venerdì 22 luglio 2011

37

Captain America - Il primo vendicatore: magari vent'anni fa

C'è stato un momento, un attimo ben preciso mentre compravi i due biglietti per Captain America - Il primo vendicatore, fanno 20 euro perché c'è il finto treddì, grazie, prego, in cui hai sperato che questo film fosse il film con cui gli appassionati di fumetti Marvel potevano completare il loro personalissimo triplete 2011. Prima la Coppa Italia con Thor, che ti è piaciuto, poi il campionato con X-Men: l'Inizio, che ti è piaciuto molto: ora non restava altro che portare a casa pure la Champions League degli anni 40 battendo in finale l'Hydra e il Teschio Rosso. Sarebbe stato bellissimo, ma non è successo. Perché Captain America ha giocato dimmerda e la sua finale l'ha persa […]
Che poi: "Captain America - Il primo Vendicatore". Ma a questo punto chiamalo Capitan America - Il primo vendicatore. O lascia tutto il titolo in originale. O fai quello che ti pare, ma queste robe ibride angloitaliane no, per piacere, ché fanno troppo periferia dell'impero
La versione molto corta è che Captain America - Il primo vendicatore è un film abbastanza brutto. Dice: quanto abbastanza brutto? Beh, abbastanza brutto tipo 5 su una scala da zero a 10, dove 10 è costringere un essere umano a guardare ininterrottamente e a tutto volume Aserejé delle Las Ketchup per 36 ore di fila.
Un Hugo Weaving di passaggio è il Teschio Rosso. Ma nel doppiaggio italiano più che un gerarca tedesco sembra un piastrellista rumeno
Il fatto è che quando ti metti in testa di portare sullo schermo un'icona come Capitan America, per rendere non solo giustizia al personaggio ma anche e soprattutto interessante cinematograficamente parlando un tizio che alla fine indossa una bandiera e lancia uno scudo devi per forza giocartela su due fronti: 1) spingere sul discorso della marionetta del governo, del super soldato sfruttato dall'esercito ammerrigano come strumento di propaganda e catalizzatore di buoni propositi e torte di mele; 2) renderlo il leader più carismatico che si sia mai visto. Un uomo che non sia semplicemente un uomo, ma un simbolo, un ideale, una... com'era? Ah, sì: una leggenda vivente. Un soldato che quando urla "Con me!" e si lancia all'attacco tutti lo seguono con la testa bassa, muti, storditi dalla sua autorità. I commilitoni ai suoi ordini, i lettori dei fumetti Marvel, gli spettatori in sala. Tutti.
Ora, il mestierante della telecamera Joe Johnston (in curriculum Jumanji, quella minchiata di Jurassic Park III, Wolfman, Rocketeer - e si vede - e gli effetti speciali de I predatori dell'Arca Perduta e dei primi Guerre Stellari - e si vede anche quello. Minchia se si vede) centra il primo bersaglio, ma non il secondo.

Rob Liefeld, ai tempi, ha sparato invece proprio dall'altro lato
Leggevi in alcune recensioni ammerrigane i pareri compiaciuti di chi ha considerato un'ottima idea l'aver voluto mettere in luce la strumentalizzazione del super soldato Steve Rogers operata dal governo yankee. Ma non è assolutamente nulla di nuovo per chi abbia letto le storie del Capitano negli ultimi QUARANT'ANNI: storie in cui proprio questo tema è stato spesso e volentieri uno spunto ricorrente.
Una sessantina abbondante d'anni dopo sarebbe toccato a Ronaldinho su un tavolino
Era lì, e Johnston e gli altri l'hanno usato benino; restava solo da lavorare su quell'altro aspetto, tirare fuori la leggenda vivente. Sarebbe bastato a Johnston solo un accenno al cazzutissimo Capitan America dell'Universo Ultimate per tuffarsi nella gloria. Giusto un accenno, visto che già per il costume è da lì che sono andati a pescare. Ma tutto quello che questa pellicola è riuscita a mettere in piedi è un personaggio scialbo, che fa battute e figuracce, che non è il Capitan America di oggi né quello dei tempi della guerra né quello di mai, never, nathan. Un Capitan America che non è Capitan America, se non per il costume.
(ché almeno quello è fico. Ah, non fate caso ai due pupazzetti sullo sfondo)
Ci sarebbe poi il discorso del Captain America, il film, che prima di essere un film è anche e soprattutto l'ennesima tappa della grande corsa ciclistica di cui il prossimo The Avengers rappresenta il gran premio della montagna. Una pellicola che pur essendo ambientata durante la seconda guerra mondiale, ad esempio, deve averci pochissimi nazisti e tanti sgherri dell'Hydra vestiti in modo fantascienzo che usano la batmobile e le moto Art déco
(no, davvero)
(e sì, è la solita scena dell'inseguimento alla Il Ritorno dello Jedi)
perché fa meno war movie e più universo Marvel, e si lega quindi meglio al discorso di The Avengers. La stessa ragione per cui tutto gira attorno al cubo cosmico visto alla fine di Thor e devono esser presenti Nick Fury e il vecchio Howard Stark
che ha lasciato in eredità al figlio l'azienda e i baffi
Insomma, sarà anche che Captain America arriva per ultimo e si ritrova quindi in mano il fiammifero più corto, ma gli tocca raccattare tutti gli spunti che confluiranno in The Avengers e che negli altri film erano giusto buttati lì dopo i titoli di coda, quando nelle sale italiane ormai spira il vento e rotolano solo le balle di erba mobile. Qui quegli spunti sono parte integrante della storia, e ti genuflettono il film, sin dalla scena iniziale, in qualità di film vassallo di The Avengers. Quello che doveva essere un plus, in altre parole, hai come l'idea abbia condizionato in alcuni punti troppo la pellicola, spingendola in una precisa direzione. Quella sbagliata. Non per altro, ma gli ultimi venti minuti di pellicola sono IL FOTTUTISSIMO RITORNO DELLO JEDI.
Dum Dum Dugan e gli Howling Commandos. Ma non vi esaltate: come una certa inquadratura di Arnim Zola all'inizio e il solito cameo di Stan Lee, è pura tappezzeria per nerd
E no, non è tutto. Perché alla fine il problema è che non c'è una sola scena memorabile in tutto il film, un qualcosa che ti sia rimasto impresso dopo 124 minuti di sofferenze oculari autoinflitte a mezzo occhialino treddì. Tutto è così dannatamente primi anni Novanta che magari venti anni fa ti sarebbe anche piaciuto. Ma non ora, non oggi, non dopo film come X-Men: l'Inizio. E così te ne stai lì per due ore e quattro minuti ad aspettare Capitan America, una sequenza in cui finalmente appaia Capitan America e si lanci all'attacco come Capitan America e tutti pensino Minchia, è Capitan America! E invece niente, c'è sempre e solo questo tizio che indossa una bandiera, che si chiama CAPTAIN America, che ha il carisma di una leguminosa. La lenticchia vivente.  

POST CORRELATI
Il film di Capitan America. QUELL'ALTRO (Francesca Neri, Il Teschio Rosso italiano e le orecchie di gomma)

37 commenti:

  1. I film supereroistici ormai sono un genere e come tutti i film di genere hanno una parabola che li sta portando alla fase discendente in maniera troppo repentina, Colpa delle "mezze-cucchiare" che dirigono ed interpretano i film? Colpa di chi scrive i plot?

    Mah...tutta 'sta paccottiglia per porgere la vera domanda: nel film lo chiamano "Captain"? Ho letto bene?

    RispondiElimina
  2. D'accordo con l'autore 9/10, non mi sento di dire che gli ultimi 20 minuti sono il ritorno dello Jedi, anche perchè ritirano su lo scempio di prima.
    Ma paradossalmente Rogers sembra molto più carismatico da piccoletto che non da cristone pompato.
    Che spreco. E il mio cuore che sperava, mentre la mente cercava di infondere negatività. Il cervello ha sempre ragione. Frak.

    RispondiElimina
  3. Delusione... anzi no, che in realtà ce lo aspettavamo un po' tutti, ma speravamo il contrario...

    Vabbè, speriamo che almeno The Avengers sia fatto come si deve, tanto per tirare un po' su le sorti dei film sui Supererotflcopter.

    RispondiElimina
  4. Suvvia Doc, ti rifarai la bocca col nuovo film di Spawn e col mega progetto segreto di film che Todd stà realizzando con Stan Lee.
    Non riesco neppure a immaginare che cosa possa venirne fuori.

    RispondiElimina
  5. Chissà perchè ma non trovo tutto questo trasporto per Capitan America, per questo non credo uscirò deluso dalla visione del film. Credo che la Marvel stia cercando di fare tesoro di carte non troppo forti (andiamo...chi era così esaltato e fiducioso all'annuncio di un film solitario su Iron man, sei anni fà?) perchè le sue due migliori le ha bruciate regalandole alla Fox e alla Sony... che a loro volta ci si stanno pulendo il culo.

    Dopo i vendicatori? silenzio stampa? Pantera nera? L'uomo collettivo? i Runaways? (ah no, quello lo stanno facendo veramente)

    Zed

    RispondiElimina
  6. Solo a me non è dispiaciuto?
    Concordo col Mariachi: ha più carisma da nano che da santo patrono delle pizze in faccia ma il film in se è piacevole. Tirato via sul finale, quello si. Ma per il resto potevano stuprarlo ben peggio.
    è riuscito a piacere persino alla mia lei che ha dormito con thor.

    RispondiElimina
  7. dopo che la mia lei si è quasi addormentata su watchmen e ha tirato fuori commenti del tipo: "ma è batman?" (riferita al gufo notturno) l'ho bandita da qualsivoglia film sui supereroi per il mio e (sopratutto) suo bene.

    RispondiElimina
  8. Helldorado: sì, lo chiamano Captain America per tutto il film.

    Sam: McFarlane deve ingoiarsi una delle sue palle da baseball pagate milioni di dollari e levare il disturbo.

    Ah, dopo i titoli di coda c'è il trailer di The Avengers in italiano. Ma di quello parliamo nel dettaglio un'altra volta.

    RispondiElimina
  9. Visto ieri e devo dire che ne sono rimasto assai deluso. Senza contare le decisioni ridicole (di comodo) che sono disseminate nella sceneggiatura:
    SPOILER ON
    Teschio Rosso ha un mega bunker 160 metri sotto le alpi (apppperò), ma il suo architetto, o il piano regolatore dei super cattivi, gli ha imposto di mettere il suo ufficio personale sul fiaco della montagna, e con una mega vetrata per farci entrare gli ammmmmerigani.
    Ma vabbè...
    SPOILER OFF
    Quello che davvero non mi è piaciuto è la mancanza di una storia/intreccio. E' vero che gli inizi del Cap sono più o meno così, ma cavolo, mettici un colpo di scena, un imprevisto, qualcosa che movimenti il film e che dia una emozione.
    Dovresti avere una rottura di equilibrio, un conflitto un Climax e una risoluzione... In effetti ci sono, ma tutto a lettere minuscolosissime!
    Ti siedi, subisci ste immagini a 25 fotogrammi al secondo (tra l'altro nel mio cinema, sfarfallavano) e poi esci.
    Il film sul Cap è stato per me solo un remainder che verranno fatti gli Avengers. E' una sorta di inutile prefazione. I responsabili delle trasposizioni cinematografiche della Marvel potevano benissimo condensare sta noia in un flashback di 15 minuti da mettere direttamente nel film dei Vendicatori ed evitare di fare questo film.Ovviamente mia opinione :)

    RispondiElimina
  10. Dopo un buon inizio, il film non decolla e anzi crolla quando si passa all'azione. Di sicuro il budget tirato non ha aiutato, ma anche le buone idee costano troppo?

    RispondiElimina
  11. Ma sì, le premesse funzionano oggi come funzionavano settant'anni fa. Il piccoletto determinato che non si arrende, eccetera eccetera. E' il resto che non gira. Tutta quella roba di Guerre Stellari con il pew! pew! dei laser nei corridoi. Un finale che è l'anticlimax avvolto nella carta argentata e infilato nel forno.

    RispondiElimina
  12. Beati voi che portate la donna al cinema. Io invece vengo portato al cinema a vedere Muccichino e Moccia, in un delirio di moccio e lacrime (di noia e disperazione). Ai miei occhi Captain America (aganauana) è il più bel film della terra. Scusate ma mi vado a sparare!

    RispondiElimina
  13. Peccato davvero, se colui che dovrà essere il capoccia dei Vendicatori risulta senza carisma, si parte già col piede sbagliato...

    Ovviamente andrò a vederlo in ogni caso, ma so cosa aspettarmi

    RispondiElimina
  14. La scala di valutazione da 0 a 10aserejè mi sembra molto valida :D

    RispondiElimina
  15. Vorrei solo far notare che se lo chiamano Captain America invece di Capitan America, sarà dovuto all' imposizione della Marvel nel lasciare i nomi originali dei loro personaggi.

    RispondiElimina
  16. terribile, terribile. Il film più brutto della marvel..più del daredavil (che qualche spunto l'aveva)..dell' ultimate cap non ha nulla, solo il costume, alcune suggestioni (il costume con giubbotto ed elemetto, la parte sul treno).
    è un idiota per tutto il film, dovè il SUPER soldato? il genio tattico?
    meno male che l'ho visto in 2D!

    RispondiElimina
  17. Oddio, già non doppiare degnamente Hugo Weaving è un insulto alla cinematografia. Lui almeno sa dare carisma ai personaggi che interpreta con la sua sola voce.

    Dalla foto non mi sembra che il vecchio Dum Dum "bombetta" Dugan sia particolarmente in forma rispetto il cristone cui siamo abituati dai fumetti.

    RispondiElimina
  18. ...d'altronde L'Uomo Ragno ormai non lo chiama più nessuno così. Captain America...bah!

    RispondiElimina
  19. finalmente un sito che dice le cose come stanno. cap è il solito prodotto mediocre per cerebrolesi con delle aspettative molto basse, che si accontentano di qualsiasi stronzata che viene loro sfornata dalla marvel. zero carisma per un personaggio così importante, un film della disney praticamente. ma gli incassi li premiano, e noi continueremo a vedere merda colare sui nostri personaggi preferiti.

    RispondiElimina
  20. E a pheeeeeega il film come se la cava?

    RispondiElimina
  21. A me Hayley Atwell fa sugo fin da "I pilastri della terra". Eh, lo so, è tracagnotta, ma checcedevofà? Mi piacciono rotondette e lei ha curve in posti dove Megan Fox non ha nemmeno posti.

    RispondiElimina
  22. La Atwell non è male, per quanto prigioniera di un capello dublefacc (© Cecco il fornaio di Fantozzi) e di un personaggio che, per gag e smorfie, è la solita amichetta di Indiana Jones al certo per certo.

    RispondiElimina
  23. Chiamatemi scemo ma non mi è dispiaciuto. Ovvio, si poteva fare di meglio ma non lo butterei del tutto via questo film. Però posso capire le critiche mosse dal Doc e tutti voi.

    RispondiElimina
  24. Io vado in controtendenza...a me è piaciuto, il problema è che molte cose sono da ''capire''. Cioè, prendiamo l'ultimate cap...sboroneggia, parla dei millemila piani che fa, ecc. Questo non è diverso, anzi. Parte da mascotte che nessuno se lo caga, e a fine film quando lui dice una cosa tutti zitti ad ascoltare (basta vedere la riunione per la base finale). Il genio tattico e il carisma ci sono, ma secondo me il film li mostra male. Si mostrano in sequenza le varie basi catturate, sempre dallo stesso plotone di uomini (gli howling di dugan). Quindi se ne deduce che 1- ci deve essere un piano a prova di bomba dietro ogni fortezza conquistata 2-ad andare in azione con cap son sempre gli stessi ergo, come l'ultimate cap, non perde mai un uomo sotto il suo comando.
    Per come la vedo io, il capitan america che conosciamo c'è....viene solo fatto notare male e dato per ''sottinteso'' in certi passaggi, ma c'è.

    RispondiElimina
  25. Appena visto con la mia lei che l'ha definito una vera boiata. A me tutto sommato non è dispiaciuto. Certo, Chris Evans era decisamente più a suo agio nei panni della Torcia Umana, il Cap carismatico e un po' fifluo di putrana degli Ultimates non c'è, ma al suo posto abbiamo il semplice ragazzoto qualunque che può diventare un eroe... Insomma, il messaggio (vecchio) pro USA c'è, e il film nonostante sia lunghino scorre e diverte. Certo che potevano fare meglio, ma anche molto, MOOOOLTO peggio.

    RispondiElimina
  26. Ma il Teschio e Zola (Gianfranco) che arrivano tardi alle basi dell'Hydra distrutte e dicono mannaggia-mannaggia non fanno tantissimo DASTARDLY E MUTTLEY?

    RispondiElimina
  27. Azzo, non sapevo che i baffi fossero ereditari.

    RispondiElimina
  28. Se devo essere sincera, a me è piaciuto molto.
    Tristemente sacrificata la seconda metà del film, ma nel complesso è promosso.
    In fondo con un personaggio come cap è facile passare dal "fighissimo e carismatico" al "ridicolo sborone che tutti seguono per fare americanate" e penso che alla marvel non abbiano voluto rischiare più di tanto, puntando sul più classico Steve Rogers dal cuore tenero (cosa che approvo. Per quanto mi piaccia l'universo ultimate, credo che portare il cap ultimates sul grande schermo sarebbe stato un enorme errore...)
    Se poi ci mettiamo la necessità di presentare il pesonaggio anche ai non-marvel zombies e stringere gli ultimi nodi in vista degli avengers, è facile vedere perché si è dovuto "sacrificare" questo film.
    Io son soddisfatta così: il film è godibile e divertente e non scade nel ridicolo (escludendo i veicoli fantascienzi dell'hydra, ma vabbhé, qualcosa su cui lavorare gli si doveva pur concedere XD penso che se il film avesse portato alla famosa scena del cazzotto a Hitler sarebbe stato molto più ridicolo.)
    Vabhe, sta pappardella per dire che m'è piaciuto e che spero che con un eventuale seguito facciano qualcosa dedicato ai fan, invece di strizzargli solo l'occhio.

    P.s: Quest'anno fra First class, Thor e il buon vecchio capitano, ci sarebbe da fare i cinecomic awards XD
    P.Ps: Il trailer dei vendicatori io non l'ho potuto vedere, comunque, perché i simpaticoni del cinema hanno tagliato i credits a metà e ci hanno praticamente buttato fuori dalla sala insistendo che, no, non c'è nient'altro dopo i titoli di coda.
    Posso andare a menargli?

    RispondiElimina
  29. Per la storia del trailer dovresti.

    RispondiElimina
  30. mamma mia che bruttura... sono riusciti a fare di Capitan America un pupazzetto amorfo.. ._.
    Il 'piccolo uomo' Steve Rogers deve averne prese così tante in quei vicoli da non riuscire più a raddrizzarsi.
    Orrore e blasfemia per quel CAPTAIN che suona malissimo nel film.. avrei pagato per sentire un 'Cap', piuttosto >_<

    RispondiElimina
  31. Alla fine l'ho visto, ieri sera.
    Porca miseria che fastidio quel CAPTAIN...

    Il finale poi... spero di non spoilerare a nessuno (tanto ormai), ma quella battuta sull'appuntamento è di una tristéss infinita x(

    RispondiElimina
  32. ma ma ma... Capitan America è in realtà la Torcia Umana!!!!!!!! :shock:

    RispondiElimina
  33. Appena visto Cap al cinema in rigoroso 2D che a me il 3 fa schifo come concetto e quando mi ci costringono lo vedo senza occhialini tanto miope sono e sfocato lo vedrei senza occhiali da vista... ma non divaghiamo.
    Il film mi è piaciuto come storiella raccontata, scorre via bene e le 2 ore non si accusano.
    Ho gradito la tecnologia steampunk anni 40, non condivido sul fatto che sia un film brutto, penso che sia un film brutto da vedere, nel senso della resa visiva, scarsa parecchio, robba da film tv della RAI per intenderci.
    Ma alla fine voglio credere una cosa, che l' abbiano fatto apposta a farlo così finto e pure male.
    Le moto art decò si vede che sono finte, che quelle carene sono posticce, senza utilità, neanche quella aerodinamica, la scena peggiore è quella dellì appostamento sulla neve e dell' assalto al treno, quelle rocce erano palesi dei pannelli di polistirolo, il treno (fico nel design) era appiccicato male, ballava nella scena, insomma si vedeva che era finto, loro che si calano sui convogli erano più fasulli del 1° spiderman quando arriva sul ponte di brooklin (e lì si notava che era finto, ma qui ancora peggio...), la scena nell' hangar quando Cap corre dietro lo stealth (se non era uno stealth quello!) era fintissimo, cromakey di serie B all' ennesima potenza.
    Io sono arrivato a voler credere che siccome era un film ambientato nei 40's allora doveva dare l' idea di antico pure il film stesso, effetti compresi.
    Poi, ma dovrei rivedere il finale, mi è parso che la fotografia nel finale (quando scappa per time square) sia cambiata, che per tutto il film abbiamo dei toni pastello saturati per poi esplodere con dei colori vivaci, ma non lo posso confermare.
    Un "mortacci vostra dovete morì gonfi" al direttore del doppiaggio e colleghi per le voci scelte, fanno cagare, quelle di Teschio Rosso e del Dott.Zola sono ignobili (in questo caso, in altre soluzioni no), gli accenti bruttissimi, e poi Zola ha la voce di Conan (il ragazzo del futuro, indastria, Lana, giusto per non confondersi)o peggio Brendon (il fratello di Brenda sì lui) di Bevery Hills... è impropnibilie! Sempre col dovuto rispetto per MArco Guadagno.
    A 'sto punto speriamo sui vendicatori, visto che lanterna verde fa cagare già nel trailer e dell' uomo ragno un reeboot non lo aveva chiesto nessuno.
    Su quello che dici te Doc, sul lato carismatico di Cap.. Bhè, forse sono pretese di chi conosce il personaggio, chi non lo conosce e non sa manco che si chiama Steve
    Rogers penso che si accontenti di quello che vede.
    E sì, sentire "CaptenAmerica tutto attaccato" fa cagare parecchiomoltoabbastanzacazzoèfinitalacartaigienicaemo'?

    PS
    il cameo di Stan Lee sarà da nerd ma era fico...

    RispondiElimina
  34. Captain America vs Iron Man ?

    Sia cinematograficamente (cioè qualità del film) che realmente (in un ipotetico scontro come in Civil War, ma secondo il tuo parere) ?

    RispondiElimina
  35. Grazie a questo sito, non sono pentito di aver perso l'occasione ieri sera, decidendo di non andare a vederlo...intuivo che poteva essere una cagatella, visto l'andazzo.
    Solo la saga di X-men, per ora, risponde ai miei gusti.
    Noto nella maggiora parte di registi americani del settore uno sbragarsi in effetti speciali inutili e iperrapidi notturni(tanto vale non farli)e una tendenza alla storia senza alcun tipo di logica e intelligenza.

    RispondiElimina
  36. Ma come ha fatto a piacerti X-Men: l'inizio? O meglio, come ha fatto a piacerti *così tanto*? T______T

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails