martedì 31 maggio 2011

35

I tristissimi super-eroi sovietici di Marvel e DC

"Comune di Sucate, stiamo arrivando!"
Come avevi minacciato di fare promesso, ecco un bel post sui supertizi sovietici, i campioni del socialismo, i figli dell'economia pianificata partoriti da Marvel e DC. Però attenzione: sovietici, non semplicemente russi. Quindi niente Void della Wildstorm, o i traditori della patria Colosso, Vedova Nera e Valentina Vostok/Negative Woman, che si sono venduti alla prima occasione al nemico imperialista per qualche dollaro e un happy meal del McDonald's. I vili […]

GUARDIA D'INVERNO (MARVEL)
Innanzitutto va detto che i supereroi sovietici si sono mossi quasi sempre in squadra. Tanti supergruppi, pochissimi cani sciolti, ché dietro c'è tutto un discorso veterocomunista di amore della patria, bene comune, procura di Milano, Giuliano Pisapia. Una delle squadre più celebri è la Guardia d'Inverno/Winter Guard della Marvel, la, aperte virgolette, risposta sovietica ai Vendicatori, chiuse virgolette. I membri sono grossomodo sempre gli stessi, anche se cambiano i tizi che ne vestono i panni, come in quelle soap opera da ginocchiata forte nei coglioni che vanno avanti da trent'anni: Ursa Major, Crimson Dynamo (siamo arrivati al quinto), Darkstar/Stella Nera e Red Guardian, risposta bolscevica a Capitan America e ormai alla sua ottava incarnazione. Ma la Guardia d'Inverno è in realtà il punto di arrivo di un programma sovietico che ha sfornato in precedenza altri gruppi:
come i Soviet Super Soldiers, protagonisti dell'albo omonimo (disegnato con due piedi sinistri da Angel Medina) e precursori della Winter Guard. Nella squadra hanno militato il terzo Red Guardian, Fantasia, un qualche Crimson Dynamo, Perun, Sputnik, Blind Faith, Sibercat e Stencil, la supereroina con il potere di fare i lavoretti del bricolage
o come i Supreme Soviets, nati da una scissione interna ai Soviet Super-Soldiers (Crimson Dynamo V, Fantasia, Perun, Red Guardian e Sputnik), quando Stella Nera, Ursa Major e Vanguard sono fuggiti in America per andarsi a ingozzare di Coca Cola e onion ring, e poi ribattezzatisi People's Protectorate dopo la dissoluzione dell'URSS. Il protettorato del popolo è un nome incredibilmente bresslinistico su una scala da zero a The Rock.

PEOPLE'S HEROES (DC)
Altra squadra, ma questa volta di casa DC, è quella composta dagli eroi del popolo, apparsi nella prima serie degli Outsiders a metà anni 80, e quindi incarnazione perfetta del russo con la gioia di vivere tipo Ivan Drago. Creati da alcuni scienziati russi prendendo come ispirazione la squadra molto uòzzamericanboy della Force of July, i People's Heroes annoveravano tra le proprie fila la coppia Hammer e Sickle (di cui abbiamo già detto), il barbuto Molotov, l'equivoco Bolshoi e la feroce Pravda. Dopo lo scioglimento del gruppo, Molotov e Bolshoi sarebbero finiti a lavorare per l'agenzia governativa Red Shadows. Pravda, invece, sarebbe diventata caposervizio dei telegiornali Mediaset.

ROCKET RED BRIGADE (DC)
Una squadra di Iron Man russi, tutti con la loro armatura da Rocket Red, un numero sul petto e una gran voglia di difendere il proprio Paese dal nemico occidentale. Il primo Rocket Red era un amico della Lanterna Verde Kilowog, finché il governo non gli ha ordinato di sconfiggerlo e il povero cristo, a malincuore, c'ha provato. E ci è rimasto. Dopo il crollo dell'Unione Sovietica alcuni membri della Brigata sono finiti a lavorare per la mafia russa, altri per il governo russo, altri ancora per l'alleato Berluscò nella sua villa in Sardegna, in mezzo ai cactus.
RED TRINITY (DC)
Un simpatico trio di soggetti (Anatole, Bebeck, Cassiopea), dove simpatico = tristissimo, drammatico, pezzente. Dotati di super-velocità e altri poteri grazie a innesti cibernetici e cure di steroidi che neanche le atlete della DDR alle Olimpiadi, i tre membri di Red Trinity erano una versione un po' più stabile della prima formazione messa su dal Dottor Orloff, i Blue Trinity
Non fosse venuto giù il muro, probabilmente avremmo assistito anche alla nascita dei Green e Pink Trinity, ma non c'era tempo, ché i tre avevano già capito le nuove, grandissime opportunità di offerte loro da un mondo libero che…
ah, ecco
BOGATYRI (MARVEL)
Vi ricordate di Mikula Golubev? Ma come sarebbe Chi minchia è Mikula Golubev? Mikula, il noto nemico russo dei Vendicatori della Costa Ovest che… vabbè. Oltre al mutante Mikula, nel gruppo di ex terroristi e poi eroi Bogatyri militavano anche Zvezda Dennista aka Morning Star, l'eroina dell'erezione mattutina, il cyborg Svyatogor, il Dottor Volhk e Caviale. Caviale però potresti anche essertelo inventato.
FUSION (DC)
Tre tizi che, tenendosi per mano come in chiesa, si uniscono a formare un unico super-essere, da cui l'originalissimo nome di battaglia. 
Ma c'è di peggio: questi tre sono talmente generic russian villain su una scala da zero a Viktor Rosta di Danko, che si chiamano One, Two e Three.
SOYUZ (DC)
Squadra composta da una serie di giovincelli scherzosi con poteri mentali e vestiti come i primi X-Men: la telepate Firebird, il fan di Sub-Zero Morozko (è il nome di un demone russo), l'idrocineta Rusalka, il telecineta Vihkor, e l'elettrico Perun. Perun, per chi non lo sapesse, è il nome del dio del tuono russo. L'equivalente carburato a vodka di Thor, ma molto più zingaro.
CRASNIYE SOLLETSI (MARVEL)
Ok, qui le cose si fanno un attimo più complicate. Dunque, c'era una volta il New Universe, questo esperimento fallito in seno alla Marvel di cui abbiamo parlato qui. Nel New Universe c'era una serie su un gruppo di ragazzetti con poteri psionici, la Psi-Force. Bene. Cioè, male. Cioè, whatev. C'è che a un certo punto quelli della Psi-Force incontrano i loro omologhi sovietici, i tizi di Crasniye Solleetsi (dovrebbe significare "sole rosso" in russo). E siccome uscirsene con un nome del genere non era abbastanza, gli autori hanno pensato di ripetere il felice esperimento anche con tutti i membri del gruppo: Coojeechiscue, Shivowtnoeh, Sillatochca e altri nomi da battaglia coniati pigiando dei tasti a cazzo di cane, ché tanto chi vuoi mai che vada a controllare.
RUSSIAN EXILES (MARVEL)
Una banda di mutanti russi emarginati, costretti a vivere come topi dal regime sovietico e guidati da un, uh, PRETE CATTOLICO, Blind Faith. Alcuni membri del gruppo, come Siberian Tiger (poi Sibercat), sarebbero finiti nella Guardia d'Inverno.
OMEGA RED (MARVEL)
E poi, chiaro, ci sono i supertizi singoli. Pochi e abbastanza isolati. Gente come Omega Red, che era tipo un serial killer trasformato in super soldato dal KGB, con tentacoli e ossa in carbonadio, e un look zingaro da personaggio di Jim Lee dei primi anni 90. L'ultima volta che l'hai visto in giro, era tipo morto.
RED STAR (DC)
Ex effettivo dei Giovani Titani, con un nome da squadra di calcio dell'est e una magliettina da ultrà della stessa.
TUNDRA (DC)
Membro dei Global Guardians, una squadra di eroi multietnica ispirata a quelle robe tristi del cartone animato dei Super Amici. 
Oltre a questa tizia russa, per dire, c'era l'italiano Il Legionario, l'argentino il Gaucho, gli inglesi Knight e Squire, La Sirenetta danese e altra gente presa di peso dall'iconografia tipica di posaceneri e bolle di neve, dall'immaginario collettivo basato sull'industria del souvenir.
PROLETARIAT (DC)
Supersoldato sovietico malvagio creato durante la Seconda Guerra Mondiale e apparso nelle storie di Flash. Anche lui, dovessi dire, abbastanza Viktor Rosta.
POZHAR (DC)
Compagno di giuochi di Firestorm (pozhar in russo dovrebbe voler dire "fuoco"), e già membro sia dei Red Shadows che della Rocket Red Brigade. Ché una bella corazza fa sempre figo, oh.
KGBEAST (DC)
Superkiller addestrato dal KGB, come lascia intuire il cazzutissimo nickname, e munito di innesti cibernetici. Con la sua tutina potrebbe fondare, assieme ad Atom Smasher della JSA e al Comico di Watchmen, un bel club di pervertiti.
SUPERMAN (DC)
E poi ci sarebbe quella storia del Superman sovietico di Red Son. Ma quello è un Elseworld, una storia immaginaria, e quindi non sai se vale. Comunque: nella miniserie scritta da Mark Millar il razzo su cui viaggia il piccolo Kal-El finisce in Ucraina anziché nel Kansas, e Superman diventa così "un campione del socialismo e degli operai". Se cadeva in Italia quel razzo, per dire, quelli del vecchio PSI e Marchionne c'avevano poco da fare gli stronzi.



35 commenti:

  1. A me i Rocket Red non dispiacevano, soprattutto quello che era entrato a far parte di Justice League Europe.

    Nella Winter Guard c'era anche la risposta sovietaca a al Mitico Thor, che, oltre al martello, aveva anche la falce...

    RispondiElimina
  2. Grazie per questo FONDAMENTALE articolo. Così fondamentale che voglio dare il mio contributo, forse col più grande eroe sovietico di sempre. Il guaio è che è tristemente vero.

    RispondiElimina
  3. Velenero: yep, si tratta del Perun Marvel.
    Raf: lolle.

    Gente, da ieri, come avrete VISTO, ho inserito il riquadro fluttuante-invadente sulla sinistra, per spammare i contenuti dell'antro nell'universo. Nei commenti del post precedente mi si segnalava che su alcuni display (come i netbook) la finestra si sovrappone al testo. Qualcun altro ha lo stesso problema? Nel caso, mi manda mail/msg su FB/ whatever indicando risoluzione e browser usati? Denghiu.

    RispondiElimina
  4. Caro Doc, dal vecchio Who's who DC ricordavo che KGBeast avesse un compagno di giochi bondage...e di chi si tratta se non del temibile NKVDemon? ;)

    RispondiElimina
  5. Dei Soyuz che posso dire: uno per tutti, tutti Perun.

    Proletariat è un plagio di Zangief! O.O

    RispondiElimina
  6. Non so perche', a me Proletariat non dispiace, sara' la barbona che fa molto Maciste. Cmq Red Son non e' male, anzi!

    RispondiElimina
  7. Attento Doc, che visto l'andazzo elettorale, al nano, leggendo un post del genere, facile che gli venga un bel coccolone! :D

    RispondiElimina
  8. Ahahah Proletariat, oltre al nome indiscutibilmente lollico, è il super tizio più birra & salsiccia che abbia mai visto! :D

    RispondiElimina
  9. Bolshoi? Il super-eroe ballerino? :D

    RispondiElimina
  10. C'è chi già prende le distanze dal post, come puoi appurare qui, Doc... xD

    RispondiElimina
  11. Il tizio sulla copertina Psi Force è sputato al capitano Philip "ciao Cara" Vance di Nick Raider :-)

    RispondiElimina
  12. Baron Karza: a me ricordava un Craxi coi baffi.

    omoragno: Proletariat e lo zingaro Nomad hanno già preso Sucate. Anche Arcore è caduta. Milano è ormai condannata.

    RispondiElimina
  13. Post molto interessante,i super sovietici Marvel li conoscevo mentre quelli di casa Dc no.Nella loro pezzentaggine alcuni sono veramente fantastici.

    RispondiElimina
  14. Parzialmente non si potrebbe contere nell'elenco Colosso quando plagiato da Arcade si era convinto di essere il Proletario , un ridicolo super eroe vestito come una specie di benzinaio sovietico così :http://2.bp.blogspot.com/_an4JirO6hHw/SN1QgE2uYiI/AAAAAAAAADY/xb0cr1xt5E8/s1600-h/Colossus+becomes+the+Proletarian+(UX+123).JPG

    RispondiElimina
  15. Mi permetto di menzionare Salsiccia dell'Amore e il suo gruppo ovvero The Five Year Plan che poteva contare su: Trattore, Purga (nome tristissimo per un supereroe sovietico), il Collettivo e Bandiera Rossa.

    RispondiElimina
  16. Un Proletaro vs Proletariat l'avrei visto benissimo in Marvel vs DC.

    Quanto a Salsiccia dell'Amore non c'è perché era una lista di personaggi Marvel e DC, e The Boys non è più una roba manco Wildstorm. Dimentichi comunque un altro membro del gruppo, Shocker: Bandiera Gialla, il giornalista Red Ron...

    RispondiElimina
  17. Grande Bandiera Gialla!!!

    Comunque nessun problema, mi sono solo permesso di menzionarlo. Anche perché almeno un Supereroe sovietico un pò più allegro c'è ovvero lui che sconfigge i suo avversari a colpi di pene.

    RispondiElimina
  18. @Roberto: Ma quello è Super Mario Metal Mode! XD

    RispondiElimina
  19. Grazie Doc, grazie. спасибо!!
    Lo aspettavo e piango dalle risate...soprattutto pensando agli sberloni di ieri.
    спасибо ancora (Viva Google translate...)

    RispondiElimina
  20. I Global Guardians sono davvero pezzenti, mamma mia :D

    RispondiElimina
  21. Ma solo a me il Putin del fumetto sembra, con quella giacchetta che fa molto hakama, GEESE HOWARD?
    Ché considerando che Putin ha il suo bel record di judo e sambo ci sta anche come personaggio...

    RispondiElimina
  22. Dalle stelle alle stalle insomma, Doc...
    Sarà stato merito di uno dei foes sovietici, acerrimi nemici del Cavaliere Oscuro di GothArcore... xD

    Tornando OT, @Crash_pgl: Lol! Giuro, è la prima cosa che ho pensato anch'io quando ho aperto l'immagine del buon Roberto...

    RispondiElimina
  23. È proprio il caso di dirlo: che comunismo.

    RispondiElimina
  24. Ti amo.

    Dì la verità, questa l'avevi preparata prima, nevvero?

    RispondiElimina
  25. Matteo: dai, non così, in pubblico ;)
    Comunque sì, certo.
    Se vincevano quegli altri scrivevo un post sulla Banda Bassotti.

    RispondiElimina
  26. Sì, ma i bambini arrosto quando arrivano?

    Il Superman con falce e martello è epico, voglio un poster!

    RispondiElimina
  27. tutti tristi e comunisti, fa pure rima.
    'Sti Americani che si inventano!

    In ogni caso Doc: per par-condicio adesso bisogna fare il post "i tristissimi super-eroi nazisti di Marvel e DC".

    RispondiElimina
  28. speravo in una disanima approfondita della guardia d'inverno di cui non so praticamente nulla...
    vabbè

    RispondiElimina
  29. E' fantastico come, nonostante i supereroi sovietici di casa Marvel siano quanto di più sfigato/triste/depressiogeno esista, quelli DC lo siano molto, molto, infinitamente molto di più.

    RispondiElimina
  30. A titolo informativo vi comunico che Perun lo hanno riciclato nella serie ultimates. Ovviamente fa la figura del pezzente.

    RispondiElimina
  31. Voglio un crozz-ober Red Rocket Brigade contro Rocket Robin Hood! Sai che storia del razzo ne uscirebbe fuori?

    RispondiElimina
  32. Ammetto la mia plateale ignoranza, ma quella specie di grizzly nella "foto di gruppo" chi è?

    RispondiElimina
  33. E' Ursa Major
    http://marvel.com/universe/Ursa_Major

    RispondiElimina
  34. Devo segnalare una mancanza pesante, Il Glorioso Piano Quinquennale [Glorious Five Year Plan], composto da: Collettivo, Trattore, Purga, Bandiera Rossa e Salsiccia dell'Amore [Collectivo, The Tractor, Purge, Red Banner e Love Sausage], la squadra Sovietica di super nel fumetto The Boys di Garth Ennis.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi qualche risposta più su: in questo post, come da titolo, si parla di personaggi Marvel e DC.

      Elimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails