale, ponendo tutta una serie di paletti narrativi per evitare il "Ma perché non lo stendono così e cosà". Qualche così e qualche cosà restano in piedi, ma chissene. Ce lo vogliamo dire un brava a Melissa Rosenberg (Dexter), showrunner di Jessica Jones? Ce lo vogliamo dircelo. E a chi fa le sigle delle serie Netflix, che scalciano tutte culi a nastro? Pure.
Del villanzone di turno diremo solo che ha la faccia del tizio qui sopra, David Tennant, noto soprattutto come decimo Dottore in Doctor Who. Mentre lo guardavi gigioneggiare sullo schermo, Tennant ti ricordava qualcuno...
All'inizio pensavi fosse Vinicio Marchioni, ma no, quello un minimo, assomiglia molto di più a qualcun altro, ma chi?... Ce l'hai! È Francesco Paolantoni!
Ho vinto quaccheccosa?

Discussione libera, ma niente spoiler. Se proprio dovete scendere nello specifico, usate il tag [ROVINATORE] a inizio commento.

70 commenti:

  1. Serie bella ma al di sotto di Daredevil di una spanna abbondante. Premio "mimmo" al decimo episodio (e lì che sono arrivato)! Aspetto recensione finale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quotissimo. Anche io la penso esattamente allo stesso modo. Daredevil è molto meglio

      Elimina
    2. Dando sempre il buongiorno al gigante Ciccio :D L'ho ben scritto, a scanso di equivoci, che con Daredevil, con i personaggi iconici che si ritrova, era ben più facile. Per la natura della serie, pure. Ma sì, torniamo a parlarne appena arrivo alla fine.

      Elimina
    3. Quotone!

      Devil tiene anche decenni di storie sulla schiena, e alcune di queste sono le meglio cose prodotte dalla marvel. Jessichetta nostra invece fino ad "Alias" era un personaggio di contorno. E Alias è durato pure poco per quanto grandissima serie.

      Comunque serie apprezzabilissima, e anche in casa mia ha tenuto la dama sveglia a differenza di altre cose tipo giusto daredevil.

      Elimina
    4. non sono d'accordo con te GRIMM ....è più facile fare robba buona con Devil che con una perfetta jessicachi???....ma me è piaciuta molto e la metto al pari di DD

      ;-)

      Elimina
  2. Ah...parlando di somiglianze: la protagonista ricorda Rossella Brescia solo me?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione, ha una vaga somiglianza che non avevo colto anche perchè a me ricorda molto di più un Pubblico Ministero del Tribunale che frequento a causa del mio lavoro...alla prossima udienza avrò il timore che se il teste non le risponde come lei vorrebbe lo prende elo sbatte fuori dalla finestra!

      Elimina
  3. visti solo i primni tre episodi e per ora ho apprezzato la fotografia e la recitaizone...

    ROVINATORE

    stupendo il finale del primo episodio, la scena dell'ascensore è da paura ma fa anche pensare che Jessica è proprio 'na fessa visto che conosceva bene il cattivo di turno e poteva prevenire l'accaduto con una semplice perquisizione...

    RispondiElimina
  4. Sciroppato in tre giorni. Netflix shut up, take my money e veloci con la season two...

    Poi vabbè, David Tennant io ti amo nel senso più eterosessuale del termine...

    "Obi-Wan Kenobi?"
    "But cooler."

    RispondiElimina
  5. Daredevil era una serie che rasentava il 10 abbondante. Non mi era mai capitato di tifare come un Ultras di fronte al supereroe che pesta il cattivone (gridavo "Vai Matt, fagliela pagare" come uno scemo). Con Jessica Jones non è successo, forse perché Jewel è un'eroina che al contrario di Devil ho scoperto molto tardi ed ero privo di effetto nostalgia, ma la serie resta ampiamente promossa. Qui la gestione di alcuni comprimari è stata splendida è Tennant è un attore semplicemente da brividi, come cattivo c'erano momenti che rasentavano la perfezione. Insomma, il sodalizio Marvel-Netflix non delude.

    Adesso aspetto con ansia la serie sul mio supereroe di serie B preferito... perché la fanno la serie su Iron Fist, vero?

    P.s. Sono riusciti a infilarci tremila comprimari Marvel di quart'ordine. Al decimo episodio, ho dovuto tramortire la mia scimmia quando ho capito chi era l'agente Simpson...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente ci sono rimasto di sasso quando ho scoperto l'identita' fumettistica dell'agente Simpson, ed anche un po male, perche' se mai vorranno tradurre in live quella famosa saga del diavolo rosso dovranno reinventare un personaggio equivalente

      Elimina
    2. Sai che pensandoci bene... credo l'abbiano introdotto proprio per la seconda serie di Daredevil? Perché credo che QUELLA saga, potrebbe essere il leitmotiv della seconda Stagione di DD.

      Elimina
    3. Non credo visto, che il leit motiv dovrebbe essere lo scontro con il punitore, ma non escludo che possa essere utilizzata per una terza stagione, comunque per ora mi pare che l'agente Simpson per quanto parli molto del suo background militare non mi pare avere molto a che fare con lo versione fumettistica decisamente piu schizzata

      Elimina
    4. "perché la fanno la serie su Iron Fist, vero?"

      Sì,la fanno,ma bisognerà aspettare un altro pò perchè prima viene Luke Cage. Poi una volta fatto Iron Fist avremo Danny, Luke, Jessica e Matt tutti insieme appassionatamente per il telefilm dei Difensori.

      Elimina
  6. Mi hanno comprato quando ho visto che la protagonista è Chloe de "Non fidarti della stronzo dell'interno 23"...

    RispondiElimina
  7. il villanzone ha una giaccia violacea come nella migliore tradizione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il villanzone nei fumetti non viene chiamato per cognome come nella serie ma per Colore :)

      Elimina
  8. Carrie-Ann Moss (sempre bona)+David Tennent+Fidanzata tossica di Jesse Pinkman+Netflix*: Sold.

    * A quando due parole su Narcos?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fargo2? (even better than the previous one..)

      Elimina
  9. Bene bene bene, era lì che mi faceva ciao ciao nell'elenco delle cose da vedere su Netflix ma non avevo ancora il coraggio visto che non ho finito di vedere DareDevil.

    Netflix è favoloso e presto o tardi mollo definitivamente Sky. Facendo un facile confronto su Sky danno una valanga di serie di cui non mi frega una mazza, ho il cinema ma alla fine non guardo mai nulla e lo sport, calcio compreso, mi piace vederlo dal vivo o in compagnia mentre Netflix propone delle serie che mi interessano di più e ogni giorno aggiunge un nuovo anime (dovrebbe arrivare anche Knight of Sidonia).
    Soprattutto l’aspetto anime è quello vincente per me, da quando l'ho preso mi sono già visto due anime completi (Psycho Pass e Sword Art Online – a qualcuno fanno schifo e non mi interessa saperlo) ed ora mi sto guardando I Sette Peccati Capitali. Quest’ultimo la sto guardando solo e soltanto perché il protagonista è un maniaco ma lo fa con così tanta naturalezza che fa morire dal ridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai a vedere Crunchyroll e dì addio al tuo tempo libero :)

      Elimina
  10. Vista ieri fino al quarto episodio, direi che decolla proprio in quest'ultimo.
    Mi sembra che abbia il passo più da serie in senso classico del termine, rispetto a Daredevil. Azzardassi un paragone, direi che somiglia a Banshee come produzione, ma con meno flashback.
    Comunque sì, un buon secondo posto fra le serie di supercalze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto qualche puntata di Banshee (tipo le prime 5) più o meno negli stessi giorni di Jessica Jones, e c'è una differenza filosofica di fondo tra i due telefilm.

      In Banshee c'è il protagonista supermacho che arriva lui e le donne gli si spogliano davanti prima o dopo che le abbia aiutate/salvate lui (e solo lui). Ma poi la serie migliora o la pianto lì per evitare che mi caschino i capelli per eccesso di testosterone? :/

      In JJ, invece, non solo le donne sono tante, ma ognuna ha la sua vita, i suoi casini, i suoi piani, e non esiste solo in funzione del/la protagonista.

      Ah, in JJ c'è anche quella bella cosa per cui nessun personaggio (né maschietto né femminuccia) è solo vittima innocente o solo cattiva che è una filosofia ancora diversa da quella di DD, in cui Matt Murdock è un "buono" e basta, che non è un pregio né un difetto in sè... però è un pregio perché avrebbero potuto fare il ricalco della serie precedente e invece no. ^_^

      Elimina
    2. Parlavo di valori di produzione (e architettura narrativa), non di trama e personaggi.
      Strutturalmente, per come viene formata la storia, le serie sono simili.

      Elimina
    3. Banshee migliora dopo, ma in peggio...
      Fino a due terzi della seconda stagione poi salta lo squalo.

      Elimina
    4. In Banshee non c'è un calo testosteronico del protagonista, ma piuttosto un aumento del testosterone in tutti gli altri comprimari, donne comprese. Comunque bella serie, dai.

      Elimina
    5. Banshee rasenta il surreale perché tutti gli interpreti principali menano come fabbri.
      La trama principale fa ridere i polli, ma se ti piace vedere gente che si parcheggia le mani in faccia vicendevolmente è imperdibile.

      Elimina
    6. Grazie delle risposte, tra voi e altri ho ricevuto pareri molto contrastanti... proverò la stagione 2 e poi vediamo.

      Comunque non è il tasso di testosterone che mi dà fastido, mi sono spiegato male: anche DareDevil ha tutti personaggi TOSTISSIMI che stringono i denti e si menano TANTO e mi è piaciuto tantissimo.

      E' che il risultato di ogni "misurazione della lunghezza del pisello" (una ogni 5 secondi) finisce a favore del protagonista in modo così scontato che mi viene da pensare che sia proprio quello il suo scopo: fare da fantasia di potere.

      Se poi si livellano tutti verso l'alto, BENE. E' avere "mr.-faccio-tutto-io-e-vinco-sempre-senza-sudare-se-non-in-modo-sexy-e-dignitoso" che mi fa un po' ridere.

      Matt Murdock che finisce i combattimenti barcollando invece ci mostra una sofferenza eroica sì, testosteronica anche, ma incrinabile, umana, di chi ci rimette del suo per il bene di qualcuno. :)

      Elimina
  11. Già aggiunta alla lista, appena finisco gli ultimi e episodi di de il mi ci butto. A quanto ho capito viene ripresa l'atmosfera del fumetto e tanto mi basta. Mi fa piacere che il personaggio sia rimasto sboccato. Io sinceramente avrei preferito una protagonista un po' più vecchia e meno bambolina della Ritter, ma mi fa piacere sapere che è in parte.

    RispondiElimina
  12. Scusate, ma solo a me lei sembra assomigliare terribilmente alla Boldrini??? XD Serie bellissima comunque (sono alla 5a puntata)

    RispondiElimina
  13. Abbonarmi a Netflix è stata la scelta più azzeccata di quest'anno telefilmico.
    Ormai fondamentale per le serate-circolino con la consorte.
    Daredevil e Scream letteralmente divorate, The Returned la stiamo finendo a breve e Jessica Jones prossima in lista.
    E ovviamente, i Griffin sempre e comunque in ogni altro momento della giornata.

    Maledettamente Netflix dipendente.

    RispondiElimina
  14. Eh, poco prima dell'esplosione.
    Dall'episodio 8 in poi è un pileup di colpi di scena e trame che si accavallano ed onestamente diventa un bel casino. Però in toto davvero bella serie.

    RispondiElimina
  15. Bella per molti aspetti: psicologia dei personaggi, recitazione di quasi tutti gli attori, riprese di New York. Capolavoro in almeno un paio di momenti ma no spoiler.
    Debole però nella sceneggiatura che parte alla grande ma che peggiora via via che la serie avanza e ha almeno un paio di momenti ridicoli che rovinano gran parte di quanto fatto. E' questo che la discrimina fortemente da DD. Spero che in un'eventuale seconda serie migliori questo aspetto. Comunque più che godibile.
    Please, basta sfottere AoS che in fatto di sceneggiatura è una piccola opera d'arte, altro che Flash e compagnia. :-D

    RispondiElimina
  16. Ma avete notato tutte le scritte "EXIT" rosse su sfondo bianco con lo stesso font di NETFLIX?!? Messaggi subliminali?!? COMBLOTTO! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è la prima cosa che ho notato, e ho notato che si trovano anche in altre serie netflix tipo bojack horsman...poi scrivendo netflix ho scoperto che nel nome c'è la parola exit NetFLix, forse non centra proprio un bel niente ma sono troppo curiosa e voglio capire il perchè di tutti questi exit

      Elimina
    2. è la prima cosa che ho notato, e ho notato che si trovano anche in altre serie netflix tipo bojack horsman...poi scrivendo netflix ho scoperto che nel nome c'è la parola exit NetFLix, forse non centra proprio un bel niente ma sono troppo curiosa e voglio capire il perchè di tutti questi exit

      Elimina
  17. Non fidatevi. RRobe dice che è na merda e che pure Buffy è meglio: https://m.facebook.com/roberto.recchioni/posts/10153270428922916

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Non fidatevi" + nick inventato sul momento. Troll alert sul rosso.

      Elimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Per me è stata una bella delusione, sarà che avevo aspettative altissime, ma secondo me dopo i primi episodi si perde e i personaggi cominciano a fare a gara a chi è più scemo, scelte narrative senza logica, e tutta la trama si regge su incredibili coincidenze che non stanno nè in cielo nè in terra...

    Tennant è bravissimo ma secondo Killgrave lo sputtanano dal momento in cui comincia ad avere quasi più screentime di Jessica stessa, contrapposto a un Wilson Fisk che faceva cagare sotto pure quando non c'era...poi mi sono tenuto sul vago per non spoilerare però delusione grossa grossa

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Grazie Doc., interessante: non mi ero fatto ancora un'idea al riguardo. Se non ché lei con quello sguardo lì da vatteneaff è bona come il pane

    RispondiElimina
  22. Una bella serie, ma siamo al di sotto del livello di Daredevil.

    Su Jessica niente da dire, è ottima e in tono col personaggio originale.
    Tennnat fà un bel lavoro su Killgrave, ma il fatto che tutto giri intono a un unico cattivo limita un pò la storia. Daredevil non aveva solo Kingpin che giganteggiava, ma anche altri antagonisti minori come Oswley e la cinese che ampliavano la situazione.
    Poi c'è da parlare del cast di supporto. A parte Luke e Trish, il resto non è un granchè. A qualcuno davvero frega qualcosa del divorzio dell'avvocatessa lesbica (così sono "al passo coi tempi") o dei vicini sballati?
    Poi chiaramente non si può pretendere lo stesso livello d'azione, ma certi dialoghi sembrano fatti apposta per mettere qualosa nella puntata in attesa che succeda qualcosa. Potevano anche farle più brevi.

    RispondiElimina
  23. Io non lo vedrò, non per partito preso, sia chiaro, ma per il fatto che, sebbene in casa nostra i televisori siano quattro contro due abitanti e e mezzo, man mano che invecchio mi allontano dal medium, se non fosse x le news. Noto il passar del tempo cancella la capacità di seduzione dei canali attraverso cui fruire della realtà. Progressivamente rimba. Se continua così, leggerò con attenzione solo le brochures dei fast food che qualcuno proditoriamente semina nella mia casella.
    Ieri sera ero al telefono con Michael Gaydos e gli ho chiesto come mai lagessicagions dei telefilm è una bellissima ragazza appena appena stropicciata mentre la sua sembrava Stockard Channing frullata da Kent Williams e fotocopiata come Snake Agent di Tamburo Tamburini. Mike mi ha detto che Bendis ha fatto pressioni x esser + aderente ai Sacri Testi ( la maxi-serie del dinamico duo ndr ), ma i Netifixers hanno obiettato che " Bette Midler con lo chassis di una cameriera in una bettola frequentata solo dagli ultimi Hell's Angels non avrebbe avuto un appeal sufficiente a bissare il successo di Scavezzacollo ". So goes life.

    RispondiElimina
  24. Sciroppata tutta tra sabato e domenica. Sicuramente siamo ad un livello superiore a tutte le altre serie supereroistiche/fantasy ma Daredevil rimane oltre. Ogni fesseria fatta dai personaggi viene sempre pagata a carissimo prezzo come è giusto che sia ma mi sarei aspettato un tono più noir. Gli attori sono stati tutti all'altezza delle loro parti, Carry-Ann Moss e Tennant su tutti, manco a dirlo. Luke Cage un po' monodimensionale e non gli si da particolare risalto.

    Nota a margine: "The man in the high castle" spacca e sono solo alla terza.

    RispondiElimina
  25. A costo di fare il bastian contrario, e beccarmi ondate di critiche, dico che ho preferito JJ a DD.
    IMHO questa serie centra meglio di Devil il paradigma Marvel dei "supereroi con superproblemi" senza darsi anima e cuore al Soffertismo di Nolan (cit. Ortolani). Qui Jessica e' una "gifted" che non ha una ca**o di voglia di essere tale e vive il suo essere super/meta come una battaglia personale contro la societa'. Un essere special che vorrebbe tanto essere normale: lavoro, casa, ladies' night con le amiche.
    Essendo un personaggio di piu' recente pubblicazione manca il gioco dei riferimenti a decenni di storie come in DD, e rende il tutto godibile senza dover stare a giocare a "trova i riferimenti nascosti al Marvel Universe". Quei riferimenti al MCU bastano ed avanzano (l'incidente, e' sempre colpa del tizio verde. ...)
    Una serie piu' matura e riuscita di Devil che - purtroppo - non e' riuscita a ripetere il piccolo miracolo domestico con la di me consorte.
    Come ha gia' detto Bubba, Netflix escici mo' DD season 2 e pure Iron Fist che ci ho voglia di violenza uatta' nei pugni.

    RispondiElimina
  26. Ma chi non ha idea di chi sia Jessica Jones (tipo IO), può goderselo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che sì.

      Elimina
    2. Io ho goduto e prima dell'annuncio, non sapevo nemmeno che esistesse.

      Elimina
  27. Sto finendo di riguardarmi Daredevil in italiano assieme alla signora bluecyber e poi si parte con Jessica Jones.

    RispondiElimina
  28. la guarderò solo perché ne ha parlato bene il dottore (ma anche perché questa settimana niente agents of pippe)

    RispondiElimina
  29. Grazie della recensione. Sicuramente queste serie originali netflix valgono il costo dell'abbonamento quasi da sole! La metto in lista, sperando che alla mia ragazza (e a me) piaccia come è piaciuto DD.

    Qualcuno segue la serie (non netflix) "Vikings"? Sto finendo la prima stagione e mi sembra piacevole.

    RispondiElimina
  30. Ma che, aggià?
    Presto, ruscellando! :)

    RispondiElimina
  31. Scusa Doc, Gotham non la ritieni adulta? A me sembra un buon poliziesco/action... per lo meno ritengo la serie un paio di stanghe sopra Arrow-flash-ecc.. no?

    RispondiElimina
  32. Vista (solo) la prima. Pollice in su :)

    RispondiElimina
  33. Visto tutto tra venerdì e sabato (che scadeva il mese) usando tv, pc e telefono, per non farci mancare niente. Seppure Daredevil lo abbia visto come prima cosa su Netflix (il pilota), ci ho messo due settimane a guardare il resto. Con JJ, scadenza a parte, non riuscivo a smettere, non ero stanco dopo la prima giornata di 7 episodi, mi sono regolato da solo altrimenti l'avrei finito nella notte.
    L'unica pecca che ho trovato era la voce di Giuppy Izzo per la Ritter, troppo adulta secondo me, avrei preferito quella che aveva in "non fidarti della str*** dell'interno 23", che calzava meglio (anche se lì si parla di sitcom). In minor misura, anche la voce di Rachael Taylor, Monica Ward (Lisa Simpson) non la trovavo proprio l'incollatura perfetta.
    La sigla direi che descrive bene le serie Marvel per netflix: quella di JJ era un jazz/blues calmo e tranquillo come la serie a confronto dell'epicità nel tema di DD, dove abbondano le scene d'azione.

    [ROVINATORE](?)

    Vogliamo parlare della pirlaggine della finta cornuta che voleva uccidere tutti quelli come lei perché le è morto qualcuno nell'attacco di NY di The Avengers? ("99 amici").
    La risposta di Jessica che non la fa pagare a tutti quelli che guidano male (che poi in avanti vediamo che era colpa del padre se hanno avuto l'incidente) ma sotto sotto vorrebbe la pensiamo tutti noi quando stiamo guidando, vero?

    RispondiElimina
  34. Ok volevo finire la serie prima di commentare,cosa che sono riuscito a fare ieri sera perciò eccomi qui.
    Grandissima serie,rende molto più giustizia alla figura della donna di quelle cavolate di Agent Carter e Supergirl.
    Non è meno bella di Daredevil ma solo diversa,Daredevil è un crime drama con i supereroi,questo è un thriller con gente con superpoteri e la differenza è nettissima.
    C'è molta più crudezza persino che in Daredevil,senza voler neppure citare la prima serie di Arrow (più cruda e realistica rispetto alle succesive) che viene completamente sorpassata dal livello incredibile di realismo e cattiveria di questa serie.
    Jessica Jones va su tutto un altro livello,non è un fumetto ma una storia pulp con sex and violence.
    Violence però resa male nei combattimenti,abbastanza mimmi e coreografati male rispetto a Daredevil,capisco che Jessica e Luke non siano lottatori professionisti e sfruttino solo i loro poteri ma si poteva far di meglio piuttosto che limitarsi a far volare la gente da tutte le parti.
    Grande interpretazione di tutti,devo però ammettere che come dice il doc ogni tanto ti viene da dire robe come "usate un cecchino!" o "mettiti delle cavolo di cuffie con la musica a palla!" (Misfits anyone?) ma l'interpretazione di Tennant (che spero sia ingrassato per la parte e non di suo) è statacosì forte che alla fine ti viene da parteggiare anche per lui.

    ROVINATORE DEL FINALE - SPOILER ALERT - NON LEGGERE SE NON HAI VISTO IL FINALE DI STAGIONE

    Mi ha beccato abbastanza male il finale,mi spiace che sprechino dei villain così fighi,certo c'è sempre una maniera di far tornare chiunque ma mi sarebbe piaciuto fosse finito in un altro modo,magari inserendo un Agente - pardon - Direttore Coulson che se lo impacchetava e portava via.

    In più avevo letto che doveva apparire Matt Murdock nel serial,era forse un eastern egg che mi sono perso?



    FINE ROVINATORE


    Ora che dire,si aspettano Daredevil season 2 e Luke Cage

    P.S. DATEMENE UNA ROSSA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ci sono rimasto anche male io per la fine di stagione.

      SPOILER-ROVINATORE E TUTTO DI PIU' NON LEGGETE PER CARITA' SE NON AVETE FINITO LA SERIE-E SE LO FATE,LO FATE A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO E TUTTO QUANTO,QUINDI PENSATECI BENE, AMEN

      Potevano risparmiare Killgrave visto che era così figo

      Elimina
  35. anche questa nella to watch list. per ora mi sto concentrando u "Ash vs Evil dead" e "the man in the High castle", che e` sorprendentemente fedele al romanzo di Dick ...

    RispondiElimina
  36. Vista tutta, serie ben fatta che si lascia seguire piacevolmente. Il paragone con DareDevil chiaramente viene spontaneo quindi lo evito accuratamente, quello che mi ha fatto storcere il naso sono un paio di cose, ovviamente /nospoiler, che elenco qui sotto:
    - Le prime due puntate sono fiacche.
    - Dopo un (bel) pò di puntate ho notato una certa ripetitività negli eventi.
    - Lo svolgersi di alcuni eventi e situazioni non è chiarissimo, così come le spiegazioni che vengono date (ma questo può anche essere un pregio visto che NON CI SONO SPIEGONI, ALLELUJAH!)
    - Alcuni personaggi sono poco approfonditi o forse era meglio che non fossero inseriti affatto.
    - Il finale non mi ha convinto affatto.

    Al netto di queste considerazioni a me è piaciuto tantissimo e una puntata di Jessica Jones per me vale quanto 10 di Flash. Lo consiglieresti? Certo che si! Perchè comunque ha avuto l'indubbio merito di tenermi incollato alla poltrona in attesa di sapere cosa sarebbe successo dopo.

    RispondiElimina
  37. @zeb: in pochi ormai ricordano la mia identità segreta di GRIMM ��... Ben ritrovato caro! Tornando in tema mi duole dire che la visione di tutti gli episodi ha peggiorato di molto il mio giudizio su questa serie: dal nono episodio in poi lo sbrago è totale! Ma aspetto recensione finale del Doc per parlarne più nel dettaglio! ��������

    RispondiElimina
  38. ma per me serie abbastanza ridicola...quasi tutta la serie incentrata sulla scarcerazione di una crista, facendone morire un'altra quarantina.
    L'unico sano di mente era l'exspecops che voleva seccarlo da subito, spingendosi pure al droghereggio pesante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spoiler





      Infatti ad una certa tifavo per Simpson

      Elimina
    2. Concordo.
      Mille pippe mentali per allungare il brodo, valanghe di "mimmate" ridicole... :(

      Elimina
  39. Ci vuole più Luke Cage. Anzi ci vuole una serie su Luke Cage.

    RispondiElimina
  40. Ok,finito di vederlo giusto l'altro ieri.

    Penso che se è vero che è abbastanza mimmo in alcune parti,specie sulle motivazioni che spingono JJ a comportarsi così contro il villanzone anzichè finirlo subito o di trovare mille e più sistemi che possono impedire al villanzone di usare i suoi poteri, credo che abbia un background dei personaggi protagonisti che è decisamente più approfondito rispetto ad un personaggio come Daredevil che nella serie tv più e più volte mi è sembrato essere patetico e quasi infantile rispetto alla sua nemesi Kingpin.

    Preferisco il villanzone psicopatico di questa serie (merito anche di uno straordinario Tennant) e alle motivazioni che spingono Jessica che rispecchia realisticamente la reazione che potrebbe subire una donna (forte) dopo un'esperienza traumatica come l'ha passata lei per colpa del villanzone viola.

    RispondiElimina
  41. Finito stanotte… non credevo, però mi ha preso da matti, anche più di Daredevil e… non è poco...

    RispondiElimina
  42. L'ho trovato di una noia immensa, con personaggi uno più odioso dell'altro, con minimo 3 puntate di troppo. Mi sono fatto violenza per arrivare alla fine, ma è stata veramente dura, specie dalla 10 in poi.
    Troppe cose ridicole e senza senso, tirate all'inverosimile per allungare il brodo.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails